06 feb 2014

Aggiornamento di massima


"Preti, topi e passeri, dove li trovi, lasseli", vecchio adagio contadino,  una massima molto più anticlericale nella versione di mio nonno, lui ci ficcava anche le monache. Allora la patria sfamava a malapena trenta milioni di persone con l'ottanta per cento scaglionate nei campi per produrre la ricchezza da dividere al 50% con i padroni delle terre che qui nel centro, con il papa re, erano tutti nobili o prelati. Poi venivano le volpi capaci di ammazzarti tutto il pollaio solo per il gusto di farlo, ma anche i lupi per i pastori. Così una settimana prima della semina si passava nei campi e si spargevano manciate di grano avvelenato, lo stesso valeva per il topo che se ti entrava in dispensa non si accontentava di rubarti un po' di cibo, ma ti sfregiava tutto e così bisognava privarsi di un po' di formaggio per offrirlo avvelenato al piccolino. Per i preti sorvolo, che poi non era difficile riconoscerli, come i padroni, tutti belli lisci alti e grassi in mezzo a tanta fame contadina. Poi vennero gli americani, la civiltà, il pane, i duelli erano un vago ricordo, cosicché il solito violento, quello che ti ammolla lo schiaffone senza prima avvisarti aveva sempre la possibilità di farla franca anche se avesse scelto male la sua vittima e di violenti ce ne sono in giro. Cominciano da bambini, al tempo dell'imprinting e se poco prestanti agiscono in branco, magari in sei contro la vittima designata, ben lo sappiamo noi che abbiamo fatto il militare a Cuneo, per continuare poi per tutta la vita, in ogni occasione prima le botte, perché certe devianze non si recuperano con i codici, ma applicando la legge del taglione quella barbara dell'occhio per occhio. Capisco che ci vuole coraggio, però nel caso si incappasse nell'evenienza occorre sacrificarsi, imbarbarirsi, perché ormai è tempo di un nuovo aggiornamento, i passeri son quasi estinti ed in giro si vedono solo corvi, cornacchie e gabbiani    

finalmente qualcosa di utile per i miei affezionati lettori: si ristabilisce la dignità nella coppia 
(linki di servizio) 
anche se nel  video porno coppia Ischia per ora tutto procede alla grande anche qui 

12 commenti:

Primo Junior ha detto...

Non ho tempo perché devo scappare a lavorare per la patria, per il 10% che possiede il 50% della ricchezza del paese. Lo farò quando rientrerò a casa dopo che mi sono fatto il culo per mantenere l'inps, sempre che non fallisca anche questo meraviglioso ente da decine di miliardi di debito. Buon buon bondì.....

Primo Junior ha detto...

Ecco perché non riesco più a prendere una passera...quelle poche vanno a letto solo perché le viene il sonno! Almeno i nostri nonni dopo una dura giornata accendevano le candele e aumentavano la propria famiglia...adesso mancu questo.

marcell_o ha detto...

bisogna vede' cosa pensavano le nonne dei nnni che dopo una dura giornata (anche per le nonne) accendevano le candele e aumentavano la propria famiglia
il problema della violenza non è nuovo, fortunatamente ora ci fa più orrore. ai vecchi tempi (diciamo fino a 40 anni fa) il tizio del link avrebbe ammazzato la compagna e se la sarebbe cavata con poco (c'era il delitto d'onore)
quin di a fatica ci stiamo civilizzando. c'è perfino il reato di stalking...
è che c'è comunque una certa percentuale di maschi che continua a ragionare con l'uccello e misura tutto con quello
per me certi reati andrebbero perseguiti con maggiore impegno, il cattivo esempio è contagioso
e le insicurezze di certi maschi generano mostri, continuano a generare mostri

Giulio GMDB© ha detto...

Io sono una persona pacifica che, se possibile evita sempre i guai. Certo che non so come reagirei se qualcuno toccasse la mia famiglia soprattutto tenendo conto del fatto che della giustizia non ho alcuna (ma proprio nessuna) fiducia.

Lorenzo ha detto...

Lo schiaffone di perse non è una cosa sbagliata. E' un modo di esprimersi e di confrontarsi come un altro e ha il merito di essere estremamente diretto.

Quello che fa la differenza è se il destinatario dello schiaffone ha la possibilità di replicare, in un contesto di lealtà e comunicazione paritetica. Per esempio, un conto se io do uno schiaffone a Mike Tyson, un altro se lo do a Stephen Hawking.

Ci sono forme di sopraffazione molto più laide del sano e onesto schiaffone. Che si possono includere nei due insiemi principali del "lei non sa chi sono io, le faccio passare un guaio" e del "andiamo compagni".

Primo Junior ha detto...

Marcè, si può scrivere di civilizzazione di un paese (scritto bene?) quando un reato viene portato a termine dentro una struttura carceriera che funzioni anche per il recupero del soggetto. Non si può certo togliere la vita ad un essere umano per poi uscire dopo pochi anni. Entrare adesso in un carcere vuol dire uscire ancora più problematico per la società, se questo vuol dire essere un paese civile. I veri mostri sono i nostri parlamentari, perché mentre chi fa violenza è un soggetto malato, i soggetti che stanno seduti in parlamento non possono essere considerati malati perché la loro scelta è stata fatta da noi...con la croce! Siamo tutti colpevoli nessuno escluso.

pasquale di mario ha detto...

frati, preti e polli nn'en mai satolli. detto questo saranno meglio i matrimoni gay per essere abituati a piassela in der posto ? legalmente, s'intende.

Sara ha detto...

io credo che quel piccolo mondo antico fogazzaro, fosse più crudele di quello in cui ce la sbarchiamo noi.

Primo Junior ha detto...

Sahara, dolce fanciulla del nord, non condivido il tuo pensiero, ma di sicuro lo posso accettare dentro la mia mente confusa, confusa di tanta ingiustizia e corruttore che non ci permettono di andare avanti con serenità. Io penso, ma non ha più importanza un unico pensiero perché la vera forza dell'uomo sta nel riuscire ad amalgamare tanti pensieri per creare un'onda energetica, tipo quella di Goku , per ripulire un po' il mondo invaso dai cattivi, ehm ho perso il filo, ah si.....allora pensavo prima di infognarmi in goku, che la prospettiva in passato per gli uomini antichi, diciamo del dopoguerra, era migliore e piena di speranza. Si facevano sacrifici anche per poter mandare i propri figli a scuola o università, perché il futuro offriva una vita migliore. Adesso, dolce fanciulla del nord, non si vede più niente all'orizzonte neanche per i più piccinini, anzi molti genitori pensando a questo soffrono non poco. Ci si può privare di un po' di carne, ci si può mangiare dentro una stesso piatto e si riesce ad andare avanti, ma quando si toglie la speranza alle persone adulte, quello che trasmettono ai propri piccinini non è certo amore, coraggio e speranza.

Primo Junior ha detto...

Buon buon bondì. Caro amico ti scrivo ooooooooooo per dire a te e a tutti quelli che mi vogliono bene, ma se non ci fosse neanche uno vado avanti lo stesso, che mancherò per un po' di giorni. Ho bisogno di rilassarmi e rimettere in ordine la mia stanza celebrare. Vabbè, per non offendere nessuno possiamo scrivere anche sgabuzzino, un ripostiglio o disimpegno, oppure un angolo cottura dove il mio cervello è andato a farsi friggere, quindi...gazzu ho perso di nuovo il filo -sto cazzo di maglione non finirà mai- ah ecco....potete sicuramente commentare intelligentemente senza rotture di balle. Ciao ciao amico mio. Ciao a tutti ad esclusione di lorenzo!

Primo Junior ha detto...

Perdon, a volte sono un cafone: Ciao bestia....

giovanotta ha detto...

premesso che l'immagine che si muove mi fa un po' impressione, quoto il commento di Primo alle 06.54 ('mazza Junior così presto? ;)e inclusa la confusione..
tempi duri
un saluto a te Fra e al gruppo