26 nov 2015

All'armi, all'armi

  Questo fatto di non voler ammettere le pecularietà razziali, di parlare tanto per parlare senza tener conto della storia, delle esperienze dei vecchi che costruirono lungo le nostre coste le torri di avvistamento, il bel castello di santa severa, questa strunzata della globalizzazione, del semo tutti fratelli, ma dove stanno i poeti di questa gente, i cantanti, gli scienziati, le conquiste inventive ferme ormai al brevetto dei numeri e pensare che sarebbero bastate quattro cannonate e la morte di un centinaio di profughi, contro le migliaia e migliaia già avute e che verranno per soddisfare la brama di arricchimento di coloro che inculcano queste grandi idee nelle cervici dei bobboli
 Da dove vengono i miliardi che sostengono il terrorismo o a ben vedere l'agenzia per il controllo demografico visto che da quelle parti una coppia sforna un figlio l'anno a prescindere dal fatto che abbia o meno le risorse per sostenerlo? Allora, se l'occidente deve sacrificare vite dei suoi figli, se i suoi degni caporioni sono in buona fede, invece di bombardare a tappeto sui civili per ammazzare qualche mercenario assoldato per il lavoro, lo occidente deve conquistare tutti i territori dove esistono pozzi di petrolio e difenderli dai veri barbari. Poi, con i soldi della vendita del petrolio deve farsi carico di ri-costruire le città, stendere acquedotti europa-africa-mediooriente (non si capisce perchè ci sono i gasdotti e non gli acquedotti) e distribuire pacchi viveri, profilattici e merci agli indigenti che ne hanno bisogno. Questo è un punto della politica estera del partito degli under 70.000 (per i curiosi vedere con google) che abbiamo stabilito nell'ultima riunione del comitato, per un minimo di rispetto per i produttori del reddito che con il livello di tassazione attuale andare a lavorare significa mettersi a grave rischio di insolvenza e di suicidio con l'inps ed equitajja che ti chiedono il triplo perché non hai potuto pagare le loro richieste normali (22% inps, 30% irpef, irap, inail, addizionali regiocomu, camera commercio, commercialista, 10% burocrazia, corsi sicurezza, visita medica annuale, spese abbigliamento sicurezza, .......varie ed eventuali....) a cui ora  aggiungere anche il rischio di beccarsi una pallottola mentre prendono la metro per recarsi al lavoro

istituito un altro albo per la certificazione

10 commenti:

MikiMoz ha detto...

Praticamente una utopia :)

Moz-

Anonimo ha detto...

Frá, la Germania il pil è stato superiore a confronto di altri paesi per i servizi. Tu che sei più preparato di me hai già capito...PJ. Quando l'Arabia Saudita deciderà di fare scacco matto all'Isis, finirà tutto. Non certo sarà opera dell'occidente che è stata comprata come i terroristi dai Sauditi. Frá, i servizi fanno più euri dell'oro nero....i servizi, i servizi, i servizi, ma nessuno lo dice! I servizi per la grossa quantità di persone bisognose sono il futuro economico....PJ

fracatz ha detto...

Primo è già dagli anni 90 che tutte le più grandi multinazionali si sono buttate nei servizi, perché la manifattura va bene per i cinesi fino a che pagano un pugnetto di riso gli operai, però che te devo da dì, oramai il mercato sarà saturo anche per i servizi alla persona ed è chiaro che ormai la concorrenza è enorme anche se certi servizi non li puoi fare dall'estero, comunque la crescita a due cifre scordatela, sono cose fino agli anni 80, che poi era pompata dall'inflazione della nostra cara liretta stampata giorno e notte.

Anonimo ha detto...

Io intendevo sui servizi alle persone, visto che sono già partiti 3 miliardi destinati alla Turchia. Perché devono costruire se si può ottenere un guadagno seduti comodamente alla tavola rotonda.

Anonimo ha detto...

Perdon, i servizi da frontiera.

nonno enio ha detto...

a parte il fatto che nessuna nazione ha interesse a bpmbardare i pozzi di petrolio, ma ad accattare lo stesso sottocosto dagli stessi talebani che poi fanno finta di combattere... pagano o con dollari sonanti o con armamenti, magari obsoleti, ma sempre di armi si tratta e noi ci fanno sapere solo le cose che dobbiamo sapere o che possiamo "digerire"

Il Vetraio ha detto...

Sbaglierò ma mi rifaccio al concetto di amicizia tra famiglie.
Tutto è bene quando, alla sera, ognuno si chiude la porta dietro alle spalle.
Può anche chiuderla prima, rinunciando all'uso degli alluci, sia chiaro.

Io sta storia del vogliamoci bene e del rendiamo tutti uguali, non credo porterà cose buone.
Io sono veneto e la mia cultura, il mio dna e il mio spasmodico legame con la nebbia, non potrebbe essere cambiato in tempi brevi.
Nemmeno a suon di bombe.

Ecco, adesso mi son sfogato

Anonimo ha detto...

Nessuno sfogo perché questa è realtà. La maggior parte che non la pensa come te hanno degli interessi politici o economici nel programmare la fratellanza tra i popoli. Quelle poche menti eccelse che vorrebbero un mondo diverso, adesso, non incidono sull'andamento lento dell'umanità. Andiamo avanti a piccoli passi con quello che abbiamo a disposizione...PJ

Mariella ha detto...

Ma di che stiamo parlando? Che sono sempre quelli che in questi giorni discutono del clima e intanto continuano ad ammazzarci di emissioni. Radere al suolo direi...

leggoaltrove ha detto...

Frà hai un'immaginazione che supererà sempre la triste realtà. Mi piacerebbe che la tua non fosse utopia e allora che ne so... incontrarci a metà acquedotto e parlare dei tempi andati. Passa il tempo ma la sostanza delle cose rimane quella. Invariata e avariata. All'armi signore.