15 mag 2014

Il senso civico

Si può ancora ritrovare nelle piccole comunità dove viene tramandato da padre in figlio, mentre nelle metropoli, anche nelle periferie squallide che una volta erano delle piccole comunità, oggi non riesci più neanche a parcheggiare l'auto, perchè i nuovi arrivati se ne fregano e laddove una volta si mettevano quattro macchine adesso a mala pena se ne mettono tre, parcheggiate alla come viene. Meglio poi evitare di evidenziarlo quando ci si incontra, perché son tutti direttori incompresi che per la mala sorte si son dovuti adattare alla vita di periferia, ma solo temporaneamente, perchè il loro alto senso civico li riporterà ai vertici, magari politici della società per poter dare il loro alto contributo alla felicità del bobbolo. Eppure solo qualche anno fa, forse una generazione, ci si conosceva, si parcheggiava negli stessi posti in maniera ottimale, ci si scambiava due chiacchiere. 
Ma come, sono anni che le jene nei loro servizi ci fanno vedere che persino negli ospedali parcheggiano nei posti riservati agli ammalati e mo' tu te ne esci co 'sto fatto del parcheggio a cazzo?  Probabilmente questo parametro è uscito dal paniere dei valori con cui si stima il civismo, magari questa è gente che se vede 'na banana per terra subito la riccoje ed accertatisi che tutti stiano a guardare e che riprendino coi loro cellulari, la sbuccia e se la magna, senza neanche chiedersi chi l'avesse buttata e per quali usi l'avesse comprata.

...........tecniche di assunzione ...........1.................2.

14 commenti:

Inneres Auge ha detto...

i posti per gli handicappati sono sempre tutti pieni, anche quando quelli per i "normodotati" sono quasi tutti sgombri.

Lorenzo ha detto...

Io farei un ragionamento più articolato.

Per prima cosa la maggior parte della gente è stupida. Essendo stupida "vede" le cose ma non è in grado di capirne la natura. Il fatto che una certa disposizione delle auto permette un migliore sfruttamento degli spazi non è ignorato a bella posta, semplicemente è una astrazione troppo complicata per le menti della maggior parte delle persone.

Il "senso civico" non esiste di persè, si tratta invece della combinazione tra una "identità" e gli attributi che vengono associati a questa identità. In sostanza è lo stesso ragionamento della "identità di genere" e degli attributi che l'accompagnano. Se uno ha come "modello" la figura ideale dello "uomo" e associa a questa figura certi attributi, il suo comportamento tenderà ad approssimare questo "ruolo ideale". Siccome in questa fase della Storia ci tocca di subire modelli che servono a scartinare qualsiasi identità (secondo me lo scopo è di renderci deboli e quindi servi) ne consegue automaticamente che la gente non ha figure di riferimento con i loro attributi e quindi in sostanza rimane alla fase infantile dove si agisce solo per soddisfare l'impulso del momento. Il "senso civico" significa "fare la cosa giusta" perché è quello che ci si aspetta da una persona che riveste un certo ruolo (o si identifica con un certo ruolo).

Giulio GMDB© ha detto...

Concordo con l'analisi di Lorenzo. Rispetto ai tempi passati c'è meno senso civico, la stupidità invece non credo che sia aumentata ma, mentre una volta con una densità demografica ridotta anche la stupidità era diluita, ora invece è sempre più concentrata (e quindi fa più danni)

Primo Junior ha detto...

Penso che l'uomo non ha punti di riferimento superiori al proprio essere, quindi mettendoci al centro dell'universo non si può avere questo risultando essendo, come ha scritto Lorenzo, stupidi. Anche la rottura di un equilibrio dovuta alla crisi e al costo elevato di un mt quadrato, ha spinto parecchie famiglie a spostarsi in periferie dove in passato erano abitate più da gente amanti della tranquillità che no da scelte di convenienza. Un altro fattore negativo è dovuto dall'informazione che entra in modo invasivo dentro le nostre case, portando molto spesso le tragedie quotidiane. Questo rovescio della medaglia, dovuta più ad una cattiva informazione dove si spingono per fare audience programmi violenti che causano con il passare del tempo una perdita di stima verso l'esterno.

Primo Junior ha detto...

Come in passato...Perdon, a volte cambiano le parole!

Sara ha detto...

una delle ultime volte che sono stata altruista nel cercare di parcheggiare, poi c'ho rimesso io.

nonno enio ha detto...

occhio a magnarsi la banana se non siè sicuri della sua provenienza o dell'uso che se n'è fatto prima, di sti tempi meglio essere accorti...

Primo Junior ha detto...

@Lorenzo: Ti rispondo dentro questo post e no dentro quello che mi dimostrano la tua completa ignoranza da grande pinguino sopra un iceberg alla deriva. Le tue parentesi aperte per i lettori, dimostrano che, quando ragioni o tenti di esprimere un tuo concetto senza aiuto, purtroppo assomigli a una scolapasta dove piaci di continuo. Non puoi prendere gli autotreni campani quando la tua gente ha permesso un continuo inquinamento dei corsi d'acqua per via delle numerose diossine o lavaggi di silos dentro i vostri fiumi. Quindi, i campani non vedevano gli autotreni, ma voi con le stesse colpe non ci si accorgeva della moria dei pesci o di quella schiuma che copriva la riva. Anche se qualcuno li vedeva, il sistema corrotto che agevolava i grandi imprenditori faceva di tutto per insabbiare le malefatte. Questo solo per dirti che voi non siete diversi nel fottere il prossimo ai campani o a tutti i meridionali. Hai capito pinguino? Oppure vuoi tutti i fiumi inquinati e laghi dalle vostre aziende nelle vostre zone? Penso che lo sai, solo che dovresti trovare un tuo equilibrio nell'esporre i fatti, fatti che possono prendere anche nazioni come il.Giappone molto più industrializzato dell'Italia e con una cultura superiore alla nostra anche i quel senso civico che ha permesso di salvaguardare i propri cittadino, ma che non potuto fermarli nel versare il mercurio dentro le loro acque, dove la maggior parte della popolazione si nutre di pesce, causando inevitabilmente malformazioni e cancro. Ok? Alla fine non è stupido il solo popolo italiano, possiamo dire il mondo intero. Allora le tue parentesi alla lettura dei lettori sono alquante sterili, come lo sei tu. Prima parte.....

Primo Junior ha detto...

La seconda parte è andata persa per colpa di una telefonata. Che c'entrate il miscuglio di razze? Il problema del nostro paese lo si può trovare sul fallimento della nostra industrializzazione passiva ed estrattiva dove a confronto di altri paese che attuano quella attiva ed inclusiva. Questo fa si che il nostro paese possa essere definito un latecomer che per allinearsi con quelli attivi ha bisogno di fattori sostitutivi come le banche o l'interventi pubblico. Questo blocco storico come lo definì Gramsci permette di equilibrare la politica, l'economia, il sociale ed avere un'egemonia culturale e ideologica che prende tutti i cittadini perché partecipi per gli stessi obiettivi, e no, invece, solo ad esclusione di un'elite che mette da parte il cittadino. Voi fare il saputello, ma il tuo pensiero contorto non porta da nessuna parte se no ad ostinarsi a vicenda. Lavori?si...pensa alla tua donna che non hai le capacità.proprie di unire un popolo, perché gli stronzio come te devono lasciare la tastiere...di berlusconismo abbiamo le palle piene. Il tuo pensiero può essere paragonato a quello di Giustino Fortunato: Che cosa speri?-Niente- Che cosa si può fare?-Niente-, ma lui era un pensatore, anche se del niente, tu invece sei il niente in assoluto.

Primo Junior ha detto...

Ringrazia che andato perso il primo commento, ma non potevo più perdere altro tempo per te. Buona domenica....pinguino sopra.un iceberg alla deriva!

Primo Junior ha detto...

E ringrazia che ti rispondo da una rete mobile perché a casa per il momento mi sono privato di quella fissa che hai tu. Altro che voi pagate le multe e noi siamo privi di vista, idiota, la vostra cecità sta nel fatto di aver creato città dentro le città per quei pochi che si sono arricchiti per via del vostro inchino o guardare per terra. Allora paga le multe che servono ai vostri governanti a farsi i cazzi loro o a spartirsi il bottino ancora più ampio di quallo che già versiamo in tasse.

pasqualedimario ha detto...

magari po' esse che il popolo sia incosciente ma il più delle volte è proprio fraido a forza di esempi de berlusconi e dei piddisti

Anonimo ha detto...

ah nostalgia canaglia..

(giovanotta)

Lorenzo ha detto...

La psichiatria non mi interessa.