16 feb 2012

Default e baci saffici

Il fallimento si avvicina sempre più e senza neanche un giudice che stabilisca se di tipo fraudolento o no, anzi i media cominciano a minimizzare, ci paragonano all'argentina, come se noi avessimo a disposizione le pampas e le risorse naturali di quel paese, già la rivedo la nostra borsa nera del dopoguerra, la doppia valuta e la possibilità di comprare l'aspirina tedesca solo a coloro che pagano in euri o oro. Se si è cresciuti a debito, sarebbe anche giusto che coloro che più si sono arricchiti da questa abnorme crescita, fossero oggi chiamati a ripagare questi enormi buffi ed invece no, si vanno a far le pulci come in grecia, ai derelitti. Non mi risulta che chi ha i soldi possieda un solo titolo di stato o buono del tesoro, anzi preferiscono essere truffati dal madoff dei parioli piuttosto che dai loro amici caporioni. Eravamo giunti a 225 anni per l'azzeramento del debito, ora mettendo anche 1 miliardo di finanziamento ai giornali, l'abolizione della politica dall'amministrazione della vita del paese, tanto la costituzione l'abbiamo ed i tecnici per governare dobbiamo pagarli lo stesso, si potrebbe scendere ed abolire il debito in un centinaio di anni. 
Il tutto per dirvi che mi sono rotto le palle di pagare gente che invece di studiare i problemi del default, si scandalizza nel vedere uomini che pisciano in strada, dopo che stabilirono che gli orinatoi pubblici erano incivili, ma brutto testa di cazzo, hai mai provato a fare il pendolare? Tutti i giorni passare per la stazione ostiense e vedere l'accesso ai bagni chiuso con il solito cartello che sono guasti a causa del vandalismo, ma allora fai pagare l'ingresso, magari 1 euro pur di evitare alla gente di andare in strada, hè no, non si può far pagare, altrimenti ce li avremmo tutti contro, dai verdi i sindacati e fino a r.c.. E le donne, non ci pensi alle donne? Specialmente quel giorno freddissimo con la neve ed i treni che non passavano, quante di loro nella penombra facevano finta di baciarsi mentre lentamente rilassavano i muscoli e bagnavano la pensilina fornendo ai soliti bigotti visioni di squirting peccaminosi da pubblicare l'indomani sulla stampa specializzata e foraggiata con i soldi del volenteroso bobbolo tajano .   

8 commenti:

Ale ha detto...

Mi sa che i Maya ci azzeccano con la fine del mondo, ma non nel senso in cui la intendiamo noi... e non credo sarebbe un male.

Giulio GMDB© ha detto...

Ci vorrebbe qualche kamikaze in stile afghano che si lanci con un camion di esplosivi su palazzo chigi o montecitorio... ;-)

Estrella_Marina ha detto...

Giusto un volontario, sì..:-)

Inneres Auge ha detto...

ci paragonano alla Grecia e noi mica abbiamo le guardie con quelle orrende calzature!

Conte di Montenegro ha detto...

Cheffigata!!! Lesbosquirting!!!

Saamaya ha detto...

Quando mi concentro sui problemi del mondo, in effetti, prendo spunto
doloroso e profondo
dall'osservazione delle mie doppiepunte.

E' un mondo difficile!

Pat ha detto...

sta cosa dei baci saffici x svuotare la vescica non l'avevo pensata ... e forse era meglio così :DD

giovanotta ha detto...

ma poveri i gemellini Giovanardi
(tutto ha un suo perché ;)

http://www.giornalettismo.com/archives/201015/io-e-mio-fratello-giovanardi-ci-vestivamo-da-donna/