19 nov 2020

i commissari preparati

Abbiamo assistito giorni or sono al solito balletto mediatico con rimpallo delle varie responsabilità sulle grandi magagne che accompagnano la gestione dell'assistenza sanitaria nei vari territori nazionali. La cosa era prevedibile per NOI di una certa età che potemmo sperimentare le attenzioni e le cure mediche fornite dalle varie casse mutue, prima che si decidesse di nazionalizzare perché tutti i cittadini, senza amicizie nell'ambiente, avessero lo stesso trattamento. Prima della nazionalizzazione i mortidifame, ma anche i paraculi lavoratori al nero, i picciotti, i ladri, etc  ufficialmente definiti disoccupati, venivano assistiti dai vari medici condotti comunali ed in ospedale andavano nelle camerate al contrario dei mutuati che invece usufruivano delle camerette e le mutue migliori come quella dei lavoratori del mare e dell'aria facevano partorire le loro assistite nelle migliori cliniche romane,  però le cose eran sempre chiare, assistenza a casa, centri per cure dentali, cure termali etc. poi con la nazionalizzazione e la gestione data ai politici calò il buio e la decisione presa dal mio partito degli under 70.000 del referendum per essere annessi dalla germania e governati con le loro leggi perché se lì da loro le cose funzionano non bisogna solo farlo sapere sui giornali, ma sarebbe meglio poterne  usufruire tutti NOI contribuenti. Ho dovuto scrivere questo post in quanto tutti Voi sapete che il mio partito abolirà le elezioni amministrative e farà amministrare ovunque i commissari governativi, gente preparata e vincitrice di apposito concorso, con grande risparmio per i contribuenti, anzi istituiremo un corso di studi universitario proprio per preparare le persone e poi selezionarle con apposito concorso e non volevo che i Nostri commissari venissero scambiati con quelli odierni . 
E' mai possibile che non c'è mai un colpevole quando si buttano via soldi e che nei dibattiti non si parli mai di recuperare i danni provocati ai contribuenti? 
Come si selezionano le persone? 
Agiscono applicando le direttive ricevute per il bene del bobbolo? 
Comunque sarebbe tutto più facile se tramite il referendum si potesse essere annessi alla germania e governati con le sue leggi, ormai i guai sono così tanti che anche NOI avremmo bisogno di tanto tempo per poterli eliminare.

12 nov 2020

Bambinoni capricciosetti

immagine linkata da globalist.it
Finalmente è finita 'sta commedia infinita, finalmente 'sto presidente è stato eletto e si potrà tornare alla normalità: non credo esista altra nazione al mondo dove in tutti i media si dà più importanza ai fatti che accadono al di fuori dei propri confini, solamente per obnubilare le menti del nostro caro, amato, generoso, variegato, immaginifico bobbolo. Negli States della nostra amata patria si vede in TV solo il papa mentre compie qualche opera misericordiosa o quando si affaccia a benedire la folla. Finalmente è finito questo balletto elettivo che questa volta pareva eterno, perché lì i caporioni ci tengono a difendere gli interessi dei loro elettori e si attaccano con i denti alla poltrona solo per quello, rinunciando persino alle prebende, di cui, in genere non hanno bisogno, mentre qui da nojos è tutt'altra cosa, come ci ha confermato quel bravo ragazzo, messo lì dai suoi seguaci proprio per chiudere quei famosi porti, per loro troppo accessibili, troppo sgangherati ed invece lui, al contrario di trump, dopo qualche mese se ne va, fregandosene del bene del suo amato bobbolo che lo vota, pensando solo al suo di benessere, ubriacato dal facile consenso che lo porta a sognare il possesso del mondo intero e così riportando a galla i nani, i fascisti, i comunisti, i famosi uomini del fare insomma, interpretando così alla lettera non la chiusura dell'isola, ma l'eroe di Lampedusa, il principe, felice che tutto tornasse come prima. Certo se avesse stretto i denti tenendo chiusi i porti, poi alle prossime elezioni avrebbe avuto lui la maggioranza assoluta sui five star e magari continuato con serie riforme, anche costituzionali per risvegliare questo ormai morto paese, disintegrando tutto il vecchio marciume, compreso il MIO partito degli under 70.000 ed invece no, siam tornati agli anni 80 quando si scendeva in piazza al grido di Roma ladrona.

5 nov 2020

Ogni cosa a suo tempo

Discutendo il video sul guru scarcella, con un bravo ragazzo diciottenne appena maturato e pronto per il percorso universitario per capire fino a che punto fosse preparato ad affrontare situazioni o truffe del genere, permesse dai nostri favolosi codici civili e penali purché chi le faccia abbia l'accortezza di risultare sempre nullatenente agli occhi del fisco, ho potuto concludere e dimostrare al bravo ragazzo che qui da noios, in thaja, la legge der Menga continua a farla da padrona mentre quella del Volga è passata nel dimenticatoio, per favorire Avogadro e Gay Lussac.
Lui mi ascoltava con attenzione e poi, fresco di studi, mi fece notare che Avogadro e Gay Lussac le conosceva, ma er Menga e il fiume Volga mai sentite. 
Un po' sbalordito ed incredulo allora io gli chiesi se nell'ateneo esistesse ancora la goliardia, se le matricole subivano ancora il processo, perché  mi sembrava assurdo che non sapesse nulla della favolosa legge der Menga, anche se le sue frequentazioni amicali erano state sempre con gente benestante ed acculturata. Così per non opprimerlo con la mia troppa conoscenza, certamente dovuta ad altre esigenze, altri stili di vita oggi obsoleti, interruppi il discorso consigliandolo di consultare google per apprendere l'uso ed il significato della famosa legge.
Ecco, cari lettori, io mi limito ormai a consigliare l'uso di google, per carità, inutile dire che con NOI del partito degli under 70.000 certe situazioni o truffe sui creduloni sparirebbero del tutto, in quanto NOI abbiamo nel programma la costruzione di campi lavoro, dove i furbetti ed i guru vengono reclusi fino a quando non rimborsino tutti i danni recati alla brava gente.
Son sicuro che una volta nel campo, magari con palla di piombo al piede, i soldi uscirebbero fuori pur risultando nullatenenti agli occhi del fisco.
Ecco come il partito degli under 70.000 difende gli interessi della brava gente, cioè di coloro che lavorando tutti i giorni e pagando tasse e contributi, consentono ad una nazione e al suo  bobbolo anche se un po' sprovveduto di poter sopravvivere.