29 mag 2009

L’omo de legge





L’omo de legge, che lavora nelle istituzioni statali, parte dal principio che gli altri siano sempre in malafede e quando può sanzionare sanziona e colpisce duro raddoppiando e triplicando la sanzione, senza timore di incorrere nel reato di usura, perché lui è ommo e’ legge.

Probabilmente questo sarà retaggio delle amministrazioni borboniche, ma subito espropriato dai sabaudi per la buona resa economica.

Questi poveri giovani, ormai tutti singles, vengono torchiati senza pietà. Una contravvenzione da 40 € nel giro di qualche anno può arrivare a 150 e tutto perché loro si ostinano a comunicare per mezzo di raccomandata, perché partono dal principio che la controparte non vuole pagare e quindi si costruiscono in anticipo le prove per affrontare un giudizio.

Ma come fa un single a ricevere una raccomandata se non ha nessuno in casa e lui è fuori per lavoro?

Per questo io suggerirei all’ommo e’ legge delle varie istituzioni di inviare si' la raccomandata, ma al contempo anche una lettera semplice di pari contenuto, facilmente reperibile nella cassetta postale, può darsi che il cittadino paghi spontaneamente la sanzione, senza ricorrere a successivi vessazioni.  

25 mag 2009

Noemiade




Mi sembra doveroso intervenire per dare la giusta assonanza e respiro internazionali alla vicenda che sta attanagliando e tenendo in ansia l'immagginifico bobbolo tajano: Noemia, figlia amatissima od amante?
Basterà riproporre questo video di un valoroso artista contemporaneo a stemperare le ansie di un intero bobbolo?

23 mag 2009

Le stagioni della vita




I progressi della scienza hanno portato gli umani a comportamenti incomprensibili ai cervelli razionali: corpi e relativi organi sessuali ormai completamente di plastica per continuare a vivere solo e sempre la stessa stagione, quella della bellezza giovanile.

I maschietti pavoneggiano, più lascivi e vanesi delle femminucce e guardano con invidia i ricchi mercadanti, che potendo spendere di più, hanno già pronto il mausoleo in cui essere esposti senza bisogno di imbalsamazione, tanto ormai i corpi son già di plastica, botulino ed acidi vari e così perpetuarsi nell’eternità.

Rifiutano di godere tutte le stagioni della vita, la pace dei sensi, la desiderata morte liberatrice e più ostentano in pubblico grande spiritualità, più invece si attaccano alla carnalità, ai sensi e resistono, magari stringendo tra le gambe un pannolone.

22 mag 2009

Corso di inglese gratis 6

Cari amici, una situazione di calunnie v e r g o g n o s e si sta abbattendo sul mio capo, proprio ora che siamo in piena campagna elettorale, purtroppo al momento non posso darvi ulteriori delucidazioni, ma appena potrò, scenderò in camera e potrò darvi prova dell'infondatezza di queste calunnie.

Ammazza quanto so forte però



Lyrics | Keith Carradine lyrics - I'm Easy (LP Version) lyrics












1234567890123456789012345678901234



I'm easy

Keith Carradine

It's not my way to love you just when no one's         looking,                                                                 

it's not my way to take your hand if I'm not sure,
it's not my way to let you see what's going on


inside of me    
 when it's a love you won't be needing you're not
free                                                                         

Please stop pulling at my sleeve if you're just
playing,                                                             
if you won't take the things you make me wanna
give,                                                                  
I never cared too much for games, and this one's
driving me insane,                                               
you're not half as free to wonder as you              
claim.                                                                  
But I'm easy, yeah I'm easy, give the word         
I'll play your game,                                             
as though that's how it ought to be,                     
because I'm easy.                                              

Don't lead me on if there's nowhere for you        
to take me,                                                         
if loving you would have to be a sometime thing,
I can't put bars on my inside, my love              
is something I can't hide,                                
it still hurts when I recall the times                  
I tried.                                                            
But I'm easy, yeah I'm easy, take my hand and 
pull me down,                                                 
I won't put up any fight because I'm easy.         

Don't do me favours, let me watch you from the
distance,                                                          
'cause when you're near I find it hard to keep
my head,                                                      
when your eyes throw light at mine, it's enough
to change my mind,                                      
make me live my cautious words and ways      
behind.                                                             
That's why I'm easy, yeah I'm easy, say you want
me I'll come running,                                     
without taking time to think, because I'm easy.
                                                                                                                                                      


1234567890123456789012345678901234
Sono semplice

Keith Carradine
Non è da me amarti quando non guarda


nessuno,                                                  


non è da me prenderti la mano se non son sicuro,

non è da me lasciarti vedere cosa ho               


dentro, 
in un amore che non serve, non sono
libero    
                                                                
Ti prego smettila di cercarmi se vuoi solo
giocare,
se non vuoi prendere ciò che mi fai voler
dare,
non mi sono mai piaciuti i giochi, e questo mi fa
diventar matto,
tu non sei affatto libera di meravigliarti come hai
detto.
Ma non ho problemi, dammi la tua parola,
giocherò con te, si sono semplice
come se fosse destino che debba andar così,
perchè son semplice.
Non guidarmi ancora se non sai dove
portarmi,
se dev'essere una cosa occasionale amarti,
non posso chiudere ciò che ho dentro, il mio amore non può restar celato,
ancora soffro al ricordo delle volte che ci ho
provato.
Ma non ho problemi, prendimi per mano ed
atterrami, sono semplice,
Non mi va di litigare, sono un semplice.
Non farmi favori, lascia che ti guardi da
lontano,
perchè è difficile restar calmi quando sei
vicino,
quando i tuoi occhi illuminano i miei, è sufficiente
per farmi cambiare,
farmi abbandonare i miei modi e le mie parole
prudenti.
Ecco perchè non ho problemi, sono semplice, dì
che mi vuoi ed arriverò di corsa,
senza pensarci sù, perchè sono semplice.

18 mag 2009

Statistiche e speranze



Visto che la ocse continua ogni anno a dire che gli stipendi dei lavoratori tajani sono i più bassi d’Europa, ci tengo a ribadire che il valoroso bobbolo tajano si ritiene onorato e sottolineo o-n-o-r-a-t-o di mantenere sul suo groppone tanti esseri umani che lavorano 24 e più ore al dì per il benessere del suddetto valoroso bobbolo.

Il generoso bobbolo è fiero di rinunciare a parte dei suoi emolumenti per far sì che milioni di appartenenti alle varie caste possano veramente sentirsi a loro agio nel lavorare quelle faticose 24 ore e per dimostrare alla ocse, che se le statistiche fossero fatte casta per casta noi risulteremmo sempre ai primi posti almeno in una decina di caste.

Vuoi mettere poi la speranza dei più miserabili di passare nell’arco di una o più generazioni ad una casta superiore, vuoi mettere??








16 mag 2009

Schiavi moderni



  Una vorta, quando er servaggio vedeva avvicinarsi una nave all’orizzonte, dava l’allarme  e tutta la tribù correva a nascondersi nella foresta, oggi, poracci, so’ loro che pagano er bijetto su barche sgangherate e si offrono direttamente come schiavi.

Cosa è successo, cosa è cambiato??

E’ che da un certo punto so sorte le associazioni umanitarie, le onlus di zona, i missionari, che intervengono sugli effetti senza preoccuparsi di eliminare le cause.

Qui dovrebbero farsi un serio esame di coscienza tutti sti benefattori e vedere se con le loro azioni, con la loro voglia di occidentalizzare  non hanno incrementato il dolore di questi poveri esseri. Perché allora non limitarsi ad esportare preservativi, pillole ed ospedali per sterilizzazioni volontarie ?

Noi fracazzaretti siamo troppo limitati per risolvere questi grandi drammi, così come lo sono tutti quelli che abbronzati e ben vestiti ne parlano quotidianamente sui canali televisivi: questa è materia per er grande Mariano da Trani.

Ehè si ce potesse mette mano lui, er grande Mariano !

14 mag 2009

Acqua pe’ ll’orto



-  A fracà hai visto quante belle facce sorridenti se arivedono appiccicate sui muri, ma che cazzo ci avranno poi da ride…..

-  Se vede che je scorre l’acqua pe’ ll’orto

13 mag 2009

Contatti in rete

Incuriosito da come qualche navigante possa incappare nel mio blog, ho installato una referree list ed ho potuto constatare che la mia visibilità su internet è dovuta ad un paio di post in cui tratto un po' la fisiologia del sesso.  Pertanto, siccome voglio incrementare il contatore degli accessi, sono costretto a sminchionare questi ottimi siti:
il più recente
www.sbiancamento_anale.it 

ed il più antico, ma sempre gettonato
www.cazzo_in_culo.com

per le adolescenti con voglia di sfondare:
www.modella_per_un_giorno.com
www.velina_per_un_giorno.org

per gli adolescenti maschi:
www.figa_gratis.it
www.topa_gratis.it
www.culo_gratis.org
www.buco_del_ culo.com

Rubata dal blog di Master_Tard: culi sanguinanti
culi_sanguinanti.com

Sperando che Google non mi inserisca tra i blogs porno,
mi scuso anticipatamente con gli eventuali miei amici che invece raggiungono questo blog per altre vie.

11 mag 2009

Inquietudini moderne

Me ne stavo cazzo cazzo a passeggiare,
quando ho visto un barcone in mezzo al mare

08 mag 2009

Civiltà riacquisita


Grazie al federalismo finalmente il Nord si riapproprierà di tutta quella civiltà finora negatagli dallo stato centrale, gestito come ben si sa al 90% da persone provenienti dalla bassa.

Intanto già hanno vietato alla gente affamata de consumà per la strada quello che comprano nei locali gastronomici, ma in futuro già prevedono di estendere il divieto anche ai cibi preparati in casa.

E’ ora de finilla co sti operai che all’ora de pranzo si siedono sul solito muretto pubblico ed ingurgitano pagnotte intere e poi per finire, col fatto che so tutti iscritti alla liga e dimostrare che ce l’hanno sempre duro, tirarlo fuori ed a mo’ di clava spaccarsi quelle 4 o 5 noci con le quali tutti i giorni, immancabilmente, terminano il loro desinare.

07 mag 2009

ISSO ed ISSA



Autorevoli gli inviti alla moderazione, alla sobrietà ed al contegno esemplare, ma

molte anche le voci di condanna nei vari media tajani, che invece di placare, eccitano le fantasie più sfrenate nelle menti bobbolari e contribuiscono grazie al televoto alla suddivisione della massa in due partiti: pro_isso o pro_issa.

Questa volta hanno dimenticato volutamente che il bobbolo  beneficia per eredità del perdono, prima confessionale e poi eucaristico

Perdono vieppiù valido in presenza di un profondo pentimento corroborato per i più abbienti da un generoso lascito e accordato comunque anche ai più poveri e mafioncelli per il loro evidente stato di necessità (tengo famija).

A che scopo quindi aizzare questo già martoriato bobbolo, meglio sarebbe educarlo a non imitare comportamenti riservati a chi veramente può permetterseli.

04 mag 2009

Le candida-dure



Gran polverone sta sollevando la scelta dei candidati per le europee.

Il bobbolo non si fida più delli boni programmi e giustamente guarda più all’aspetto fisico ( si ritorna tutto sommato alle chiare visioni lombrosiane).

Io, che a suo tempo contribuii a che oggi l’amatissima Cicciolina potesse godere della pensione da parlamentare, generosamente elargita dal glorioso bobbolo tajano, me aritrovo spiazzato da simili accadimenti.

Mentre una vorta era er partitino contro corrente, il più inviso ed odiato dal generoso bobbolo ad effettuare certe provocazioni, oggi lo fanno i maggiori, i più graditi.

Quello che più colpisce poi è la cattiveria delle donne  e constatare quanto esse possano odiarsi tra loro: le barzotte contro le più giovani, le brutte contro le belle.

In TV poi mi ha colpito una parente ormai barzotta ma sempre bona, dalle labbra accanottate,  che si scagliava contro una rossa ed una tettolona che dichiarava immorali, ma a mio avviso colpevoli solo di essere più giovani di lei.

Come se il grande fardello del debito italiano, che è la causa di tutti i nostri mali, l’abbia creato Cicciolina o quelle che come lei dovessero assidersi agli alti scranni.

E pensare che a questa martoriata nazione, sarebbe necessaria solo la mano accorta della vecchia madre di famiglia, quella conosciuta anche dal nostro premier e che per intenderci con un pollo era capace di preparare il pranzo e la cena domenicale della sua famiglia.

Altro che grandi sorelle o filosofi cor culo dell’antri, peccato però che la madre di famiglia sia ormai estinta da un pezzo e quindi accontentatevi de quello che passa mamma TV.