14 set 2017

Associazione del cappero romano

Se vi divertiste ad andare lungo le vecchie mura della città eterna al tempo della fioritura (giugno - luglio) i vostri occhi godrebbero di uno spettacolo irripetibile ed io che ci ho provato e riprovato negli anni a farli crescere nel mio muretto di confine immaginate come ci rosico. Niente da fare son piante che decidono loro dove è bello o non è bello nascere e poi svilupparsi, eh sì perché davvero non ce li ha piantati nessuno in quelle vetuste mura. Così il nostro spirito libero ci ha costretti a costituire codesta benemerita associazione, perché quest'anno, ma di certo anche in futuro,  occorrono volontari causa la siccità che ormai attanaglia il nostro territorio, son tre mesi che non piove ed il caldo fa impazzire i cristiani, figuriamoci i capperi. Le piante vicine a seccarsi, scarne, spoglie malnutrite necessitano di volontari muniti di scale e bottiglie d'acqua, con libertà di concimare con l'urea nei momenti di scarsa visibilità. Se volete aderire però dovete pagarvi un'assicurazione che vi copra dei danni eventuali a voi ed a persone o cose interessate dal vostro intervento, altrimenti potrete operare senza adesione di vostra spontanea volontà, rispettando però il nostro codice di comportamento, essenzialmente non rubare i boccioli, perché abbiamo in programma con l'associazione di ripianare il debito romano vendendo vasetti e vasetti di questi capperi ai turisti di tutto il mondo con il marchio  "Il cappero dei Césari" da NOI già brevettato.

Un sano esercizio contribuisce all'equilibrio individuale e poi non rompe

6 commenti:

happysummer ha detto...

Oooooh... ci mancava proprio questa "Associazione del cappero"!..... Poiché adoro l'antica Roma e anche io "discendo dagli antichi Romani", aderirei molto volentieri se non avessi il terribile sospetto che all'esimia Associazione interessi soltanto vendere i vasetti del cappero e, forse ancora di più, l'assicurazione che è sempre molto fruttuosa :D

Gianluigi Rizzo ha detto...

Mi sembra un po' vivo il blog che ho visionato...qui si è fatta la fine del cappero. W la lega...senza Silvio!

CirINCIAMPAI ha detto...

E sono arrivata tardi!
Il cinque agosto nessuna fioritura del cappero.
Ma che meraviglia riconoscerli dove mai te li aspetteresti...
Credo che il 2017 sia l'anno l'avanzata del cappero: l'ho ritrovato sul muro di una mia casa di bambina, lì, al posto delle bocche di leone

fracatz ha detto...

Capperi, che capperi ragazzi! Piante secolari, misure extralarge, già dal prossimo raccolto il debito scenderà, verranno da tutto il mondo ad assaggiarli

happysummer ha detto...

Dici che dall'anno prossimo il debito scenderà?... Non so perché ma mi ricorda uno dei tanti cambiamenti improbabili di "L'anno che verrà" :D

happysummer ha detto...


Eh già, viviamo in un mondo sena sicurezza né certezze, l'unica che resiste è che il cappero fiorirà sempre e dovunque :D