06 lug 2007

Li giovani de oggi

 Sò al centro dell’interesse dei mass media, tutti se preoccupano pé loro, meno che essi. Ma che catzo vonno sti giovani debosciati senza palle. Piano piano se so fatti levà tutte le nostre conquiste:

1)      La mutua che spettava solo ai lavoratori, pe li barboni c’erano le opere pie ed i medici condotti   


2)      La casa, che male che ti andava, te spettava l’iscrizione alla cooperativa economica dei lavoratori (anni 60)


3)      etc...  (fate voi)


Loro se accontentano der cellulare, disdegnano le riunioni dei comitati, vivono felici a casa dei genitori in attesa della dipartita, non generano ufficialmente, se sballeno de frequente, disertano i sacramenti e chi vò er Cristo se lo preghi. Pazienza, ai nostri benpensanti baroni per futuro je toccherà accontentasse dei cinesi.

Nessun commento: