28 dic 2007

Opere buone

Avrei da proporre un'opera buona a qualche boiardo di stato in pensione. Mi si è  presentata una vedova bulgara  senza alcun sostentamento nel suo paese, che  ha saputo  da alcune sue amiche  che qui in Itaja  si passano le pensioni  dal marito alla moglie  quando il marito muore.  Ella sarebbe disposta, dopo regolare matrimonio ad accudire la persona fino alla morte.
In caso di interesse, prego postare :
Importo lordo pensione,
Età
Malattie
Eventuali altre proprietà immobili.
Alla faccia dei coccocò che stanno sempre a piagne miseria aggiungo di mio, siamo o non siamo un bel paese ricco?
Ma non solo di idee.

il partito CO-CO-CO

Buone notizie per voi bambacioni:
Presto si torna alle urne e avrete la possibilità di guadagnare qualcosa dalla politica.
Datevi da fà e non lamentatevi se poi gli eletti guadagnano e voi invece no: ricordateve dei suggerimenti del vecchio attivista ora ben sistemato sullo scranno a montecitorio mentre da regazzo andava in giro de notte ad attaccà manifesti! Fondate il VOSTRO partito e con i vostri voti, quelli delle vostre famije, quelli de quarche cane sciorto come posso esse io (purchè mettiate nel vostro programma la vendita della RAI) raccapezzerete un ber pò de sordi con i rimborsi elettorali elargiti da questa ricca Itaja.
Dateve da fa,  non avete visto quanti sordi raccapezza er partito dei penzionati??  Quella faccia de fregna che ogni tanto appare puro in televisione ce se è arricchito de brutto

21 dic 2007

Silvio facci sognare

Questa è la volta buona: ancora un pò di traccheggiamento e ci siamo!
Arriva il referendum ed allora tu butta sul piatto un bel doppio turno alla francese ben amplificato sui media.
Vai Silvio, liberaci da tutto sto ciarpume di parassiti e chiacchieroni perecottari questa volta ce la fai alla grande:
Dacci una pubblica amministrazione che lavori per obbiettivi e che sia retribuita solo in caso di raggiungimento degli stessi.
Stacca la spina a tutti sti cazzari morti de fame.
Auguri sinceri

20 dic 2007

Stanchezza del blogger

Quando ti prende voglia di scrivere qualcosa, siediti ed aspetta, vedrai che ti passa.

Pertanto:
Un caro augurio per le prossime feste a tutte le persone oneste e di buona volontà  dal vostro
                                                                                     FRACATZ

07 dic 2007

Il tasso interculario

Sono costretto a postare in quanto tanta povera gente, nonostante la mole sconfinata di giornalisti ed addetti alla comunicazione, non si spiega come mai, nonostante la BCE lasci invariato il tasso di sconto, il loro mutuo invece continua ad aumentare e li sta portando sul lastrico.
Poverelli loro pensavano che il tasso fosse legato al costo ufficiale del denaro (come l'inflazione ufficiale ISTAT e poi invece quella reale la cosiddetta percepita individualmente) mentre invece esso è legato solamente al tasso interculario (stabilito dai caporioni).
Bene sarebbe interessante vedere se anche all'estero accade la stessa cosa e magari farci una trasmissione dall'anckor man o woman che sia, ma a che servirebbe?? Accontentatevi del grande fratello.
Pagate e fatela finita de piagne o trasferitevi tutti all'estero, visto  che  la democrazia vi ha portato  a conoscere i problemi solo quando sfiorano le vostre terga e non  azzardatevi più a ribellarvi come avete fatto nell'800 solo perchè eravate amministrati da gente onesta  anche se austroungarica.
I tassi sui mutui crescono, mentre non si muovono quelli sui vostri (eventuali) miseri risparmi!
Così è stato deciso.  Amen

27 nov 2007

La situazione del mio cazzo, non è, non è buona
La situazione del mio cazzo, non è, non è chiara
ma fortuna o purtroppo per me, ancora, ancora funziona
ma fortuna o purtroppo per me, ancora, ancora funziona
Ci vorrebbero nuovi stimolii, odori sopiitii, fichette fresche,
ma tutto è ormai contro di me, tutto congiura..
il richiamo dell'eterno sempre più s'avvicinaaaaa
anche il lavello del cesso ogni tanto si attura...
La situazione del mio cazzo no, non è poi tanto buona
                                    ------segue----- 

26 nov 2007

Tempo di ciufulare

Bambacion:   Fracà come vai allu mercato, che me lo porti no ciufoletto che me sento de ciufolà?
Fracatz:           Se te lo senti, senzaltro  ciufolerai..
Bambacion:  Fracà l'altra volta te lo sei scurdato, mo che arivai allu mercato, che me lo porti lo ciufoletto?
Fracatz:          Se te lo senti de ciufolà, senz'altro ciufolerai..
Bambacion:  Fracà, prendete ste 20 euro e quanno vai allu mercato compreme lo ciufoletto, nun te scurdà
Fracatz:          E' arrivato anche per te lu tempo de ciufolà!   

22 nov 2007

Aria nuova

C'è aria nuova nel panorama politico, il bobbolo rischia ti tornare ai bei tempi della dc con caporioni che si invecchieranno sulla loro sedia, con l'unica differenza che, non potendo più stampare lirette, dovranno sempre più tosare le stesse pecore, per dare ad altre di loro scelta. Al bobbolo, così privato della soddisfazione di mandarli affanculo ogni 5 anni, suggerirei di non abboccare ed andare a votare solo su promesse e programmi seri e per verificarne la serietà controllare se per caso ci sia:

1) La vendita in borsa della RAI, cosiccome è stato fatto per tutte le altre aziende

2) Una legge che costringa qualsiasi amministrazione pubblica a lasciare inalterati i bilanci di spesa (certificati da società di certificazione), salvo ripianare eventuali perdite di tasca loro o con la galera.

3) Una legge che costringa chi querela un cittadino per una tot cifra, a pagarla al cittadino querelato qualora costui avesse ragione

4).........  lascio a tutti i cittadini di buona volontà la disponibilità di allungare questa lista....

La pappa reale

I caporioni, come le api regine , vengono nutriti a pappa reale.   Sono facilmente riconoscibili ed esercitano in tutti i ceti sociali. Di recente alcuni eredi di vecchi caporioni sono ricicciati e si sono permessi di offendere un intero popolo di cui anch'io purtroppo faccio parte. Per i caporioni non dovrebbero valere le regole che furono scritte per gli straccioni che per secoli li sostennero, ma quelle ben più nobili della cavalleria, per questo invito qualsiasi novello caporione o con ambizione di diventarlo a sputare in faccia a questi porci di caporioni di ritorno ed inviargli i padrini per uno scontro leale all'ombra di qualche basilica o dietro uno dei tanti cimiteri. Di fronte a tanto coraggio potrei convertirmi e tornare a votare per cotanto difensore dei valori italici.
6 -12 - 07 Vista la gravità dell'onta e l'elevata risonanza mediatica, suggerirei quale arma "la coccia di cocomero grassa"
La coccia di cocomero grassa, a differenza della magra, contenendo ancora ampie tracce di polpa e semi, è senz'altro più consona a questo caso.

05 nov 2007

La speranza

Bambacion   A Fracà me manna mi padre, dice che tu me poi aiutà.
Fracatz           Gran lavoratore er tu padre, gran brav'omo e tu mò che fai, che fai...
Bambacion   A Fracà io c'avrei voja de lavorà, de imparà, de mijorà..
Fracatz   Bravo, bravo, vedemoci domani, qui a stò posto, a st'indirizzo vabbèè?
Bambacion   A Fracà, ma si domani dovesse piove che faccio..
Fracatz   Tu viè e nun te preoccupà che un pò piove, poi spiove e noi attaccamo
Bambacion   A Fracà ma se poi piove, spiove e poi aripiove io che faccio.....

29 ott 2007

Fischia lu vento

Dalla finestra.......
Sempliciotto:       A fracà, che me lu presti lu sumaro,  ca tengo da iij  a la mola ?...
Fracatz :                Fischia lu ventu, abbaia lu caaa, nun se capisce ca vuuu...
Sempliciotto:       A fracà, che me lu presti lu sumaro,  ca tengo da iij  a la mola ?...
Fracatz :                Fischia lu ventu, abbaia lu caaa, nun se capisce ca vuuu...
Sempliciotto :      A fracà, che me lo affitti lu sumaro, ca tengo da iij a la mola ?..
Fracatz  :              Te serve puro lu carretto ? ...

27 ott 2007

Il top of brains

27/10/07 Il solito trouble finder   Il top dei cervelloni si è accorto che i lavoratori buscano poco e quindi i consumi non decollano. Ottimo spunto da trouble finder di razza, mò ce vorrebbe l’intervento  di un buon trouble fixer per risolvere. A parte che ha dimenticato che la maggioranza dei lavoratori domestici non fa la dichiarazione annuale, ma poi almeno il 50% dei soldi guadagnati dagli stranieri lascia l’Italia andando a beneficiare nazioni sottosviluppate.
Una volta i suoi predecessori risolvevano stampando un pò di lirette, le distribuivano, aumentava l’inflazione, ma loro da grandi economisti illuminati  svalutavano la liretta e vai cor tango.
Oggi il top of brains nun pò più stampà, ma siccome nun è vero che la torta italiana negli anni si sia ridotta, potrebbe risolvere impedendo che tanta gente come lui se ne stacchi larghe fette, lasciando così le briciole ai lavoratori.
Visto che gli umani non sono poi così tanto altruisti, allora dovrebbe essere il governo che, aumentando all’80% le tasse al disopra di un reddito definito più che dignitoso, potrebbe poi abolire la tassazione sugli stipendi dei miseri. Ma anche questo è arduo, perchè accà in itaja sono pochi quelli che ufficialmente risultano non miseri.  
Un’altra via per raggiungere lo scopo potrebbe essere quella di ottenere una diminuzione dei prezzi al consumo per beni e servizi (ormai speculiamo anche sul latte in polvere dei neonati) abbattendo a colpi di scure tutte le corporazioni, li ordini, le caste, le mafie e tutto quello di cui ormai si parla quotidianamente, ma anche qui la vedo un pò dura, mica ce possiamo tajà li cojoni pè fà dispetto a quella smorfiosa de nostra moje. E poi, se avessimo voluto un’amministrazione decente, .mica avremmo fatto i carbonari contro quei poveracci de austroungarici duri e piantati lì come pioli. Lasciatece esse quello che siamo: “PICCOLI MAFIONCELLI, BENEFICIATI DAL PERDONO CONFESSIONALE

26 ott 2007

Era ora

Basta con lo sputare nel piatto ove si mangia! Mi avete rotto er catzo!
Ma passiamo al serio: finalmente oggi a Roma continua a piovere, dopo 4 mesi di siccità assoluta, che ha fatto morire il 90% degli alberelli piantati nelle aree comunali per spinta dei verdi ma con soldi di tutti, dimenticandosi ovviamente lo stanziamento  per l'innaffiamento  (o forse pensavano di farlo in proprio, rinunciando alle vacanze in barca). Meno male che piove e tanti lavavetri si possono trasformare in venditori di ombrelli, (meglio così che non trovarseli a rubare in casa), tutti hanno diritto a vivere finchè continuiamo a finanziare la FAO ed esportare democrazia invece di preservativi.

25 ott 2007

Attenzione Bamboccioni

Attenzione ragazzi, non abboccate, vi stanno aspettando al varco: come uscite di casa vi tocca pagare il canone rai, la tassa sulla monnezza, il canone telecom, enel, gas, acea.. non dico poi se vi mettete in testa di procreare.....  uuuu quanti ce ne stanno ad aspettarvi.
Ripetoooo: non abboccate
RESISTETE...        RESISTETE......        RESISTETE.......

Le chiacchiere

Avete visto come si riempiono di chiacchiere e come gongolano nelle trasmissioni condotte dai vari anchorman or woman. E' ma voi qui ,  noi invece lì, si ma quando c'era lui,  per fortuna che mo' torna isso  ..etc..   Mai qualcosa di concreto per il bobolo.
Per esempio, sproloquiano tutti su la legge elettorale, ora siccome  esistono paesi  occidentali la cui civiltà è  fuori discussione, perchè in queste trasmissioni non c'è mai uno (il trouble fixer) che dica: Mettiamo su un pezzo di carta 3 o 4 leggi elettorali uguali (non simili)  a quelle di altri stati e facciamo fare un referendum al bobolo perchè ne scelga una con modifica automatica alla nostra sacra costituzione e cominciamo così a risolvere un problema.

19 ott 2007

Tra il dire ed il fare

La precarietà colpisce ancora: anche il bianco padre si è accorto che con meno matrimoni il remedium concupescientiae non c'è più e tante anime disperdono il seme a terra o nei preservativi o in vagine sterili, rischiando di perdersi nell'infinità degli inferi. Ora ci si aspetta che la curia impartisca l'ordine di votare per diliberto e non più per casini.
Bah! chi vivrà vedrà, certo è che con la futura generazione fatta di cinesi, arabi,  afrobalcanici se ne acquistano pochi di clienti per le nostre fedi.

15 ott 2007

Razze inferiori

Ci sono in giro delle teste di cazzo od aspiranti tali, facilmente riconoscibili anche dai tratti somatici, che per il solo fatto  di aver raccolto il consenso  di tanti loro simili, si permettono  di insultare vecchine  deboli fisicamente da non potersi difendere ad ombrellate in testa.
Suggerirei ai suddetti di guardarsi nello specchio e sputarsi in faccia.
Qualora non lo avessero fatto, di sondare l'opinione del popolo e vedere se preferisca essere rappresentato dalla vecchina o dalle centinaia di merde allo stato puro come lo è attualmente.
Invece di nascondervi dietro i vostri simboli putrefatti, mettete su una lista il nome della vecchina contro tutti i vostri nomi e vediamo chi riscuote più consensi.

Curiosità

A Fracà che è bona st'acqua ??

E tu n'ci hai sete..--

12 ott 2007

Bamboccioni

12/10/07 Prendo spunto da un commento recente per spendere ancora due parole sui nostri giovani che rifiutano di essere definiti  bamboccioni.
Già ai miei tempi tra le dieci facoltà che l'università offriva a tutti (alcune erano precluse a chi non avesse fatto il liceo), solo 3 o 4 meritavano di essere prese in considerazione da chi partiva da zero (senza padrini),  per avere un certo ritorno  economico a  fronte dei sacrifici da affrontare  per arrivare alla laurea.
Figuriamoci oggi che ci sono centinaia di corsi universitari.
Un non-bamboccione, prima di iscriversi ad un corso, dovrebbe fare indagini di mercato ed assicurarsi che gli studi da affrontare abbiano una valenza nel mondo del lavoro.
Purtroppo i giovani sono giovani e vaglielo a far capire! Ben lo sanno i nostri baroni (grandi bari) universitari, che inventando sempre nuovi corsi, incrementano solo il loro potere, i loro emolumenti e quelli dei loro protetti, frecandosene  di contribuire così alla rovina di tanti  ragazzi  (i bamboccioni).
Non nego che, nonostante la semplicità di spiegazione del meccanismo, anch'io da buon padre di famiglia, a suo tempo abbia foraggiato l'industria della laurea. A volte lo si fa per il quieto vivere e la serenità famigliare .
Quando il bamboccione si ritrova a 25-28 anni con un pezzo di carta,  con cui lui stesso dice possa solo pulircisi in caso di bisogno estremo , è già tanto se non crolla nella depressione estrema, perchè a quell'età è già fuori dal mondo del lavoro vero  e gli restano solo i così detti pseudo-lavori.
Sarebbe un bene reintrodurre negli studi la meritocrazia, tornare ai vecchi 10 corsi universitari gratuiti per i più bravi  e rivalutare tutti quei mestieri ed arti con cui tanti extracomunitari hanno trovato qui la loro America.
Certo a 25 anni non si può iniziare il praticantato artigianale, nè lo si accetta.

08 ott 2007

Scale sociali

Continua la ballata dei vari personaggi mediatici sugli stipendi degli operai, definiti da tutti i più bassi in Europa, tanto da far scendere in campo a sparar cazzate anche colui che li remunera. Vorrei che chi ha più visibilità mediatica rassicurasse i nostri alleati europei ed amici americani che qui da noi le cose non vanno poi così male per tutti e che la torta c'è ed è sempre consistente. Se per gli operai restano le briciole, possiamo vantare le più grandi fette mondiali ai vari manager dell'industria, ai politici locali ed europei ed a tutto il loro sottomondo, agli anchorman, ai giornalisti, ai metereologhi, ai prof universitari, ai giudici, ai militari, ai professionisti, ai baroni della medicina, ai pensionati senza titolo (senza versamenti), ai petrolieri, ai banchieri, ai grossisti, ai grassatori, ai maghi, ai calciatori, alle veline, agli uomini di spettacolo e giù giù per la scala sociale fino ad arrivare ai preti ed ai loro leccaculi che ne comprano i voti. Guai a chi non capisce  che ogni nazione ha la propria scala sociale  e dal basso vorrebbe capovolgerla, nell'era globale farebbe prima a scegliersi la nazione più adatta ai propri sentimenti e trasferircisi.

04 ott 2007

L'odore dei soldi

Finalmente, approfittando del calo del prezzo di copertina ho potuto leggere il libro in  questione e  devo dire di essere stato colpito dalla grande capacità di realizzare cose e creazione di benessere e sviluppo delle persone menzionate dall'autore. Sono spiacente per noi tajani se poi le stesse persone ai vertici del nostro governo non siano state capaci di realizzare nulla, salvo l'aumento del debito. Forse si erano circondate da troppi maneggioni leccaculo della vecchia scuola politica, peccato, un'occasione persa per tutti noi.
In un paese di merda, gonfio di chiacchiere e scartoffie, dove un libero cittadino non può  realizzare un cazzo di niente se non unge la casta giusta (provate a farvi un impianto fotovoltaico usufruendo dei finanziamenti sbandierati  dai soliti chiacchieroni  che non hanno mai realizzato un cazzo  nella loro vita  e  poi capirete perchè in itaja siamo gli ultimi nonostante il sole  gratutito 
                                  http://aspoitalia.blogspot.com/2007/07/ancora-moduli.html)

Non dico che potevi sistemà tutto, ma almeno istituire per legge lo sportello unico obbligatorio in tutti i comuni con obbligo di risposta al cittadino, si sarebbe capito che l'unici a beneficiare delle varie leggi sono solo i burocrati che si rifiuterebbero di applicare tutte le minchiate scaturite dalla loro mente.

01 ott 2007

La parità

Corri corri sarta e zompa, hai voluto la parità e mò tiettela. Dove lo trovi più quer bravo ometto de nà vorta che te se piiava in carico ner bene e nel male e che se dannava l’anima pè fatte felice. Mo pè mantenette er cellulare te tocca fumà peggio de no slavo e pare che lo stress te stia esponendo alle malattie cardiache peggio dell’ommeni. Ancora quarcuna ariesce a sfangalla, ma je tocca accontentasse de quarche vecchiaccio o calciatore ma è sempre più  difficile pè quelle senz’arte nè parte e senza un briciolo de quattrino. Ora pare che anche le famije, come in india e cina vonno tutte avè er maschio pe fijo piuttosto che n’essere amorfo ed indefinito.
E’ finita pè la famiglia dei galantomini in cui prima venivano le donne e doppo l’ommini.  

29 set 2007

Comunità e globalizzazione

 La caduta dei muri ci ha riportato indietro di 60 anni, ci siamo riempiti di morti di fame che fuggono dai loro paesi dove il freddo d’inverno arriva anche a -30°  e che si piazzano qui nel cuore delle nostre città sicuri almeno di non dover morire assiderati.
Tornando indietro negli anni ricordo le nostre case distrutte dalla guerra e la convivenza di più famiglie nella stessa abitazione tutto tollerato con spirito di fratellanza e patriottismo. Le grandi fatiche e le privazioni per ricostruire il patrimonio edilizio negli anni 50 e 60, il grande controllo del territorio da parte delle autorità per stroncare qualsiasi criminalità sul nascere.
Poi ci civilizzammo ed a poco a poco sparirono i vespasiani (gabinetti pubblici), le pattuglie motociclistiche delle varie forze dell’ordine, i bigliettai dai mezzi pubblici, i 30 anni certi per la rapina a mano armata passarono a 3 e varie altre amenità tipiche della gestione dei morti di fame vennero eliminate, perchè considerate
offensive.
Ora dovremmo ripristinare tutto questo o tenerci la puzza degli escrementi umani  nei  vari posti pubblici  e la cosiddetta microcriminalità a tutte le ore del giorno, ma chi ci garantisce poi  che una volta civilizzata la massa dei barboni di cui dobbiamo
farci carico non ne arrivi un’altra da chissà quale altra parte sperduta del mondo e ci tocchi ricominciare tutto da capo?
E’ per questo che non è più derogabile i
l tempo di aprire campi di lavoro, a costo zero per i cittadini civilizzati, ove portare tutti coloro che micro-delinquono. Anche cagare nei giardinetti pubblici credo sia un’infrazione contemplata nei nostri bei codici, o salire sui mezzi di trasporto senza biglietto e vomitare addosso ai passeggeri qualora si lamentassero della puzza che li circonda.
Il campo lavoro dà la possibilità a tutti gli umani di nobilitarsi, poichè in cambio di sano ed umile lavoro concede oltre al pane ed acqua, anche razioni di carne, verdure, dolci ed altri tipi di confort quali docce calde, bagni puliti e buoni da spendere per beni di prima necessità.


La certezza di finire in un  campo lavoro contribuirà a contenere il fenomeno di questa micro criminalità e l’immigrazione di massa di cui siamo oggetto, vuoi per le nostre ottime condizioni climatiche che per il lassismo dei nostri caporioni troppo presi da altri problemi. 


 

27 set 2007

Er pane aumenta

 Fatevelo in casa mi verrebbe da dire, ma poi cerco di dare una spiegazione migliore di quella che si ottiene da chi è preposto all’oscurantismo del bobolo.
Il pane non si fa solo con la farina, infatti il costo di questa materia prima è immutato da vent’anni, mentre aumentano sproporzionatamente tutti gli altri balzelli. 

Come arriva la farina ai fornai?


Vi hanno mai detto i media che qui a Roma il permesso per attraversare il centro è passato da 60,00 a 600,00 euri annui? +1000% Ed è sempre conveniente pagarlo perchè se si va da una parte all’altra della città con il raccordo anulare si impiegano giorni. Poi ci sono tutti gli altri balzelli ed adempimenti comunali e fiscali che aumentano mediamente il triplo dell’inflazione ufficiale ISTAT. Non parliamo poi delle spese tecniche, idraulici, elettricisti ed altri artigiani tutte aumentate del 20 – 30 % grazie a tutti i nuovi adempimenti che i cervelloni che poi si affacciano in televisione meravigliati del caos hanno imposto. Bollini blu, verifiche, multe da 200-300 euro: ogni tanto esce qualcosa di nuovo che si va ad aggiungere al carico


Ma vi hanno mai detto i media che, grazie al fatto che ogni giorno muoiono 5 operai hanno costretto tutti questi disgraziati che tirano la carretta a fare dei corsi sulla sicurezza al costo medio di 600,00 euri a cranio, costringendo poi la dittarella ad attivare una consulenza annuale sulla sicurezza per almeno altri 500,00 euri.  Come mai dopo tutti questi corsi i 5 operai al giorno continuano a morire lo stesso (adesso magari muoiono in maniera più consapevole Voi mi direte).


E’ chiaro che ogni costo presuppone un beneficio, sta poi all’intelligenza decidere se vale la pena di sostenerlo o no, quindi o vi fate il pane da soli, o contribuite ad alimentare tutta la greppia che apparentemente nulla avrebbe a che fare col pane.

24 set 2007

Stupori giovanili

Fica vergine con assenza di grandi labbra.
Ecco cos'era quello che mi sconvolse di te 35 anni orsono.
Claude chissà se mai ci rivedremo.

21 set 2007

Isso

A isso !
Questo epiteto seguiva ogni ruttino o scorreggetta nell'arco della giornata ad evitare che il rumorino andasse sprecato ed a volte per rafforzare il pensiero aggiungeva: e chi non dice  "a isso", in culo ad isso!
Concetto difficile da capire per noi bambini e purtroppo mai completamente spiegato per circondarlo di quell'onda di mistero che stimola la curiosità negli umani.
Beh oggi che ho i capelli bianchi posso dirvi che quell'isso è lo stesso che Totò sviscera nel suo "Siamo uomini o caporali?" e che purtroppo fa parte anche lui della razza umana.

19 set 2007

Cacofonia

Quando l'anchor man (o woman che sia), parla, gli altri devono immediatamente tacere.
Questa è la regola prima della democrazia
Diffidate di coloro che non tacciono ed approfittano della buona educazione televisiva di non chiudere i loro microfoni.

Contentiamoci dei sordati del RE

Contentiamoci della situazione politico amministrativa attuale perchè si potrebbe tornare, specialmente qui nel centro-sud ai tempi di franceschiello laddove:
Ottanta sordati der papa in una giornata
nun carpirono°  neanche una rapa
uno del RE ne carpì ventitre

° estirparono

13 set 2007

W la scuola

29/8/07 Si ricomincia. Settembre andiamo è tempo di ricominciare, ora i nostri media ci diranno che i nostri libri scolastici sono i più cari al mondo, poi nel dibattito dall’anchor man, qualche strenuo difensore dei consumatori si scaglierà disgustato contro coloro che caricano le spallucce dei nostri cari bambinelli con zaini dal peso esorbitante e vai col menga, il più amato da noi tajani.

10/10/07  Incredibile !!!!

 Il beneamato governo che mi segue giornalmente ha definitivamente risolto il problema con una legge che vieta ai bimbi di portare più di x chili (sarà stabilito in futuro con circolare).


Non ci posso credere


Attenti agli altri

25/8/07 Il record.  Battuto finalmente il record, grazie alla cappa afosa africana che ieri avvolgeva Roma, 28 zanzare tigre in meno di un’ora, uccise in maniera indolore con la racchetta elettrica cinese, comprata a 2 euri, completa di batterie sul bancherello.  Questo a dimostrare che con la pazienza e gli attrezzi giusti, tutti gli esseri umani possono da soli liberarsi dai fastidiosi parassiti sempre in agguato: guai ad affidare a terzi il compito di farlo.


3/9/07 La volpe ed il babbeo  La volpe giustifica la necessità di una scorta ed ogni tanto si spedisce qualche feticcio lugubre, il babbeo si affida alla volpe anima e core e senza saperlo  rischia l’inculata.

Preghiera del capikaze

O mio caro e buon allà, ti prego  liberami dal tormento delle 20 verginelle  dalla celletta  profumata  ma imbranate  e concedimi  una  bella  tailandese  esperta di ginnastica  vaginale  e vergine solo nel didietro.


Test universicari

Scrivo sull'argomento solo per ricordare agli ingenui che questi test servono a confermare che qui in itaja  i giovani fin da piccoli devono capire come vanno le cose e guai a chi non lo vuole capire, finirà sicuramente male per isso. Per questo che continuiamo a fare test, concorsi e tant'altro.  Tutte le istituzioni ci fanno la loro bella figura: i giornalisti ci scacazzano sopra,  le forze dell'ordine ci tirano fuori quei 2 o 3 colpevoli  da far pentire, il papa  benedisce  ed i caporioni  ci  intrattengono la sera  dai canali televisivi.
Altra cosa sarebbe se si facessero graduatorie di merito con punteggi che analizzino l'età,  il passato scolastico per almeno gli ultimi 8 anni, consentendo ai meritevoli la frequenza gratuita ed a tutti gli altri la frequenza al costo pieno (cioè senza contributi governativi tipo università private per intenderci sui 15 - 20 mila euri annui). Togliendo la gratuità man mano che non si stia in regola con gli esami e così via.
Tutti hanno il diritto di studiare dopo i 18 anni, basta che se lo pagano.
Escluderei dalla graduatoria anche coloro che abbiano frequentato scuole private perchè nel 95% dei casi sappiamo come funzionano (mi spiace per quel 5, ma visto che non hanno problemi di soldi, possono pagarsi anche il 1° anno universitario, salvo poi beneficiare del bonus qualora fossero in regola con gli esami). Ma queste sono teorie per paesi civili, noi siamo poveri mafioselli beneficiati dal pentimento cristiano nel segreto del confessionale.

10 set 2007

Emozioni da V-day

Sabato partecipo al v-day qui a Roma  e mi commuovo  per  la quantità di  ragazzi  che  partecipano,  ragazzi  qualunque, non ricchi  lo si vedeva dalla damigianella raccogli-obolo. Mi commuovo perchè torno indietro negli anni e mi rivedo entusiasta dietro al folle vecchio che ci battevamo contro tutte le ingiustizie e contro il canone Rai facendoci sigillare gli apparecchi. E poi che ti fa il pazzo quando riesce a salire sul carro vincitore del liberale silvio , invece di vendere la rai, si scaglia contro i pensionati, ma non quelli come lui che percepivano pensioni  senza aver versato un cazzo, ma contro quelli che avevano versato per 35 anni  e contribuito alla ricostruzione del paese e vai a bastonate contro i soliti miseri (ma allora erano più coerenti quelli della dc che stampando bot accontentavano tutti caporioni e miseri). Mi sono commosso fino alle lacrime nel vedere che quelli con i capelli bianchi come me saranno stati meno del 5%, ho firmato, ho dato il mio modesto obolo e quando l'aria cominciava a rinfrescare me ne sono tornato a casa.
Grazie ragazzi ed un augurio di cuore che la vita vi mantenga leali. Auguro a voi di riuscire in qualcosa per il futuro del nostro paese, un solo consiglio però, guardate bene chi sale sui palchi a predicare, diffidate specialmente di coloro che nella loro vita non hanno mai lavorato, gli esempi sono eclatanti, specie tra i discepoli del grande vecchio sempre con la bandiera giusta sotto la giacca. Usate sempre ed in primis il vostro cervello, vigilate, controllate, verificate, perchè di Gesù nazareno ce ne fu uno solo.

07 set 2007

poesia 1

Farfalla che aleggi in un giorno di marzo
e sbattuta dal vento rasenti la terra,
che pena tua vita in sì dolce paesaggio,
che balzi i tuoi voli
Sgomenta! Non vedi che nuda è la terra
ed avara de' splendidi fiori?
Eppur non rimpiangi tua vita,
lotti felice col vento, ignara de' splendidi giorni
che  pur tue sorelle vivranno,
più in alto dei fiori del pesco,
che fuggi infelice, sbattuta dal vento,
lambita da un passero in volo.

Ode breve 2

O bambolina, bambolina stronza,
tu che al più concedi l'odor della patonza
Deh!  rilassati, lasciati  andare
apri le cosce, fatti penetrare

La situazione del suddito

Analisi perfetta ieri da parte di un grande esponente del direttorio. Trovati tutti i mali che affliggono il suddito italiano. Grandi parole per svortare e riqualificare la spesa pubblica. Esempio lapalissiano di eccellente trouble finder.°
Il pirlotto invece ha mostrato insofferenza perchè la sinistra ormai cavalca i cavalli della destra e rivolgendosi a quel 90% di degradati tajani che ancora si infervorano sui colori o sulle direzioni viarie, se ne è fregato altamente di quel 10% che usando liberamente il cervello pensano che sarebbe ora che quelli come lui che rubano il pane al contribuente senza nulla dare in cambio, se la andassero a prende nel culo fuori porta e cedessero il passo a gente meno affamata e più trouble fixer°.
Il vescovo invece è soddisfatto anche per la nostra politica estera, in cui riusciamo a dialogare con tutti ed in questo anch'io sono fiducioso, specialmente ora che si avvicina l'11 di settembre, che il signore ce la mandi buona.
Povero Camillo Benso che ci affrancasti dal gioco austro-ungarico nun avevi proprio capito un cazzo di che pasta eravamo fatti!

° vedi "il fumo dei paraculi" nella categoria pornodidattica

29 ago 2007

ode breve 1

uccellino pio pio
poni in cul st'augello mio
ma sta attento a scoreggiare,
chè non lo vorrei smerdare

11 ago 2007

Li sportivi e non

10/8/07  Oggi forse vi aspettavate qualcosa su quel grande personaggio che sul sellino di una moto può vantare evasioni fiscali miliardarie. Invece no! Sono felice che tanti atleti italiani tengano in alto la nostra bandiera in giro per il mondo e gioisco ancor più quando qualche nostro caporione li gratifica con qualche onorificenza o laurea onorifica. Grazie, grazie di cuore a tutti Voi e a tutti quei grandi artisti che possono emularvi. Per l’aspetto fiscale invece penso non dovrebbero esserci problemi  a cancellare la propria residenza dal nostro paese e girare per il mondo un mese qui uno lì, senza obbligo di risiedere da nessuna parte, al limite stazionare su uno yacht al di fuori delle acque territoriali dei paesi più affamati di soldi da tassare. Finchè ci sono fessi disposti a sponsorizzare, ben vengano! A titolo gratuito, qualora fossi io nei panni di uno dei suddetti personaggi, rimborserei magari lo stato per ciò che mi ha fornito in istruzione pubblica, sanità ed altro, con una donazione. Al termine della carriera stabilirei poi la residenza in uno dei tanti stati di civiltà occidentale di mio gradimento ed al compimento dei 60 anni canonici rientrerei a risiedere in Itaja dove avrei diritto alla pensione sociale (dovrebbe chiamarsi sussidio, ma noi siamo vecchie volpi) in qualità di non possessore di contributi INPS.
L’Itaja è specificatamente un paese fondato sul dritto.


Chissà se anche gli altri paesi occidentali, cui noi amiamo paragonarci, godono di questo fondamento?

10 ago 2007

La svorta dell'ortolano

C'era una volta un ortolano che, stanco di adempiere alla propria funzione sociale, voleva svortare e, non avendo amicizie in banca, si rivolse ad un'agenzia immobiliare. L'agente immobiliare gli presentò un piazzista di mutui. L'ortolano possedeva una misera bicocca in cui a stento alloggiava la sua famiglia di ortolani e, grazie al momento favorevole e magico che stava vivendo il mercato dei mattoni creato dai soliti noti cetriolinari, riuscì a spuntare un mutuo miliardario sulla bicocca, sul quale guadagnavano tutti, anche se definito "SUBPRIME" (per ortolani).
L'ortolano, memore dei tanti insegnamenti precedenti, si ritirò con la famiglia in uno dei tanti paesi dei balocchi, mentre qui in cetriolandia  cominciano a volare cetrioli difficili da schivare per tutti gli ortolani.  Infatti sono scese in campo le massime autorità, pronte a ripianare coi soldi dei poveri le  eventuali perdite dei ricchi ed il tutto per non invertire la tendenza a perpetuare la specie.
Speriamo che almeno siano stati in tanti gli ortolani a svortare.

07 ago 2007

L'ammuina

 7/8/07  Grande ammuina prima della chiusura estiva: il liberalizzatore ha detto che ci stanno fregando 7,5 centesimi al litro, ma che non può farci niente perchè il mercato è libero così come da lui desiderato. Il vescovo, all’annuncio che la compagnia di cui lui ha la maggioranza, ha fatto una riduzione di 2 centesimi, ha detto: “un pò pochino, ma meglio di niente”. I paladini dei consumatori minacciano scontri legali a destra e a manca (ma perchè non si mettono loro a vendere benzina, come facevano una volta le coop a prezzi di non strozzinaggio? boh forse guadagnano di più facendo cause legali). Ed il cittadino? beh se vive vicino ai confini può recarsi al di là senza approfittare della globalizzazione itajana che ci ha ridotti come don farcuccio. Per spese molto forti, quali protesi dentiarie, consiglio di prendere in seria considerazione la possibilità di trasferirsi all’estero e dargli in culo alle varie casterelle tajane, una volta ben mascherate grazie al fatto che ogni tanto si poteva svalutare la liretta. Per la benzina invece, fatevi delle sane passeggiate e nun state a rompe li cojoni, tanto nun ce sta niente da fa nè da destra, nè da sinistra e stateve accorti al centro. 

Il conduttore RAI e lo sgoop sovvenzionato

6/8/07 Ho assistito domenica mattina al grande scoop del conduttore RAI, che ha scoperto che vi sono in circolazione dentisti non laureati e con il supporto della finanza ha potuto asserire che questo mascalzone si è permesso di evadere completamente il fisco per la cifra di 350.000 euri annui. E poi emulo di un vecchio scoop di striscia si è lanciato in filippiche paternali e si è meravigliato che nel 2007 succedano ancora certe cose (agli altri). Se avesse voluto fare educazione ed informazione come alla rai competerebbe, avrebbe dovuto indagare sulla levitazione del prezzo di una capsula che passa dai 40 – 60 euri dati all’odontotecnico ai 1000 e passa, pagati dai clienti come lui che possono permettersela.
 Se il nomade quando ha mal di denti si rivolge al suo maniscalco che lo libera dal male con poca spesa, a chi dovrebbe rivolgersi il morto di fame italiano quando ha mal di denti?
Grazie all’euro lo stuolo dei morti di fame italiani è dilagato.
Perché non indaga sul costo di una capsula al cliente levitata dal milione di lire (vecchio conio) ai mille euri attuali?
Il morto di fame italiano dovrebbe avere un mutuo bancario per recarsi dal suo vecchio dentista di fiducia e laureato e quindi ringraziamo lo zelo intraprendente di chi, pur praticando tariffe inferiori del 50% a quelle dei colleghi autorizzati riesce a raggranellare quei miseri 350.000 annui soddisfacendo tanti diseredati.


A volte certi scoop producono, nelle persone che ancora usano il cervello e sono costretti ad ascoltarli, l’effetto opposto: niente, niente la casta dei dentisti è infastidita dalla concorrenza dei maniscalchi ed ha potuto finanziare il solito cazzaro di giornalista?? Ai posteri l’ardua sentenza.


 17/10/2007 Questo post è tornato attuale, visto il tempo che striscia la notizia dedica al fenomeno, facendo finta però di ignorarne le cause e ridendoci sopra da parte dei due preposti alla diffusione della conoscenza.


03 ago 2007

La differenza

2/8/07 La differenza.  La differenza tra un immobile fisico ed uno politico. L’immobile fisico si accatasta ed è soggetto ad ICI, il politico immobile si accasta e non paga ICI.

La cattiva coscienza

28/7/07 La cattiva coscienza. Grande pubblicità sui media al fatto che circola una partita di droga sporca che pare che oltre a far male alla salute possa favorire la dipartita. Tutta la sanità a spese del contribuente è allertata. Ma come, oltre che questa gente compie un reato ed alimenta la criminalità noi poi interveniamo e li curiamo gratis? Sarà per calmare la coscienza dei caporioni, infatti se queste sostanze le facessero vendere in farmacia o altri luoghi autorizzati, non ci sarebbero questi tipi di problema.


 


 

Il progresso li estinse

24/7/07 Il progresso li estinse.  Grazie al progresso ed al caldo sempre più in progresso, chi l’avrebbe mai supposto, anche noi ora, come in America fin dagli anni 30, possiamo tranquillamente usare i condizionatori e lasciare i motori accesi per raffreddare l’abitacolo delle auto. Anzi se vi appostaste qui a Roma nei punti “in” ove bazzicano i caporioni aventi diritto all’auto con autista, potreste vedere come l’autista, mentre aspetta il caporione, qualora la temperatura si abbassasse troppo apre i  finestrini e la riporta a livelli accettabili.

Prodotti e monopoli

25/7/07 Prodotti ortofrutticoli e monopoli. Grande produzione anticipata di tutte le qualità di frutta quest’anno. Grande offensiva dei monopolisti a rapportare il cambio dell‘euro alle mille lire. Non si spiega come, nonostante l’abbondanza, i prezzi partano da 1,50 in su. Già ci avevano provato 3 anni orsono e per gli alti prezzi dovemmo rinunciare alla preparazione delle marmellate. Non è che la vendita diretta dei contadini calmierasse, perchè il contadino passava prima al supermercato, vedeva il prezzo e poi tornava al suo banchetto e si adeguava allo stesso prezzo del supermercato, lasciando i meloni sul terreno, tanto poi ci mandava le pecore ed i maiali.  Intanto nel mercato rionale metà dei chioschi hanno chiuso, riciclandosi su altre attività: lavasecco, parrucchiere, bar, barbiere, abbigliamento, detersivi, pizza,  etc... Ma anche per l’altra metà la vedo brutta, infatti grazie ai monopoli, non si capisce perchè debbano esserci 10 chioschi che vendono la stessa mela col bollino allo stesso prezzo, ne basterebbe ormai 1 solo.

31 lug 2007

Gli ultimi avvenimenti

Riguardo gli ultimi avvenimenti, invece di perdere tempo con le cretinate su tutti i media, per rifondare lo stato (come dobbiamo per non soccombere) non vi sembra giusto di preparare una legge in cui si escludano tutte le persone, drogate, fumatori, alcolisti dal servizio sanitario nazionale. Se hanno il vizietto è giusto che si paghino da soli la spesuccia ospedaliera e poi facciamola finita co sto catzo de perdono cristiano, dobbiamo fare anche una legge in cui si istituisca come religione nazionale una delle tante in cui vige l'occhio per occhio. Qui a forza di perdonare lo continuano a prendere  nel culo sempre e solo gli ortolani ed ora sempre più a pagamento. 

24 lug 2007

Moda e sogni

   Grazie ai pantaloni bianchi trasparenti, questa mattina ho potuto far conoscenza con un culo definibile “basso ma velleitario” ostentato disinvoltamente  da una bella adolescente. Ah dolci speranze e sogni di gioventù!

I titani

Scontro titanico qui a Roma tra 2 big dello spettacolo teatrale. L’usurpatore dice che sta lavorando sodo; l’usurpato non ci sta ed il bobolo è in grande trepidazione, Cosa ci sarà poi sotto, bah, staremo a vedere.  23/7/07 L’usurpatore fa un passo indietro e termina la trepidazione del bobolo, quello che ci fosse mai stato sotto non è dato ai più di sapere.


 


Il pizzo

Sembra stiano tornando in auge vecchi mestieri quali il brigante ed il pirata. I briganti sembra vadano molto forte sui treni, specie nelle ore notturne. Ora dovrebbe essere più che chiaro che il delinquente non si può contrastare con i mezzi attuali delle forze dell’ordine e costerebbe molto meno pagare un’assicurazione a chi conosce il mestiere e far viaggiare tranquilli tanti poveracci.

Chi garantisce il garante?

Strabiliante decisione della cazzassione: L’eni può riversare sul costo della benzina anche la spesa che sostiene per il pagamento di stipendi a dipendenti pubblicamente accertati quali lavativi, assenteisti e scansafatiche. Grande vittoria di civiltà per il garante della privacy che così autocertifica la sua presenza in campo.

 


Al contadino nol far sapere

  Chissà perchè ogni qualvolta viene rilasciato un sequestrato tutti i caporioni si affannano a far sapere che il rilascio è avvenuto a titolo gratuito, senza pagamenti di riscatto a chicchessia. Bah, chissà perchè?

 


Il tar

I caporioni litigano de brutto. L’esautorato fa ricorso al TAR e chiede 5 milioni di danni all’erario. Poveri lavoratori, come sempre il cetriolo va nel giusto posto, una volta almeno i caporioni se la vedevano tra di loro, all’ombra delle chiese e cò tanto de padrini.


 

L'infornazione

  450, 1000, oltre 800, 1500 sono i numeri forniti dall’infornazione sullo sgombero del campo RON di vicolo dell’imbarco qui a Roma. Il più accanito di tutti nello sviscero della notizia, il cronista di libero, che insistentemente si chiede se il sindaco sa dove questi diseredati umanoidi andranno a far danno una volta scacciati da quella zona. Visto la sua insistenza sono disposto ad illustrare la metamorfosi del nomade: 

Bighellonerà tra i vari punti di accoglienza: giardinetti, stazioni, fermate bus o se ce l’ha dormirà in quei furgoni bianchi sgangherati che circolano tranquillamente senza assicurazione e bollo. Quando tutto si sarà calmato e la zona sarà ben ripulita dal comune, ritornerà al SUO campo in via delle Idrovore come ha sempre fatto. Anzi come mai l’infornazione questa volta non si sofferma sul costo della ripulita, l’ultima volta fu un vero scoop, perchè i più accreditati giornali parlavano di 150.000 Euri. Il livello di una nazione si misura anche dal benessere dei nomadi che la occupano. Non vorremo mica scivolare all’ultimi posti anche in questa graduatoria!

Cazzonetti e cazzari

 E’ d’uso generalizzare, parlare senza cognizion di causa, anzi meno se ne sa di un problema, più di cuore se parla, vedi quanti sproloquiano dallo schermo televisivo. Che brutta cosa generalizzare, specialmente quando pur di apparire si accetta di prendersi del cazzaro da quel poco pubblico che ancora usa il cervello e si tiene informato da più fonti .  Purtroppo non c’è più pudore nè modestia nè voglia di andare a fondo ai problemi che non giungano a distanza di sicurezza del proprio deretano. Pensavo proprio questo stamattina e mi chiedevo di cosa potessi parlare competentemente. Beh oggi potrei parlare con cognizione su chi sporca la città usando impropriamente i cassonetti:
La vecchietta che non ce la fa ad aprire il cassonetto e lascia la busta nel mucchio lì vicino.
La bella ragazza che se per caso non funziona l’apertura a pedale si schifa ad aprire con la mano
La signora che fa scendere il figlioletto che è troppo piccolo per azionare il congegno
Il barbone recuperante, che sotto gli occhi di tutti butta tutto sul marciapiede.


 


Sport e doping

Chi è nato prima? Ogni anno sta solfa. Per noi spettatori è insignificante la interferenza, sono gli addetti ai lavori che ne temono i giudizi. A noi piacerebbe vedere tutti sullo stesso piano, senza alcun controllo, tanto da constatare a quali limiti potrebbe arrivare l’essere umano. Invece così ad alcuni si concede tutto: onori, macchine sportive, immortalità; mentre ad altri solo l’oblio. La solita giustizia umana, ma lassateli liberi de prennese tutto quello che ie passa pe la testa, almeno non ci sarebbero trucchi, disuguaglinze e si riacquisterebbe fiducia nello sporte.  

Li lavori usuranti

18/7/07 Oggi, mentre li caporioni disquisiscono su quali siano i lavori più usuranti e meno lavori abbiano mai fatto nella loro vita, più si sentono autorizzati a parlare, altri 2 operai edili sono morti sul posto di lavoro. Per loro il lavoro non è usurante, ma mortale. Per questo che il loro fondo pensioni è attivo, devono bilanciare l’aspettativa di vita dei caporioni. 


 


14 lug 2007

Li difenzori civici e non

Ancora un grazie di cuore a Confedilizia  per averci risparmiato tempo fa dall’ennesimo furto dei nostri dipendenti locali. Infatti, non accettando la bocciatura del libretto casa da parte del TAR, i nostri dipendenti locali, a spese nostre, ricorrevano al Consiglio di Stato il quale confermava la sentenza del TAR e quindi l’inutilità delle spese di tenuta del libretto. Va da sè che il poverino (il libretto) non può rendersi conto se qualcuno togliendo un pilastro dalla struttura della casa ne provoca poi il crollo improvviso e senza avvisaglie alcune. E quindi se proprio si voglia essere certi che in eventi disastrosi non si vada a rompere i cogliotni ai dipendenti meglio sarebbe stato imporre un’assicurazione obbligatoria contro imprevisti, visto che già è presente un progetto di edificazione edilizia e poi tante DIE successive, controllate, verificate e sempre autorizzate dai nostri dipendenti. Quello che non riesce ora a capire il bobolo è come mai nonostante tutti i bollini  imposti si debba ricorrere allo stop della circolazione automobilistica. Si dovrà ricorrere al TAR per farla finita con tutti sti bollini? Infatti è lapalissiano che se la marmitta si rompe, ma il bollino scade fra sei mesi si è autorizzati per delibera (scritta dal cervellone) ad inquinare per almeno sei mesi!

La liberalizzazione

Giorni orsono  ho scoperto un altro aspetto gradevole di velocizzazione e ammodernamento del paese. Sono andato all’ufficio postale al posto di un amico malato per effettuare in sua vece un vaglia postale per prenotare un posto su un traghetto e nel modulo da riempire hanno messo come campi obbligatori il codice fiscale e la data e luogo di nascita di chi effettua il pagamento. A parte il fatto che dal codice fiscale già si evince data e luogo di nascita, ma qualcuno di Voi grandi evasori fiscali sa dirmi a che catzo possa servire nel caso di cifre modeste? A me è costato un viaggio ed una fila a vuoto in quanto, speranzoso di commuovere l’impiegata, avevo lasciato in bianco i dati richiesti perchè non li conoscevo, ma lei inesorabile mi ha scacciato fuori dall'ufficio.

Li martiri

 Continua la strage degli innocenti sui luoghi di lavoro, anche i meno pericolosi (si è avuto un caso di decesso per capovolgimento di trattore, ma non dovevano essere tutti cabinati e con cinture di sicurezza??).  Alte le grida dei nostri imbonitori, alcuni dei quali senza nessuna esperienza di lavoro sulle spalle. Il portavoce dei padroni si è scagliato contro i sub-appalti, mentre ai vertici massimi della politica si è deciso di definire i malcapitati poveracci  con il titolo di martiri.
Visto che dai subappalti ci si può liberare solo a parole, ma allora non si potrebbe almeno nominarli santi subito, senza se e senza ma, con decreto presidenzial-governativo ?


Presto organizzerò una raccolta di firme a riguardo.  

La greppia

 Mamma mia come so incazzati sia de qua che de là. Li risultati delle amministrative confermano che finalmente el bobolo ha capito che l’unica soddisfazione rimastagli è quella de mannalli a casa ogni 5 anni. Si vabbè ma armeno questi lasciateli in pace ed abbiate la decenza de aspettà er turno vostro tra 4 anni.

Un nuovo partito


 E’ sempre mancato in Italia un partito di galantuomini di orientamento destra sociale e liberale capace di abbattere tutto il gigantesco macchinone che si è diramato a dismisura in ogni meandro  ove vi sia opportunità di razzolare. Un partito dalla forza ed il coraggio di reintrodurre le vecchie mutue, abolire le infinite corporazioni rivalutando così i titoli di studio e la meritocrazia, vendere la RAI e farla finita co le stronzate, abolire le provincie e tutti gli altri enti inutili, diminuire il numero dei parlamentari a tutti i livelli .. etc ....etc... Invece ogni anno ci piangiamo addosso e ci mettiamo a contare il numero delle macchine blù, scoprendo che come al solito è aumentato.
Affrontando un problema alla volta in 5 anni il suddetto partito di destra dal largo consenso, ne potrebbe risolvere di problemi. La sinistra è troppo permeata di ideologie che inevitabilmente la portano a peggiorare lo stato delle cose.

A silvana e Primo
Un caro omaggio ai protagonisti di una storia estiva a lieto fine, nata quasi per noia tra le pagine di questo misero contenitore. Non potevo non dedicare un post, adesso, a mente fredda,  a questi due bravi ragazzi che tanto hanno rivitalizzato con centinaia di interventi  questo blog ed immortalare le loro migliori perle dietro le stelle. Grazie ancora Silvana e Primo per tutto il tempo che ci avete dedicato, per la vostra storia invece non mi sembra il caso di insistere, però potrete sempre rinverdire il ricordo, venendo qui a rileggerne i momenti più caldi e significativi    
Planets Sun1 Sun2 Sun3 Sun4 Sun5 Sun6 Sun7 Sun8 Sun9 Sun10 Sun11 Sun12 Sun13 Sun14
le migliori perle son dietro le stelle

Il Fato

  C’è gente che non riesce a programmare oltre le 24 ore (ne conosco tanti) e stando ad alcuni studiosi è felice, perchè quando il Fato gli realizza qualcosa l’adrenalina gli provoca tanta di quella gioia ed ottimismo futuro paragonabile a ciò che si può ottenere nella gente normale solo con una grossa vincita al gioco. Così è normale che ogni anno abbiamo l’emergenza monnezza a Napoli. Quello che non è normale è che la magistratura non rilevi neanche un omissione di atti di ufficio o al limite di inadempimento (truffa ?) contrattuale nei confronti di chi paga il servizio della raccolta e si vede costretto a bruciarsi i rifiuti sotto le finestre di casa.
Troppo stiamo meglio noi qui nella periferia di Roma vicino agli accampamenti rom, che solo saltuariamente dobbiamo respirare la diossina creata dal nomade che brucia cavi elettrici rubati per recuperarci il rame (e di questo sentitamente ringrazio tutte le autorità) .

Lo scalone

 Continuano a chiacchierare senza risvolti od accenni concreti. Hanno preso il vizio del predicatore che promette tutto a tutti e così piano piano ti ha ridotto i lavoratori allo stesso livello dei barboni, togliendogli le mutue ed assegnando la gestione della spesa sanitaria ai politici. Facendo andare nella spesa previdenziale anche quella assistenziale e così parlano di pensioni anche quando si tratta di puri assegni di assistenza elargiti con i soldi dei lavoratori a coloro che nella loro vita non hanno mai avuto la fortuna di poter lavorare e versare contributi (quali i figli dei commercianti, dei benestanti, le mignotte e chi può dire di non aver mai lavorato fino ai 57 o 60 anni che siano stabiliti).  Ma se nel 95 avessero cominciato a stabilire (non a pensare) che la pensione di reversibilità lo stato italiano la paga solo nella percentuale dell’1 per cento per ogni anno che la coppia ha vissuto assieme forse oggi ci sarebbero i soldi per affrontare lo scalone e meno paracule vedove di tanti vecchietti a riscuotere pensioni per altri 50 anni alla faccia del lavoratore usurato. E’ nobile per uno stato pagare pensioni di reversibilità, ma dovrebbe disincentivare la caccia al vecchietto munito di lauta pensione

Gli abusivi

 Un grazie di cuore ai nostri nonni formichini che nel dopoguerra, a costo di inumani sacrifici e rinunce, hanno edificato le borgate romane garantendoci un civile alloggio. Per i giovani dai nonni imprevidenti e cicalini oggi ci sono solo le baracche, visto che l’amministrazione di centro sinistra da 30 anni non si occupa di edilizia convenzionata ma solo di estati romane mentre i pochi amici privilegiati che costruiscono vendono le abitazioni a 5.000 euro al mq fuori dal raccordo anulare.  

06 lug 2007

Le inchieste scoop sulla cella

  Continua la telenovela di sesso in cambio di lavoro pregiato ed artistico. Stupisco di come i costumi si siano rilassati (arriveranno quanto prima i barbari ad eliminarci fisicamente?). Alla descrizione finto ingenua delle varie sgallettate che si concedono, sicure di sfondare nel mondo dei soldi, ma che poi deluse dallo sfondamento si confessano ai mass media, viene fatto di pensare al famoso detto: “ma non ti ha insegnato niente mammà?”. Ricordo sempre i consigli a voce alta di un nostro vicino di casa romano verace, padre di quattro figlie, veramente belle per quei tempi pieni di fame nera: “vai, vai figlia, ma statte attenta a’ bussoletta” allora la vera risorsa per le ragazze (carine e non) ma non molto fortunate di nascita. Oggi la bussoletta l’avete svalutata e la colpa è delle vostre nonne, che quando uscivano dovevano tenerla ben chiusa e quindi tradendo gli insegnamenti dei loro genitori nulla hanno insegnato alle vostre madri, pensando che gli usi antichi fossero catzzate. A bussoletta è l’unica merce che può consentire una vita abbastanza agiata senza troppi sacrifici, però bisogna saperla sfruttare catzzo!  Dare soldo per vedere cammello. Mintchia non è più il tempo del fraticello scalzo che gira per le case con il sacro cordone da baciare in cambio di grazie! Ma che potrete insegnare un domani alle vostre figliole (pardon dimenticavo non ci saranno vostre figliole, ormai vi sostituiranno le figlie dei barbari).        

Accoglienza ai migranti

  Lasciando le parole benevolenti agli enti preposti allo scopo,  perchè non apriamo una tavola rotonda aperta alle idee di tutti per vedere come affrontare il problema logistico creato dai migranti, che o di riffa o di raffa hanno da campà? Io parto dal principio che tutti debbono avere un attività lavorativa, anche se umile, perchè il lavoro da un senso all’inutilità della vita e la certezza di dover lavorare terrebbe senz’altro lontani dal nostro paese tanti poveri derelitti con tendenze delinquenziali.


Ecco la mia idea: aprire  campi di lavoro dove portare coattivamente tutti coloro che vengono presi a questuare con strumenti musicali, con bambini piccoli in braccio o con cani ed altri animali, a importunare automobilisti ai semafori, etc..  Invece di poetizzare sui 6 o 7 contenitori della spazzatura che dovremmo avere nelle nostre misere cucine di due o tre mq o nei nostri angoli cottura (è così che i cervelloni fanno la raccolta differenziata, anzi una volta uno voleva mettere dei cassonetti ad apertura con tessera magnetica), si porta tutta la spazzatura nei campi di lavoro, la si fa scaricare su dei nastri trasportatori ai cui lati i lavoratori in tenuta ecologica (guanti e mascherina)  effettuano la cernita, alla fine del turno, una bella doccia e si è pagati in base a quanto si è raccolto (la monnezza è ricchezza diceva mio nonno).  Tanto oggi tale lavoro lo fanno per le strade, svuotando cassonetti interi e lasciando ciò che non interessa per terra.


Per i delinquenti invece proporrei lo stesso i campi di lavoro, ma la paga la darei alle carceri che li hanno in consegna, con l’ordine di offrire un trattamento logistico adeguato all’entità dei ricavi effettuati.  

Li giovani de oggi

 Sò al centro dell’interesse dei mass media, tutti se preoccupano pé loro, meno che essi. Ma che catzo vonno sti giovani debosciati senza palle. Piano piano se so fatti levà tutte le nostre conquiste:

1)      La mutua che spettava solo ai lavoratori, pe li barboni c’erano le opere pie ed i medici condotti   


2)      La casa, che male che ti andava, te spettava l’iscrizione alla cooperativa economica dei lavoratori (anni 60)


3)      etc...  (fate voi)


Loro se accontentano der cellulare, disdegnano le riunioni dei comitati, vivono felici a casa dei genitori in attesa della dipartita, non generano ufficialmente, se sballeno de frequente, disertano i sacramenti e chi vò er Cristo se lo preghi. Pazienza, ai nostri benpensanti baroni per futuro je toccherà accontentasse dei cinesi.

Li Soloni

 Stupefacente..., continuano sempre ad apparire in TV politici, anchor men, dispensatori mediatici, professionisti ... a disquisire sul bene della società e del suo progredire sempre in meglio e lì a stupirsi sul come mai...., ma non è possibile....., bisogna provvedere...  non possiamo lasciare i nostri giovani con i mille euri al mese e magari col contratto a termine.
Buffoni! A parte il fatto che prima dell’euro con 2 milioni al mese si andava avanti abbastanza  tranquilli (però c’erano pochi cellulari, l’immigrati erano scarsi e le case più accessibili, la sanità e gli altri servizi meno affollati) Con la paraculata dell’euro abbiamo dimezzato il debito pubblico, (10 milioni di bot, sostituiti da 5 mila euro danno oggi un potere di acquisto pari a 5 milioni di lire), loro se so subbito per legge raddoppiato li stipendi,  i 15 milioni degli onorevoli e dei baroni sono diventati 15 mila euro, li professionisti che prima te visitaveno a 300 mila lire oggi te guardeno a 300 euri e così via.. e poi se preoccupano der bene dei produttori del reddito!


La torta è sempre quella, loro se so raddoppiata la fetta e si dicono preoccupati se qualche poro disgraziato se l’è vista dimezzà.

Un nuovo partito

 Er partito demmocratico. Si fondono, si fondono, ce seeeemo: adesso ce sarà er 50% de spese in meno. Peccato per il nome però, a memoria d’uomo me pare che già ce sii stato un partito demmocratico in Italia negli anni 50, ma non ebbe grandi fortune. Mo ce vonno idee nuove, grandi caporioni (leaders) grandi battaglie (altro che spinelli liberi e abolizione del canone RAI). Fate ancora finta de nun capì che al popolo interessa solo una buona amministrazione, ma almeno bisogna riconoscervi l’onestà de consentì al lavoratore de potevve mannà a casa ogni 5 anni: grazie per questo!  Con la DC non c’era scampo stavano sempre lì       

30 giu 2007

Desiderio di maternità

Donne se dopo tanto amor libero scocca in Voi il desiderio di maternità e pensate fortemente di farvi una famiglia, allora diffidate dai tipi che viaggiano sempre con la macchina lucida!

Le abilità personali

Non se ne può più dei soliti censori che biasimano la presenza di delinquenti nel nostro glorioso parlamento. Se un onorevole ha avuto l’onore di essere stato condannato da uno dei nostri valorosi tribunali dovrebbe essere impiegato come consulente dai nostri cari governanti per mettere a frutto tutte le sue competenze nello specifico al fine di  far fuori coloro che volessero imitarlo. Molti trascurano la saggezza dei vecchi adagi ed all’uopo ben si adatta il detto che ci vuole un ladro per poterne acchiappare tutti gli altri. Se in segreto si desse carta bianca (e soldi) a Provenzano si cancellerebbe la mafia dalla Sicilia con grande risparmio per le casse statali (sono sicuro che il produttore del reddito italiano non sarebbe tanto scandalizzato per qualche migliaio di morti imputabili alla guerra tra cosche). Il problema è che non si vogliono estirpare i vari fenomeni italiani tanto evidenti,. Più scandaloso poi quando le competenze vengono impiegate per peggiorare la situazione esistente e dilatare storture (a volte mettere un fiscalista o un commercialista alle finanze potrebbe aumentare il fenomeno dell’evasione fiscale) ed è di questo che dovremmo essere indignati noi semplici cittadini, dell’incompetenza di chi non mette le persone giuste al posto giusto probabilmente per poter proseguire a galleggiare, tanto poi Noi ci si sposta in elicottero.

L'alto comando FeS

Da quando l’alto comando FeS di Trastevere ha spostato la linea per Bracciano sul binario 6 e la Fiumicino sui binari 4 e 5, ogni mattina il mio solito treno delle 8,10 sul binario 4 aspetta 5 minuti il segnale di libero per Ostiense e quindi va in onda il messaggio di scuse per il ritardo accumulato con grave dispendio energetico ed acustico. Visto che ci sono 6 binari tra Trastevere ed Ostiense e visto che ormai si sono spesi un mare di soldi per dedicare il binario 6 alla Roma Viterbo, non sarebbe il caso di rivedere il traffico per evitare segnali rossi per binario occupato?


 giugno/2007 Problema risolto, è un pò di tempo che sul treno non entra in funzione il disco di scuse per il ritardo accumulato

27 giu 2007

Le intercettazioni

Per qualcuno a volte sono come il cacio sui maccheroni.

Supponiamo che io debba vendere una cosa un pò micragnosa, visto che so anni che sta lì improduttiva e nessuno la prezza e come fa chi vende quando chi si presenta all’acquisto è indeciso, tentennante e offre poco, allora metterei in atto la seguente strategia:

1) sparo lì una cifra e dico di sbrigarsi, perchè ho già un altro acquirente pronto a sborsarla ottenendo come prima reazione la fuga del potenziale vero acquisitore

2) dico al mio amico venale di lanciare un offerta pubblica (gridata ai 4 venti) sulla cosa in vendita

3) i 4 venti spandono la notizia ed i poveretti che magari avevano briciole della cosa, vista la leggera rivalutazione corrono a venderle, mettendosi l’animo in pace

4) l’amico venale, che rastrella, ad un certo punto, impazzito, comincia a telefonare a destra ed a manca, dicendo che ormai la cosa è sua e nonostante sollecitato a non parlare continua a brindare con gli amici a destra ed a manca e a parlare, brindare, parlare, parlare, brindare, a destra e a manca.

5) il grande fratello decide che tutto ciò non è cosa buona, nè giusta o salutare, prende il venale e lo minaccia di taglio di unghie se non rinuncia alla cosa

6) il venale rinuncia, ma il vecchio acquirente messo in fuga è ormai convinto che l’acquisto della cosa è un vero affare tant’è che è disposto a pagarla anche qualche cent in più.

Qualcuno ci ha raccapezzato qualche cent in più, il poveretto che già era scettico ora non crede più, i 4 venti continuano a brindare a champagne, ma quel che più conta i giornali hanno aumentato la tiratura pubblicando tutte le catzate intercettate e soprattutto nessuno, che mi risulti, finirà all’inferno, in quanto simmo tutti figli e na mamma sola.
E’ chiaro che i suddetti 6 punti sono solo catzate, così come risulta ben chiaro che catzari non sono tutti i protagonisti della vicenda.

L'antitrust e L'usurato

26/6/07  L'antitrust. Catricalà oggi scopre che per la RAI sarebbe meglio privatizzarla e venderla. Allora aspettiamoci un bell’aumento del canone a gennaio. E speriamo che non gli venga in mente la solita multona da 600 miliardi alle compagnie, che poi ci tocca pagarli tutti a noi con i soliti aumenti annuali delle polizze nonostante lo status di bonus (no malus per 30 anni)

27/6/07 L’usurato. Continuano a discutere da anni, ma non se ne fa niente. Io propongo, sindacati ed onorevoli non me ne vogliano, visto che l’inail pubblica ogni anno l’elenco dei morti sul lavoro, che si prendano i morti degli ultimi 5 anni, si suddividano per tipologia contrattuale di lavoro e si stabiliscano definitivamente quali sono i lavori usuranti. Questo per rispetto a quelle categorie, che se riescono ad arrivare vive ai 57 anni, almeno abbiano accesso alla pensione 3 anni prima degli altri. Forse in caso di indagine più approfondita poi si scoprirebbe che gli appartenenti a quelle categorie hanno senz’altro un’aspettativa di vita inferiore.

22 giu 2007

I razzisti

21/6/07 Ormai è conclamato, al primo posto ci sono i rumeni, poi i marocchini, gli albanesi, i napoletani, i calabri, i siculi ed infine tutti gli altri. Lo hanno riscontrato anche al ministero degli interni. Quello che non capisco è perchè non ci siano pene diverse e più appropriate alle varie etnie, agli islamici la legge islamica, agli altri le leggi delle loro regioni di appartenenza. Nel dopoguerra quando la fame imperversava, per rapina a mano armata erano 30 anni sicuri da fare al 100% oggi la fame è stata debellata, si rapina per il superfluo, la pena una chimera ed al limite in carceri di prima categoria. Ormai s’ è sparsa la voce nella zona euro, quindi aspettiamoci un aumento dei delinquenti.

Il pirlotto

21/6/07 Ogni tanto riappare sui giornali l’articolo dell’ecologista che garantisce che l’energia solare estraibile dai deserti africani coprirebbe l’esigenze energetiche dell’intero globo. Come mai che gli Americans che pur hanno tanto deserto nel loro territorio son costretti alla guerra per garantirsi il petrolio? Con le chiacchiere non si risolvono i problemi, specialmente quelli energetici. Mi piacerebbe vedere nei suddetti articoli dei piani concreti di gestione della cosa, tipo:
1)  Espropriazione di tutti i deserti
2)  Assegnazione dei suddetti all’ONU
3) Protezione militare accurata contro atti vandalici
4) Garanzie per chi investirà sulle infrastrutture di vedere un onesto ritorno sull’investimento  
etc.. etc.. 
ecco un modo accettabile di rivolgersi alla platea dei lettori.

Il reddito degli immigrati.

20/6/07 Come hanno scoperto eminenti  fonti di ricerca il pil itaiano nun cresce perchè svariati miiardi de euro se ne vanno all’estero, grazie alle rimesse di tutti gli immigrati che vengono da noi lasciando i loro cari nei paesi di origine. Allora, visto che i nostri figli non fanno famiglia e vivono da single nelle case grandi dei loro genitori, bisognerà per forza costruire altre case per questi poveri disgraziati per consentire loro il ricongiungimento famigliare, oppure per 30 anni non ci sarà aumento del pil (dopo la morte dei nostri figli).


Al momento si potrebbe almeno risolvere a costo zero il problema delle rimesse degli sfruttatori delle mignotte che tappezzano il nostro bel paese con la riapertura dei casini con tanto di fatturazione ufficiale e reddito per le lavoratrici  che così  potrebbero agevolmente trasferire i loro cari qui in Itaia.

Li studi di settore

20/6/07 . Sono mesi che litigano il governo e le controparti sugli studi di settore per vedere quanto obolo deveno versare le categorie autonome. Ma se c’è l’indice Istat per l’inflazione, non si dovrebbe aumentare ogni anno il prelievo al massimo della percentuale stabilita dall’Istat? Per torchiarli basterebbe poi inventarsi qualche altro adempimento, qualche bollino blu, qualche corsetto sulla sicurezza alla modica cifra di 600 € a partecipante, qualche certificato che dia lavoro ai vari uffici e perdita di giorni lavorativi per il produttore di reddito,  etc. etc..  Sono sicuro che se il governo uscisse con una proposta di versamento unico annuale (licenza da rinnovare annualmente) in base all’attività, la locazione geografica ed al numero dei dipendenti, affrancando tutti i produttori di reddito dai commercialisti, fiscalisti, avvocati, agenzie di certificati, notai, sindacalisti, camere di corporazione, certificati (basta la licenza timbrata annualmente)  etc. tutti l’accetterebbero. Per quanto riguarda l’IVA ci si potrebbe accontentare di reintrodurre una tassazione all’uscita della merce dalla fabbrica o dalla dogana. Il produttore di reddito non gliela fa più a tenesse tutta sta gente sur groppone.

18 giu 2007

La chiesa cristiana.

A quanto sembra, i mali della personalità  italiana derivano tutti dalla nostra impronta cristiana basata sul perdono, al contrario dei paesi di stabilizzazione calvinista. Ma non potrebbe invece essere il contrario e cioè che da noi il calvinismo non farebbe proseliti vista la nostra propensione ad infrangere le leggi? Altrove la legge è chiara, semplice, la magistratura incrimina per reati semplici, sicuri e ti condanna. Da noi si potrebbe cominciare abolendo il decalogo e concentrarsi sulla regola “non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te stesso” e non continuare a discettare se dopo 3 sgrullate debba ascriversi un peccato di pippa, mezza pippa o esperanza de escobar.

Li medicinnali.

Oggi posso ragguagliarvi sul prezzo dell’aspirina, perchè ne ho ricevuto una scorta da Alonissos in Grecia:


                                                          Grecia         Italia


Astuccio da 20 pasticche Bayer        0,50 €        3,95 €


Per oggi è tutto, se avete una famiglia da provvedere, non dimenticate una buona scorta dal suddetto paese alla faccia dei protettori della famiglia.

Inflazione e buona amministrazione.

Oggi ho ricevuto il bollettino per il pagamento della tariffa della monnezza e noto un aumento netto del 12% sul 2006. Sono ormai 4 anni che la suddetta tariffa cresce 10 volte più del valore dell’inflazione e questo è indice di corretta amministrazione, perchè se i costi di gestione aumentano è bene aumentare subito le tariffe e non accumulare i debiti sulle spalle delle generazioni future

06 giu 2007

La comunicazione

5/6/07  La comunicazione.  La superficialità è la caratteristica prima dell’animo umano. Il bobolo si accorge dei problemi solo quando lo interessano in prima persona o toccano le sue tasche: la maggioranza ignora il dolore che avvolge i nostri ospedali pubblici finchè non lo sperimenta sulla sua pelle.  Un’altra cosa che influisce sulla psiche del bobolo è il martellamento pubblicitario, i classici consigli per gli acquisti, la comunicazione mediatica di cui è stato carente l’attuale governo, demandandola ad un esercito di mezze tacche tutte con scarsa attitudine all’arte della vendita a differenza dei predecessori che piazzavano le loro merde come fossero rose. Tutto ciò è ben conosciuto dagli addetti al marketing, tant’è vero che c’è una nota marca di caffè che pur essendo riconosciuta di qualità ottima, continua a buttare miliardi in pubblicità guardandosi bene invece dal diminuire il prezzo al bobolo. Ecco, quando il bobolo farà fallire quella nota marca di caffè, rifiutando di accollarsi un extra costo per la pubblicità, allora l’Italia registrerà quel cambiamento nella sua vita sociale che oggi solo pochi riescono ad auspicare. Ma questo non avverrà mai e ciò mi rammarica molto, in quanto vedo sempre più divaricarsi lo spazio tra le varie caste umane che inevitabilmente porterà ad una divisione netta tra umani ed umanoidi, senza speranza per quest’ultimi rincoglioniti tra droghe, consumi e cellulari di poter mai più evolversi .

La spartizione

6/6/07 La spartizione.


Leggo sul giornale che il governo intende appropriarsi dei soldi dei conti correnti dormienti (circa 10 – 15 miliardi di Euro) e darli agli ex scommettitori parmalat, cirio, argentini etc. Ecco perchè si era creato un mercato di acquisto solo di quella cartaccia dopo i vari crak di tante altre società !


Ora, siccome il risparmiatore è definito tale perchè si limita ad acquistare solo i titoli garantiti dallo Stato, mentre se vuole guadagnare di più deve ammettere un certo rischio ed entrare a far parte del mondo degli scommettitori, con quale criterio di bisca questi personaggi hanno escluso dai rimborsi tutti gli altri scommettitori traditi dalle varie banche che hanno effettuato dei collocamenti in borsa di società a prezzi esorbitanti, bruciando i risparmi di migliaia di altri scommettitori in questo caso doppiamente sfortunati ?   La tanto decantata ENEL forse oggi è tornata ai valori del collocamento.


Ma perchè il buon senso è così lontano dalle menti di chi ci guida?  Se si sequestrano soldi su conti di cittadini  (probabilmente morti) visto che quei soldi furono stampati senza copertura aurea o di beni, che vengano impiegati per diminuire i debiti dello Stato caricati sulle spalle delle giovani generazioni !


 

04 giu 2007

Ginnastica vaginale



Per oggi solo qualcosa di didattico.  Cercare altri video "Kegel" su you tube

Quello che differenzia una femmina da una donna è l'aver avuto nozioni di ginnastica vaginale. Un argomento tabù, mai trattato nelle innumerevoli riviste femminili, tutte permeate di consigli per solo donne, e ben attente a non trasformarle mai in femmine. Per costoro è meglio avere un pubblico di donne nevrasteniche che di femmine scarsamente propense a buttare soldi in cazzate. Al riguardo si possono trovare libri in biblioteche specializzate, ma visto che c'è internet propongo alcuni link utili e gratuiti

Corso intero di Tatiata Kozhevnikova
 


http://www.clinicaverde.it/index.php/vescica/muscoli-vaginali


Pagina con link a tutti i siti utili per l'argomento  


http://www.mednat.org/sesso/vagina.htm

www.youtube.com/user/NewSexology

Pelvic Gym


SEGUITO====> http://pornodidattica.blogspot.com/2009/06/ginnastica-vaginale-2_27.html

30 mag 2007

Le chiacchiere

Le bone parole. Seguire i dibattiti televisivi per cercare di penetrare la personalità dei vari interlocutori a volte può essere esercizio valido e giustificativo del tempo speso a discapito  di altre attività produttive. Ma non fatevi attrarre dalle parole o dagli atteggiamenti espressivi per qualificare una persona, verificate i fatti: c’è gente abituata da generazioni a sparà cazzate in maniera credibile, disposta a passare sopra cadaveri di amici e parenti pur di arrivare . Come direbbe il vecchio: “E chiacchiere nun riempiono la pansa”. Questo in risposta al politico che ieri a sera si diceva disposto a collaborare al bene dell'Italia abolendo le provincie. Ma se non l'hai fatto quando sei stato alla greppia per 5 anni in maggioranza assoluta mo' vorresti che la sinistra che vive de ste piccole mollichelle te venga incontro per bene dell'itaia?

2 piccole cose

La civirtà dei popoli. Ah se se potesse misurà dar numero dei commercialisti, dalla quantità di agenzie per rilascio certificati e dar numero dei canali televisivi pubblici !


 


 Il perdono. Mò avete rotto er catzo co ste penurie carcerarie con TV ed acqua calla in camera. Campi de lavoro o palla de piombo ar piede e pane ed acqua pè tutti. Capitooo?? Chiarooo??

La RAI

 Le cose vanno male, ce sò debiti da ripianà: aumentate er canone e fatela finita co sta lagna!

Caro compagno tu lavori e io magno

Li papponi.  Sò tanti purtroppo, studiano la notte come depredà chi produce reddito, te se affiancheno e teli ritrovi in groppa e tu de sotto a datte da fà a produrre. Non contenti, pè facilitatte la  vita te danno er ritmo cò nuovi adempimenti, nuovi impicci duri da capì anche ai più esperti. Per esempio quarcuno me sà dì perchè la camera de commercio, solo per mantenere il nominativo di una ditta nei suoi registri si fa pagare una bella cifretta de euri ogni anno che il Signore ci manda?