28 apr 2016

Maestosità della justitia terrena

Ultimamente siam rimasti colpiti qui in convento non dalle scuse a nome di noi tutti del bianco padre ai derelitti, (ogni essere umano anche per i cattolici ha il libero arbitrio quindi non mi sento di chiedere scusa a nessuno che io non abbia offeso di persona), ma dalla triste vicenda dei due giovani ragazzi che hanno perso la vita per essersi messi a scherzare col destino.
Siamo tutti stressati e la tentazione di cedere alle discussioni, alle provocazioni è tanta  anche se con tutti gli aggeggetti elettronici si potrebbe ovviare e così evitare di prendersi un pugno tale da stroncarti la vita od un' ombrellata di punta proprio dentro un occhio. Omicidi entrambi preterintenzionali ma con condanne diverse, una il doppio dell'altra e poi c'è sempre la pietra di paragone il famoso Corona che non uccise nesssuno ma si beccò il suo carico, anche se pare che stia già fuori, pare. 
Innanzitutto lasciatemi esternare le mie sentite condoglianze ai familiari delle due vittime, dopodiché, per consolare quelli di chi menò la famosa ombrellata, che si sentono discriminati rispetto a quelli del pugile per via del doppio della pena, ho voluto ricodare la vicenda del corona per escludere il fattore razza o razzismo ed a questo punto, vista la grande fama del difensore della ombrellara escluderei anche il fattore soldi, si tratta proprio della vera manifestazione della justitia terrena dopo tanti anni di manipolazioni della casta per renderla più conforme ai propri desideri.
Non capisco come mai tutto questo baccano su delle sentenze, sarà perché a scuola non insegnano più la mitologia, la saggezza delle antiche popolazioni   che avevano tutte il loro dio dell'ingiustizia (in genere femminile) da sfanculiare.
Che bello una divinità per ogni evenienza con cui potersi sfogare!
 Se può consolare i mortidifame che ancora hanno una loro fede noi padri velletrani possiamo ricordare le parole dei nostri fratelli cattolici dicendo che la ricompensa e la riparazione l'avranno nell'aldilà cosi come per tutti quelli che Lo hanno sfidato dimenticando le Sue tremende parole:
"non giudicate se non volete essere giudicati"

mi raccomando, il casco

21 apr 2016

Sofferenze

Dobbiamo ringraziare i nostri caporioni occidentali che ancora ci tollerano, pensate invece voi al controllo demografico messo su oggi con l'isis, ieri con altre sigle ed esercitato da quei caporioni accerchiati da tutti quei miseri in numero sempre crescente anno dopo anno. Chissà se la brava giovane avrebbe avuto una vita adulta più felice se da bimba non l'avessimo mandata alla montessori per irrobustirla nel suo carattere in vista della liberazione femminile appena iniziata? Per fortuna che con il bravo giovine invece decidemmo per l'asilo comunale.
Oggi, col senno di poi, dobbiamo ricrederci, anche se allora si agiva col cuore, si ascoltavano le ragioni dell'amore e mai si sarebbe ostacolato un desiderio dell'altra metà, alla faccia di Pereira che raccomandava di ascoltarle sì con cuore ed orecchie, ma tenendo anche gli occhi bene aperti. Che tempi quelli in cui tante famiglie continuavano a figliare fino ad avere il dono di una femmina, perché la figlia femmina era quella che ti accompagnava nella vita fin sul letto di morte ed il numero dei  tentativi era soggettivo, in quanto solo nelle case dei galantuomini prima arrivano le femmine e subito dopo gli uomini. 
Una vita piena di sofferenze per la maggioranza degli umani, specialmente per coloro che amano di più fare il bene che riceverlo, coloro che trattano il prossimo meglio di quanto trattano se stessi tipo gli sguatteri del guatemala, per quanto mi riguarda ho saputo tener duro, ho stretto i denti in molte occasioni per restar fedele alla mia missione: morirò, quando sarà tempo, da cretino consapevole e conclamato


sete intelligenti? Allora arriconsolateve co' l'ajetto

14 apr 2016

Continuano a ricercarmi

Pure questa volta me la sono cavata!
E non venite a dirmi che queste scie sono naturali, cose che avvengono per caso, quando come potete vedere ben due aerei si sono incrociati ed hanno segnalato il punto esatto in cui bisognava sganciare: fortunatamente ancora una volta sulla testa del mio vicino. Sarà perchè il mio giardino ha alberi d'alto fusto, sarà perché io mi son da sempre attaccato con un ripetitore al wifi del mio vicino, visto che lui sfrutta la mia veste di consulente globale, probabilmente l'intelligence pensa che il covo pornodidattico sia a casa di Gilberto e continua a sganciargli batteri persuasivi o gas abilitanti visioni altamente ottimistiche. Gilberto è un grande ottimista già di per sé e davvero non necessita di gas per alimentare la sua grande immaginificità, infatti il giorno dopo il bombardamento si è portato alla rete di confine per scambiare le solite quattro chiacchiere di buon vicinato, abbiamo parlato delle società offshore, dei fortunati che possono usufruirne (in verità in maniera non benevola, visto che noi due di certo non possiamo permettercerle) e sempre sull'offshore, siccome l'argomento che ora sostiene l'immaginificità del bobbolo thajathano è il referendum sulle famose trivelle, lui mi ha confessato in maniera strettamente confidenziale, che correrà a votare per il sì. 
- Atz gli feci con espressione meravigliata, sei sicuro? 
E lui -"sì, sì, voterò proprio sì"
- Urca, gli feci di rimando, scommetto che ti hanno pagato
- Macchè pagato, ma quando mai, lo faccio aggratiss per amore della mia patria. 
- Ed al tuo premier, al tuo premier, non ci pensi?
- Ma che premier un catz, ci ha traditi tutti, è di destra, è un chiacchierone!
Son rimasto allibito, tutto il mio pensiero sulle scie era stato stravolto, non è il governo che si preoccupa del consenso e del benessere spirituale del suo bobbolo, ma sono i rematori contro, i bastian contrari, i pirlotti, i gufi che gestiscono il business di queste scie. Dopo questa sconvolgente scoperta dovrò rivedere molto delle mie idee, del mio carattere e qualora dovessi rinascere prometto che non darò più l'esclusiva della mia persona, del mio pensiero a nessuno, partito o confraternita che sia, anche se mi rendo conto che per voi donne potrebbe sembrar offensivo: per voi non avere l'esclusiva è un po' sentirsi come una ruota di scorta
    
no, no, nessuna esclusiva, ho detto 

07 apr 2016

Play list 1 del 2016

Il tempo corre, vola, passati gli anta, i giorni si rincorrono per nostra fortuna sempre uguali e siamo ormai in primavera, è  quindi giunto il tempo di rilasciare la prima play list di questo anno che spero continui ad essere magnifico per tutti voi che mi leggete. Non crediate che me ne esco così con la solita play list perché non avevo un cazzo di nuovo da raccontarvi, con tutti i preparativi in corso per scendere in campo con i nostri sindaci del partito degli under 70.000, le scuse da accettare dal bianco padre, i coming out da prendere in esame, le grandi riforme innovative, la spending review ed il piano bombardamenti che sto approntando per l'alto comando in vista dell'invasione della Libia per dare un futuro ai nostri cari giovani che tanto necessitano di ampi spazi vitali. Ore ed ore di ascolti per poter scegliere per voi il meglio per farvi compagnia nei vostri brevi spostamenti, ma anche nei vostri viaggi, per tirarvi su il morale nei momenti grigi, a volte bui che vi passa il vostro misero stato di consumatori. Mi scuso per lo scarso risultato, ma il panorama musicale dalla mia ultima play list pubblicata lo scorso autunno  è veramente scarso di novità, credetemi, non ho trovato nulla di interessante da segnalarvi, pertanto mi affido a voi, ai vostri commenti, se avete qualcosa di accettabile per testo e melodia segnalatemelo ed io lo metto nella lista qui sotto.
( mp3 files for aficionados, as usual )


  1)  Negramaro             Il posto dei santi             Gianluigi
  2)  Negramaro            Tutto può succedere             "
  3)  Tiromancino           Piccoli miracoli                Mariella
  4)  Bud spencer b.e.   Blues di merda                Bill Lee
  5)  Marta sui tubi&FB  Salva gente                         "
  6)  Lelucidella c. e.      Le ragazze stanno bene      "
  7)  Pentatonix              Daft Punk                         Giulio
  8)  Sarah Blasko         I Awake                             Baol    
  9)  Jain                         Makeba                            Giulia
10)  Lukas Graham       7 Years                             Fracatz
11)  Maìtre Gims           Est ce que tu m'aimes     Fracatz
12) 
13) 
14) 
15) 

Questo ascolto di musica è l'unico che ti connette con il tuo Sè, approfittane