01 ott 2007

La parità

Corri corri sarta e zompa, hai voluto la parità e mò tiettela. Dove lo trovi più quer bravo ometto de nà vorta che te se piiava in carico ner bene e nel male e che se dannava l’anima pè fatte felice. Mo pè mantenette er cellulare te tocca fumà peggio de no slavo e pare che lo stress te stia esponendo alle malattie cardiache peggio dell’ommeni. Ancora quarcuna ariesce a sfangalla, ma je tocca accontentasse de quarche vecchiaccio o calciatore ma è sempre più  difficile pè quelle senz’arte nè parte e senza un briciolo de quattrino. Ora pare che anche le famije, come in india e cina vonno tutte avè er maschio pe fijo piuttosto che n’essere amorfo ed indefinito.
E’ finita pè la famiglia dei galantomini in cui prima venivano le donne e doppo l’ommini.  

Nessun commento: