5 ott 2017

6 x 9 = 53

L'ho sentito dire su RDS tempo fa da una concorrente del giochino dei 30 secondi, concorrente che poi nella vita lavora, a suo dire, in uno studio di commerci-a-vista. E' chiaro che oggi senza il computer non si va da nessuna parte, quindi invece di smenarla con i quiz per essere ammessi al numero chiuso e poi ri-smenarla in tutti i giornali col fatto che abbiamo il numero di laureati più basso di tutti gli altri paesi europei, sarebbe meglio tornare alle sane bocciature di una volta che selezionavano fin dalle elementari i giovani desiderosi di studiare, evitando delusioni a tutti i morti di fame che escono a stento dagli studi universitari e poi senza santi in paradiso si ritrovano senza arte né parte a casa dei loro genitori ma più impoveriti per i soldi buttati. Il nostro partito degli under 70.000 ha nel programma l'abolizione dei quiz, ma fa pagare le tasse di iscrizione in base al curriculum scolastico, dal gratuito per i migliori al doppio del costo reale per i meno bravi, perché non si tratta mica di bruscolini, anzi analizzando a fondo i costi A NOI contribuenti oggi, che fortunatamente abbiamo una valuta forte, costa meno una bombetta all'idrogeno da comprare in corea che un corso di laurea per un ritardato, oppure uno spettacolo pirotecnico di chiusura estate come quello di Muravera a chiusura della festa di S. Agostino, generosamente offerto dalla cittadinanza a dimostrazione che ormai la crisi è un lontano ricordo.

Ecco cosa significa avere una valuta forte, ora 1500 dollari non fanno più paura

11 commenti:

S. ha detto...

sempre saggio...grande francaz :)

happysummer ha detto...

Un saggio ha detto che ogni popolo ha i governanti che si merita, se è vero, allora mi domando cosa mai abbiamo fatto noi di male per ritrovarci questi cialtroni che ci comandano pensando agli affarucci loro.

happysummer ha detto...

La scuola la stanno rovinando, ora esce fuori la proposta (non so è già legge) che non si deve più bocciare nessuno, sono diventati pazzi. Cioè non sono pazzi gli alunni distratti, svogliati, poco intelligenti (bisogna prendere atto che ce ne sono) ma sono diventati pazzi i legislatori.

Sara ha detto...

Non conoscevo la festa per Sant'Agostino.
Hai ragione!

Bill Lee ha detto...


Mi sembra un'idea magnifica.

Ma dove trovi queste succulente news? Perchè a me nessuno ha mai detto che le donne si iniettano il sangue nella vagina, eh??

happysummer ha detto...

Sai che pena che abbiamo il numero più basso di laureati, questo sì che è un dramma, anzi una tragedia... Non che abbiamo i servizi più scadenti, paghiamo le tasse più alte, abbiamo il maggior numero di disoccupati, che gli stipendi sono i più bassi.

happysummer ha detto...

E poi perché dovrebbero laurearsi i poveri ragazzi? Con o senza laurea resterebbero sempre bamboccioni disoccupati, mantenuta da mamma e papà con l'aiuto della pensioncina della nonna :D

pasqualedimario ha detto...

cchiù scole pe tutti era il motto della sinistra per tanti anni ma poi quanno hanno mparato a legge i bilanci e gli imbrogli del partito, la gente ha penzato che uno valeva l'altro ma non è tutto rosatellum il vino che mbriaca. a Frà è ora de comincià a mette fori i manifesti co vota antonio vota antonio del partito dei under 70000

fracatz ha detto...

A Pasquà, er partito degli under 70.000 non ha avuto successo nel periodo buio della crisi, figuriamoci oggi che ne siamo fuori. Che ce posso fà oramai me ce so' affizionato e nun me la sento de dà vita ad un altro soggetto politico che mi sembrerebbe poi eccessivo denominare partito degli over 70.000. Purtroppo resto coerente con le mie idee giovanili, anche picché nun ce sarebbero le risorse se l'inflazione resta bassa, quasi inesistente pe' nostra fortuna (di noi del reddito fisso che abbiamo dimezzato il tenore di vita dal tempo della lira ed invece de una mela oggi ce ne tocca mezza, pur sempre meglio comunque del nulla futuro)

Anonimo ha detto...

Andò stavi fracatz quando a Roma si fottevano tutto lasciando un debito di parecchi miliardi di euro. Andò stavi, non certo in piazza a prendere manganellate intralimusi e sputare sangu e ienti. Andò stavi e andò stavate in quei tempi non molto lontani.....

fracatz ha detto...

Gian, stavo a lavorà, a produrre reddito per tutti, non scendo in piazza perché credo nella giustizia, quella divina, che ficcherà tutti questi ladroni nell'inferno. E' tutto previsto nel programma del mio partito degli under 70.000, abolizione delle elezioni amministrative, largo ai commissari governativi preparati per poter amministrare, ripianamento dei debiti pregressi o la galera per i cattivi amministratori (diciamo che al cambio di commissario e della sua equipe il bilancio deve essere almeno quello avuto dall'amministrazione precedente o migliorato in senso positivo). Lo vedi che è solo colpa del bobbolo, che è l'unico artefice dei suoi e purtroppo miei destini, il bobbolo è il prmo nemico del partito degli under 70.000, il bobbolo ci odia perché NOI gli impediamo di passare tra gli over ed è per questo che io me ne frego della piazza e continuo a produrre, ho già preparato il terreno per le fave ed i piselli per mantenere un minimo di tenor di vita da quando grazie all'entrata dell'euro lo hanno dimezzato a noi del reddito fisso