28 nov 2009

Il peso della civiltà


Inasprite le pene per chi maltratterà gli animali domestici e per chi li ucciderà, la liga riesce ad infilarci un emendamento per far tagliare la coda ai cani da caccia, ma solo fino ad una certa lunghezza diversa da specie a specie, si potrà tranquillamente continuare ad evirare tutti i maschi, come è giusto che sia, ma non si capisce perché sterilizzare le femmine, visto che i maschi sono tutti evirati, boh servirà a dar lavoro ai veterinari.

Ora che le bone leggi so state predisposte e che i bravi manager continuano ad essere pagati profumatamente, resta solo da aspettà che riparta er treno della ripresa ed i primi ad attaccaccese saremo senz’altro noi. Anche se non m’è troppo chiaro la necessità di stipendiare sti grossi manager se poi uno deve da sta ad aspettà er treno

Tutto è sotto controllo, nulla è lasciato al caso e, se si dovesse misurare la civiltà di un bobbolo dal peso dei suoi codici, saremmo ai primi posti.


23 nov 2009

Riforma del pubblico impiego




Non è più procrastinabile la riforma dei dipendenti pubblici, anche se non ho ben capito perché debbano esservi differenze tra dipendenti pubblici e privati.




- Comma 1° 


Chiunque è in ruolo od anche solo consulente esterno a tempo pieno in qualsiasi struttura pubblica, non può avere altri incarichi retribuiti, sia pubblici che privati, sia al nero, pena il licenziamento immediato con perdita del tfr e di qualsiasi altro bonus dovuto che non sia la pensione.


- Comma 2°


Qualsiasi cittadino che, grazie alle sue dichiarazioni, comprovate da adeguata documentazione, riesce a dimostrare un’infrazione al comma 1°, ha diritto a percepire un premio pari al 50% dei soldi risparmiati dall’erario nel licenziamento del paraculo di turno.


 


E questo è tutto, certo si potrebbe migliorare ed io sono aperto ad ogni suggerimento, perchè non esistono fannulloni, ma solo grandi e piccoli paraculi, che essendo un grande serbatoio elettorale, possono dormire sonni tranquilli, non saranno mai infastiditi dai vari salvatori della patria di turno .


 


Sarebbe troppo facile che io, pur retribuito profumatamente dal mio padrone per dare consulenze a persone che credono in lui, mi mettessi a dare consulenze per mio conto e magari fregandogli  pure i clienti che lui si è tanto sudati.


Lo posso fare solo qui sul Web, ma in maniera anonima e senza alcuna retribuzione.


17 nov 2009

Cronache romane



Anche quest’anno si replica la farsa sulla fame nel mondo, tutti gli oratori, troppo grassi o lisci per essere credibili, si aspettano che gli altri offrano qualcosa e si riempiono la bocca di grandi paroloni, in attesa di riempirsi poi lo stomaco nei vari ristorantini romani. Il caos del traffico è pazzesco e per fortuna hanno smesso di suicidarsi sotto al metro, altrimenti saremmo al blocco totale

L’unica nota positiva e colorata, l’iniziativa di quel grande mecenate che ha voluto circondarsi ogni sera di uno stuolo di giovani fanciulle, cui ha dato l’opportunità di guadambiare, si dice, 60 euri netti.

Anche qui la solita discriminazione tra i sessi, che d’altronde non mi sento di biasimare:
vuoi mettere quella cosina giovane, fresca, delicata e profumata in confronto di quelle protuberanze pendule?
E poi è stato di una generosità unica, non ha neanche preteso che fossero vergini.


15 nov 2009

Adeguatamente dotati


Giorni fa la solita testa dell’opposizione ufficiosa (retribuita), parlando dalla TV sulla situazione delle carceri, ha detto che è tutta colpa del governo e poi ha tenuto a ribadire che, a causa dell’abolizione dell’ICI sulla prima casa, la situazione peggiora sempre più.

Al che io, che sorbivo il mio primo caffè, gli ho ribadito che magari si poteva migliorare tagliando l’80% dei testina come lui che si occupano di politica qui a bananolandia od al limite se proprio ciò fosse impossibile, diminuire dell’80% gli stipendi di tutti gli addetti. Oppure in subordine risparmiare quei due tremila miliardi di euri che un paese di piccoli mafioncelli spreca per esportare la sua democrazia agli arabi.

Come mai i russi o meglio i cinesi, non sentono la necessità di esportare nulla a gente che non lo richiede?

A me invece risulta che le carceri sono piene di morti di fame extracomunitari e poveri tossicodipendenti (i ricchi sniffano tranquilli).
Allora perché non aprire i campi lavoro per questi poveri disgraziati
e lasciare in galera solo gli assassini ed i banchieri disonesti?

Grazie a queste teste senza idee, che a me fanno veramente paura, il cavaliere può dormire sonni tranquilli e cavalcare altri 10 anni.

Questa è ancora gente che, mentre veleggia cazzando le vele tra una virata ed una strambata sulle loro sudate barchette, vorrebbe il bobbolo tutto in fila davanti la sede dei loro partiti in attesa dell’assegnazione di una casa bobbolare (allora sì esente da ICI), perché la prima casa è un diritto sancito e solo loro ne devono essere i depositari.


11 nov 2009

Messaggi mediatici



Un bobbolo di santi, poeti, trasmigratori, avvocati, etc…, conosciuto intimamente dai suoi media, un bobbolo che accetterebbe anche una diminuzione delle pensioni pur di continuare ad esportare democrazia ……….

Sarebbe così facile spiegare a questo bobbolo, che siccome le entrate ogni anno calano, allora bisognerà calare di conseguenza TUTTE le uscite ed invece no, saranno loro a decidere chi dovrà tirare la cinghia e chi invece no.

Non impressionatevi, comunque, scherzavo, finchè sarò io ad ammenestrare, non calerò mai le pensioni, però cominciate a farci l’orecchio e quindi, mi raccomando, non dimenticatevi di ri-darmi il voto.

Questo, oh bobbolo è l’ultimo ponderato messaggio dei tuoi valorosi media


08 nov 2009

Abbandonati a sè stessi

Non volevo scrivere sulla questione dei simboli, ma sono stato sollecitato dalla strafottenza di chi, appartenendo ad una casta, è convinto che la pacchia possa perpetuarsi in eterno, nonostante ci siano segni continui di recessione economica e di impossibilità per un bobbolo di continuare a mantenere sul suo groppone una marea inarrestabile di incensatori. Riporto pertanto un mio commento effettuato in un altro blog:

" A mio avviso l’evoluzione di un bobbolo dipende tutta dai media, particolarmente quelli televisivi.
Vedi cosa sono capaci di imbastire sulla presenza di una croce?
Croce sì, croce no , ma perchè? Al massimo ci scappa qualche intervista a qualche bobbolano incontrato per strada, ma che abbia almeno un aspetto consono.
Mai che venga fatta una indagine sui paesi cui noi teniamo tanto ad essere paragonati: cosa succede in Francia, in Germania, negli USA, per non parlare poi della scandinavia o la svizzera, insomma tutto l’occidente, visto che facciamo parte con orgoglio di quelli che vanno in giro per il mondo ad esportare democrazia.
Nessun’ accenno invece all’enorme serbatoio di voti portati dal clero e tutti i miseri che riescono a manipolare, agli stipendi che passiamo ai parroci, ai cappellani, agli insegnanti di religione cattolica cristiana, ai sussidi vari come adesso la social card a tutte le suorine di clausura in aggiunta alla pensione sociale, etc. etc. etc.

Se si incomincia dal togliere la croce, poi piano piano saltano anche le prebende e senza prebende come ben si sa non si canta la messa e magari tocca persino alzare le chiappe dalla sedia presto di mattina ed andare a lavorare (sarebbe la fine per la nostra religione cattolica).
Meglio, molto meglio per tutte le caste a partire da quella dei giornalisti, tenere il bobbolo nello stato attuale e farsi una bella risata classificandola come una battuta quella dell’Avvocato che appellava la nostra rebubblica con il titolo di repubblica delle banane."

Nonostante tutti gli onorevoli, i giornalisti, le associazioni che paghiamo ogni mese, si è dovuto spendere un semplice cittadino per andare a chiedere un parere di civiltà ad una corte esterna a quella del valoroso bobbolo ed adesso il povero cittadino ne dovrà pagare oltre che le spese, anche le conseguenze fisiche.

04 nov 2009

L'ultima parola al consulente



I media parlano e svelano al bobbolo che anche le donne amano i trans, ma come al solito lo fanno in maniera vaga. city.corriere.it/2009/11/03/milano/i-fatti/trans-ci-vanno-sia-uomini-che-donne-20573736298.shtml

Essendo l’informazione molto reticente è giusto che voi vi aspettiate qualcosa di più particolareggiato dal vostro amabile e gratuito consulente porno. Voglio perciò specificare, che, mentre per le donne va bene il solito trans, dell’immaginario collettivo, per gli uomini intenditori, nostalgici dei bei tempi andati, ma al contempo esigenti, occorre l’essere perfetto , mentre per gli addetti alle max cariche, o il politico bobbolare, ed il tutto potrebbe essere ufficializzato da unioni di coppia effettuate all’anagrafe civile come avviene negli altri paesi occidentali, senza la necessità di dover ricorrere alle trasgressioni, poi così imbarazzanti, ed andare ad ingolfare i tribunali. Ma su questo il bobbolo non è ancora pronto e poi, senza trasgressione non c'è coinvolgimento.La normale trafila del mafioncello, povero o ricco non conta, ha da essere:
eccitazione – trasgressione – peccato – pentimento – confessione – assoluzione – comunione – lascito generoso – ricongiunzione paradisiaca definitiva


02 nov 2009

Albi



E’ quasi fatta per l’istituzione della corporazione dei buttafuori: finalmente un riconoscimento alla necessità di queste figure professionali ed alla dignità di chi esercita questa attività.

A Roma dopo l’ultima scazzottata del pretoriano che voleva 20 euri dal solito turista giapponese per essersi fatto fotografare al colosseo è tornata prepotentemente in auge l’idea di istituire la corporazione dei pretoriani, perchè come ben si sa, il pretoriano iscritto ed in regola col pagamento della quota annuale, in accordo al suo comportamento deontologico, non può azzuffarsi assolutamente con i turisti.

A mio avviso è giunta anche l’ora di istituire la corporazione dei commentatori professionali il cui albo potrei gestire di persona per dare la possibilità a tanti volenterosi di ricavare sostentamento dal duro lavoro quotidiano.

Il commentatore professionista, dietro adeguato compenso, punge, stimola, sviscera l’argomento, provoca reazioni e riesce a dare nuova vitalità a blog oramai cotti e decotti, facendo intervenire nella discussione fakes, ed utenti immaginari da stabilirsi alla sottoscrizione del contratto di collaborazione.