30 apr 2009

Li menagrami meteo




Questo mese molte volte hanno sbagliato le previsioni meteorologiche  e qualcuno si è pure incazzato perché c’è stato un calo de turismo sotto pasqua.

Aprile ogni goccia un barile; ma alla gente nun interessa:

speriamo che sia sempre bello, così possiamo divertirci tutti li giorni oltre che al week end.

Qui a Roma de acqua ne ha fatta poca e quindi ci sarà meno vino dei castelli a settembre, meno ricchezza da scambiare.

L’acqua, anche se non si trasforma in vino è pur sempre una ricchezza per quelle nazioni che la sanno ben gestire: al di là del mare, credo, sarebbero disposti a darci un barile di petrolio per cinque di acqua, peccato non ci sia un tubo che ne consenti l’invio.

Di buono c’è che anche quest’anno questo splendido mese ci ha fatto tornare bambini, consentendoci di rincorrere le lucciole con i nostri bimbetti e facendoci gustare in lieve anticipo un po’ de romanesca fava cor pecorino.

29 apr 2009

Stronzate


Girando per i blogs si incontrano tonnellate di personaggi vittime di stronzi o di stronze, siccome non ho molta esperienza al riguardo avendo sempre fatto resistenza passiva per evitare l’altrui godimento, vi metto questo link in cui potrete auto-valutarvi ed al limite commiserarvi.

Leggetevi però le 20 grandi differenze tra lo stronzo e la stronza e poi ditemi se è possibile costruire tanta stronzaggine sull’argomento!

27 apr 2009

Civiltà a costo zero





Molte sono le azioni di recupero a costo zero per restituire dignità e civiltà alle popolazioni che più ne hanno bisogno.

Ma come è possibile autorizzare postazioni di vendita fisse attaccate agli ingressi degli ospedali e diventare così complici della formazione di prezzi da monopolio che vanno ad arricchire chi?

Mi ha colpito molto l’altro ieri lo scapaccione che una mamma, accorta consumatrice, ha dovuto dare alla sua bimbetta che si ostinava a volere un giocattolino  davanti l’ingresso dell’ospedale Bambino Gesù.

5 euro per un giocattolino di plastica made in Cina, che su tutti i bancherelli rionali si può reperire a 2 o 3 euro.

E per fortuna che il chiosco non rilascia scontrino fiscale, nè paga contributi sociali, altrimenti il giochino andrebbe a 10 euri e sarebbero guai per tutti i bimbetti che per loro disgrazia dovessero aver bisogno dell’ospedale!

Se proprio dovete dare autorizzazioni, datele, ma con un limite minimo di 100 metri dall’ingresso degli edifici pubblici.



N.d.r. accorta consumatrice: persona che con l'introduzione(?) della nuova moneta riceve come salario 1 euro in cambio delle vecchie 2000 lire.





Aggiornamento del 2 maggio 2009

Non ci posso credere, ieri festa del 1° maggio passo lì davanti e come per miracolo, hanno spostato gli ambulanti, ora stanno a 20 metri dall'ingresso: speriamo che duri! O qualche caporione sta seguendo il mio blog, o qualcuno che mi segue è amico di qualche caporione qui a Roma: grazie in ogni caso!


25 apr 2009

Libertà di spostamento



Giorni fa, facendo il solito zapping, capito nel solito dibattito, dove il solito testa di cazzo di turno persiste nel dire che tutti gli esseri umani hanno il diritto di spostarsi sulla terra e risiedere dove più gli aggrada e nessuno degli addetti alla comunicazione presenti a contraddirlo per paura di essere tacciati di razzismo.

Forse tale principio poteva essere valido fino al 1800 quando non esistevano ancora problemi di sovrappopolazione ed inquinamento e la società era divisa in pochi ricchi e tantissimi poveri, per cui povero più o povero in meno poco importava.

Ma al giorno d’oggi, dove il povero si vede derubare parte del suo salario, con la promessa di averne in cambio case popolari, asili nido, scuole con mensa gratis, assistenza sanitaria, previdenza sociale, giustizia, protezione etc.. etc.. etc e poi invece è sempre più  circondato da una massa di barboni che gli spaccano le panchine, cagano nei giardinetti, viaggiano gratis ed ammorbano i mezzi pubblici che invece lui è costretto a prendere per andare a lavorare, gli rubano il posto negli asili nido, nelle scuole materne, lo scippano  della casa popolare, gli rubano il posto all’ospedale ed infine senza aver mai versato un cazzo di contributo si beccano la pensione sociale, è chiaro che il povero si sente leggermente incazzato, anche perché per sentire queste quattro minchiate in TV è costretto a pagare fuori della trattenuta in busta paga anche il canone (o tassa sul possesso di apparecchi atti a riprodurre immagini e suoni).

Prima annullatemi tutto il carico fiscale e poi se non precipitiamo nel medioevo, parleremo ancora di libertà di spostamento 


22 apr 2009

Desiderio di giustizia



Leggo sul sole del 21-4 che in Italia abbiamo il più grande numero di avvocati rispetto a tutta la Ue come riportato specificatamente anche nella tabellina allegata all’articolo.

Quando i caporioni fanno certi paragoni con ciò che accade all’estero, in genere lo fanno per giustificare comportamenti che non sarebbero tanto accettati all’estero (tipo inculare i più deboli, mantenere i privilegi delle varie caste, premiare i meno meritevoli, etc.) , infatti subito nello stesso articolo leggo la proposta corporativa di infilare nuove  zeppe per limitare l’accesso alla corporazione.

Non è detto che se il numero degli avvocati è elevato poi tutti hanno introiti elevati:

i più somari dovranno accontentarsi di bassi guadagni, ma almeno servono a calmierare la casta.

E poi se abbiamo tanti avvocati significa che il glorioso bobbolo tajano a differenza degli altri ha necessità fisiologiche di ottenere giustizia giusta, perbacco:

- te faccio causa a te ed a tutti i tuoi discendenti te faccio….

- prendete il nome di quel cretino, lo voglio citare per 10 miliardi per diffamazione…..

- un’altra parola e scatta la querela……

sono le frasi che spesso, anche in diretta TV, si sentono in bocca di ricchi e poveri a dimostrazione di questo atavico bisogno di giustizia di cui è pregno il cristianissimo bobbolo.

p.s. Mi fa notare un mio conoscente in PVT che se il numero è così elevato, tenderà ad aumentare sempre più, infatti come si sa se un professionista ha 3 figli, li farà inscrivere tutti e tre alla congrega. L'unico modo per decrescere è quello di sperare in futuro in una moderata crescita demografica della specie.

21 apr 2009

Il moralizzatore 2

Lo stesso del 14 aprile

Stamattina il moralizzatore si è scagliato contro i cori razzisti (cosìddetti), che a Torino accompagnavano le gesta di un professionista diversamente colorato. Stavolta il poverino mi stupisce, ma allora non ci fa, c'è proprio.
Ma come, questa è gente che a fine mese porta a casa milioni, correndo dietro ad una palla, quando altri per portarsi a casa la stessa cifra devono scendere a compromessi drastici (tipo essere disposti ad ammazzare la propria mamma, depredare un morto, rubare i risparmi di una vita al vecchietto che si presenta allo sportello od addirittura presentarsi in TV e sparare cazzate, spacciandole per la pura verità) e ci sono benpensanti che vogliono togliere a questo valoroso bobbolo la gioia di crearsi od affossare i propri dei?
E la gioia dei valorosi caporioni del suddetto bobbolo, sempre in prima fila nei migliori posti nel vedere i risultati del loro assiduo lavoro di coesione ed incessante formazione?
Ma allora che avrebbe dovuto dire il moralizzatore se fosse vissuto al tempo dei Cesari e dei gladiatori ai cori del Colosseo, quando esportavamo la nostra civiltà in tutto il mondo?

20 apr 2009

Corso di inglese gratis 4 (cantare ad alta voce ed imparare a memoria)




Catzo ho voglia di piangere e tu mi mandi i pagliacci a casa !

19 apr 2009

Palinsesti

Alle 19,00 (se ci sono) il TG di Fede, di una comicità unica e così pregno di tecniche comunicative di manipolazione bobbolare,
alle 19,30 il TG regionale,
alle 20,00 il TG su La7,
alle 20,30 un po' di zapping,
alle 20,45 striscia,
alle 21,15 ballarò, exit, anno zero, l'infedele (ogni tanto), le jene, tetris, iceberg o in caso di noia qualche filmetto in bianco e nero su qualche emittente sconosciuta
alle 23,15 tutti a nanna
(peccato per Blob su rai3, ma hanno fatto di tutto per non farmelo più vedere, la sua collocazione giusta sarebbe alle 20,30)

17 apr 2009

Prima stava bene

E' tempo della visita medica annuale obbligatoria per i dipendenti delle ditte. Presentarsi previo appuntamento, portare codice fiscale, nominativo medico curante, certificato attestante la data di assunzione.
E' necessaria la presenza del datore di lavoro (?).
Costo visita 80€, costo test alcolemico 17€, costo vaccinazione (contro che, non è specificato) 23€. Pagamento solo per contanti, bonifico anticipato, o assegno bancario (non circolare).
Per un totale di 120€ netti più mezza giornata di lavoro persa anche per il titolare della ditta.
Si allunga la lista delle sanguisughe, il tutto per poter dire dopo la solita morte per incidente sul lavoro:

Behh prima stava bene, purtroppo è morto.

Non è che le morti sul lavoro aumentano sempre di più a causa de ste sanguisughe che non lasciano nelle tasche dei lavoratori neanche i soldi per poter comprarsi l'occorrente per vivere.
120€ + mezza giornata persa fanno 200€ che purtroppo il datore di lavoro dovrà far rientrare in qualche modo!

15 apr 2009

Allarmi e gruppi profit, non-profit,

Mentre tra i non-profit cresce l'allarme perchè si vedono scippare il 5 per mille a favore dei terremotati, a scampia un ragazzo di 21 anni si vede scippare la pelle per una baggianata che forse era meglio non avesse commesso.
Ma questi non-profit dove è che svolgono la loro missione, ma perchè non tentano di recuperare alla civiltà questa massa di umanoidi così in crescita, particolarmente al centro-sud?
Non mi pare che vi siano gruppi di recupero e sostegno alla razza umana e più specificatamente italica tra questi non-profit, piuttosto vedo guadagni spropositati di 15-20 cents in più per litro di benzina tra i gruppi profit petrolieri.

14 apr 2009

Moralizzatori

Stamatina il moralizzatore di la7, uno dei tanti in TV, ma l'unico che ascolto volentieri per il suo spessore culturale, si è scagliato contro la barbarie che ha contornato il derby capitolino.
Da come ne parlava, sembrava che l'avesse vissuta in prima persona e fosse stato presente al grande evento. Poveretto, non ha ancora capito che gli stadi di calcio sono ormai riservati al fior fiore del bobbolo tajano ed ai suoi caporioni che a buon ragione hanno il diritto di accedervi gratis e per questo mandano i loro autisti in autoblu a ritirare i biglietti.
A proposito, ma una volta non era sufficiente mostrare la tessera da caporione per entrare gratis?
Ma allora i biglietti omaggio per chi sono? sono forse per i loro scagnozzi e futuri caporioni?
E' allo stadio che si forma il leader e che si apprende l'arte di gestire il valoroso bobbolo!

11 apr 2009

Corso di inglese gratis 3 (cantare ad alta voce ed imparare a memoria)


A volte però i soldi aiutano a risolvere situazioni in modo indolore

10 apr 2009

Che cazzo strilli



Urla perchè è una persona genuina, sincera, schietta, che crede in quello che fa e nei suoi mezzi comunicativi.

Non è un attore alla Vanna Marche ed è per questo che è tanto amato dal bobbolo tajano, perchè appare come uno di loro e non li fa sentire a disagio nei loro comportamenti.

08 apr 2009

Il capoccione e l'asticella

Ieri a sera un capoccione ha ribadito il concetto che qui in taja c'è troppa illegalità e che bisogna aumentare il carico burocratico "alzare l'asticella" per risolvere tutto (strano perchè quando era lui al governo ci aveva provato a portare un po' di modernità al paese ma fu subito stroncato da le varie lobby che governano veramente).
Qui in taja ci sono già tonnellate di leggi, quello che manca è la loro applicazione per ristabilire il principio della responsabilità.
Chi afferma e sottoscrive una cosa non vera, in caso di evento nefasto va in galera, se poi ci scappa il morto, allora si becca l'ergastolo se è in vita o i suoi eredi pagano la responsabilità civile.
Non si danno 5 o 8 anni (dopo averli assolti in primo grado) a dei responsabili per il crollo di una scuola in cui hanno perso la vita decine di bambini: si dà l'ergastolo.
Se tu sei un incapace ed occupi posti di responsabilità, sappi almeno che rischi l'ergastolo.
Ristabilire il concetto di responsabilità e di esecuzione dei lavori e delle opere secondo la regola dell'arte (vedi il mastro muratore in " I posti di mare" del 27-3-09): questo occorre, altro che qualche timbro in più ottenuto dai vari maneggioni dietro rilascio della solita mazzetta o pizzo legalizzato se si preferisce!
In ogni caso l'asticella, se ben usata, potrebbe servire come ulteriore deterrente, ma solo nell'ipotesi di impalamenti sulle pubbliche piazze, particolarmente per quei pubblici dipendenti così incollati alle loro prebende o poltrone, che rinunciano a portare avanti le loro giuste ed abbozzate battaglie non appena si scontrano con gli interessi delle caste che hanno portato questa nazione ai livelli di inciviltà degni dei paesi equatoriali.

03 apr 2009

Corso di inglese gratis 2 (cantare ad alta voce ed imparare a memoria)


The story behind this song is the old Ebbett's Field in New York City's Brooklyn borough, where the Dodgers played from the late 1890s-early 1900s until 1957, when it was announced they would be moved to Los Angeles where they have played ever since. (Ebbett's Field was demolished in the spring of 1960 to make way for a new housing complex.)

02 apr 2009

I manager e Mariano da Trani

Tutti ora ce l’hanno con questa categoria  e non si accorgono che da circa 20 anni le cose vanno in questo modo nel mondo.


Nessun imbonitore che abbia pubblicato i dati con gli stipendi dei manager di 40 anni fa (rispetto ai loro sottoposti) e quelli odierni.


Nessuno che spieghi al bobbolo che si deve per forza andare alla divisione umani/umanoidi visto l’incremento esponenziale demografico e le scarse risorse a disposizione.


Si continua a presentare questi individui, sempre bene abbronzati, come i geni della situazione i tanti Mariano da Trani, salvatori delle tante patrie, che debbono necessariamente stare al passo coi tempi (introitare molto). I meriti vanno sempre a loro, salvo poi quando le cose vanno male, non attribuire mai le cause alla ciclicità dell’economia per certi tipi di industria  (se oggi con la rottamazione faccio + 30% so tutti meriti miei e per i prossimi 5 o 6 anni di magra sarà invece colpa della congiuntura).


Siccome poi i bilanci si chiudono annualmente, senza accantonare nulla per gli anni di magra, allora quando va bene i manager si gonfiano (a volte più degli azionisti), quando invece va male allora licenziano i prestatori di mano d’opera.  

Comunque in tutti i luoghi di lavoro, causa la de-qualificazione delle attività svolte, dovuta alla grande automazione introdotta, la proprietà ormai riconosce solo i manager  ed i loro scagnozzi quadri addetti al controllo dei sottoposti futuri umanoidi.


ndr   Mariano da Trani  (gran millantatore nel film “il soldato di ventura”)

01 apr 2009

Le chiacchiere non riempiono mai la pancia

Stamani la pasionaria affacciatasi in TV ha ribadito il concetto, visto che ora è all'opposizione, della solidarietà: il + ricco  DEVE dare al + povero (attenti al fondoschiena allora).
Eppure saranno più di 40 anni che bazzica in politica senza mai portare a termine un progetto. Se solo analizzasse in cosa si è trasformata la sua grande idea di far lavorare i baroni solo per un padrone e farli uscire dal nero grazie all'intramona, allora si renderebbe conto che per il morto di fame che ha bisogno urgente di una visita, o aspetta 2 mesi o tira fuori 150 - 200 euri per l'intrafregna.
Il mondo continua a funzionare sempre allo stesso modo e coloro che sfruttano i bisogni primari della gente, tipo la casa, la salute, la giustizia, la fede e la ricreazione (la fame qui da noi non è più un bisogno primario), potranno continuare ad infagottarsi tranquillamente.
Ma come fai a chiedere a questi avvoltoi di dare soldi alla massa del bobbolo in cambio di nulla, dopo che continuano a finanziare te per far da imbonitrice?
Ben lo sa il nostro amato leader maximo, che in cambio di un po' di lavoro concede almeno loro il diritto di farsi una camera in più.