06 nov 2014

Il trapano

In cantina ho un vecchio trapano un Black & Decker, compagno di tante avventure, comprato quando già ero avanti negli anni, ché ai miei tempi i trapani costavano ed i black & decker più di tutti. Quando si metteva su casa avere un parente trapano munito era già qualcosa, io avevo mio cognato, il fratello della consorte e così quando si trattava di fare buchi ben volentieri gli offrivamo il pranzo e poi tutti a bucare. Insomma fare un buco nel muro, oltre che rischioso perché potevi beccare un filo elettrico od un tubo, necessitava della sua bella pianificazione. Quando misi su casa negli States fu l'occasione giusta ed è così che mi ritrovo questo attrezzo in cantina, lì il consumismo era almeno 20 anni avanti a noi ed i trapani costavano niente, credo lo pagai 1/4 di quello che sarebbe costato qui da noi, tanto è vero che quando rientrai preferii comprare un trasformatore e continuare ad usarlo anche in Italia. Poi venne il consumismo spinto anche qui da nojos e quindi potei comprare un trapano migliore che tengo in casa, così ho la comodità di poter farmi i buchi ogni volta che ne ho voglia, sia dentro che fuori casa, però quel vecchio trapano giù in cantina ha quel suo fascino particolare, tipo vecchio scarpone e lo uso sempre volentieri per le emozioni ed i ricordi che è capace di suscitarmi. 
Tutto questo per dire che l'altroieri il solito cojonazzo che non ha meglio da fare, perché odia i writers e non comprerebbe mai una bomboletta di vernice per imitarli, mi ha rotto la serratura di un altro sportelletto dei contatori del gas che risiedono nel muro sulla strada ed io che sono colui che mette a posto le situazioni sbagliate ho potuto usare nuovamente il mio amato attrezzo e grazie a lui senza alcuna incazzatura, ma addirittura col sorriso nella mente.
Comunque il cojonazzo deve aver qualcosa contro qualche abitante della casa, perché ho analizzato la situazione degli sportelletti del gas su tutta la strada ed appaiono tutti ben chiusi , anche se pieni di ruggine, o forse sarà perché odia gli sportelletti ben tenuti e verniciati?  

le solite avvertenze per i miei fedeli lettori in vista della prossima stagione invernale



7 commenti:

Sara ha detto...

hai adoperato il trapano alle 7 di domenica mattina come fanno i pensionati, vero?

Sara ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giulio GMDB© ha detto...

Il più bel trapano che ho avuto era un trapano a manovella che da piccolo fregavo sempre ai miei nella casa in campagna per andare a far buchi nei sassi... :-)

pasqualedimario ha detto...

a frà, te me devi spiegà che so' sti rigurgiti che inneggiano alle machine. e viva il trapano, e all'atto finale se non passi pe la strettoia dell'identificazione forzata vieni considerato un robot.
a frà ma non era meglio quann'era peggio ? molti del renzismo non sanno che fassene. un saluto ossequioso a te e a tutti i partecipanti.
se ce togli pure la partecipazione.....!!!!!
ah, e scrivi mejo i caratteri che me confonno.

nonno enio ha detto...

anch'io ho comperato a suo tempo un trapano che poi ho usato pochissimo...

giovanotta ha detto...

doveroso rispetto per il Black & Decker! quanti buchi m'ha fatto a casa mio cognato, io che avevo paura a usarlo e che m'entrasse a casa dei vicini stile i Soliti ignoti?
p.s. ma che Sara niente niente sfotte?
:)

leggoaltrove ha detto...

i buchi nel Colosseo di cui parli nell'ultimo post pubblicato... li hai fatti tu, vero?