10 giu 2021

Piantare alberi per lavoro, ovvero: la strozzatura

 Questo sulla sinistra era un pino piantato su un marciapiede signorile, fatto con un bel gioco di mattoncini e non con una misera spalmata di asfalto, quando ancora si usava il cerchio di ferro per delimitare l'aiuola in cui piantare qualcosa. 
Il cerchio ha fatto il suo dovere ed il pino dopo una quarantina d'anni, non riuscendo a romperlo si è strozzato, poco male, perchè non si debbono piantare pini lungo i bordi delle strade.  Quella sulla destra invece è la foto di tutti i suoi colleghi che ancora resistono lungo la strada, ancora hanno la corteccia, ma è chiara la lotta con il cerchio di ferro, la loro chioma mostra l'agonia della lunga impari lotta e speriamo che crepino al più presto, così il comune li farà tagliare, distribuendo lavoro alle ditte che lavorano con gli alberi.  Poi camminando più avanti si giunge in Largo del Casale degli Inglesi qui nel parcheggio furono piantati alberelli per ombreggiare e questi li ho segnalati direttamente a Virginia, perché non sono stronzi come i capoccioni. 
Questi furono imbracati per farli crescer dritti, ma poi nessuno si ricordò di togliere le legature fatte con fili di ferro attorcigliati che anno dopo anno stanno compiendo il loro dovere di strozzare i poveretti e dare lavoro a chi ne ha il diritto, però visto che i denari son finiti da un pezzo, si dovrà accontentare solo della loro eliminazione.       





Per questi mi piange il cuore vederli morire visto che la segnalazione a Virginia non ha avuto effetto, ma di certo non posso rischiare la galera qualora mi mettessi a tagliare i fil di ferro, con tutti i buonpensanti che circolano nelle città, dal dito verde sdraiato sul divano, magari mi prendono per uno zincaro e pensano che mi sto fregando il ferro.






Voi però, che siete molto intelligenti perché mi seguite da tantissimi anni ed avete a cuore la sorte di questa palla di merda da lasciare vivibile ai Vostri discendenti e volete esser certi di aver piantato almeno un albero nella Vostra vita per annegare quel senso di colpa per le tonnellate di sigarette che vi siete fumati, siccome la mia campagna è già tutta occupata, fate click qui e state certi che il vostro albero non finirà strozzato come quelli gestiti dal pensiero immaginifico dei nostri amati caporioni.

bevete più latte, me arriccomanno, ché il latte è salute


3 giu 2021

Che si fa, che si faaaa

 


Ah che bootta! 
Ah che botta inaspettaaata 

Presto andiamo via di qua (se siete giovani)

27 mag 2021

E er bobbolo è soddisfatto

I favolosi media che passa il convento spargono il verbo da tutti i loro pulpiti, il bobbolo, quello più impegnato ed attento recepisce e lo diffonde ai propri amici e parenti e continua a dormire tranquillo.
1)  Aumento di un 1% della tassa di successione! Dai media io stesso che non ho una mente obnubilata ho capito che interessava solo i possessori di oltre 5 milioni, ma poi volendo approfondire vedo che si ritorna ai bei tempi del Bersy e di quando ci ripristinò la famosa ici anche sulla prima casa, comunque anche se si comincia da 1 milione A NOI non ci tocca e possiamo esser contenti perché quei maledetti ricconi devono da pagà, ma come? 
Ma ne siete sicuri? 
Davvero pensate che uno che ha più di 5 milioni di capitale tiene tutti i soldi in banca a suo nome?
Sarebbe uno sprovveduto, un poro macellaro arricchitosi ai tempi in cui esistevano i negozi a gestione familiare dove solo il capofamija pagava i contributi all'inps, è robba che oggi se uno de LORO se compra una misera barchetta, uno yocchoncello da soli 20 metri, lo fa a nome di una società con la quale assume l'equipaggio e poi lo fa girare noleggiandolo ad altre società, tra cui se stesso che di certo non agirà mai come persona fisica ed a fine anno tutte le società giustamente chiuderanno in rosso, perché le spese so' sempre tante e le entrate scarse e che je passi all'eredi, una società quasi fallita? Però anche se er governo ce rimedia poco, er sordo gira e se distribuisce lavoro, ché esse assunti pe' lavorà su uno yocchoncello  sarebbe 'na bella svorta pe' tanti mortidefame, magara me fusse capitato a me quando ancora beltà fioriva.
Salvini comunque è contrario, lui lo sa che son solo chiacchiere però non lo dice e preferisce far pagare i grandi di internet: google, facebook, amazon, etc.. 
2)  Denunciati 177 migranti in Calabria, hanno avuto il reddito di cittadinanza senza averne diritto, adesso saranno processati e rischiano anche 6 anni di carcere ed il bobbolo è contento. Ma come fai ad essere contento, ma non lo sai quanto ci costa A NOI contribuenti un carcerato? Ci costa dai 200 ai 350 eurini al giorno, ma tu di corta memoria hai bisogno sempre che qualcuno te lo ricordi. Su questa notizia nessun commento, tutti se la son presa coi 5 stelle addossando loro tutta la monnezza che ci continua a bersagliare, nessuno che avesse considerato il fatto di far pagare il maltolto a chi autorizzò e firmò quei 177 redditi  ed il bobbolo è soddisfatto.

non rinunciate mai alla vostra felicità

18 mag 2021

Addio piccolo




..Ci ho un bèr centro.... de gravità permanente....
...da farmi star sempre bene... con il corpo e con la mente
così da poter stroncare ogni tanto qualche delinquente
meglio se bello grasso e con gli altri.... prepotente....
oi oi oioi oioi

Addio piccolo, tanto lo sai che per NOI poeti l'età non conta e il nostro animo sempre gioviale, ci porta al distacco estremo con occhi pieni di sogni adolescenziali e grazie per quello che mi hai ispirato nella mia inutile, continua lotta contro i mulini a vento, a presto piccolo, per ora mi piace ricordarti così, con quel tuo viso, quei tuoi occhi, ciao

almeno tu dall'alto della tua posizione potesti dirlo, grazie

13 mag 2021

La mezza tinta

  Se l'equilibrio del mondo riesce a rimanere ordinato..... quello umano spesso si scompensa.
  Anche se a molti vien da storcere il naso, per questi squilibri, l'opportunità suggerisce una momentanea "regola del compromesso", la cosiddetta "mezza tinta".
  Non è forse la regola consigliabile, ma se serve per non incorrere nel peggio, tappiamoci il naso e.... sopportiamola , almeno per il tempo necessario ad organizzarci

© Mario C.

6 mag 2021

il caro estinto

Ci si prova a cambiare, a stroncare quei business odiosi che da sempre circondano le tragiche occorrenze, ma gli anni passano e i mulini a vento continuano a roteare le loro pale. I media accennano ma non battono il ferro fino a piegarlo, si limitano ad accennare, son pagati per quello con i soldi dei contribuenti ed è così che son venuto a conoscenza di Roma e Palermo . Le caste mafiose difendono in tutti i modi i loro interessi ed i forni crematori si guastano in continuazione, solo NOI del partito degli under 70.000 individuato un problema ci lavoriamo instancabilmente giorno e notte fino alla sua soluzione d e f i n i t i v a anche se dovesse costare l'eliminazione fisica di qualche prepotente sgrassatore di derelitti mortidifame. Eh sì che se ne sono inventate di tutte anche gli organi ufficiali pur di non esser tagliati fuori dal business cimiteriale: dai loculi alle sfarzose tombe, alle luci perpetue, ai guardiani ed ai loro dirigenti osteggiando in tutti i modi la cremazione, specialmente a Trieste dove soffia la bora o a Firenze dove non vogliono mangiare pesci inquinati dalle ceneri dei delinquenti. 
Attenzione a Roma :".......Affidamento delle ceneri
L'urna cineraria può essere affidata al coniuge o a un parente e deve sempre rimanere sigillata. Qualsiasi spostamento dell’urna deve essere comunicato con anticipo al comune di residenza dell’affidatario."  Mizzica, nemmeno se trattasse de n'arma de distruzione de massa e via di questo passo ce n'è di materiale, non per dimostrare quanto ce l'avemo lungo in una nazione dove regna sovrana la legge der menga, ma per un bel libro o una bella rappresentazione teatrale di satira crepuscolare, magari nel finale, alla resa dei conti finanziari e con l'immancabile fallimento, abolendo il tutto con una crassa risatona (speriamo e non spariamo) e lasciando libertà ai sudditi di cremarsi i loro cadaveri dove meglio credono, come si faceva nell'incivile antichità thajathana ancora senza caste. Nel frattempo, tanto per esser precisi si è scoperto che l'ergastolo ostativo, l'architrave che sostiene tutto il nostro non essere è incompatibile con lo stile e le abitudini di un bobbolo tutto.        

qua invece un esempio di come la destra legaiola difende con la legge gli interessi delle partite iva

29 apr 2021

Fatta non foste per esser campagnola

 


Però con un po' di grana 
tanti alberi coltivar.....


Sì, sì, la grana
che move il sole e le altre stelle
(NOI poeti stiamo ancora aspettando le scuse dei crucchi al riguardo)



24 apr 2021

Errata corrige


Chiedo scusa se nel post precedente avevo detto che le notizie importanti non vengono diffuse dai vari media tutti i giorni fino a che non se ne sappia il finale specialmente da quei media il cui costo, grazie al rottamatore del senato, viene prelevato per legge direttamente dalla bolletta della luce. Ecco, un amico che vede tutta la tv mi ha detto invece che su Rai2 ne hanno parlato, per una volta, ma ne hanno parlato ed allora vi ho messo tutto il pezzo. Se invece vorreste conoscere le motivazioni della sentenza, è assai difficile trovarle, sono molto serie ed umane, ma sembra che il principe del foro che l'ha ottenuta abbia ampiamente spiegato che le pensioni, anche ai peggiori esseri umani non si tolgono, non si tolgono ai magistrati che assieme ai baroni universitari sono sullo stesso livello di moralità e responsabilità civile dei politici, tanto da percepire stipendi di livello elevato proprio per mantenere un comportamento retto ed esemplare per il bobbolo che li sostiene. 

20 apr 2021

Scennéte in campo, fondateve er vostro partito

Questo è er momento bbono pe' fondatte er tuo partito, i 5 star calano e la lega che invece de difenne le partite iva, difenne forminconi tornerà quello che era. Orimai er bobbolo l'ha capita, fatte er tuo bel partito e vai a giurare sulla capa dei tuoi cari dar leccaculo serale che a te 40 te abbastano e avanzano. Io a suo tempo fondai er mio, il partito degli under 70.000 nel momento sbagliato purtroppo, perché i 5 star straripavano da tutte le parti, il bobbolo si accontentava delle chiacchiere senza badare ai fondamentali, predicavano il proporzionale puro e rifiutavano le alleanze, come se potessero raccogliere il 51%, quando non erano capaci nemmeno di fidelizzare i loro eletti ignorando i miei suggerimenti gratuiti per poi allearsi col capo dei soliti paraculi abilissimo nelle esternazioni per il bobbolo ma dai comportamenti che ben tutti conosciamo, vedi il ripristino del vitalizio per gli amici d'osteria, una mossa non riportata da alcun organo informatore, ma solo dai soliti cretini come me, che ci ridono sopra.  Questo momento è il migliore da quanno la magistratura decise de scoprì l'acqua calla, i soliti artarini che i media comunicativi battezzorno come "mani pulite" e er nano paraculo ce se buttò a picco vista la sfiducia che il bobbolo aveva per tutta la vecchia politica ancora permeata dagli ideali, rossi, bianchi, verdi, arancioni, neri, non se ne poteva più de quanti colori se doveveno da mescolà per la solita sbiadita tinta all'ombra della sicura legge der menga. Scennete 'n campo finché siete in tempo, io purtroppo non ho più l'età son oltre gli anta e se vi dovesse servire qualche idea per un programma, appozzate pure a quello der mio partito degli under 70.000 che è tutta robba bbona e poco costosa da realizzare. Se poi non vi dovesse proprio piacere la politica nonostante il vostro contributo alle varie ilizioni, notate che intanto la borsa con l’arrivo di draghi ha annullato tutte le perdite di un anno di pandemia e ogni giorno fa almeno uno 0,2% positivo. Fateve tutti agenti de borsa, nun ricurdate che belle maghine c’aveveno l’agenti immobiliari al tempo del boom? Metteteve dalla parte dei più forti, annate in giro a raccoje euri da piazzà in borsa, che oggi, grazie all’appoggio der governo che ha requisito le case bloccanno li sfratti, ma non le tasse, ce vòò poco a convince er poro pinzionato a vennese quel misero appartamentino con cui arrotondava la pinzione.
Invece de stà sempre a frignà, analizzate er vento e sfruttatelo fin che dura, nun restate sempre fermi, immobili, passivi in attesa der reddito de cittadinanza che prima o poi vedrete che lo faranno sparì perché i vitalizi so' molto più importanti assai.

9 apr 2021

Chiacchiere al vento e la legge del menga

 Sempre a frignà, a lamentavve, a procurà incidenti internazionali. 
 Ma un minimo di organizzazione, un consiglio da chi conosce il mondo e sa che le cose vanno come sempre sono andate. Ma comprateve un seggiolino da picnic, mettetevelo in valigetta e portatevelo sempre appresso, che può molto di più assai un sorriso di tante chiacchiere trite e ritrite che fanno breccia nelle poveri menti obnubilate. Mo' ce saranno tante belle parole pe' dimostrà che semo NOI quelli che ce l'avemo più lungo e ce potemo permette de esportà dimocrazie anche se i pilastri della Palermo Messina continuano a deteriorarsi e si allungano i tempi per attraversare l'isola e solo 4 anni a chi cerca di rieducare a bastonate la parità, mentre quer povero esuberante cazzaro se ne beccò 13 per rieducare solo sé stesso dando tanto dolore a milioni di fan.  Fortuna che il tempo lavora a NOSTRO favore ed il bobbolo dimentica: chi ha ancora memoria delle scuse che chiedemmo ai tedeschi appena 15 giorni orsono? Che poi, grazie al magnifico dono del libero arbitrio, dovrebbe esser chiaro a tutti che ancor oggi l' homo sine pecunia imago mortis resta la cosa certa, così come la cecità nell'amore. 
Maaaammmaa li turchiiiiiiiiiiiiiii

8 apr 2021

Narcisetto, Adoncino d'amor


non più avrai quei tuoi bei pennacchini
quel cappello leggero e galante
ma soltanto un bel par de mutande....
tra cazzari, porfabacco
schioppo in spalle, pene al fianco
molto onor poco contante
per montagne e per valloni
sempre a rompere i cojoni
al concerto di tromboni,
di bombarde, di cannoni
che le palle fan fischiar
che le palle fan fischiar

1 apr 2021

Pasqua 2021


Un caro e primaverile augurio di pace e serenità a Voi
ed ai vostri cari

Fracatz
 Restatevene a casa, cribbio, nun fate i fessi !
( Non lasciate che le asperità della vita vi impediscano di godere di una bella giornata di sole o di un picnic sui prati tra uno stuolo di bimbi festosi ). 
 Rallegriamo i nostri cuori perché la bella stagione è in arrivo ancora una volta e poi per Pasqua ogni poeta abbusca e NOI degli under 70.000 sappiamo apprezzarlo.

25 mar 2021

Dai furbetti alla vaccinara ai grandi Cincinnati

Ma come si fa, diche IE, come può essere che ancora ci sono i vari furbetti, quelli che hanno l'amico dappertutto e che riescono a calpestare i diritti di tutti gli altri cittadini residenti su questo bel paese, pensando solo ai propri interessi?  Dalle inezie, tipo contravvenzioni o i tanto bistrattati vaccini , o i cimiteri, o i cartellini,  ai più polposi concorsi e quant'altro ancora, basta che ricercate il vostro argomento su google, come ho fatto io per i casi che vi ho segnalati; la piaga dei furbetti dilaga qui, da nojos, la patria dei piccoli mafioncelli beneficiati dal perdono prima confessionale e poi eucaristico. Come è possibile che si continua con questa inciviltà?? 
Probabilmente il gioco vale la candela, grandi spese per le indagini, i processi, tanta bella ciccia per gli addetti alle pratiche giuridiche e pene ridicole dopo dieci e più anni di aspersione di chiacchiere e buoni consigli.
Per fortuna poi, per noi contribuenti che sosteniamo tutte queste belle danze, per fortuna, dicevo, che non veniamo privati dei migliori che così ci vengono restituiti, magari dopo 10 anni di beghe, integri per poterci continuare a dare tutte le loro migliori energie per il nostro benessere ed in primis quello del paese:
--"Sono contento, soddisfatto, giustizia è fatta". Lo ha detto all'Ansa Edoardo Rixi, responsabile infrastrutture della Lega. La condanna in primo grado lo spinse a dimettersi da vice ministro del primo Governo Conte. "Fu una scelta politica di trasparenza nei confronti del Paese - ha detto Rixi -. Ora continuerò a lavorare nell' interesse del Paese, come ho sempre fatto". Sono stati anni difficili: "questa vicenda va avanti dal 2012. Sono innocente, l'ho sempre sostenuto, oggi per fortuna questo è stato dimostrato"--. 
Praticamente tutto quello che avevano scoperto 10 anni orsono era solo frutto della fantasia propria di tutti i migliori bobboli immaginifici chiamati ogni 5 anni ed anche prima a confermare il proprio consenso a tutta codesta magnificenza : 
--"Per l'accusa, tra il 2010 e il 2012 gli allora consiglieri regionali dei vari partiti si sarebbero fatti rimborsare con soldi pubblici, spacciandole per spese istituzionali, cene, viaggi, gite al luna park, gratta e vinci, ostriche, fiori e biscottini. In alcuni casi, sempre secondo l'accusa, venivano riciclate ricevute lasciate da altri avventori"--. 
Questa banalità delle note spese, nelle aziende private è stata risolta da anni ormai, cioè da quando furono inventati gli scontrini e le ricevute fiscali, perché nel privato c'è sempre un responsabile in caso di truffe al fisco, forse basterebbe introdurlo anche nel pubblico, chissà, NOI del partito degli under 70.000 lo faremmo, perché è abbastanza inutile coinvolgere centinaia di persone, quando c'è la firma del responsabile con cui approva la nota spese, responsabile che quatambiando più di tutti i suoi scagnozzi sottoposti si assume la responsabilità dei loro comportamenti e ne risponde giuridicamente per l'evasione fiscale effettuata. 

è chiaro ormai che essa resterà eternamente con noi, nel nostro belpaese, essa non si elimina con le chiacchiere asperse dai vari predicatori

18 mar 2021

il programma del mio partito

  Se il denaro procurato con il lavoro è la giusta ricompensa del sudore versato, quello ricevuto in eredità è solo "manna" trovata senza alcun merito.
  Di una cosa siam tutti convinti: chi lavora non potrà mai diventare un nababbo. 
  Allora "in medio stat virtus", né tanto ricchi, né tanto poveri, ma benessere per tutti, purché graduato in una scala che rispetti i talenti della gente.
  E' solo un augurio... purtroppo !  
                                                                       
© Mario C.

( da questo pensiero presi spunto per fondare il mio partito degli under 70.000 )

11 mar 2021

Basta solo un po' di culo

 



Con un po' di fortuna, 
con il nostro amore
come i salici, 
..............speriamo
NOI due, insieme, siamo invincibili 

4 mar 2021

La caldaietta firmata ...etta

La prima che comprai era un gran pentolone con sotto un fornello a gas che aveva accanto una fiammella pilota sempre accesa che consentiva l'accensione quando la valvola del gas del fornello si apriva e la sicurezza la dava una sonda termica che veniva riscaldata dalla fiammella ed in caso di mancato riscaldamento bloccava il tutto. Ecco, qualche spesa in più per la bolletta del gas, ma un servizio continuo e certo per tutta la durata dell'elettrodomestico, mai giornate invernali al freddo e senza doccia ed acqua calda, mai interventi del tecnico, salvo la sostituzione della sonda termica di sicurezza effettuata in economia da me stesso personalmente. Quella prima caldaietta durò tanti anni e poi morì solo perché realizzata in ferro zincato, si corrose e si bucò: un vero peccato, se fosse stata fatta in rame, ancora oggi svolgerebbe la sua funzione alla faccia di tutti i bollini blu e le manutenzioni fantasiose con cui si son riempite tonnellate di carta col passar di questi 40 anni dalla partenza del business caldaiette, con l'unico scopo di dar da mangiare ai burocrati e qualche mollica ai vari prestatori di mano d'opera, ma con tante rotture de cojoni per il contribuente. Ora, passando di invenzioni in invenzioni, via via sempre più immaginifiche, come il soft start, lo scambiatore, la scheda elettronica con i suoi componenti, la condensazione cervicale, i controlli sul tiraggio fumi, le varie valvole termostatiche sui radiatori, l'orologio e i termostati sparsi in tutta casa, il wifi per l'accensione da remoto via cellulare, il wifi per agire sui vari termostati ambiente in aggiunta ar cazzo che ve se scopetta l'occhi, capite da soli che la vita di un poro mortodefame è appesa al funzionamento di troppi ammennicoli. 
La mia attuale caldaietta è andata magnificamente per ben 2 anni, andando poi  in blocco per un piccolo interruttorino sul controllo dei fumi che il tecnico risolse con un bel paio di cazzottoni sul tetto caldaia ed accollandomi così molto onestamente il minimo dell'intervento. Durò tutto per un anno, dopodiché non bastarono più i cazzottoni, sia miei che di lui quando re-intervenne, così dovette smontare l'interruttorino e pulirlo soffiandoci dentro con la bocca e soffiando pure in tutti i vari tubicini.  Al mio suggerimento di metterlo in corto lui mi disse che non si poteva, in quanto la scheda verificava entrambi gli stati on/off nel momento giusto in cui dovevano verificarsi e quindi impossibile eliminare una causa di fermo per un interruttorino del cazzo soggetto alla polvere ed alla condensa nei vari tubicini che lo pilotano. Ora dopo appena sei anni di vecchiaia lo stato attuale della caldaietta è che va avanti a cazzottoni, questa volta non più sul tetto, ma ho capito che per i nuovi acciacchi di vecchiaia è più sensibile sul lato centrale destro, perché fortunatamente la pulizia dell'interruttorino ancora dura. Così ho capito il fatto dell'obsolescenza, come già succede per tutti gli altri elettrodomestici casalinghi e mi son messo a cercare sotto internet una caldaia, ma anche le meno costose ho visto che hanno tutti gli ammennicoli di quelle più care e quindi il loro funzionamento soggetto allo status di troppe variabili, quanno che IO, invece, vivendo sempre chiuso in casa avrei bisogno solo di quel bel pentolone di 45 anni orsono, con sotto un interruttore per accendere e spegnere i termosifoni l'inverno. Anche se qualche filantropo che avesse a cuore la sorte dei mortidifame, si volesse buttare in un business per mettere sul mercato qualche caldaia in rame formato pentolone, oggi non lo potrebbe fare perché non risponderebbe più a tutti i vari requisiti imposti dai cervelli superiori per soddisfare le necessità delle varie caste. Al mortodifame oggi rimane solo la possibilità di arrangiarsi come facevano i loro nonni, basta vedere i film fino a 70 anni orsono quando cominciarono a vendersi gli scaldabagni elettrici ma ancora i termosifoni, se c'erano, andavano con la caldaia a carbone condominiale e per le canne fumarie c'erano gli spazzacamini, oppure sperare che qualche filantropo vendesse in rete separatamente i singoli pezzi per realizzarsi la propria caldaietta formato pentolone.      

25 feb 2021

Vorrei e non vorrei


Vorrei e non vorreiiiii
mi trema un poco il cor

Nun te fidà, lassa perde, lassa stà....

a ristorar il peeneee
d'un innocente amor

18 feb 2021

Abolizione delle cose inutili

Abbiamo da tempo rinunciato nelle nostre sempre più abbandonate campagne ad alcune coltivazioni fruttifere, come ciliegie, fichi, olive, nespole, perché i frutti venivano decimati dalle innumerevoli cornacchie, gazze, corvi, storni, colombi, che se uno non risiede sul posto al tempo della maturazione difficilmente lasciano qualche reliquia al proprietario, così, pure io, col tempo sto cambiando tutte le culture, sostituendo i vecchi alberi con alberelli da frutta secca: noci, mandorle, nocchie. Un mio cugino, per mangiare qualche fico, ha dovuto coprire l'albero con una rete da pesca, ma comunque i suoi frutti e le foglie son tutti scacazzati dai possenti volatili e a me fanno schifo solo a vederli. Una volta il contadino poteva sparare nella sua proprietà e tutto ciò non accadeva, anche se non si viveva sul posto perché provvedevano i vicini. Da bambino mi commuovevo al canto ed al volo gioioso dei cardellini che per nutrirsi di semi dondolavano sui vari cespugli e mi stupiva il fatto che si rincorressero festosi sempre in gruppetti di 3, come se praticassero di già il poliamore. Poi i grandi acculturati amanti degli animali, vietarono il controllo umano e così i piccoli animali sono stati estinti dai grandi, che si nutrono come da sempre fanno gli animali, mangiandosi le uova ed i loro simili di dimensioni inferiori. Non più cardellini né canarini, verdoni o pettirossi, ma solo qualche raro passero e merlo ed ora qualche velocissimo pappagallo che mangia rispettosamente solo gli agrumi e le melagrane in alto, ma le cornacchie hanno già imparato a raccogliere qualche noce sul terreno e venirla a spaccare sul duro pavimento del cortile, facendola cadere dall'alto e lasciandomi le bucce da scopare. 
Intanto gli acculturati sono aumentati, così vogliono eliminare anche il contante spicciolo, tutti in fila alla cassa con bancomat e carte di tutti i tipi, sperando nella buona sorte, in quanto ieri al supermercato mi è capitata la solita vecchietta che porella, con grandi vuoti di memoria non riusciva proprio a indovinare il pin e non c'era verso de potella aiutà in quanto quando le viene la crisi, ci ha spiegato, ha bisogno di almeno 10 minuti di silenziosa concentrazione. Poi ci sono i giovani che hanno tutto sul cellulare e lo passano fiduciosi al cassiere che lo schennerizza facendoci stringer le chiappe che non ci sia uno spegnimento od un calo di potenza nella batteria, perché allora occorre trovare un alimentatore adatto per effettuare il pagamento. L'unica cosa che vedo per il futuro è un grande aumento del numero delle casse e dei prezzi e se poi qualche supermercato vorrà dedicare almeno una cassa ai clienti che pagano solo in contanti magari col limite di 30 euri, si acquisterebbe la mia fedeltà assoluta.    

11 feb 2021

I'm carrying


Grazie ancora Paul

Finalmente è sceso, come nelle belle fiabe amate dai bobboli, ci siamo, è sceso!
E in accordo ai tempi ed al luogo, non si è confuso con quei miseri quattro peni e  cinque pesci da distribuire ad libitum a tutti i fedeli per giorni e giorni obnubilanti, né alla trasformazione delle tonnellate di acqua scrosciate dai cieli in tonificante vino doc, no, oggi si guarda a ben altro, ai mercati finanziari, la vera fonte della ricchezza dei bobboli. Non appena si seppe della caduta di peppino la borsa, contrariamente al classico buonsenso dei tempi andati, registrò un bel più 2,5%, poi giorno dopo giorno, a colpi di in buon 1,5% di incremento giornaliero ha annullato tutte le perdite di un anno di pandemia ed è tornata ai valori precedenti, come se il vairus e la perdita di un 10% di pil fossero pinzillacchere e per non parlare dello spread. Adesso ci sarà più lavoro per tutti, come ai bei tempi del boom immobiliare, fateve tutti agenti de borsa o consulenti finanziari, tanto ce vo' poco a convincere i pinzionati che l'appartamentino a supporto della misera pinzione è meglio venderlo piuttosto che farselo requisire dal governo e doverci pagare imu, irpef sugli affitti non ricevuti, condominio e riscaldamento qualora fosse centralizzato. Ragazzi fateve tutti agenti, non ricordate che belle auto c'aveveno gli agenti del boom immobiliare??? 
Sì, ci siamo, finalmente è sceso  and he is carrying something non troppo lungo e né duro, ma veramente congruo ed adatto ai tempi ed al luogo, meritandosi un sentito grazie da parte di tutti NOI anche a nome dei soliti miscredenti ed orgogliosi, tronfi delle loro misere esistenze di inconsapevoli mortidifame .  

4 feb 2021

Dalla al gitano

 



Daa-llaa  al gi-taano laaa moor-ta-dellaa....
aa-gii-le eee snèè-llaa, riii-too-rnerà-aa

Cercavo di modificare questo antico bel coro, ma mi son perso; magari con l'aiuto di qualche passante si potrebbe procedere con qualcosa di passabile per la serietà di questo blog. 
Grazie alle risalite al colle di questi giorni mi son reso conto di quanto siamo scesi in basso senza esserne avvisati, tutte le macchine di servizio, le ex auto blu di cui nessuno parla più, sono di colori scuri e tutte marchiate Volkswagen, altro che le tenebrose Lancia blu così sfacciate nel traffico urbano tra le 600 multiple dei pater familias che riportarono la taja tra i primi cinque paesi al mondo. Tali macchine, oggi passano inosservate tra il traffico dei suv,  dei gipponi degli sboroni e dell'80% di auto straniere che popolano il nostro paese alla faccia di quando eravamo ricchi veramente e potevamo spendere e spandere  chissà se poi il fatto di aver optato per la volksw non faccia apparire meglio agli occhi nel nostro generoso immaginifico bobbolo il nostro, del partito degli under 70.000, referendum per essere annessi dalla germania e governati con le sue leggi

28 gen 2021

Ma se mi toccate

 


Mi fo gguidar
sì, sì, mi fo guidar.......
e daje, su,  ormai solo travaglio e gli acculturati nun l'hanno capito il perché o forse fingono; il senato l'avevi abolito e con la tua legge elettorale i partitini del 2% che hanno affossato irrimediabilmente l'itaja l'avevi ammazzati, adesso che te sei vendicato, pensa A NOI pinzionati e lavoratori, anche se l'80% nun l'ha capito, per via che amano esser obnubilati dagli acculturati, pensa A NOI che nun c'avemo la platea per chiacchierà o per risorve alla radice questi problemini come nel programma del partito degli under 70.000 , ritirete su quelle belle colline, che se tra un po' arriva er fallimento poi puterebbe esse troppo tardi pe' tutti 

21 gen 2021

Un dottor della mia sorte

 


- il mercato delle vacche
- poi tutti assieme celebrano la dipartita del solito centenario che ci si è ingrassato
- nessuno che faccia notare che in Francia non avviene e dopo 5 anni vai nel dimenticatoio se    non ci stavi proprio con la mente
- è questo che va bene per il nostro caro, amato, generoso, variegato, immaginifico bobbolo
- il resto son solo chiacchiere, chiacchiere e burocrazia che stanno portando al fallimento 
- e i giovani ? 
Anche se le mie scuse son troppo flebili per i tanti variegati Bartoli/e, le devo comunque esternare, perché qualche volta i Miei scritti troppo pornodidattici sono stati male interpretati ed addirittura considerati offensivi da qualcuno/a.
Non li rinnego, però vi  chiedo scusa ragazzi/e, è solo quistione di  sintonizzazione.

14 gen 2021

Salghi a bordo, cazzo, arisalghi !

 

 Caro Matteo, scusa, io credevo che eri stato messo lì dai poteri forti, quelli che contano davvero e fanno perdere le ilizioni a chiunque quando vogliono, messo lì per rottamare tutto e tutti,  proprio perché restasse tutto come prima, immobile, statico e la legge del menga a regnare tra i mortidifame anche se non contemplata nella migliore carta (non igienica) ar monno. Intanto er CNEL l'avevi chiuso, poi passando al senato cominciasti a trabballà, troppi interessi, ma: 
- torni a bordo, cazzo
- Salgo angh'io?
- No tu no, lei nun sà chi sono io!
E' vero, non mi sono mai permesso di salirci anch'io su quella barca, sempre sgobbato in aziende private, non ho mai creduto nelle mie grandi capacità carismatiche, troppo razionale, ed intanto il debito sulle spalle dei giovani cresceva dopo 40 anni di accozzaglie pentapartitiche dove il componente col 2% aveva la capacità di far crollare il governo, solo perché nel concorso di 5.000 posterelli alle poste ne aveva ricevuti appena 800. 
Cari giovani, non siamo più nel dopoguerra, non ci sono più dittatori in agguato, affidatevi al MIO partito degli under 70.000, rifiutatevi di esser complici di simili balletti, pretendete qualcosa di serio, un'aggiornamento costituzionale per una repubblica presidenziale, come la Francia, chi vince ha il diritto di governare 5 anni e poi se ha rubato, nelle successive elezioni sarà fatto fuori in maniera definitiva e non starà fino alla morte in parlamento, come avviene oggi che non si trova mai il responsabile dei fatti e del debito che continua a galoppare. 
Ma se non c'erano i poteri forti e volevi veramente rottamare tutto quel marciume, scusa, allora dovevi solo prender tempo, cominciando dalla tua legge elettorale, tu volevi la stessa che si usa per i sindaci, ma era più efficace quella del doppio turno alla francese, niente coalizioni e poi col potere assoluto in dieci anni potevi veramente cambiare alla faccia di tutti gli acculturati che ti osteggiavano. Certo se ti fossi rivolto A NOI del partito degli under 70.000 per una consulenza, invece di buttare tutte le tue idee alla volontà di un bobbolo non preparato,  oggi ci saremmo evitato tutto questo balletto vergognoso solo per dimostrare a tutti che il solito Fracatzetto qualunque, titolare di un 2% di consensi può mettere in ginocchio una nazione in qualsiasi momento e che tu avevi ragione a voler cambiare. 
Vabbé ce sei riuscito, anche se gli acculturati ancora dicono dai loro pulpiti di non aver capito cosa catzo volevi, si trattava solo di una dimostrazione di quanto avevi ragione tu e torto loro, come quelli dei 5star ancora lì a difendere il proporzionale puro, come se si potesse avere il 51% dei consensi al primo turno in un paese latino con minimo 10 partiti a dasse da fà.
- Salghi a bordo, cazzo
- salgo, angh'io ?
- lei sì, lei ha le doti
Bravo, mo' che hai dimostrato che avevi ragione, anche se loro fanno finta di non averlo capito, te puoi puro arritirà nelle tue colline e goderti quel poco de vitalizio concessoti dal nostro caro, amato, generoso, variegato, immaginifico bobbolo che tutti NOI sostiene sulle sue sempre più esili spalle su cui continuate ad aggiungere carichi pendenti.
Pace e bene

10 gen 2021

Almeno un Requiem per IoBloggo

immagine presa dal web














Finalmente è finita 'sta commedia infinita, finalmente la situazione si è stabilizzata senza la possibilità di sapere la verità sulla vicenda, aldilà di quel banner che urta l'intelligenza dei più. Volevo solo porgere un caro augurio di buon anno, come sempre facevamo tra di NOI dal tempo di Splinder almeno a coloro di una certa età che si ostinavano a scrivere qualcosa magari per ingannare il tempo, non avendo più grandi regali da aspettarsi per il futuro. Vorrei allora ricordare che ci sono ancora dei filantropi nel webbe che non si comportano come tanti altri poveri mortidifame e grazie a questi filantropi, se qualcuno volesse recuperare qualcosa del proprio sito perduto su IoBloggo, può farlo, come farebbe il caro Spartac , cui auguro un felice 2021, qualora passasse di qui a leggere le mie povere esternazioni.
Pace e bene 

7 gen 2021

Ricominciamo 2021

Piano piano, pacatamente, come piace A NOI, anche quest'anno abbiamo ripiegato il nostro alberello, incartato le palle e i 5 pupazzetti del presepe ed abbiamo riposto il tutto in cantina per ripresentarlo il prossimo anno, sperando sempre di esserci e sì, perchè anche noi qui in convento, pur supportati da quella tenue fiammella  spirituale che ci prospetta qualcosa di migliore, siamo terribilmente attaccati a questo nostro tristo sacco.
Voglio ringraziare tutti Voi vecchi e nuovi passanti che avete lasciato un augurio di speranza sotto il mio alberello e spero di ritrovarceli il prossimo anno, anche se, specie per i più giovani sarei felice di sapervi volati via dal web perché impegnati in cose più importanti per la vostra vita od addirittura alle prese con la frustrazione del menage di coppia e diventare genitori.

Duro è il mestiere di genitori, la vita di coppia, duri i sacrifici per chi vive di lavoro, ma è una sfida che abbiamo ereditato geneticamente a dispetto delle varie mode egoisticamente imposte dai media.
Auguro a tutti salute, benessere e serenità interiore:
pronti a ricominciare allora? 
Via, si riparte anche virtualmente.