29 nov 2012

I frignoni, frignatori o frignanti

A questa categoria apparteniamo tutti nojantri, che facendo parte di quel 90% che in un anno guadagniamo meno di 70.000 euri e che poi per reazione alla sodomizzazione continua cui siamo sottoposti da quella minoranza che invece guadagna, non sappiamo far altro che lamentarci, scrivere cazzate qui sul web o qualche lettera che pochi giornali hanno il coraggio di pubblicare, in definitiva frignare continuamente.
IL 10% che guadagna e che negli ultimi 15 anni, pur non aumentando il PIL nazionale ha continuato ad incrementare le sue rendite stampando carta straccia, il cosiddetto debito pubblico per più di 1000 miliardi di euri, portando la nazione alla rovina e sull'orlo della guerra civile, quel 10% continuerà per sempre a decidere, perchè il bobbolo tajano per sua natura, e per le sue origini latine poi corrotte dal cattolicesimo è facilmente ottenebrabile dalle chiacchiere. La furbizia di chi guadagna sta nello spalmarsi uniformemente in tutti i partiti e promettere cazzate da mane a sera, riempiendo programmi di 300 e più pagine o firmando contratti in diretta TV con giuramenti sulla testa dei vari figli o finanziando i loro servi nel convincere il bobbolo su cosa sia etico, come se questi pezzi di carta o btp fossero presenti nei patrimoni degli over 70.000. 
Il bobbolo tajano, da sognatore quale è sempre stato, oltre che trasmigratore, è poi affascinato dai comportamenti dei suoi simili danarosi, basta vedere quanto successo hanno in TV i programmi di gossip, di calcio miliardario ed in definitiva come i suoi più grandi rappresentanti sanno, dal punto di vista celebrale è mediamente rappresentato da un adolescente di prima o seconda media che non va oltre il 6 nelle valutazioni. Il bobbolo tajano ama i suoi caporioni, le sue star ed in cuor suo spera in un colpo di culo che possa farlo entrare di diritto nel novero del 10% che conta.

Ragazze conviene essere più confidenti con i vostri padri anche se putativi

22 nov 2012

femminicidio e omminicidio

 Vista la facilità con cui i media hanno coniato il primo termine, vorrei essere IO a passare alla storia per il brevetto del secondo, anzi col vostro aiuto potremmo trovare qualcosa di migliore, più adatta, tipo maschiolinicidio, maschionicidio....
Escludendo quei casi di degrado economico o di ereditarietà culturale, è scontato che l'hommo forte, maschio oggi pure tatuato, con le palle insomma, affascina le fantasie femminili e siccome da noi, in occidente, da tempo ogni essere umano è artefice del proprio destino, è più che giusto l'introduzione multimediale del nuovo termine.
 Per tutti gli altri invece, lo stillicidio giornaliero: 
- ma dai, o via, giusto una leccatina.. 
- sta fermo che so' nervosa, adesso non mi va. 
Il farsi carico in continuazione di tutti i problemi, per mantenere un minimo di raziocinio nella controparte, che poi si fa presto ad innervosirsi, una messa in piega che non prende, una scarpa troppo stretta, perchè nonostante l'età ci ostiniamo a comprare scarpe piccole che tanto poi si allargano, il parcheggio difficile, l'abito scollato grazie al quale si rischia la polmonite ...
 E pensare che sarebbe così semplice aiutarci a prolungare la sopravvivenza, per alcuni anche un misero pompino mattutino, prima di affrontare lo stress giornaliero potrebbe essere di grande aiuto, un gran contributo all'ottimismo che giustifichi la leggerezza dell'essere.
 I continui colpi bassi una volta superato il 7° anno, i paragoni assurdi con l'Alfonso ed i suoi grandi progressi economici per farsi poi replicare che mia mamma oltre che tirare su una famiglia seppe incrementare di molto il patrimonio nonostante il misero stipendio di mio padre e così passare alla fase isterica che consentisse il broncio per almeno una settimana.
 Come se tutto questo poi non bastasse, sembrerebbe che le più malvagie ricorrano persino alla scorrettezza chimica, evitando un corretto risciacquo, mescolando nel caffè o nella minestra quotidiana piccole dosi di sostanze inadatte ad una corretta alimentazione, ma che anticipano di molto la dipartita  ed il tutto è certificato dal fatto che il numero delle vedove è di gran lunga superiore a quello dei vedovi
 E tutto ciò escludendo le considerazioni su quelle di natura loro già superviolente.

attenzione pure al colore del gelato

16 nov 2012

Len_solari

 Mi ha molto colpito il modo serio con cui questo tizio riporta il fatto che il favoloso bobbolo laziale ha già perso 650 milioni, che per quanto già spiegato alla immensa fantasiosità dell'immaginifico, corrispondono a 3.250 appartamenti. Ora io dico, nessun giornale ne parla, nessuna tv ci allerta, come mai che Tu invece ne sei al corrente?
Come mai se ne sei al corrente, non hai messo in atto nei tanti anni di stipendi, incassati per il bene del bobbolo, con leggi ferree  e non aggirabili un rimedio alla cosa ? 
I tassinari e gli altri compari delle caste stanno ancora a ridere sulle tue lenzolate che hanno prodotto solo licenziamenti di operai che gli artigiani riuscivano a malapena a tenere in regola e il ritorno al nero dei più piccoli imprenditori con partita iva.
Come mai che i dipendenti regionali che noi del bobbolo continuiamo a pagare, nonostante le dimissioni, non possono lavorare fino all'insediamento dei prossimi amministratori? Questo andrebbe spiegato.
Inoltre andrebbe fatta una sola legge per porre fine a tutti questi sprechi, quella di ricompensare il cittadino che denuncia con le prove uno spreco od un evasore con il 20% della cifra recuperata, responsabilizzando civilmente tutti gli amministratori pubblici a rifondere il bobbolo con il loro patrimonio o con la galera le perdite generate dalla loro incompetenza e/o trascuratezza.

15 nov 2012

Maccheroni

2 mila miliardi di euro, ma di cosa stiamo parlando, ma date notizie più accurate, dettagliate, ma parlate come magnate così tutti  possono  capì che troppi ne magnavit et cicero scoppiavit.
Supponiamo che mediamente in taja con 200.000 euri si compri una casa, allora con 
1 milione di € se ne comprano 5
1000 milioni ( 1 miliardo)  =      5.000 case
1000 miliardi =                          5.000.000 case 
2000 miliardi =                        10.000.000 case
diciamo che nelle grandi città con 200 mila euri ti ci compri un appartamentino malridotto in periferia, però in provincia con i 200 mila ti compri magari una villetta nuova.
Ora supponendo una media di 3 abitanti per casa, ecco che di colpo 30 milioni di cittadini tajani si troverebbero senza un tetto di proprietà sul capo. Tra i 30 milioni ci potrebbero essere cittadini che possedevano casa a loro insaputa ed altri invece che si sono visti vendere la casa a loro insaputa ed essere un poco incazzati.
Salta subito all'occhio che per riscattare le loro proprietà, 10 milioni di capofamiglia, dovrebbero accendere un mutuo trentennale da circa 1000 euri mensili semprechè trovassero qualcuno disposto a concederlo e che l'importo racimolato con l'imu attuale è solo un granello di sabbia, prepariamoci quindi a momenti peggiori, visto che non abbiamo più l'età per emigrare oppure riaffidiamoci al collaudato venditore di scope moltiplicatore di pani e pesci che addirittura ce la toglie la imu.

cittadina con la imu   LUI toglie la imu  cittadina poi senza la imu

08 nov 2012

Erezioni tajane

Nel paese dei piccoli mafioncelli beneficiati dal condono prima penitenziale e poi eucaristico al modico costo per alcuni dell'8 per mille e per altri completamente gratuito, il giorno successivo alle erezioni, da cui non esce mai un partito con la maggioranza tale che gli consenta di governare da solo la nazione, i dibattiti affollano tutti i media, per convincere l'amato bobbolo a non disperare, perchè tutti, chi più e chi meno hanno vinto.
Ma vinto che cosa? A questo quesito che qualche cervello ancora funzionante si pone, non risultano pervenuti chiarimenti. Tutto per il bene del bobbolo, allora, questo nostro amato ed immaginifico bobbolo, oggi  tornato anche trasmigratore, così sensibile ai progressi tecnologici che non è mancato all'appuntamento con gli auricolari ed il microfono per cellulare che gli consentono di gesticolare liberamente entrambe le braccia durante la conversazione in qualsiasi posto si trovi, financo al cesso. 
Mai un doppio turno alla francese, anzi pensano di toglierlo dopo la sperimentazione nelle comunali, figuriamoci poi un maggioritario secco all'inglese, mica siamo scemi, potrebbe portarci sotto la guida di un pazzo a scatenare un'altra guerra mondiale con 8 milioni di baionette tutte già infilate. A dire il vero il nostro amato bobbolo nel lontano 1993  e 1995 vinse l referendum scegliendo una legge elettorale maggioritaria, ma poi dopo le grandi felicitazioni dei suoi furbi caporioni, assieme alla scelta di vendere tutta la rai e abolire i finanziamenti alla politica, tutto passò nel dimenticatoio, così che oggi niente di tutto questo appare nei programmi politici tanto il bobbolo ha la memoria corta.
Nelle nazioni dei piccoli mafioncelli, se si è condannati a 4 anni per la grande tendenza a delinquere e per l'accanimento giuridico verso un unico rappresentante dei caporioni, si può andare tranquillamente a festeggiare al mare di qualche paese esotico, mentre non c'è speranza per quei soliti sfigati trasgressori che continuano a impoverire la mafia, coltivandosi le solite piantine di canapa sul balcone di casa ed è sempre in quelle nazioni che accade che si rilasciano licenze (agli amici ?) per vendere panini davanti ai monumenti e poi si emettono ordinanze per multare coloro che li mangiano, ma non tutti, solamente i più brutti ed antipatici.

solo un avvertimento per le mie amate lettrici, qualora avessero esigenze culinarie e volessero sposare un cuoco.

01 nov 2012

I nuovi eroi

Chi l'avrebbe mai detto! Non appena la norma sfiora il culo di qualche appartenente alle varie caste, si grida all'inciviltà, si creano nuovi martiri.
Io non so cosa dire, non conoscendo la persona potrei solo affidarmi al mio collaboratore esperto di analisi lombrosiana, ma purtroppo al momento si trova in transilvania per una ricerca sul potente nosferatuSe lo scontro tra poteri ogni tanto genera questo tipo di inconvenienti, contrariamente a tutti i pareri delle persone importanti che leggerete o sentirete, io ne godo, almeno per quel minimo di ristabilimento di parità tra morti di fame e persone potenti. Infatti dal momento in cui i caporioni misero fuori legge i duelli non c'è più stata la possibilità per i morti di fame di poter reagire agli insulti, al fango, alla tracotanza di chi può eludere tutti i piccoli reati di vilipendio e diffamazione solo perchè ha i soldi da buttare con gli avvocati o siede su uno scranno. Ma volete mettere quei bei duelli all'alba all'ombra dei campanili o dietro le canoniche? E vabbè, pazienza ora questo bravo e scrupoloso lavoratore, fedelissimo alle direttive dei suoi datori di lavoro, grazie ai codici dell'immaginifico e favoloso bobbolo tajano, se solo riuscirà a farsi una decina di giorni di detenzione a spese dei contribuenti, sarà trasformato da delinquente come da sentenza, ad eroe nazionale e poi alla sua morte i migliori tra i sindaci si batteranno per dedicargli almeno una via, una piazza, una scuola  

Voi comunque fate bene attenzione ai primi accenni di dolore