19 lug 2018

Ancora profughi

Vista l'emergenza profughi, NOI del partito degli under 70.000 abbiamo deciso di tornare in campo come ai bei tempi, abbiamo quindi riunito il comitato direttivo per analizzare i motivi che hanno fatto scartare la Nostra soluzione precedente  in cui li aiutavamo a casa loro e studiarne una più conforme alle intelligenze superiori di tutti i vari caporioni, perché come al solito si stanno scaricando tutte le colpe sul gobbo del nostro amato, generoso immaginifico bobbolo cui solo NOI degli under 70.000 siam riconoscenti e grati perché ben sappiamo che è lui che tutti NOI sostiene sulle sue teneri spalle. Bobbolo ingrato, comunque, perché si ostina ad ignorarci, accogliendo così quest'altra grande colpa sulle sue larghe spalle, senza alcuna contropartita per l'aldilà, neanche un piccolo sgravio sul comma sesto, insomma peggio della classica casta burocratica che ogni anno aggiunge nuovi carichi per render sempre più necessaria la lubrificazione. Analizzata la cosa e tenendo presente che le soluzioni radicali non son capite dagli immaginifici, siam giunti alla conclusione che occorrerà modificare profondamente i comportamenti e le legislazioni occidentali per realizzare quel sogno così caro a tutti i caporioni: la società multipigmentata (multirazziale è troppo out). 
Come nei tempi andati si dovrà tornare alla famiglia allargata, purché sotto la guida e la responsabilità anagrafica di un unico capofamiglia uomo o donna che sia, come quando si combatteva tutti i giorni e si creavano tanti orfani, vedovi e vedove e i parenti e gli amici si facevano carico dei sopravvissuti, così oggi chiunque lo voglia può aggiungere al suo stato di famiglia chi più desidera sotto la sua responsabilità, come figlio, figlia o coniuge senza limiti (animali come in figura esclusi). In questo modo tutti ne gioverebbero ma molto di più i mortidifame in quanto tra l'altro si eliminerebbero pure i divorzi, i tradimenti, i femminicidi perché con il pluriamore tra le mura domestiche non ci sarebbero più ricatti sessuali del tipo: oggi no, te la do domani, ma non la mattina che la mattina proprio non mi va.  


11 lug 2018

Ipocrisie e santi predicatori

E continuano con le notizie utili a chi s'alza ogni mattina e va a produrre ricchezza: anche ieri ci sono stati naufraghi proprio davanti le coste libiche, come se qui da nojos, nelle 24 ore non ci fossero stati avvenimenti degni da esser presi in considerazione, a parte la grande lotta alla burocrazia creata apposta per bloccare tutti gli ingranaggi produttivi senza una continua, adeguata e corretta lubrificazione. Così si può continuare con le chiachjere, con le lagrime, tutti questi vostri fratelli che rubano i canotti sulle coste occidentali (di questo nessuno parla) per portarli di là e metterli a frutto. Quando che, se fossero vere tutte queste lacrime televisive, basterebbe incaricare ryanair che con 50 euro di biglietto a testa vi potrebbe trasportare in sicurezza ogni giorno e nelle vostre case i vostri derelitti fratelli. Invece no, si continua con le chiachjere dei buontemponi, così in urto A NOI matematici che da sempre siamo abituati a risolvere i problemi alla radice ed in maniera definitiva. Almeno il divino othelmo si limita ad effettuare i suoi riti propiziatori, ma questi invece continuano a non prendere mai in considerazione l'elemento base, la pecunia, la sporca pecunia, come se loro avessero tutti  la capacità divinatoria di moltiplicare peni e pesci per tutti, per non parlare poi dello sporco affare del controllo delle nascite. Non parlano mai del loro genere di controllo nascite che in quelle sacre terre è fatto con la isis che tutti i caporioni del posto finanziano facendo morire solo i morti di fame (mai sentito di un loro caporione saltato in aria in un bus, una metro, un treno, una moschea). 
Eh sì per i caporioni è brutto vedersi circondati da tanti mortidifame e per questo che finanziano l'isis, per far terra bruciata nei quartieri periferici e nelle baraccopoli e pensare che l'impero romano cadde proprio nello stesso modo, milioni di leggi, di ipocrisie, di giuristi e principi der foro che continuavano a chiachjerare e svagarsi nelle loro orge giornaliere mentre a segunto i produttori del reddito crepavano, per fortuna però seguiti a breve dai loro degni caporioni, perché i mortidifame arrivavano ad orde e con mazze pesanti. 
Insomma, cari lavoratori, che per andare a votare oggi avete bisogno della tessera elettorale da rinnovarsi con la dovuta prassi ed iter designati da chi vi scegliete ad ogni tornata elettorale, già si sente odor di peccato, la vostra colpevolizzazione trasuda da ogni schermo televisivo, siete tutti complici in questo sterminio anche se mettete le mutande rosse ed in cambio non c'è nessuna voglia di scalare il sinai per togliere almeno quell'assurdità del sesto che vi priva tutt'oggi di quella sana pippetta giornaliera così necessaria a sbollire la rabbia tipica di chi sgobba.
Almeno, con NOI del partito degli under 70.000 potreste riappropriarvi del diritto di voto senza il possesso di quell'inutile tessera elettorale inventata 20 anni orsono dalle menti burocratiche che tengono bloccato questo paese

28 giu 2018

il giorno che me ne andrò

 Il giorno che men'andrò, sarà uguale a tutti gli altri, 
con la gente ammucchiata nei mezzi pubblici e presa dai pensieri quotidiani
ed i barboni puzzolenti a rovistare nei cassetti delle macchinette automatiche 
alla ricerca di qualche monetina. 
Con gli studenti allegri e vocianti davanti le scuole, in attesa della campanella 
e le giovani mamme dagli occhi felici a spasso coi loro bambini, 
sognando per loro futuri radiosi. 
Con gli innammorati, da sempre immortali, sorridenti, negli occhi e nei cuori 
e con il vento che scorre tra i fiori e le stelle lassù immobili a guardarVi
aspettando.
Il tempo si fermerà, però solo per me, che continuerò ad esserci nei pensieri
 di chi mi incontrò ed instintivamente mi volle bene per ritrovarci infine
tutti in quella galassia a quattro miliardi di anni luce
che tanto ci incuriosì sui banchi di scuola.

(Continuerò però ad esserci per chi desidera piazzare nel suo bel post due foto in orizzontale)
 

21 giu 2018

e dagli all'untore

Un bravo ragazzo, contagiato a sua volta da adolescente da un altro essere umano, a sua volta contagiato, pare, da una scimmia dal cazzo irresistibile e poi il nostro amato, generoso, immaginifico bobbolo  che se li ritrova tutti a carico tramite il favoloso servizio sanitario gratuito (per chi non paga tasse) ed accessibile a tutti, residenti e non, bobbolo che da oggi merita anche l'aggettivo di paziente per via di questi avvenimenti che lo costringono ad aumentare l'attesa  per una visita ginecologica od una mammografia di screening.
Cazzo, ce ne fosse stato uno tra i tanti mass_media che avesse affrontato l'argomento dal punto di vista economico e della giustizia sociale! 
Sei un trasgressivo, ti lasci trascinare dalle mode creative, lo sballo obbligatorio, il sesso ormai ti attira solo se fatto in maniera estrema e non ti accontenti più del noioso borghesissimo, ben augurante rapportino anale con preservativo di inizio anno, beh, allora te ne vai affanculo, perché questo genere di malattie vengono escluse dal servizio sanitario gratuito e se sei un morto di fame, NOI del partito degli under 70.000 ti rinchiudiamo in un lazzaretto fino a che non guarisci naturalmente o muori.
Però, come son diventato intransigente in materia col passar degli anni, sarà mica tutta invidia? 
Bisogna riconoscere che ne ha fatta di strada la vagina thajathana da quando NOI si andava in adriatico alla ricerca delle evolute straniere e comunque si condiva sempre il tutto con un briciolo di sentimento, cazzo 250 riconosciute oltre tutte quelle che l'han scampata bella in soli 10 anni fanno una media di una a settimana, quindi dovremo anche rivedere, con l'aiuto di qualche giovane quel rapporto donne - femmine che nella mia mente era fermo a quel misero 10% della mia magra gioventù

14 giu 2018

Cipressi alti e neri

(http://www.funpic.hu/)

Cipressi alti e neri, neri ancor più di ieri
che tanto siete nei miei pensieri ed incantato
mi fermo ancora a guardarvi
e lei che continua col suo ritornello "perché non parlii"....
che azzo c'èè, sei sempre tee.....
non ti basta vedere qualcosa che già parla da séé..
vuoi che parlo, riparlo e no, non parlo piùù, 
tanto alla fine devo smettere e c'hai ragione sempre tuu
non canto piùù
è fiato perso e lo sai pure tu
stiamo insieme da tanti anni lo sai
e la voglia di vivere non ci abbandona ormai
                                                                                (acqua in bocca ragazzi)




7 giu 2018

Siamo proprio diversi

Ve l'avevo già detto il 3 maggio scorso, siamo diversi e tra di noi non ci potrà mai esser intesa, comunione di idee, complicità a parte le sessuali. E' finita la bagarre, son finiti i giochini a chi è più furbo, chi ce l'ha più lungo, chi suona meglio il piffero incantatore: ma ti pare a te che non si poteva trovare un nome adatto alla posizione?
Lo stesso Fracatz, chiamato alla missione, saprebbe esibire le sue capacità comunicative in lingua madre oppure inglese nelle sedi opportune, imparando a memoria i discorsi scritti da altri e recitandoli davanti ai microfoni e le platee plaudenti, con una giusta moderata gesticolazione delle mani come ben si addice ai caporioni dei bobboli latini. Quante volte l'ho fatto nella mia lunga vita lavorativa, con la differenza che i discorsi me li scrivevo da me e poi li mandavo a mente, che mi scoccia il dover leggere o il dover parlare a braccio di cose importanti. A meno che non ci sia stato lo zampino del nano, il sempiterno nano che abbia manovrato il pupone per affossare i grillini, visto che ormai è stato riabilitato e che può scendere di nuovo in campo lanciando un'opa su tutta la baracca che lo sostiene. Spiace constatare l'ingenuità di questi bravi ragazzi che hanno abboccato all'esca e son andati in escandescenze più del diretto interessato provocatore ed adesso se qualcuno di loro mi legge spero comunichi ai suoi capetti di rimangiarsi tutto, perché la campagna elettorale delle prossime elezioni verterà tutta sulla questione dell'euro tanto che i furbi caporioni le faranno passare come un referendum sulla moneta unica. A quel punto anche il più immaginifico componente del nostro amato bobbolo avendo ancora viva la memoria che quando cambiammo la moneta ci fu in un paio d'anni il dimezzamento del potere di acquisto di tutti i lavoratori e dei pensionati, mentre i caporioni tutti si triplicarono le prebende, di certo non voterebbe per un nuovo cambio di moneta, con il quale si ripeterebbe la stessa cosa. Il bobbolo fa tesoro degli insegnamenti storici, insomma l'avete fottuto una volta e volete ancora insistere (chissà magari ce prova gusto e poi la spesa per le ilizioni se le paga da solo).
Con tutto il lavoro aggratis che c'è da fare senza occuparsi della moneta mi fate ritornare a mente il grande rottamatore che gattopardescamente galleggiò e fece galleggiare lo staus quo per ben altri 5 anni, senza rottamare nemmeno il CNEL, lasciando le cose immutate così come comandato da chi conta e sa.
Nella situazione venutasi a creare NOI del partito degli under 70.000 ne avremmo approfittato per concretizzare la nostra scala dei valori partendo dai dipendenti pubblici, i quali devono avere come unica motivazione il bene dello stato e dei suoi abitanti, pertanto avremmo portato il compenso mensile più alto a 5.300 per i presidenti, 3000 per i ministri e 2000 per gli onorevoli già gratificati dal ruolo che ricoprono, adeguando il resto delle retribuzioni in accordo al diagramma del nostro partito. Avremmo poi continuato con l'eliminazione degli enti inutili, la vendita della RAI come stabilita dal bobbolo con referendum nel 1995 e con tutte le altre cose scoperte in una lista redatta a pagamento con nome inglese per darle la dovuta visibilità bobbolare, magari prendendo a prestito qualche idea anche da un finto bombarolo rottamatore.

anche stavolta è finita 4 a 1

31 mag 2018

il corriculo

Ovunque te giri c'è un gran movimento de gente indaffarata a procacciasse er giusto corriculo, così anch'io me so' dovuto dà da fà, hai visto mai un domani col mio partito degli under 70.000 dovessi esse chiamato a risollevà le sorti der nostro amato generoso immaginifico bobbolo, beneficiato, come tutti i bobboli latini, dal perdono prima confessionale, poi eucaristico e quindi tombale pe' nun perdese l'occasione de trovasse bbene anche nell'aldilà. Così ho cominciato a rispolverare vecchie carte, bonifici bancari, attestanti le mie varie collaborazioni con i tanti gruppi e le università mondiali, però poi c'ho rinunciato, sia per motivi fiscali che per il timore di esser silurato dalla mia azienda, in quanto avendo sempre lavorato in aziende private mi risulterebbe difficile giustificare tutte le mie assenze, le mie finte malattie, le attrezzature prese in prestito e mai restituite, i segreti di laboratorio personalizzati essendo io da sempre un tecnico oltre che poeta della legge. Certo muovendomi in quel mondo mi capitava spesso di incontrarmi con colleghi italiani fortunati in quanto dipendenti pubblici che potevano abbandonare i loro studenti agli assistenti ed assentarsi a lungo per tenere lezioni e corsi retribuiti in dollari con i relativi contributi pensionistici alla social security, però, purtroppo, potevo solo invidiarli, ma quando rinascerò giuro che non snobberò mai più tutti i concorsi statali. Allora ho pensato di rivolgermi al mio amato professor Ciompi e sono andato a trovarlo dopo tanti anni, però senza esito, è completamente andato, si muove a stento aiutato dalla badante ed è inutile chiedergli una lettera, un messaggio registrato da mettere su youtube: gli anni passano e riducono tutti in polvere. Pertanto non mi resta che affidarmi alla mia chiara fama, alla possanza del mio nome Fracatz, confermata da google come potete ben verificare, chiudendo questo corriculo con la promessa di potenziare le mie capacità divinatorie con esercizi quotidiani per poter arrivare a distribuire dal nulla peni e pesci pe' tutti.       

per le più precise e scrupolose

24 mag 2018

L'ottimista

L'ottimismo dovrebbe esser riservato solo ai benestanti, magari stitici, che sognano cospicue ed indolori evacuazioni giornaliere. Guai ad un mortodifame comportarsi da ottimista, vedere il futuro roseo e passare di prestito in prestito, dalla finanziaria per cambiare auto, alla cessione del quinto per pagare il dentista al figlio, come fanno in maniera disinvolta le giovani generazioni. E poi ancora co' 'sto fenomeno delle vacche sacre del mezzogiorno thajathano, che un tizio la domenica sera ce fa vede in TV, facendoci ascoltare i pareri degli studiosi del fatto e gli auspici dei più ottimisti perché venga represso con le carte bollate e gli avvocati. 
IO però ricordo bene che da bambino gli agricoltori potevano sparare nelle loro proprietà e quando arrivava la volpe, tutti all'erta e poi si festeggiava, mentre agli storni si sparava con i tubi innocenti caricati con i chiodini. Certo se oggi è vietato allora gli storni da migratori diventano stanziali come le volpi e se poi ti vengono a trovare le vacche sacre, allora ti rivolgi all'avvocato vendendo tutta la terra per affrontarne le spese, oppure vendi tutto e te ne vai. Diciamo che con NOI del partito degli under 70.000 occorrerebbe un ventennio di governo per la cancellazione delle migliaia di leggi fatte negli ultimi quaranta anni per rendere possibile lavorare a chi ne ha ancora voglia e poter appianare la situazione dei debiti procurati dalle legislazioni castali che hanno suddiviso il nostro amato generoso immaginifico bobbolo in figli e figliastri  ed una volta ripianato il debito in maniera equa ed indolore potremmo iniziare a vivere in una società più civile. Invece questi giovani ragazzi cosa ti fanno? Vogliono tutto e subito, ed allora vai co' le finanziarie, vai con le cessioni del quinto pur di passare alla storia come grandi ed illuminati personaggi piuttosto che miseri cazzari.  
Eh già, i cazzari, ce ne son sempre stati, però questi son ben sopportati dal loro amato generoso immaginifico bobbolo che se li sceglie e se li vota ogni cinque anni per sentirsi ben rappresentati. 


17 mag 2018

Il reddito di cittadinanza

ATTENZIONE.... aggiornamento importante allo statuto del NOSTRO partito degli under 70.000.
Alla luce degli ultimi avvenimenti, nella riunione straordinaria del giorno 10, abbiamo deciso di applicare la piramide reddituale solo ai dipendenti pubblici ed ai pensionati, le ditte private possono comportarsi come meglio credono, tenendo però presente che con NOI, in caso di insolvenze, tutti debbono portare i libri in tribunale per la procedura fallimentare, comprese le banche ed in caso di fraudolenze, tutti i  dirigenti colpevoli verranno spediti a differenziare la spazzatura nei campi lavoro, fino alla restituzione di tutto il malloppo derubato. In questo modo si risparmieranno soldi da dedicare al reddito di cittadinanza che abbiamo preso anche NOI in considerazione, però in misura ridotta e cioè dello stesso importo della pensione sociale di 500 euri mensili. In questo modo si favorirebbe la convivenza e la socializzazione, infatti mettendosi assieme 2 cittadini cumulerebbero 1000 euri con i quali si può iniziare a galleggiare, per non parlare poi degli amanti del trio o dei poliamorosi. Certo le nostre mamme con mille euri ci avrebbero cresciuto una famigliola, anche se siamo ben lontani dalle favolose mille lire al mese. Oggi nelle città potrebbe funzionare per i trii o le due coppie in poliamore in un appartamentino di due camere, purché l'amministrazione sia fatta solo dalla persona più accorta nel gruppo mentre nei paesi spopolati della nostra bella terra con quella cifra ci si potrebbe persino pagare il mutuo di qualche casa abbandonata e restaurarla e nel tempo cercar di coltivare terreni abbandonati almeno per ricavarci la frutta e la verdura. Poi istituendo un premio annuale da destinare ai gruppi che hanno saputo ben investire questi soldini, si potrebbe incentivare i giovani che hanno veramente voglia di fare a lasciare in pace i loro genitori uscendo dalla casa natale, perché per i bamboccioni da divano e da gingilletto collegato al wifi questo reddito di cittadinanza sarebbe solo uno stimolo all'uso della droga od altri diversivi a me purtroppo sconosciuti e quindi, in mancanza di risultati utili, da revocarsi immediatamente. 

nella vita di gruppo sappiate sempre riconoscere ed allontanare i vampiri

10 mag 2018

La tassa flatta

Tolti i grandi capitani, pubblici e privati, che percepiscono super prebende dalle loro partecipazioni incrociate con parenti ed amici nei vari consigli d'amministrazione, esiste già oggi una sorta di italica tassa moscia, per i liberi professionisti, basta affrontare il profondo labirinto legislativo thajathano con un consulente adeguato e si avrà persino il diritto alla pensione sociale. Eh già, la pensione sociale, che percepiscono due miei coetanei, moglie e marito, con regolare barca da 14 metri ancorata non tanto lontano, in Sardegna. 
Allora, prendiamo il dentista nullatenente, con due studi medici, uno a Roma zona tuscolano e l'altro a Latina con tanto di società titolari degli stessi che chiudono il bilancio sempre in perdita od al massimo in pari, perché distribuiscono retribuzioni favolose a tutti i dipendenti, anche alle segretarie, con l'obbligo morale degli stessi a riversare in contanti almeno il 50% al titolare nullatenente, con grande soddisfazione per i lavoratori, in quanto versando forti contributi all'inps, in vecchiaia godranno di laute pensioni, mentre la noiosa tassa irpef viene scaglionata su diversi contribuenti e si mantiene bassina realizzando quella famosa tassa moscia di cui nessuno Vi spiega a chi fa comodo. Chiaramente con la realizzazione di una tassa moscia ufficiale, ci andrebbe a quatambiare tutta la bobbolazione, anche i pensionati con più di 20.000 annui, ma in particolar modo tutti i caporioni over 70.000 non liberi professionisti, che vengono retribuiti mensilmente con busta paga, cioè coloro che fino ad oggi forniscono l'80% delle entrate all'erario.
Certo i caporioni salariati mensilmente non avrebbero tutti i vantaggi che oggi ha il dentista della tuscolana, che può sfruttare anche il suo stato di nullatenente e, carpendo la buona fede di chi lo vede andare in giro col macchinone intestato ad una delle sue società, riesce a mollare sòle a destra e a manca, buon'ultima quella di non pagare l'affitto del suo pied a terre dove porta a turno le sue dipendenti per brindare alla terra thajathana ed ai buontemponi che la popolano.
Nel NOSTRO partito degli under 70.000 la tassa moscia non ha trovato alcuna razionalità, anche perché non obbliga i caporioni a comprare i BTP che si continuano a stampare per remunerarli ogni mese, quindi ci spiace per i caporioni salariati, però ci tengo a ricordare a costoro che con NOI, i dentisti nullatenenti che approfittano della loro condizione per procurare danni al prossimo, vanno nei campi lavoro a fare la differenziata finché non avranno recuperato materiali a sufficienza per ripagare i loro danni (purtroppo non si può più venderli al mercato degli schiavi perché non è più in vigore il pagano diritto romano)

per i precisetti della situazione

3 mag 2018

Siamo diversi

Siamo diversi, fottutamente diversi ed è per questo che NOI, del partito degli under 70.000, non facciamo presa nelle cervici del nostro amato, generoso, immaginifico bobbolo.
Dopo tante chiacchiere ora gli immaginifici tutti parlano di tornare alle urne, senza mai specificare a spese di chi, né i più generosi promettere almeno una paghetta per invogliare i loro compatrioti più bisognosi.
Chi ha l'obbligo morale di finanziare una nuova tornata elettorale e magari, una volta preso il via, tante altre ad ogni mese successivo? 
NOI che siamo usi a risolvere i problemi in maniera definitiva nell'interesse del nostro amato bobbolo, sappiamo benissimo chi dovrebbe essere espropriato dei suoi beni materiali per il finanziamento di turni elettorali inconcludenti. Di certo se un'azienda privata elegesse a manager gente che cura accuratamente i propri affari fregandosene del bene aziendale, essa, l'azienda, sarebbe destinata al fallimento, così come è successo alla nostra bella, dolce, amata patria per colpa del nostro amato generoso immaginifico bobbolo che, snobbando la nostra matematica, non ha saputo approfittare almeno dell'occasione proposta dai grillini de mannalli tutti affanculo assieme alla loro bella legge elettorale studiata per non produrre un bel nulla. Andrebbero espropriati particolarmente coloro che, felici dello status quo, si affacciano ai balconi mediatici e continuano ancora a predicare che in Francia un certo macron è andato al potere con un incostituzionale 20% dei consensi, quando tutti NOI sappiamo che per vincere un ballottaggio occorre avere almeno il 51%, che poi a ben analizzare, siccome ormai a votare va solo un 50% degli aventi diritto, i suddetti predicatori dovrebbero dire la verità al nostro amato bobbolo e che cioè il suddetto macron da grande usurpatore si è preso il potere con un misero e per noi, poeti della legge,  incostituzionalissimo, antidemocraticissimo 10%, mica cazzi. 

Ahò, affrettateve ce n'é rimasta solo una 

26 apr 2018

O' Sarracino

Sarracino è una delle cose che ti colpiscono e poi restano indelebilmente nella memoria fino alla morte. Era un professore d'italiano di origine chiaramente sicula, questo per accontentare i più curiosi sul titolo del post, il suo cognome e mi accompagnò per ben due anni nelle superiori. Il Sarracino non spiegava, ma la sua lezione consisteva nel leggere i libri di testo di italiano e storia tra una sigaretta e l'altra, ché allora tutti fumavano anche in aula seduti in cattedra (evito di dire sulla cattedra per non confondere chi legge) fermandosi e sbuffando ogni tanto per via dell'ossigeno scarseggiante. Con lui il mio voto maximo era il sei, strappato a grande fatica e siccome già a quei tempi avevo capito quale doveva essere il mio comportamento tra i banchi scolastici, assumevo sempre un atteggiamento remissivo e di basso profilo, chissà, forse aveva in odio le persone diversamente intelligenti o era uno di quelli che ti prendono in antipatia solo al primo sguardo. Insomma non avevo mai avuto problemi in italiano nella mia carriera scolastica, addirittura ricordo, anche questo in maniera indelebile, che la professoressa del primo anno mi regalò un Diario di Anna Frank solo a me in tutta la classe di adolescenti a sottolineare che per lei ero l'unico di quella età a poter apprezzare i pensieri della sfortunata ebrea. A volte si dice il caso, la fortuna, fatto sta che nella classe c'era un ragazzo che impiegava sempre due anni per superarne uno, erano sei anni che frequentava e si trovava ancora al terzo (a quei tempi la scuola era selettiva, così i più bravi poi accedevano alle università senza dover affrontare l'enigma dei quiz di accesso e gli altri non perdevano anni per scegliersi un mestiere ed iniziarne quanto prima possibile il praticantato) e siccome questo ragazzo abitava vicino casa mia, mi chiese di aiutarlo e di studiare assieme a lui, perché temeva di esser bocciato per la seconda volta nella terza classe ed esser costretto ad uscire dalla scuola pubblica. Io fin d'allora già trattavo gli affari altrui meglio di come tratto i miei e quindi da buon samaritano dopo tanti anni di oratorio acconsentii e non sapevo proprio come tirarmi fuori ed uscirne senza troppe ossa rotte. Per fortuna il Sarracino vegliava su di me, così una mattina in cui aveva due ore fece consegnare a tutta la classe i quaderni e si mise a correggerci il riassunto di un racconto che avevamo come compito casalingo. Il ragazzo ripetente veniva prima di me in ordine alfabetico e si prese un bel sette, quando fu il mio turno mi alzai ed andai a ritirare il mio quaderno, con un bel quattro come voto. Al che feci notare al prof come poteva esser stato, in quanto aveva valutato lo stesso compito prima con sette e poi con quattro. Gli spiegai che il ragazzo aveva lo stesso mio compito in quanto studiavamo assieme e lui copiando da me cercava di superare l'anno scolastico. Lui prese i due quaderni e rileggendoli mi disse che il mio quattro derivava dal fatto che avevo usato il verbo avere in maniera inappropriata, scrivendo "ha piovuto", mentre il mio amico aveva scritto correttamente "è piovuto". Al che io soprassedei, dicendo che in tutti i telegiornali e nelle previsioni del tempo gente pagata profumatamente usava il verbo avere ed io erroneamente pensavo che ormai fosse entrato nel parlare quotidiano. Grazie al Sarracino potei sfilarmi quel terribile coso che mi era entrato nel di dietro facendogli persino un cazziatone perché lui copiava e se ne  fregava di correggermi gli errori. Così oggi ogni volta che sento in TV l'uso improprio degli ausiliari specialmente con tutti i terribili eventi atmosferici odierni mi ritorna in mente il purista, il terribile Sarracino....
- ha tremato, la terra ha tremato ancora
ma che cazzo ha tremato, 
- è tremata , la terra è tremata di nuovo            
nngggnnuurraaaannttt..............

Solo per chi desidera crescere e migliorarsi

19 apr 2018

Attenti ai buchi neri

Ecco se è questo il problema, sappiate che, se finite in un buco nero, non dovete aver paura, si può uscirne, invece vanno sempre più alla grande i truffatori che si appropriano delle identità altrui e creano danni irreparabili agli esseri umani residenti nei paesi delle banane. Ho appena rinnovato la carta di identità alla modica cifra di 20 euro, un tagliandino di plastica con foto irriconoscibile di 1 centimetroquadro, ma con chip elettronico che conterrà chissà quali notizie utili a chi le può leggere, tipo le impronte digitali, etc. Ora, dico io, con quale criterio nascono le vie burocratiche? Che vantaggio ha il cittadino, che difesa maggiore gli viene offerta? Perché le anagrafi di tutti i comuni che rilasciano carte di identità non le mettono in rete con grande foto del titolare come quella di una volta, cosicché con un cellulare chiunque possa verificare che il truffatore che ha di fronte sia proprio lui? E' chiaro che con NOI del partito degli under 70.000, tutto ciò sarebbe realizzato, perché NOI risolviamo i problemi in maniera radicale ed il cittadino potrebbe andare in giro anche senza documenti, in quanto sarebbe riconoscibile con un collegamento al sito. E la praivasi, direbbero i più forbiti? NOI siam convinti che la praivasi difende solo i truffatori, per NOI tutto deve esser messo in rete, anche le bollette telefoniche, mentre che invece pe' loro (e quindi puro pe' voi) è tutto sotto controllo, mancava solo la stangata a coloro che rovistano nei cazzonetti e sporcano i marciapiedi, 200 euro di multa e per far rispettare la norma hanno ingaggiato altri mille vigili urbani pronti a scrivere migliaia di verbali al giorno escludendo  coloro che lo fanno alla ricerca di cibo e lo consumino però solo se la data di scadenza non è stata superata.
A G G I O R N A M E N T O del 23/04 i gestori della justicia dell'immaginifico hanno rilasciato il più grande truffatore, che per NOI del partito degli under 70.000 dovrebbe esser venduto come schiavo, attenzione che ha già ripreso la sua attività   
A GG I O R N A M E N T O del 29/04 grazie alle indagini della redazione delle jene, il truffatore che tanti danni ha procurato alla povera gente è stato riacchiappato e ricollocato in galera, purtroppo a spese (428 euri al giorno) del nostro amato generoso immaginifico bobbolo, quando per NOI del partito degli under 70.000 sarebbe stato collocato, palla di piombo al piede, in uno dei tanti campi lavoro a differenziare la spazzatura delle sue vittime   

12 apr 2018

Racazzate

Vabbene gli ormoni ormai scemati, il DNA, però con un minimo di sforzo si potrebbe gestire la cosa con un briciolo di generosità come faccio io che ho in tasca sempre un po' di spiccioli e li distribuisco agli indigenti beandomi di quello sguardo di riconoscenza che mi ripaga di tutte le amarezze della mia misera esistenza. Ma che vuoi, è così invecchiata dentro che ora il burro lo mette tutto nella crostata, lo mette! Non c'è più quella complicità, quella fiamma che da sola teneva in piedi la piramide, oggi ci si affida al raziocinio e ci si ingrassa con le crostate. E perché, di certo anche er bomba nel segreto dell'urna avrà votato il NO, ché lui con lo status quo ci stà alla grande e poi c'aveva sempre er colpevole de tutti i mali, l'alfy, il poltronaro, altrimenti se voleva rottamare veramente poteva andare al voto con la bella legge italicum validandola anche per il senato e poi con la maggioranza assoluta, ché il bobbolo allora ancora veleggiava con la mente e gli ottanta euri, poteva riformare tutto ciò che voleva. 
Ma di che parlavamo, ah, debbo ricordarmi di comprare il panetto di burro da 250, mi ci ha telefonato apposta, mica cazzi.  Sdoganato dal Marlon il burro nel rapporto di coppia è un must, assolutamente indispensabile specialmente nel week end.
- che facciamo, andiamo al mare, in montagna?
- sì, cara, ma non dimenticare il burro, mi raccomando  

E non fateve sempre riconosce come al solito

3 apr 2018

Caporioni

- Porello, proprio Lui che s'era abbituato a esse sempre er primo
- Dice "e che sarà mai, ogni tanto se po' pure esse seconni, basta che c'è l'ammore, l'ammore pe' la pattria e pe' i suoi abitanti"
- Ma quello è troppo giovine, quello primma o poi lo lascia: comme tutti li giovani, tradiscono, so' incostanti, vonno tutto e subbito
- Sì, vabbé ma in fin de' conti so' problemi superabili e poi co' la grana ce vo' poco, te prenni la tessera in una sezione riconoscente, distribuisci merendine ed al prossimo turno elettorale te fai elegge anche nell'antro partito  
- Dice " però che bravo rigazzo quer fichetto, ha subbito arrinunciato al secondo stipendio che je veniva dato pe' diritto"
- Ma hai visto quanti stipenni se ponno abbuscà: uno nella veste de diputato, n'antro cor manto de prisidente, pur lavoranno nelle stesse 24 ore per il bene del nostro amato, generoso, immaginifico bobbolo?
- Ma che voi che sieno du stipenducci tra i servitori del popolo, 'na vorta ce n'era uno, na gran capoccia, che de stipenni ce n'aveva 25, sì proprio 25 comme li sordati der papa e lui ce riusciva a stajje dietro a tutti nelle 24 ore der giorno  
- Si, me lo ricordo, però mo' che c'entrano 'sti sordati der papa?
- 25 sordati der papa, in una giurnata, nun carpirono nimmeno 'na rapa, mentre uno del re ne carpì ben 103, questa ed altre storie sul regno materiale me le ricontava mi' nonna paterna, contadina mezzadra, però tanti, ma tanti anni orsono

29 mar 2018

Pasqua 2018


Un caro e primaverile augurio di pace e serenità a Voi
ed ai vostri cari

Fracatz
 Non lasciate che le asperità della vita vi impediscano di godere di una bella giornata di sole o di un picnic sui prati tra uno stuolo di bimbi festosi. 
Rallegriamo i nostri cuori perché la bella stagione è in arrivo ancora una volta

22 mar 2018

Odio i marciapiedi di periferia

 
Odio i marciapiedi di periferia, di estrema periferia
con il loro asfalto magro, povero di bitume
già logori dopo un anno  o due
Amo il basalto, l'antico bel basalto 
usato nei centri storici e nei quartieri bene
al costo di 90 euri al metroquadro e 
pagato con i soldi di noi mortidifame  
che da sempre viviamo appieno la periferia,
l'estrema periferia 
e senza il conforto dei giochi olimpici 
per poter passare anche noi 
come tutti loro, 
di diritto, alla storia



Finalmente stabilito un altro punto vitale per il futuro dei nostri giovani

15 mar 2018

l'8 di marzo scorso

L'8 di marzo, qui a Roma ed in Italia, pe' dispetto, hanno fatto lo sciopero dei mezzi bubblici, così le donne (non le femmine) son dovute restare a casa a far i lavori domestici ed a mugugnare sulla loro triste condizione esistenziale. Niente corteo o passeggiata in centro, niente shopping o tè con le amiche, ma la solita giornata senza storia nel quartieruccio di periferia. Ma figuriamoci, ma se la vita l'è dura per una portatrice sana di faiga, allora cosa è per tutti noi maschioni sempre in lotta per adempiere all'alto compito dell'impollinazione affidatoci a suo tempo da Lui? 
Ma su quali dati poi si fonda il sospetto di questa discriminazione? 
Al mondo si sa vi sono più donne che uomini, quest'ultimi hanno un alto tasso di mortalità, qui da nojos, in thaja, ogni anno vi sono più di mille lavoratori maschi morti sul lavoro anche se non percepiscono l'indennità di rischio come gli appartenenti alle forze dell'ordine. Per non parlare poi delle vedove, che liberatesi dal fastidio riescono a raggiungere persino il secolo di vita con grave nocumento per l'inps e quindi per i nostri poveri ragazzi che ne pagano i contributi.
I barboni sono al 90% tutti uomini, rovinati dal vizio, dalle droghe, dal gioco e dalle donne, insomma non mi pare che ci sia tutta questa differenza tra le esistenze dei due generi ufficiali, però a lamentarsi torna sempre utile, qualcosa in più la si ottiene sempre, magari le quote rosa nei posti statali. Poi sarebbe ora di farla finita per quanto riguarda i posti di lavoro nelle aziende private, l'imprenditore ha il diritto di remunerare di più chi gli aggrada, certo se poi è così fesso da pagare di più i lavativi o le persone a lui simpatiche il fallimento dell'azienda è sicuro.
Però che bello quando per l'8 di marzo si scriveva qualcosa con l'immancabile mazzo di mimosa lassù, in alto, a sinistra !   

per fortuna che ancora c'è chi studia i comportamenti e ce li comunica

8 mar 2018

Il giusto ritorno

Finalmente è finita, è finita 'sta storia delle ilizioni, è finito tutto questo sfoggio di buona creanza televisivo, tutte 'ste favole pe' e' criature, pian piano si ritorna alla normalità, alla realtà, ai veri problemi ed io tra qualche giorno potrò re-indossare le mie belle camicie nere senza il rischio di  qualche mazzarellata sui mezzi pubblici. Ognuno avrà i suoi soliti guai da gestire e tenere sotto controllo e poi per ora la neve non torna, erano sei anni che a Roma mancava e speriamo di rivederla tra altri sei anni. Colgo l'occasione per dare un consiglio utile per gli acquisti a coloro che non vivono nei condomini, ma hanno la loro casa singola, magari ereditata dai propri nonni: fate attenzione alla carta igienica che usate, perché grazie alle moderne tecnologie, ve ne sono in commercio dei tipi realizzati con strati di plastica sottilissimi, morbidi, ma che non si sciolgono al contatto con l'acqua, quindi prima di usarla, fate la prova di solubilità, prendetene un pezzo, mettetelo nell'acqua e verificate la sua solubilità, se preso in mano si spezzetta, allora va bene, se rimane integro allora, smettete di comprare quella marca altrimenti potrebbe succedervi di dover spurgare i pozzetti della fognatura magari sotto la neve, perché non siamo mica sui treni moderni che trattengono i reflui delle toilettes a bordo-treno quando una volta, come i più anziani ricordano, scaricavano lungo i binari.
Mentre il giovane americano mette i dazi del 25% sulle auto europee (catzo la fiat dovrà smettere di fare la duna che vendeva così bene da loro) tutto il nostro amato bobbolo non dorme più pensando e scommettendo sul futuro politico che lo attende e questo è grave, perché scommettendo soldi e perdendoli si accumula rabbia che può portare ad  un degrado delle già misere esistenze di tanti componenti del nostro amato generoso immaginifico bobbolo, tipo uccidere qualcuno per farsi mantenere a vita nei favolosi carceri thajani. Addirittura mi tocca rassicurare la consorte e ricordarle le parole dei suoi amati caporioni che ora, dopo i giusti festeggiamenti, si faranno 2 grandi schieramenti, da 'na parte quelli che rinunciano al 50% del loro giusto salario e dall'antra tutti l'antri e la maggioranza governerà, come avviene in democrazia e così si tirerà avanti pe' altri 5 anni, sperando come tutti Voi che mi leggete di poterceli vivere senza troppi acciacchi.

per fortuna che ancora c'è chi, come me, resta bambino e gioca con le bolle di sapone

1 mar 2018

Schiavi moderni

  Potrebbe sembrare incredibile ma poi ci si deve rassegnare: ancora si parla di banche, di truffe ai risparmiatori. Probabilmente le chiacchiere affascinano come al solito le menti dell'immaginifico bobbolo eh sì, perché oltre le chiacchiere di certo non si andrà, sono in troppi a mangiarci intorno.
Ma intorno a che cosa? 
Intorno alle giustificazioni, intorno alla necessità di creare fumo che possa annebbiare le menti, il balletto delle responsabilità, le autority, i controllori, le commissioni d'inchiesta e poi tonnellate di altre norme, regolamenti per garantire il pane ai dispensatori di giustizia, per garantire altre vie di scappatoia che i paraculi sanno estrapolare tra le tonnellate di leggi che dovrebbero affossarli. Nessuna trasmissione televisiva che si sia preso l'onere di spiegare al bobbolo il termine "parco buoi", per cui ci sarà sempre una mandria da mungere, da tosare. Io a suo tempo lo imparai a mie spese ma di certo non ho potuto divulgarlo al mondo da uno schermo televisivo o almeno con un misero libro ed il mio solito post troppo serioso e lungo fu letto solo dai soliti tre o quattro miei seguaci. Diciamo che certi business non sono per tutti, ma come si può credere che comprando carta straccia o monete virtuali si sta facendo l'affare della propria vita? Ma te pare che se fosse vero te la farebbero comprare ad un mortodifame come te? Quindi lasciate gli investimenti redditizi, solo a coloro preposti a farlo, coloro che hanno parenti ed amici nei consigli d'amministrazione o altri posti strategici, che al ricevimento del pizzino (non della telefonata fatta apposta magari per farsi intercettare una falsa notizia) corrono in banca ad eseguire. Insomma, occhio ed accontentatevi dei buoni fruttiferi postali.
 Il paraculo qui da nojos, in thaja, ci sguazza (vedi l'amministratore che fa sparire la cassa, l'inquilino benestante che si fa passare da mortodifame e non paga l'affitto e buoni ultimi questi dirigenti bancari). Il paraculo thajathano ha sempre una prerogativa, risulta sempre nullatenente ed è per questo che NOI del partito degli under 70.000 abbiamo approvato questa soluzione definitiva al problema: Chiunque ruba e truffa da paraculo deve essere rinchiuso in uno dei tanti campi lavoro a fare la differenziata, fino a quando non avrà restituito tutto il malloppo. Con questa norma ci rifacciamo al diritto romano ove i debitori venivano ridotti in schiavitù e dati ai loro creditori.

come rivitalizzare la vostra palestra agonizzante

22 feb 2018

Tempi moderni

La consorte furbescamente si è fatta ingaggiare dai concorrenti per buttar fango su di NOI degli under 70.000, ora occorrerà stabilire se è vero che l'ho presa a mazzate dopo che d'amore e d'accordo avevamo deciso di separarci. 
Infatti non volevamo farci sfuggire l'occasione offerta dalle  nuove clonazioni, io avevo scelto una pecora bianca con la testa femminile ma senza il dono della voce, solo belati e lei, ancora schiava dei sensi, invece si era decisa per una specie di fauno nero, un essere assai simile agli umani salvo le parti inferiori e addirittura con la coda. Lo avevamo deciso nell'ottica di restare immortali con i pezzi di ricambio che potevano poi fornirci nel momento del bisogno e con grande dispiacere per l'inps. Poi intervenne come al solito il grande ammaliatore col suo mercato delle vacche e subito, essa, ha cambiato parere, niente più separazione consensuale, ha accettato l'ingaggio e l'ha depositato in banca. Cazzo che fantasia, non si lascia sfuggire la minima opportunità offerta agli immaginifici componenti del bobbolo thajathano per dare un contributo al benessere della nostra affiatata famiglia. D'altra parte era rimasta così abbattuta dalle dimissioni che uno dei nostri rampolli era stato costretto a dare solo perché i soliti invidiosi si erano dati da fare per sputtanarlo, privandoci di un discreto income generosamente e puntualmente offerto dai nostri Fan che non debbono assolutamente lamentarsi di quel 15% rispetto al 10 di qualche tempo fa, in quanto essendosi ridotto il giro d'affari e dovendo NOI conservarci il solito tenore di vita è chiaro che siamo stati costretti ad aumentare il prelievo. Così, per il bene della mia adorata patria e del conto in banca, ho dovuto rinunciare alla mia pecorella su cui avevo già fatto progetti per il mio futuro qui, da nojos, in ythahja, nella certezza che il nostro amato generoso immaginifico bobbolo sappia apprezzare e mi scelga per sentirsi degnamente rappresentato.
come perfezionarsi nel ruolo qualora il regista sia esigente

15 feb 2018

Camicia nera

Per la miserietta, chi l'averebbe mai pensato che 'sta cazza de propaganda ilittorale sarebbe tornata ai bei tempi, quelli degli ideali: fascismo, comunismo, cristianesimo, distaccandosi dai veri valori degli esseri umani che partono dall'onestà culturale per scendere via via giù in basso fino a quella economica.
Cazzaroletta, avevo economizzato ed in vista dei saldi mi ero procacciato un bel paio di burberry nere, non per rinverdire i bei tempi andati, infatti non erano corredate da flaconi di olio di ricino e neanche per far bella figura entrando al bar dei miei vecchi amici camerati in camicia e col braccio alzato. No, le avevo prese solo perché nascondono molto bene il nero umanoide sul collo e mentre le altre camicie per via di questo nero al massimo durano due giorni, con queste due invece ci posso fare tutta la settimana, alleviando il lavoro di quella brava figliola che da tanti anni mi supporta e si preoccupa del mio decoro oltre che del benessere fisico e psichico. Certo che questa vorta j'hanno dato dentro de brutto, già con un mese de campagna ilittorale tutti i problemi della nostra amata patria son stati sviscerati e risorti, senza la necessità di firmare contratti con il nostro amato generoso immaginifico bobbolo, niente più giuramenti sulla testa dei propri figli né contratti dal leccaculo mediatico di turno. Niente più abolizione delle provincie o del cnel, niente ponte sullo stretto, soldi per tutti, i 5 star 1000 euri ai giovani, mentre lui, er paraculo, 1000 euri alle pensioni sociali, cioè a coloro che non versarono mai nulla all'inps ed all'erario, lavorando sempre al nero, paraculo, perché sa che a votare ci vanno solo loro, i pinzionati. Risolti tutti i problemi, immigrati, lavoro, asili nido, burocrazia, tasse, come ai bei tempi quando la sera nel talk show di turno er baffetto ed il suo antagonista abolivano le provincie e la mattina seguente tutto tornava as usual. Vabbé, nel frattempo, perché mi voglio bene, mi son tolta la camicia nera, però speriamo che dopo il 4 di marzo passi quest'aria così seriosa e si ritorni a cazzeggiare su cnel, senato, vitalizi, falsi invalidi, furbetti del cartellino e provincie, così nessuno farà più caso a quel colore, anche se stavolta, l'hanno pensata proprio alla grande, infatti, siccome nessuno avrà la maggioranza per governare, il bobbolo sarà chiamato alle urne ogni mese e riceverà per questo nuovo lavoro inventato proprio per lui una piccola paghetta esentasse.
nel frattempo nell'attesa di un sano annullamento di scartoffie che creano cittadini di serie A e B

8 feb 2018

Il bracciale - the bracelet - das armband

Mamma mia che schifo i braccialetti !
Ma allora secondo te come si spiega er fatto che 8 persone possiedono le risorse economiche di mezzo mondo? 
Che fai, te meravigli? 
Hai mai pensato che essendo la torta unica bisognerebbe gestirla oculatamente, magari tu accontentarti di staccartene 2 o 3 fette se all'operaio der braccialetto ne diamo 1? 
Invece no, te t'affacci ar barcone mediatico der favoloso circuito televisivo thajathano, manco fossi l'omone vestito de bianco ed esterni er giusto pensiero prima de annatte a fa un par d'orette ar circolo der tennis co' l'aperitivo
 ma il bracciaaaaaleeetttooooooo, il bracciaaaaaleeetttooooooo
per te, è il massimo che c'è
Ma come, quelli operano per te, per il bene tuo e di tutta la cupola castale, per mantenervi candide le mani e privi di logorii corporali, belli eternamente e lisci e poi panciuti o pasciuti i più esigenti. Cor braccialetto possono pagare un po' di tasse co' le quali voi potrete continuare a prelevare più di 10 fette e parlà dar barcone, che er bobbolo apprezza le chiacchiere ed i pensieri onesti.
Per il futuro, quando la fetta unica non sarà più sufficiente a garantire l'acquisto dei vari gingilletti per mantenersi al passo con l'evoluzione allora si andrà verso la suddivisione in umani, robot, ed umanoidi col braccialetto e piuttosto che vivere in questo mondo consiglio a chi ci sarà di tornare alla pastorizia, alla vita nelle caverne, ornandoVi di braccialetti di fiori, però dopo che avrete scavato e messo al sicuro le provviste, perché sicuramente verranno a cercarVi e con i loro giusti proponimenti legiferati tenteranno con tutti i mezzi di portaVVe via persino le uova appena pronte nel culo delle vostre galline.

finalmente un movimento femminile che avrà successo quando scenderà in campo

1 feb 2018

La circonvenzione

Prenderemo i nomi di coloro che appoggeranno o voteranno per i grillini, anche questo ho sentito dire, perché sono incapaci, non hanno mai lavorato, non sanno amministrare, non conoscono il prezzo di un litro di latte e quindi faranno fallire la nazione. Ma come, invece di prendere i nomi di coloro che hanno firmato leggi che consentono ai servitori del bobbolo di autoaumentarsi le prebende in decine di modi tutti differenti e sconosciuti alle masse per poi poterli individuare e costringerli a pagare di tasca loro il danno fatto alla collettività, questi grandissimi leccaculi affacciandosi quotidianamente dagli schermi televisivi martellano con tono severo ed atteggiamento austero con questo dogma carismatico, sicuri così che il bobbolo, specie quello più erudito e responsabile non riuscirà mai a ricordare e figuriamoci a capire la funzione sociale del movimento creato da Grillo: 'Dare l'opportunità a chi da anni viene derubato legalmente, de potelli mannà tutti affanculo in maniera civile, senza troppo rumore né faticose ed antiestetiche barricate'.
Co' quelle facce un po' così, giornalmente si affacciano e buttano merda su 'sti bravi ragazzi, deridendoli, sfidandoli a fare miracoli, come se fosse facile avecce nel gruppo la persona fortemente dotata e così capace dal nulla di generare peni e pesci pe' tutti ed adatta a risorve li problemi del nostro amato generoso ma purtroppo immaginifico bobbolo di piccoli mafioncelli beneficiati da secoli di perdono prima confessionale, poi eucaristico ed infine, col giusto placet, estremounzionale e se non c'è spazio per i grillini, figuriamoci per il MIO partito degli under 70.000, troppo razionale, matematico, inadatto alle varie menti artisticamente eclettiche.

ragazzi ricordatevi di non mancare alla festa del prossimo 7 marzo

25 gen 2018

Er mistero der bjjetto thajathano

Oh, era ora, finalmente si è fatta chiarezza e si è sancito definitivamente che il biglietto sui mezzi di trasporto pubblici lo devono pagare solo coloro che hanno qualcosa da perdere, cioè hanno un reddito ufficiale rintracciabile e perseguibile.
Uno che si è sentito in obbligo di adempiere al proprio dovere, un eroe di certo in altre patrie, uno che si è erto da solo contro li taglia, viene licenziato perché troppo zelante. Ma chi te lo ha fatto fà, ma perché non fai comme tutti l'antri che multano le vecchiette rincoglionite e che nun ponno menà botte quando dopo aver timbrato er bjjetto nun se ricordano mai dove l'hanno infilato, che si sa le donne vanno sempre in giro senza tasche nei loro vestiti e le borsette in genere contengono centinaia de cianfrusajje e bijjetti timbrati, alcuni anche due volte. Va bene, almeno si è ottenuto il risultato di fare un po' di chiarezza e speriamo che la magistratura confermi questa decisione, perché l'eroe, così attaccato al proprio lavoro, quasi fosse il suo amante, di certo ricorrerà in giudizio, perché è giusto che anche i prìncipi dei fori abbiano qualche ritorno dalle loro leggi, anche se in certe zone del bel paese, delle loro leggi non se ne sente proprio il bisogno e senza aspettare testamenti biologici, abbreviazioni legalizzate o viaggi estenuanti in paesi civili esteri, con 300 euri a don ciccio si risolve tutto. 

Mangiate pure tranquilli, ma ricordatevi la dieta

18 gen 2018

Er miracolo thajathano

Da quando siamo passati alla raccolta differenziata, nella mia strada qui a Roma siamo pure passati da 12 cassonetti in cui si gettava di tutto agli attuali 2 per l'umido, 2 per l'indifferenziata, 1 per la carta, 1 per vetro, 1 per plastica, con svuotamento giornaliero solo per l'umido e l'indifferenziata (magari perché vanno nello stesso camion). Praticamente abbiamo quasi dimezzato il numero dei raccoglitori o cassonetti e così realizzato un altro dei tanti miracoli thajathani: quello della sparizione della monnezza diminuendo il numero dei cassonetti e la  frequenza del loro svuotamento. Il miracolo risulterà solo sulla carta, in quanto almeno una volta al giorno passa un furgone con due persone e si ferma a raccogliere e pulire tutto ciò che non era entrato nei cassonetti. Costerà di più così, raccogliere e ripulire o lo fate apposta per manifestare lo stato di continua emergenza pe' poté incrementare e giustificare altre richieste di donazioni obbligatorie?
Oggi non è più come al tempo dei 12 cassonetti quando l'accumulo si creava perché la vecchietta non ce la faceva ad aprire il cassonetto e lasciava le buste nel mucchio in terra, così la bella ragazza che se per caso non funziona l'apertura a pedale si schifava ad aprire con la mano, o la signora che si ferma con la macchina e fa scendere il figlioletto che è troppo piccolo per azionare il congegno e poi il solito recuperante che sotto gli occhi di tutti rovista nel contenitore buttando tutto sul marciapiede, oggi è una cosa studiata dall'alto, si è proprio voluto ridurre uffficalmente la monnezza dimezzando i suoi recipienti di raccolta proprio per dimostrare a tutti che siamo adolescenti diciassettenni.

approfittate pure voi delle grandi conquiste dei lavoratori che i media vi nascondono