10 feb 2013

Prof. Ciompi 8 (mafie)

Grazie ai proventi del duro ma proficuo lavoro nella direzione della commissione esaminatrice, ben volentieri ingaggio e riporto integralmente l'intervista rilasciata ad una mia collaboratrice dal prof Sellone Ciompi De Petris, insigne economista e mio grande maestro, che purtroppo si ostina a campare, godendo di una pensione da docente, assai misera, perché rilasciata al tempo della lira, prima del raddoppio del deficit nazionale.

- prof Ciompi la sua analisi sulla situazione economica ?
Piano piano sono emerse le grandi capacità dei tecnici: praticamente è partita una ingiunzione dai paesi, che ci prestano i soldi, al capo maximo, che si è visto costretto all'esonero del cantastorie e all'ingaggio di un marchetttaro qualunque, ma dall'aspetto severo e dal dire ponderato, che sapesse ben scandire gli ordini dei nostri creditori.
Sarà impossibile conoscere tutta la vicenda sulle direttive venute dall'Europa e la scenografia montata dai caporioni di tutti i partiti per rendere la cosa abbastanza lubrificata al popolo. Ci siamo così ripreso il  nostro giusto ruolo universale, il ruolo di mandolinari, che da sempre ci compete per consentire al 10% dei residenti di questo paese di arricchirsi, con i caporioni pubblici che hanno raddoppiato i debiti del popolo nell'arco di dieci anni, approfittando dell'entrata nell'euro. 
A dispetto di qualsiasi legge economica (sintetizzata da una sana gestione di un buon padre di famiglia), hanno continuato ad aumentarsi stipendi e rimborsi nonostante le entrate diminuissero, stampando buoni del tesoro venduti a fondi pensione e lavoratori in maggioranza esteri visto che da noi ogni anno il pil scendeva, perchè costoro, ingrati e strafottenti, invece di comprare prodotti nazionali, comprano prodotti esteri e nascondono soldi in paradisi fiscali dando pessimo esempio a tutto il popolo: auto tedesche, mignotte brasiliane o asiatiche, bollicine rigorosamente francesi, servitù filippina, etc... E' chiaro che qualsiasi azienda privata, se aumentasse lo stipendio ai suoi dipendenti senza che ci fossero adeguati aumenti delle entrate, fallirebbe, mentre invece i magnifici guardiani della magna carta, la migliore al mondo, possono prescindere da qualsiasi logica economica e stabilire per legge che siccome gli esseri umani tendono a delinquere, per evitare qualsiasi tentazione nelle loro vesti di caporioni della cosa pubblica debbono guadagnare molto, perché essi non temono pene corporali tipo il taglio della mano od altre norme valide per i morti di fame, ma è il guadagno che li rende retti, escludendo alcuni casi di pura inciviltà, come quelli della regione lazio, lombardia, etc...., insomma se non guadagnasse tanto un colonnello che ci legge le previsioni del tempo potrebbe darcele sbagliate, un barone universitario od un primario sarebbe costretto ad accettare consulenze e lasciare insegnare od operare i suoi assistenti, etc.. etc....
Sarà difficile sorprendere i guardiani (della magna carta), bisogna prepararsi, volere veramente ristabilire un minimo di decenza riportando TUTTI gli stipendi ai tempi della lira, visto che il giro d'affari è addirittura diminuito, non far finta demagocicamente di farlo come Hollande o i nostri furbi caporioni, bisogna studiare il nemico, e cercare di prenderlo alle spalle, visto che oggi gli stipendi pubblici per legge si possono solo aumentare, ma non diminuire, allora si aumenta la tassazione oltre un certo livello o si compensa le decurtazioni con btp serie speciale a 50 anni per caporioni italiani al tasso di sconto BCE (ed è pure troppo). Ormai, anche con l'IMU il debito invece di calare continua a salire, ci vorrebbero 5 IMU per arrestarlo e 10 per farlo calare.
Questo riguarderebbe anche i privati, visto i pronunciamenti dei guardiani, ma questi avrebbero la possibilità di recuperare reddito assumendo nelle loro aziende parenti ed amici per suddividere il malloppo su più persone, però pagandoci i contributi previdenziali (cosa che oggi in una azienda a conduzione familiare pagano i contributi solo su 1 persona), il tutto per bilanciare i soldi rubati con le consulenze e gli incarichi a progetto che i caporioni pubblici assegnano ai loro fedeli, parenti ed amici.
Insomma basta sedersi attorno ad un tavolo, decretare sempre come provvedimenti temporanei urgenti od una tantum come fece Amato quando prelevò direttamente i soldi dai conti correnti dei cittadini e poi ricordarsi ogni mese di rinnovare il decreto temporaneo.

- prof Ciompi , come mai questi argomenti non si sentono in TV  ?
Il popolo non è interessato da argomentazioni tecniche, complesse, si entusiasma di più quando qualcuno toglie l'ici, poi un altro la rimette, poi un altro ancora promette di toglierla, ma nel frattempo aumenta l'iva e così via finchè dura, per non parlare poi dei matrimoni gay e poi è sempre meglio al contadino non far sapere che ora le banche italiane hanno avuto l'autorizzazione di prendere i soldi dalla bce ma solo per poterci comprare i btp, così quando tutto il debito sarà rientrato in Italia, potranno tranquillamente fallire ed il popolo anche se non possiede btp restare lo stesso senza un euro, ma con un paccone di belle lirette con cui comprare qualche chilo di pomodori cinesi ed una scatoletta di aspirina tedesca.

con la IMU e poi, grazie a lui senza
     

5 commenti:

Giulio GMDB© ha detto...

E non scordare il calcio e l'acquisto di qualche nero, stronzo e strafottente ma che sa far goal...

Estrella_Marina ha detto...

Su non te la prendere, la biancofiore ci ha illustrato di nuovo le magnificenze di mussolini, oggi. Bisogna comprendere, il periodo è difficile e complicato, ma meno male che fra qualche giorno ci sarà lo stop ai risultati dei sondaggi. I media dovranno stupirci con tutti i loro effetti speciali per riempire giornali, telegiornali e siti internet; terrorizzarci perbenino sulle condizioni atmosferiche e informarci che belen, incinta, riesce a indossare ancora il tacco 15, e a spillo, per giunta.

nellabrezza ha detto...

sì ma infatti questo matrimonio dei gay ma a quanti milioni di italiani interessa davvero ??? persino ieri sera monti dalla daria bignardi l'ha tirato fuori... una intervista proprio ben congegnata !!

invece il nuovo contratto a tempo indeterminato però con la flessibilità di uscita... che a me me suona proprio come un nuovo bel cetriolo nel didietro no, non ne han parlato !!

John Law ha detto...

Io mi chiedo... qualcuno conosce le proposte del PD? Qualcuno sa cosa vogliono fare per noi, oltre a togliere il passaporto a Berlusconi?

piddismoreale ha detto...

non vorrei però che i tecnicismi del diritto inficiassero la visione d'insieme della questione economica. dai tempi della repubblica di romolo e remolo i figli della vacca, la legge bronzea o ferrea consiste nel far sì che il bobbolo di schiavi sia istruito quel tanto che necessita per maneggiare i bottoni delle macchine create per lo scanso del padrone. viva lo stato pontificio unito