10 mar 2009

Bei mestieri di ritorno: "Lo spognarolo"

Attrezzatura: 1 secchio, una spugna marina, acqua più o meno potabile purchè fresca.
Antico mestiere tramandatosi di padre in figlio dalla notte dei tempi, ma ormai scomparso in Itaja dall'era del consumismo: più che mestiere una vocazione!
Lo spognarolo si aggirava di notte e portava conforto alle fiche surriscaldate dalle troppe prestazioni mercenarie dovute alla separazione dei sessi e a tutte le fobie religiose che avvolgevano il sesso in un alone polveroso e pieno di misteri: si scopava solo dopo sposati e forse neanche allora.
La tariffa era modesta, paragonabile ad un euro di oggi per singola spognata.
Pertanto suggerirei ai più zelanti, qualora dovessero vedere uomini dalle sembianze di romeni aggirarsi di notte nei luoghi appartati, che non si tratta necessariamente di stupratori ma di novelli spognaroli od in subordine di modesti guardoni.

1 commento:

xthepunisher ha detto...

Preferisco tornare a fare il mio primo lavoro: il grattatore di duroni alle le turiste in spiaggia.
Bei tempi quelli!!
:-)))