26 feb 2012

Sconcertati



Notate lo sconcerto sui visi di questi rappresentanti del valoroso bobbolo tajano. Come loro ne paghiamo altri 20.000 a livello europeo, nazionale, regionale, provinciale, comunale, circoscrizionale ed è quindi preferibile, per noi che paghiamo, vedere facce sconcertate piuttosto che visi di maiali che ci ricorderebbero il fatto che per ben amministrare, basterebbe pagare pochi ragionieri sotto il controllo della magistratura e licenziare e carcerare corrotti ed incapaci.  Abbiamo consentito che ci affossassero l'assistenza sanitaria mettendola sotto il ladrocinio della politica, togliendoci le mutue  togliendoci persino i medici condotti che assistevano i poveracci dalla nascita fino alla morte e paghiamo questa gente perchè essa, invece di andare in giro a  controllare i risultati delle loro furbe elucubrazioni mentali, possa permettersi  la decenza (lusso?) delle cliniche private, grazie all'euro, loro come i medici hanno tutti preso la doppia velocità
Ma come, di riforma in riforma oggi deve essere obbligatorio per tutti usufruire dei servizi dell'assistenza pubblica perchè abbiamo raggiunto la perfezione, con l'obbligo di dover avere la ricetta per poter comprare qualsiasi medicinale che ci serve e con i medici di base, che lavorano 3 ore al giorno per 5 giorni (per il pubblico) e che ricevono su appuntamento, compresi i pediatri (vergogna infame), a meno che tu non voglia usufruire del loro servizio privato, per il quale ti concedono anche il numero del cellulare. Il mio chiude dal venerdì pomeriggio al lunedì pomeriggio (weekend confortevole) e questo perchè ancora oggi, con il consenso delle parti o senza, NOI, procederemo alla riforma del mercato del lavoro perchè è il bobbolo che lo vuole. Allora se debbo essere licenziato a cinquant'anni, perchè mi ostino a non farmi il bidet prima di essere sodomizzato dal padrone voglio che tutti gli incensurati che abbiano la patente possano comprarsi una macchina, installarci un tassametro ed andare dove vogliono a caricarsi i clienti, voglio che chiunque abbia una laurea da farmacista possa aprirsi una farmacia dove e come desidera, anche piccola, magari in piazza madonna di pompei e così via, abolendo tutta la legislazione che ha bloccato questo paese  popolato da piccoli mafioncelli beneficiati dal perdono ecclesiastico. Voglio che la tassa sulle proprietà immobiliari, sia spedita direttamente dal catasto a tutti gli edifici che risultano inscritti e pretendo l'abbattimento di tutti gli edifici non iscritti, senza perdoni confessionali.   
La pazienza è finita è' arrivato il momento di dire basta, fare scorte di farina, acqua, olio, scatolame perchè è giunta l'ora dello sciopero ad oltranza, altro che le 3 o 8 ore una volta al mese, sciopero fisso, se si deve liberalizzare, si liberalizza per tutti, taxi, farmacie, gas, luce, notai e gli altri titoli di studio e prima di tutto via le mani dagli stipendi dei lavoratori, stop alle ritenute (chi vuole i sindacati, i partiti, l'assistenza, che paghi di tasca propria) e l'irpef si paga su dichiarazione dopo aver detratto tutte le spese:
è giunta l'ora che anche il buco der culo faccia valere i suoi diritti.   

20 feb 2012

Predicatori

Siamo sempre esistiti e chi più e chi meno cerchiamo di cogliere l'attenzione o audience che dir si voglia, tanto che i migliori tra noi sono sempre contesi dai caporioni.  Qui in convento, modestamente, grazie alle mie frequentazioni radicali giovanili, ho conquistato una certa considerazione, per l'ampio raggio delle farneticazioni e non solo pentecostali.  Per questo vi esorto a distinguere sempre il predicatore a pagamento da quello che invece si spende a titolo gratuito, pro bono, per via della faziosità diffusa nel messaggio di pace. Ad esempio il prezzolato può limitarsi a dire .."questi giornali vanno chiusi, perchè si occupano di cazzi loro esclusivi.." , (come se uno con i propri soldi non possa farsi un giornale e scriverci quello che gli pare), generando sconcerto nel bobbolo che come si sa non ha una sua capacità cervicalmente cognitoria . E' chiara la voluta omissione  " ..vanno chiusi perchè si sostengono col finanziamento pubblico alla stampa e sarebbe ora di farla finita di rubare il salario ai lavoratori per consentire questo sconcio permesso da tutti i partiti ..."    E' chiaro  che allora, però, sarebbe balzato all'occhio dei più attenti, l'enorme conflitto d'interesse e venuto a galla il ladrocinio consentito anche alla rai (sempre da tutti i partiti, nonostante il referendum che vincemmo nel 95 per privatizzare il mostro) che, nonostante la possibilità di trasmettere in codice e far pagare la tessera del decoder solo a coloro che desiderano masochisticamente vedersi questi tristi spettacoli, continua imperterrita a trasmettere in chiaro alla faccia del bobbolo, consentendo per di più (beffa nella beffa) a questi maiali ipocriti di sfruguliare noi uomini timorati di dio e scagazzarci addosso addirittura di verde.
Per non parlare poi di tutte quelle cesse invidiose, apprendiste predicatrici, che da più parti si sono scagliate contro la farfallina (addirittura la littizzetta), come se una cara ragazza da professionista dello spettacolo potessse permettersi di scegliere l'abito di lavoro. Chissà quanto avranno provato e riprovato la discesa di quelle scale, dopo aver applicato quel pudico tatuaggio, che come potete vedere, ella, non ha mai avuto.
Povera piccola ragazza, addirittura ho ascoltato una di queste predicatrici (maledetta prezzolata e vera leccaculo) che la incolpava di tutto, della scena, del vestito, arrivando addirittura a dire che si era procurato da sola lo sgarro con una forbice mentre lei, invece, da vera professionista, si è fatta  carico di tutte le colpe in cambio di quel gettone così misero, se paragonato a quello di tutti i veri caporioni della nostra amata patria.  
Pace e bene

16 feb 2012

Default e baci saffici

Il fallimento si avvicina sempre più e senza neanche un giudice che stabilisca se di tipo fraudolento o no, anzi i media cominciano a minimizzare, ci paragonano all'argentina, come se noi avessimo a disposizione le pampas e le risorse naturali di quel paese, già la rivedo la nostra borsa nera del dopoguerra, la doppia valuta e la possibilità di comprare l'aspirina tedesca solo a coloro che pagano in euri o oro. Se si è cresciuti a debito, sarebbe anche giusto che coloro che più si sono arricchiti da questa abnorme crescita, fossero oggi chiamati a ripagare questi enormi buffi ed invece no, si vanno a far le pulci come in grecia, ai derelitti. Non mi risulta che chi ha i soldi possieda un solo titolo di stato o buono del tesoro, anzi preferiscono essere truffati dal madoff dei parioli piuttosto che dai loro amici caporioni. Eravamo giunti a 225 anni per l'azzeramento del debito, ora mettendo anche 1 miliardo di finanziamento ai giornali, l'abolizione della politica dall'amministrazione della vita del paese, tanto la costituzione l'abbiamo ed i tecnici per governare dobbiamo pagarli lo stesso, si potrebbe scendere ed abolire il debito in un centinaio di anni. 
Il tutto per dirvi che mi sono rotto le palle di pagare gente che invece di studiare i problemi del default, si scandalizza nel vedere uomini che pisciano in strada, dopo che stabilirono che gli orinatoi pubblici erano incivili, ma brutto testa di cazzo, hai mai provato a fare il pendolare? Tutti i giorni passare per la stazione ostiense e vedere l'accesso ai bagni chiuso con il solito cartello che sono guasti a causa del vandalismo, ma allora fai pagare l'ingresso, magari 1 euro pur di evitare alla gente di andare in strada, hè no, non si può far pagare, altrimenti ce li avremmo tutti contro, dai verdi i sindacati e fino a r.c.. E le donne, non ci pensi alle donne? Specialmente quel giorno freddissimo con la neve ed i treni che non passavano, quante di loro nella penombra facevano finta di baciarsi mentre lentamente rilassavano i muscoli e bagnavano la pensilina fornendo ai soliti bigotti visioni di squirting peccaminosi da pubblicare l'indomani sulla stampa specializzata e foraggiata con i soldi del volenteroso bobbolo tajano .   

13 feb 2012

Il polpino

Anche quest'anno puntualmente in occasione della sacra ricorrenza dobbiamo provvedere da bravi singles a tenere la fiamma accesa, sforzando la fantasia per trascorrere una giornata diversa ed assolutamente mettere in piedi una seratissima a grande sorpresa.
Bisognerà farlo in maniera strana, necessariamente diversa e se la stranezza è ormai consuetudine, allora programmare un bel lancio col paracadute per due nel pomeriggio per quella dose in più di adrenalina.
In caso di necessità, riscorrere i vecchi taccuini, contattare il numero maggiore di possibili prede, perchè no, anche se a suo tempo non ci cagarono per manifesta incompatibilità, chissà oggi in occasione della ricorrenza che tanto scioglie i cuori, chissà, dico, non si lascino commuovere ed avvenga il miracolo?
Per tutti voi che come me, invece, abbrutiti dalla lunga convivenza del solito tran tran giornaliero, per tutti voi resta il vecchio adagio cinese
Pel san Valentino
non fale il cletino
tu complàle legalino
che poi lei fale a te polpino 
(forse)

11 feb 2012

Incomincipit 3

Era da un po' che andava in giro e parlava per le vie della sua città natia in quel paese di merda, anzi più che di merda un paese popolato da piccoli mafioncelli beneficiati dal condono prima confessionale e poi eucaristico. Sì, parlava proprio da solo, non aveva gli auriculari del cellulare e per dare più forza ai suoi discorsi usava intercalare a più voci. Si faceva una domanda con una voce magari femminile e si rispondeva con un'altra, tormentato da come quei porci fossero così organizzati da poter far il cazzo del comodo loro, sicuri di poterla fare sempre franca. Anno dopo anno quei maiali erano stati così abili da impossessarsi di tutto il vivere civile, potevano decidere quali erano i terreni su cui costruire anche se a rischio geologico o confinanti con un aeroporto internazionale, ma purchè in mano di parenti ed amici, avevano stabilito che era il bobbolo a dover finanziare i fogli di carta che nessuno leggeva ed accollarsi il mantenimento di tutto il clero in modo da garantirsi un aldilà sereno, arrivando persino a stabilire la data in cui si dovessero effettuare i saldi delle mutande di fine stagione.
Mai nessuno di questi maiali che avesse avuto un pensiero per il bene della gente, che poi era il bene della nazione, mai nessuno che avesse inserito nei codici norme atte a responsabilizzare in sede civile coloro che si ergevano ad amministratori e giudici di un bobbolo dal cervello cotto dalle trasmissioni televisive attraverso le quali sparavano programmi o firmavano contratti, sicuri di poter essere inadempienti senza alcuna penale.
Mai nessuno che avesse messo nella costituzione una norma che consentisse di perseguire nei tribunali quegli schieramenti politici che avessero lasciato un debito maggiore di quello da loro ricevuto ad inizio mandato, una norma che consentisse l'esproprio di tutti i beni,
a titolo di rimborso per i danni arrecati, a quelle persone così rapide nel dire yes al loro caporione.
Per quanto analizzasse la cosa si rendeva sempre più conto che non vi fosse soluzione, perchè erano chiamati al voto tutti i cittadini, compresi ladri, mafiosi, evasori fiscali, vecchietti negli ospizi, preti, frati, monache di clausura, drogati, bamboccioni, nobili decaduti e mignotte serie o potenziali, quando invece quelli che avrebbero dovuto decidere su come ripartire il bene dello stato dovevano essere solo coloro che lo generavano, cioè coloro che pagavano contributi all'inps od a qualsiasi altro ente previdenziale anche se tra questi poi andava fatta una cernita ..........
(continua)


amate l'evasione? siete tajani? iscrivetevi a vvv.evasori.it e parteciperete gratis all'estrazione di un favoloso viaggio in california per 2 evasori

07 feb 2012

Nevica, governo tecnico

Quando la neve, scende giù lieve....
112 euri la tassa per il possesso di apparecchi atti alla ricezione di onde elettromagnetiche, ora  supponendo che 1 cittadino su 3 per quieto vivere li abbia versati fanno 20 milioni di versamenti che per 112 danno 2 miliardi e rotti di incasso . Aggiungiamoci 1 miliardo e più di sovvenzione non dovuta ai partiti e ruberie varie, ecco che se solo vendesssimo all'asta la rai e per amor patrio continuassimo a pagare la tassa, ogni anno potremmo stracciare il nostro debito di 3 miliardi ed arrivare ad azzerarlo nell'arco di 600 anni. 
non esitar si deve !....
Che se poi abolissimo i 5 miliardi annui che ci costa il clero potremmo azzerare il nostro debito nazionale in circa 225 anni. Questi sono i numeri pensavo, mentre tutt'intorno la neve cadeva, lentamente, silenziosamente, dando la possibilità ai migliori di esibirsi in sproloquianti scaricabarile e ai salvatori della patria un'opportunità per proporsi come futuri caporioni. Certo che con quello che arraffano, poi non ci restano i soldi neanche per un sacchetto di sale e perchè, tutti quei pori disgraziati, imbottigliati sul raccordo anulare tutta la notte quando sarebbe bastato mandare una decina di pattuglie di poliziotti in moto a bloccare gli accessi al suddetto deviando il traffico sulle vecchie consolari? Ah già, dimenticavo, che per caso avete più visto una pattuglia di poliziotti in moto? Servono tutti a far le scorte ai caporioni.
Prendi il tuo sacco e lesto va, dove più fioccheràààà....
Così, mentre il colle imbiancato risuona di grida festanti di bimbi con i loro slittini, ho potuto scegliere tra i tanti libri che negli ultimi anni mi sono stati regalati e me ne sono letti un paio. Il più curioso è stato twinlight, dove un'adolescente donna si innamora di un vampiro, a dimostrazione che la fantasia femminile non ha limiti e che in mancanza del mascalzone di turno, ricorrerebbe persino a mostri fantascientifici pur di svicolare dalla monotonia esistenziale. 
Cazzo lo avessi saputo a suo tempo, mi sarei fatto montare una protesi adeguata dal mio dentista.   

02 feb 2012

Società quotate e non

  Al tempo della guerra fredda il nostro nemico veniva dal’Est e così il 90% dei nostri militari di leva era scaglionato da quelle parti. Per 3 giorni di durata di qualsiasi manovra per me, che allora comandavo una squadra di stenditori di cavi telefonici, c’erano perlomeno 15 giorni di lavoro prima e 5 di smantellamento dopo. 
Prerogativa dello stenditore di cavi era l’agilità, infatti per effettuare grandi attraversamenti di strade e palazzi, occorreva arrampicarsi molto in alto e quindi gli uomini venivano selezionati in base alle loro caratteristiche più o meno scimmiesche.
Figurarsi poi riuscire ad ottenerne il meglio: promesse di favori in caserma, licenze ai migliori, ma l’arma vincente era il boccione di grappa che ogni mattina acquistavamo e che si gestiva in società per vincere un po’ di quel freddo cane friulano. 
 Un giorno di freddo particolare, parte il giro del boccione con un bel: …aaaaahhh.. di apprezzamento al termine di ogni abboccata.
Io come al solito controllavo con la coda dell’occhio per evitare annebbiamenti definitivi e visto che il liquido era sceso in maniera sconcertante partii con l’ordine:
......aaalltttt… ragazzi: rabboccate subito il boccione con l’acqua per una sana bevuta pomeridiana !
Quando dall’alto di un albero si udì gridare il solito vituperato socio di minoranza:
….ssaagggiiièèèèè…  fateme fa puro a me: .... aaaaahhh.. e dopo ce mettimmo l’acqua!
Il tutto, cari amici, per spronarvi a diffidare sempre delle società a meno che i soci non siano i vostri genitori o che possediate il 51% delle quote. Diffidate da ciò che vi viene spacciato per società quando invece si tratta solo di elargizione onerosa e con diritto di prelazione senza avviso.
Questo aneddoto lo racconto ogni volta che il solito padre di famiglia si lamenta per i soldi buttati in borsa ed ultimamente un poveraccio, un gran lavoratore per sua disgrazia erudito, che si lamentava delle Milano assicurazioni da lui sempre comprate e tenute in portafoglio per quel sano dividendo annuale di almeno il 5% e per l'incremento di valore più che triplicato in dieci anni, passate al valore di carta straccia, a sua detta, nel giro di 2 anni da quando un volpone della finanza, che beppe grillo definirebbe dalle pezze ar culo,  metaforicamente s'intende, non per il conto in banca personale, prese il comando della compagnia svuotandola in maniera più che legale e consentita dalle leggi imposte dai caporioni del valoroso bobbolo tajano.
Beati i puri di spirito, se non avranno il regno dei cieli, almeno non si incazzeranno terribilmente nella valle di lacrime.