15 giu 2017

Un mondo migliore

Esultate, tra poco ci sarà qui da nojos un mondo migliore sempre più invidiato e desiderato dai migranti.
Presto sarà concessa ai 7 milioni di senza reddito la cifra di 800 euri al mese e finalmente si porrà freno alla microcriminalità: spacciatorelli, esattori dei boss mafiosi che ancora gli baciano la mano, venditori abusivi, mignotte, lavoratori dei call center, truffatori dello specchietto, etc...
Pensate, con soli 70 miliardi all'anno si realizzerà questo mondo migliore, una bazzecola rispetto a tutte le altre spese folli che fanno aumentare il nostro debito proprio di 70 miliardi ogni anno e pensare che c'è ancora gente che si chiede perché ci si rifiuta di dare una mano a qualcuno, magari un componente della propria stessa famigghia. Evidentemente avranno i loro bravi motivi, la persona va al bagno e non si lava, oppure ha il brutto vizio di scaccolarsi e per pigrizia non se le scolla dalle dita, insomma se conosci la persona eviti comportamenti di cui in seguito pentirti, invece per i 70 miliardi da distribuire ci fidiamo di tutti, insomma chi li riceverà potrà coronare il suo sogno d'amore unendosi con un'altra persona portando l'introito familiare ai 1.600 euri con i quali costruire assieme la famiglia. Siamo proprio sicuri che tutto questo avverrà e potremo licenziare il 50% delle forze dell'ordine e chiudere il 70% delle nostre carceri? L'autonomia individuale, l'autosufficienza, non sono cose prescrivibili con una ricetta, tanti di costoro saranno bravi ragazzi, ma altrettanti  non avendo frequentato da piccoli scuole di autosufficienza si riterranno beneficiati dalla sorte ed aumenteranno le dosi giornaliere di droghe, alcool e videopocker, non contribuendo così all'estinzione di quei reati di cui parlammo all'inizio, facendo fallire anche questa luminosa idea del mondo migliore. Cosa si potrebbe fare allora per realizzare questo sogno che tra l'altro presenta dei costi veramente bassi? La soluzione è semplice, invece di dare i soldi a questi giovani mortidifame, si potrebbe darli a gente di acclarati costumi, come NOI qui nell'eremo che potremmo prenderci l'onere di gestirli pro bono, rendicondando a fine anno tutte le spese fatte in favore dei bisognosi e senza doverci dare una struttura al solito livello di cooperativa.  

Ancora per ricordarvi che la citrullina non è la figlia del citrullo 


20 commenti:

Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
happysummer ha detto...

Non vedo roseo il futuro di questo tuo Partito che, scusa, mi viene voglia di scrivere con la 'p' minuscola... Ma come? Si uniscono due sbrindellati e fanno un Partito, con logo, voti, posti in Parlamento, tanti bei soldini, e voi continuate a battere cassa?

happysummer ha detto...

Non siete stati condannati, nemmeno imputati e nemmeno indagati... naah. non avete un degno curriculum, meglio andare a zappare l'orticello dietro casa (ammesso che ce l'avete una casa :D )

Lorenzo ha detto...

Ognuno attira i commenti che si merita, cosi come ogni Popolo ha i governanti e i legislatori che si merita. Gli avi sono morti a migliaia per pochi metri di terra del Carso e oggi noi diamo via tutto come San Francesco, che non a caso fu interdetto dai familiari.

La faccenda del Debito è fantastica, siamo sempre fermi a Tsipras. Non abbiamo imparato la lezione per cui tu puoi benissimo dire "sapete che c'è, non pago" solo che un secondo dopo ti chiudono la luce, il gas, ti portano via l'auto e la TV e il giorno dopo scopri che non puoi più fare la spesa al supermercato.

Si potrebbe ritornare alla "autarchia", coltivare il grano negli spartitraffico, vestirsi di panno autarchico, bere il caffe di cicoria alla luce della lampada ad olio o della candela di sego. Per qualche ragione però mi sa che qui farebbero tutti fatica a rinunciare all'iPhone.

fracatz ha detto...

Gianluì, e se ce mettessimo a produrre citrullina piuttosto che pommidori??
Quanto me piacerebbe realizzà 'sto sogno de un mondo migliore un sogno da quattro soldi eppure così difficile da realizzarsi proprio per la cattiveria che pervade l'animo degli esseri umani e speriamo poi che non siano proprio stati studiati a sua immagine e somiglianza.
Appena 70 miliardi, un sogno da quattro soldi

Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lorenzo ha detto...

Gianluigino, hai scritto nove (9) commenti tra minacce, insulti e deliri sconclusionati sui lavoratori e io ti rispondo con un elenco che copre gli ultimi 30 anni di elezioni:

XVII legislatura
Governi Letta, Renzi, Gentiloni
(in corso)
132,8% del PIL

XVI Legislatura
Governi: Berlusconi IV, Monti
29 aprile 2008 14 marzo 2013
102,4% del PIL

XV Legislatura
Governi: Prodi II
28 aprile 2006 28 aprile 2008
102,6% del PIL

XIV legislatura
Governi: Berlusconi II, Berlusconi III
30 maggio 2001 27 aprile 2006
104,7% del PIL

XIII Legislatura
Governi: Prodi I, D'Alema I, D'Alema II, Amato II
9 maggio 1996 29 maggio 2001
116,3% del PIL

XII Legislatura
Governi: Berlusconi I, Dini
15 aprile 1994 8 maggio 1996
121,8% del PIL

XI Legislatura
Governi: Amato I, Ciampi
23 aprile 1992 14 aprile 1994
105,5% del PIL

X Legislatura
Governi: Goria, De Mita, Andreotti VI, Andreotti VII
2 luglio 1987 22 aprile 1992
89,1% del PIL

Nel 19987 il Debito Pubblico italiano era 697.292 miliardi di lire.
Nel 2016 il Debito Pubblico italiano era 2.217.909 miliardi di lire, un po' meno di quattro volte tanto, il quadruplo.

Non solo OVVIAMENTE tutto questo non c'entra nulla con la mia "vita priva di soddisfazione" o col fatto che cerchi un capannone di tot metri quadri, non c'entra nemmeno col fatto di andare a votare, visto che come puoi vedere c'è stata l'alternativa tra "santi" e "demoni" al governo.

La cosa che per me è inconcepibile è che cose come il debito della ATAC romana (1.3 milirdi di euro) siano associati alle "politiche del rigore" e allo "svenamento dei lavoratori".

Adesso continua a ringhiare e sbavare.

Lorenzo ha detto...

Quanto hai tempo, invece di pensare a me che sono un povero pirla, vai a correggere questo articolo di Wikipedia, scritto ovviamente da un fascista, che attribuisce la genesi del Debito alla istituzione nei gloriosi anni '70 del "welfare" del "tutto a tutti".

Il partigiano di quartiere non si può distrarre un attimo.

fracatz ha detto...

Gianluì, please, sai che Lorenzo ci ha il suo di blogghe, quindi puoi interargirci più profondamente, non mi far intervenire per cancellare parole che possono urtare la suscettibilità e dar luogo a riseentimenti.
Per quanto riguarda la mia persona invece, sai che puoi mandarmi a fare in culo quando e come ti pare, tanto siamo in piena estate

pasqualedimario ha detto...

a Frà, comunicazione di servizio. te stavo a risponne scusandome per l'ignoranza della popolazione umbra che non vorrebbe riceve la santa immondezza romana quando improvvisamente nonsopperchè, me s'è sparito tutto dentro lo spamme che tu sai non so dov'è. prego gentilmente di rimandare le sante parole di commento che quanto prima riceverò con immutata stima e affetto.

a Frà ma sai che sta storia dei 70 migliardi non è male ? anche perchè sto reddito di cittadinanza me sa come il suffragio universale. se votano cani e porci perchè non dovrebbero magna'almeno per sdigiunasse ? e il reddito rende liberi altro che il lavoro.
sennò er clero starebbero tutti a lavorà !!

fracatz ha detto...

Pasquà ce dev'esse quarche virus, mo' li commenti ai tuoi santi scritti spariscono nell'etere senza spiegazione. Devi d'avé toccato quarche ganglio notevole, cerca de aricordatte quale ultimo tocco d'abbellimento j'hai dato ar tuo blogghe. "Mi piace" però funziona bene e te n'o messo uno, magari poi te ne metterò degli antri

happysummer ha detto...

Comunque se quella degli 800 euro al mese diventasse una realtà, sparirebbero anche le commesse, gli operai e gli impiegati. Magari si soggiornerebbe un paio di mesi in un altro Stato (non faccio nomi) e si ritornerebbe nell'ex Patria per riscuotere il reddito di cittadinanza. Dici che si può fare?

Gianluigi Rizzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.