7 lug 2022

o tempora o biondes

- Sarve regà, io so' er brokke , co me er monno è sempre rosa e la grana sgorga dar cielo, nun siate timorosi, sganciateme er grano e io ve garantisco che nun ve ne pentirete, più sganciate e più arti saranno i rendimenti. 
- Ahò, a brokke, a me me manna don Ciccio, lui opera in altri settori, anche essi molto produttivi e siccome er mercato è un po' fermo jè avanzata tanta liquidità che ve poterebbe consegnà per qualche annetto.
- E che aspettate, date, date, non ve ne pentirete e ve ne rilascio immediata ricevuta con data e firma.
- Ecco a voi 'sta valigiata e la ricevuta nun è necessaria, con don Ciccio basta a' parola, a' parola e un par de scarpe nove, a brokke don Ciccio è don Ciccio che 'n ciò sai?
Come cambiano i mestieri! Non c'è più alcun rispetto per il consumatore, adesso anche le catene di santantonio non restituiscon nulla, te se magneno tutto, antro che Titino, che porello incassava e poi restituendo il 10% annuo stava tranquillo pe' 10 anni in attesa della vincita definitiva all'ippodromo.

30 giu 2022

La calamità nazionale

Arriva l'estate e come al solito i bravi caporioni si sono accorti della siccità e dichiarano lo stato di calamità nazionale: non si possono più annaffiare le piantine dei fiori nei vasi del terrazzo.
Paghiamo migliaia di caporioni che risolvono i problemi dichiarando lo stato di calamità e paghiamo milioni di bravi ragazzi per starsene buoni a casa sul divano (se ne hanno uno) perché manca il lavoro.
Qui  a Roma poi bisognerebbe costringere quelli che sono andati a votare a pagare le spese per il danno fatto (anche se ormai sono meno del 50% ma non interessa coloro che su quelle crocette ci campano alla grande) perché nell'ultima tornata elettorale amministrativa hanno fatto fori la raggi e l'hanno sostituita con i veri profescional che subito si sono raddoppiati la paga mentre per i cittadini e NOI pagatori di tasse è rimasto tutto come prima: 
ma stavolta senza alcun colpevole, i loro mezzi de communicazione ne parlano velatamente e non più in prima paggina togliendo così ar mortodefame pagatore de tasse la soddisfazione de poté dì: 
"è tutta corpa da' raggi" boia d'un mond leder
Intanto le giornate hanno iniziato ad accorciarsi, il sole cala, ma come si fa, diche ie, a nun capire che le elezioni amministrative sono solo soldi buttati via, con i quali sotto un'amministrazione accurata come quella dei commissari governativi si potrebbe  risolvere almeno il problema della munnezza e vabbé, lassamo perde, non torniamo più a dire che con il partito degli under 70.000 tutto ciò sarebbe superato, cerchiamo di goderci quel poco che resta della nostra vita senza angustiarci e pensiamo al mare che ci aspetta dopo due anni di privazioni.

23 giu 2022

Libiamo coloratamente

 


era ora, dovevo farlo oggi a mente fredda:
il bobbolo si è potuto esprimere su argomenti vitali e come da
 altre inutili spese 
si vanno a sommare al deficit che riposa sulle sue spalle.
Con migliaia di chilometri di autostrade e ferrovie lungo i cui recinti 
si possono installare i 
pannelli solari
e migliaia di valli montane abbandonate in cui costruire dighe per trattenere le 
 acque delle nevi 
Loro continuano a buttare soldi per elezioni amministrative e referendum.
Intanto l'acqua verrà razionata, ma già i più furbi mortidifame del bobbolo 
si stanno installando serbatoi ed autoclavi  

16 giu 2022

Lanciati correttamente (i missili)

eccoli qua, li missili, tutti e 16 sparati, mò se ne ariparlerà tra un anno:

un anno di attesa per un giorno di fioritura, speriamo di esserci

9 giu 2022

Missili amici

Quest'anno grazie alla magnificienza di Voi dimocratici occidentali i missili son aumentati, 19 per l'esattezza. 3 l'avimo già sparati per controllarne la precisione e poi tutti l'antri e 16 ve farò vidè tra quarche giorno.

Anche quest'anno i missili ci sono e puntano correttamente o meno a sud, sud-est però son arrivati molto prima rispetto all'anno scorso, grazie alla vostra generosità o forse al caldo che ormai straripa 

2 giu 2022

Adesso siii, adesso cheeee, torniaaamooo al maaare

Ci sono tante opportunità anche in tempi di carestia, le guerre son ricominciate e per gli spiriti guerrieri corrono gli ingaggi, ho saputo che addirittura i più addestrati possono portarsi a casa, oltre lo stipendio, anche qualche medaglia, altro che il tapiro di striscia e poi la gloriosa destra si erge a difensore degli imprenditori del mare frecannosene se il bobbolo deve pagare sempre di più per l'ombrellone e la sdraio, sì, insomma il mare è di tutti, però poi i furbi se lo recintano dando quattro soldi allo stato. Ben vengano le aste per le concessioni balneari, anzi, visto che ci siamo, mettiamo all'asta anche tutte le altre concessioni magari con durata decennale anche per i taxi e vendiamo la rai, se vogliamo parlare di economia liberale e poi andiamo a vedere chi abita nelle case popolari e controlliamo se ne ha ancora il diritto, perché la fortuna gira e uno può averne usufruito come dimostrano tutte le belle macchinone in sosta sotto le loro finestre. 
Già, sarebbe troppo facile risolvere i problemi a chiacchiere, non siamo mica come il partito degli under 70.000 che toglie il diritto di voto ai pensionati, adesso poi abbiamo anche impegnato una certa cifra dei contribuenti per realizzare il sogno degli innamorati: far funzionare equamente la giustizia terrena con un referendum cui mancherà la cosa principale, l'afflusso della gente che produce il reddito e che ormai non si reca più a votare e non raggiungendo il quorum saranno altri soldi buttati che si cumuleranno nel famoso debito nazionale. Chissà poi perché ce l'hanno tanto con la justicia che arriva persino al pelo nell'ovo e poi si nun lo trova se arabbatta sul sicuro su quello che tutti sanno che è stato lui, perché poi tanto lui cuntinua tranquillo e beato pe' anni e anni  mentre pe' l'antri armeno interviene er Menga.   

26 mag 2022

Conquiste democratiche 2^

Con riferimento al post precedente sulle grandi conquiste democratiche di un bobbolo sognatore mi ha molto incuriosito la vicenda di un contribuente colpito nei propri interessi in maniera eclatante e che non si rassegna al suo tristo destino di residente sul gioioso suolo.
Quello che più non mi convince poi è la sua buona fede, in quanto nel primo round si sarebbe accontentato di 300 mila da devolvere tutti in beneficienza specialmente alla croce rossa che allieva le disgrazie dei miseri sul ridente suolo, mentre nel secondo round ed inspecie dopo la sentenza della gloriosa corte europea ne ha richiesti 600 mila e non intende rinunciare.
Certo sembra impossibile che chi controlla il territorio non si accorga di certe situazioni, con don ciccio non succederebbe e agli onesti contribuenti residenti sul gioioso suolo sembrerebbe quasi che ci sia una certa complicità per consentire codeste espressioni artistiche scaturite dalle menti più dotate. Qui a Roma d'estate le possiamo anche vivere specialmente abitando in periferia e con il caldo e con le finestre aperte sopportare quel bum bum bum lontano ma così insistente da impedirti il riposo e fomentarti il ragionar funesto.
Sequestro apparecchiature, sequestro veicoli e loro vendita all'asta, campo lavoro per chi sta sul palco potrebbero servire, ma forse la legge der Menga è la migliore soluzione, incularne uno per non scontentarne 10.000 è più razionale, anche se di questo passo poi non si sa mai cosa potrebbe accadere in futuro, qualora dovessero venir a mancare i fondamentali, tipo il pane, la pasta, qualche salciccia e gli spinelli per i più estroversi. 

19 mag 2022

Un'altra grande conquista democratica

Altro che le grandi conquiste democratiche e alla faccia dei  mortidifame che vivono sotto i vari regimi palesemente dittatoriali, un'altra grande conquista si è aggiunta sul gobbo dei contribuenti e questa volta grazie alla corte europea che conosce bene l'ipocrisia che si nasconde dietro le nostre autonome legiferazioni. Perché è facile legiferare dal pulpito senza stabilire poi come fare per l'attuazione del legiferato. E' facile dire che tizio deve dare a caio una certa somma, senza poi realizzare quanto legiferato ed un esempio di quanti figli di mignotta delinquenti si approfittano della buona fede del prossimo potete vederlo il martedì da Mario Giordano (adesso però ne parla a mezzanotte perché l'argomento è troppo devastante in un paese democratico e addirittura possessore della mejo carta ar monno  fatta rispettare sempre dagli addetti alla distribuzione) .
Ora i romani sapevano come frenare le tendenze delinquenziali e vendevano i malfattori nullatenenti al mercato degli schiavi, i mortidifame del partito degli under 70.000 conoscendo a fondo la sostanza umana invece rinchiudono codesti malfattori nullatenenti nei campi lavoro fino alla restituzione del danno, mentre i cazzari predicatori frocicorculodell'antri affidano le cose alla fantasia che per i deboli significa accontentarsi delle loro varie leggi der Menga. Certo si poteva pensare ad un aumento dell'iva sui generi di lusso e con quei soldi creare un fondo di solidarietà per risarcire le ingenui vittime, però c'è pure tra i caporioni l'altra corrente che pensa che i bobboli vanno tenuti sempre all'erta per non rincoglionirsi ed allo scopo ben vengano gli zincari, i migranti, gli scaltri malfattori che trasmettano quel minimo di regole di sopravvivenza, però la maggioranza del bobbolo sembra rifiutare questo status quo, questa convivenza con il male e si rifiuta di far figli impensierendo persino il padre in bianco e così lasciando il posto ancora a più migranti e zincheri, tanto saranno i posteri a parlarne.

12 mag 2022

A pila d''a colla

MMazza quanto magneno aòh, s'attaccheno a tutto, puro a 'a pila d'a colla! 
La pila della colla, èh già, la plastica ancora non c'era, non era stata inventata, però le colle, anche in mancanza del vinavil i falegnami dell'antico Egitto dovevano necessariamente usarle, tramandandole di padre in figlio, fino appunto alla scoperta della plastica, del freddo vinavil e delle supercolle. Io ricordo la colla cervione, la pentola in cui si preparava a caldo e quel forte odore di membra quasi umane che ne scaturiva, perché essa è fatta con residui animali, ossa, pelli e quant'altro coperto dal segreto professionale di ogni artigiano ed ecco il perché del detto "La pila della colla":  essa poteva esser anche mangiata dai mortidefame in tempi di carestia. 
Se magneno tutto, te se fregheno puro a pila d'a colla per dire che i caporioni nun hanno pietà, so' capaci de levatte de tutto se tu non hai avuto l'accortezza di spogliarti dei tuoi beni e donarli a qualche poro vecchietto paralitico e poi tu nella veste di nullatenente passar dalla parte di coloro che possono tranquillamente fottersene di multe, ingiunzioni, biglietti autobus e treni e elargire truffe ai meno scaltri, le cosiddette sôle (con la o aperta) contro le quali, NOI, del partito degli under 70.000 creammo i campi lavoro. 
Poi esiste ancora la guerra con la sua umanità: mercenari, stupri, eliminazioni di massa, furti tra mortidifame, perché anche il bianco padre si è accorto che il divertimento delle armi è riservato ai caporioni mentre per le masse c'è la dipartita, in quanto, (questo ve lo dice solo Fracatz non vestito di bianco) è appurato che la terra è la casa degli umani, ma quanti mortidifame può sostenere nessuno si è mai permesso di dirlo ed allora si continua a sfoltire, visto che verranno a mancare le risorse essenziali al consumismo del cosiddetto vivere civile.  
 

5 mag 2022

L'inflazione

L'inflazione può esser un termine nuovo da sperimentare  per i nostri giovani nati nell'era Euro in quanto non era mai stata dichiarata in maniera ufficiale dagli organi preposti alla diffusione della conoscenza. Con l'euro ormai veniva sempre trattata distrattamente, anche se per i mortidifame nei primi anni dal passaggio dalla lira sembrava catastrofica, 1 kilo di pane da 3 mila lire a 3 euri, il biglietto dell'autobus da 1000 lire a 1,5 euri, la capsula dentiaria dal milione ai 1000 euri, il cono gelato, la frutta, etc.
Poi come previsto si calmò ed i mortidifame si abituarono alla mezza mela senza più pensarci: i prezzi si erano stabilizzati, i caporioni si erano triplicate le entrate e parevano accontentarsi.
Poi dopo 20 anni di stabilità, il cambio di scena, Greta ha detto che le risorse son finite ed occorre farsi un bel gruzzolo con quel poco che ne è rimasto: riparte la corsa dei prezzi.
Un' inflazione a due cifre NOI l'avemmo già a partire con la crisi petrolifera negli anni 70, non si trovava più una bombola per riscaldarsi né una tanica di kerosene tutto andava a borsa nera  e così i sindacati ottennero la scala mobile sugli stipendi, però gli stipendi pur rincorrendo la corsa dei prezzi, non potevano competere con gli stessi, quindi occorreva spendere subito quel che si guadagnava perché il mese successivo ci si compravano meno cose, una corsa senza speranza ed il solo ad avvantaggiarsene  era il debito pubblico, perché gli interessi anche al 10% erano sempre più bassi dell'inflazione.
Poi venne un illuminato di sinistra, che per proteggere i lavoratori, abolì la scala mobile o contingenza che dir si voglia: era meno stressante la mezza mela che una corsa pazzesca prezzi - inflazione. 
Questa volta, però, non ci sono più le sacre ideologie di allora (sindacati agguerriti, destra, sinistra, sacro centrum), questa volta, senza prescrizioni, ognuno cercherà di arraffare il massimo e per i mortidifame non ammanicati coi caporioni o quelli meno preparati e quindi non risultanti nullatenenti all'occhi del fisco per beneficiare delle sovvenzioni statali, saranno solo cazzi da cagare.     

28 apr 2022

Auguri agli under 70.000

Son passati 10 anni dalla fondazione del mio partito, così per festeggiare ho deciso di ri_aprirlo e recarmi per un brindisi all'istituto per anziani ove da tempo vive il carissimo prof. Ciompi.
In realtà la chiusura era stata troppo affrettata, troppa angoscia per la malvagità umana che esiste ed esisterà sempre nonostante le buone parole asperse dai vari pulpiti interessati.
Così col caro prof abbiamo rivissuto i bei tempi andati, i nostri amori, gli entusiasmi adolescenziali e devo dire che ancora è abbastanza presente con la mente, perché abbiamo analizzato presente e futuro ormai prossimo. Abbiamo capito cosa si intende per fine del mondo ed abbiamo anche capito le nostre origini perché mai avevamo creduto alla storiella di Adamo o a quella della discendenza dalle scimmie facilitata dal big bang. A breve ci sarà la fine del mondo per tutti gli esseri umani evoluti, tutti i continenti saranno contaminati dalle radiazioni atomiche e la vita umana sarà conservata solo con qualche essere primitivo residente su qualche isola sperduta e nel cuore di qualche foresta dell'africa centrale. Occorreranno milioni di anni per poter ri_iniziare a occupare i continenti e ci sarà la nuova scoperta delle americhe o dell'australia con la creazione di nuove religioni perché l'essere umano è fortemente spirituale e non accetta di esistere solo per trascinare la sua misera esistenza quotidiana, senza la speranza di un giudizio universale di difficile effettuazione in quanto l'universo si modificherà ma non sparirà. Intanto i carismatici caporioni hanno pensato bene a risolvere l'unico problema che ancora opprimeva il nostro caro, amato, generoso, immaginifico bobbolo.

25 apr 2022

Va pensiero

 



era ora, dovevo farlo 
non riesco più a sorridere con l'ansia, la guerra, l'inflazione, la pandemia

19 apr 2022

Sfumature democratiche

Ormai qui da nojos, in thaja, la legge si occupa di tutti gli aspetti giornalieri che affliggono o rallegrano la vita dei residenti, fregandosene poi se per ogni trasgressione individuata la soluzione suggerita venga applicata ed i problemi risolti.
Così ci troviamo a convivere con i cinghiali, la munnezza, i mascalzoni che rubano le case, i redditi di cittadinanza impossibili da recuperare, i paraculi nullatenenti agli occhi del fisco che possono regalare truffe ai meno furbi, etc. etc. ed ognuno di noi potrebbe aggiungere altro.
Poi ci sono quelli che vengono denunciati per abbandono di animale, senza prendere in considerazione se questo animale era nel diritto di pretendere di non esser abbandonato dopo che aveva perso tutte le doti e le caratteristiche originarie del suo essere animale. Ad esempio il gatto della consorte, che ormai ricorda a mala pena la sua razza di appartenenza e che continua a fare il cazzo del comodo suo per tutti i luoghi in cui conviviamo e che non posso nemmeno denunciare in quanto la legge ormai ignora i diritti dei proprietari mortidifame, sto gran fijo de na mignotta con coda ed unghiette m'ha ammazzato un merlo maschio che ho dovuto seppellire in giardino, perché non lo ha mangiato. Queste specie di animali che riconoscono come cibo solo le crocchette e che anche gli uccelli scambiano per giocattolini avvicinandoli per volerci giocare. Capirai, un merlo maschio, erano anni che non ne vedevo dato che grazie alle favolose leggi scritte da avvocati oggi in città esistono solo uccelli grossi tipo gabbiani, cornacchie, corvi, piccioni, tortore, perché da sempre nel mondo animale, umani compresi, i grossi mangiano i piccini se tu, con le tue leggette,  impedisci ai giusti di intervenire. Capirai, un bel merlo maschio tutto nero e col becco giallo che mi avrebbe rallegrato tutta l'estate coi suoi bei fischiettii mentre il Mario piano piano ha capito anche lui chi è che comanda e gestisce le cose. 

14 apr 2022

Pasqua 2022


Un caro e primaverile augurio di pace e serenità a Voi
ed ai vostri cari

Fracatz
 Restatevene a casa, cribbio, nun fate i fessi !
( Non lasciate che le asperità della vita vi impediscano di godere di una bella giornata di sole o di un picnic sui prati tra uno stuolo di bimbi festosi ). 
 Rallegriamo i nostri cuori perché la bella stagione è in arrivo ancora una volta e poi per Pasqua ogni poeta abbusca e NOI degli under 70.000 sappiamo apprezzarlo.

7 apr 2022

Ci stiam preparando 2^

Ormai è stabilito in tutti i programmi: tra poco le auto dovranno essere tutte elettriche.
Grazie alla grande accortezza dei nostri bravi caporioni, che continuano a trattare su tutti i canali televisivi l'argomento, NOI ci stiamo attrezzando per poter superare agevolmente il grande mutamento.
Sotto tutte le vie cittadine, i percettori del reddito di cittadinanza stanno scavando cunicoli per riavvicinarci alle metropoli occidentali dove esistono già dal 1800. Cunicoli per non rompere in continuazione gli asfalti stradali in cui far passare tutte le cose necessarie alla distribuzione dei servizi utili alla civile convivenza: fogne, tubi acqua, tubi gas, cavi elettrici, TV, telefonia, ed ora i vari cavi per poter mettere ogni 5 metri su tutti i marciapiedi le colonnine per ricaricare le auto elettriche. Certo nelle periferie dai palazzoni a 8 e più piani, sarà dura avere a disposizione la colonnina per la ricarica ed è per questo che stiamo pianificando l'abbattimento di un palazzo ogni 3 per costruirci parcheggi sopraelevati. Spostando i proprietari degli alloggi nelle stesse zone in nuove costruzioni che stiamo già realizzando per farci affrontare il grande evento. Infine, per farla finita con le discriminazioni, le più acculturate tra le nostre femmine hanno costituita l'associazione  "Canottiere Aniene" con servizi igienici solo femminili.

31 mar 2022

La chiusura

Alla luce degli ultimi avvenimenti internazionali, vista la irreversibilità della malvagità umana, nell'ultima riunione abbiamo deciso la chiusura del nostro partito degli under 70.000.
Chiudiamo anche senza fondazione, né traffico di influenze, che per ora er covid abbasta ed avanza.
Troppo rischioso tenere aperto un partito altamente democratico come il nostro qualora dovessero tornare in auge le vecchie tendenze dittatoriali naziste o comuniste che dir si voglia.
Chissà se don Ciccio laggiù, nel profondo sud, avrà avuto la stessa sensazione, anche se il suo movimento non si fregia del democratico titolo di partito.
Questi rubano e i comunicatori insistono nel dire che i grillini sono il male dell'italia, ma le volemo tajà na vorta pe' sempre le mani a chi arrubba??  Sarebbe ora che questi grillini avessero un colpo di fulmine e la facessero finita col proporzionale puro e decidessero di abbracciare altre religioni promuovendo una legge per il taglio delle mani, i ladri son troppi e non possiamo mantenerli nelle carceri, visto che i campi lavoro del partito degli under 70.000 son troppo schiavisti. Poi adesso a distrarre il bobbolo ci sono questi soldatacci russi che violentano ed ammazzano le soldatesse nemiche. Boicottateli, sanzionateli, soprattutto, come NOI qui a Velletri, non assolveteli devono abbrucià pe' sempre giù nell'inferno assieme a tutti i pipparoli, ai dispersori del seme, alle femmine coi vibratori che penzeno solo a godé e non a incrementà il numero degli umani che vivono sulla palla e ci fanno assistere a tutti questi bei avvenimenti che scaturiscono dalla loro presenza.  
Così, quando proprio sembrava fatta, la reversibilità ormai confermata al 100% anche ad un secondo dopo il "sì", grazie agli addetti alla distribuzione del benessere al bobbolo e da esso retribuiti, si scoprì invece che era tutta 'na burla, un gioco e grazie a Lui, l'eterno giocoliere, i nostri cari giovani se so' arisparambiati de pagà almeno 60 anni di bbona pinzione alla fortunata sposina, mo' staremo a vedé se potranno rimediare anche all'altra grande novità venuta a galla, quella scoperta dall'uomo in bianco e  cioè che i caporioni decidono e i mortidifame che li sostengono pagano con la vita.
Ammazza quanti anni ce so voluti pe' scoprilla quest'ultima.

Per fortuna poi che non tutte le chiusure  vengono a nuocere

17 mar 2022

Intollerante anaffettività grammaticale



Alla prima che MI fai...
ti licenzio e te ne vai


Siate inflessibili come lo è essa, la grande justicia terrena 1  2  

10 mar 2022

Flectamus genua

 
Nonostante gli ordini emanati dall'alto dai vari caporioni, le notizie trapelano grazie ai non allineati, ai soliti trasgressori, così  pare che qui a Roma gli autobus continuano a prender fuoco anche senza la Raggi ed i cinghiali, che nessuno si azzarda più a riprendere coi cellulari e mettere in rete, siano sempre operativi .
 Questo a dimostrare, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che le elezioni amministrative sono assolutamente inutili  
ai pagatori di tasse, anzi spesso, come questa volta, hanno comportato un esborso ulteriore, perché i nuovi arrivati, essendo grandi carismatici specializzati nella moltiplicazione dei peni e pesci, si son raddoppiati lo stipennio rispetto alla Raggi che porella se accuntentava der minimo consentito agli umani privi di doti carismatiche.
Vabbé. orimai er dado è tratto e ora aspettiamo la normalizzazione der servizio  della monnezza, l'ultimo problema irrisolto lasciato dalla precedente amministrazione. 
 

7 mar 2022

Natura generosa


Una volta l'anno, anche questi aridi cespugli, ci ringraziano per le nostre cure con i loro semplici doni. Accettiamoli a testimonianza che un altro anno se ne è andato e siamo ancora qui,

èh sì, NOI siamo ancora qui

 

28 feb 2022

Ninna nanna (sanzionatevi)

Chi mi legge da tempo sa quanto mi secca il dover sparar cazzate nelle mie consulenze ed è per questo che ancora non mi sono espresso sulle folli vicende che accadono in questi giorni ancora ricchi di freddo invernale. Così mi son comprato e letto "Della gentilezza e del coraggio" per penetrare nelle menti dei grandi caporioni e dopo averlo letto mi sono sempre più convinto di quanto la mia "mitezza" rasentando da sempre la coglionaggine (pag.17) non potrà mai modificarsi nella "gentilezza" e trasformare il mondo come avrei voluto quando diedi vita al mio Partito degli Under 70.000. Bisognerà quindi rassegnarci, recitar giornalmente la Ninna Nanna ed affidare i nostri destini ai grandi caporioni, quelli che sanno bene cosa fare e sono stati istruiti per farlo. 
Agli inizi del gioco, mi ero fatto convinto che, come la comparsa del virus, anche questo sfoggio di cazzate e di carri armati con relativi missili terra aria per liberare gli spazi aerei fosse dovuto agli accordi tra i "veri" caporioni di questa palla di merda per continuare ad eliminare mortidifame che come ben sapete han superato la soglia dei 9 miliardi e consumano ossigeno ed energia ogni giorno che passa. 
Così, dopo le migliaia di chiacchiere riciclate nelle tv nelle quali non si erano nemmeno messi d'accordo se pronunciare Ucraì_na o Ucrà_ina  in quanto anche la crusca lascia libertà di scelta pur dicendo che la più corretta sarebbe sulla ì e dopo le migliaia di semantiche relative alle folcloristiche sanzioni ravvisabili nella foto in alto a sinistra, mi son dovuto rassegnare ai fatti ed i fatti mi hanno confermato della scarsa pochezza degli esseri umani.
Pertanto, cosa volete che vi dica, ringraziamo il fato che per ora si spara solo da quelle parti e speriamo che la cosa resti in quella zona ristretta, sperando in un futuro migliore, in quanto accade sempre che quando finisce una guerra l'economia riparte, le borse rimbalzano e magari si crea tanta occupazione. Qualora invece la guerra dovesse estendersi scegliete accuratamente con chi dovreste allearvi, non ascoltate i Vostri caporioni che ormai son legittimati solo da un 40% di fedeli votanti, ma  ricordate sempre che è meglio esser fatti prigionieri dagli americani che dai vari barbari sparsi nel mondo. Un'altra sanzione seria poteva esser quella di diminuire il consumo del gas con i cui introiti si stanno finanziando questi giochini, evitare almeno di lavarvi le mani ed il viso con l'acqua calda anche d'estate, ma queste son cose poche adatte alle menti dei nostri cari, dolci, amati, generosi, variegati,
immaginifici bobboli .

24 feb 2022

Ci stiam preparando 1^

Le prediche continuano, le chiacchiere son sempre bbone e gratuite e i pulpiti non mancano ai ben introdotti predicatori, così da tanti anni stiamo lavorando per non farci trovare impreparati alla fine delle risorse messe a disposizione dalla natura A NOI consumatori.
Il Po è in secca già a febbraio, chissà cosa sarà a luglio, però di pioggia ne è caduta tanta, solo che le distribuzioni son cambiate, oggi son solo bombe d'acqua che producono allagamenti e relativi danni, per fortuna che col reddito di cittadinanza abbiamo potuto mettere tanti bravi ragazzi a scavare canali per intercettare le acque montane e convogliarle in tanti bacini idraulici già forniti di dighe e relativi generatori elettrici.
Grazie all'oculatezza dei nostri illuminati caporioni, che sono intervenuti tempestivamente ai primi annunci di Greta, riusciremo a non desertificare le nostre campagne e ad avere energia elettrica a prezzi accessibili per tutti i mortidifame.
Finalmente la gente ha capito che non è sufficiente la grande volontà di fare del bene predicandolo tutti i giorni dai vari pulpiti, ma occorre anche pianificare e programmare le opere necessarie alla sua realizzazione e metterci i relativi soldi, altrimenti che razza di accoglienza possiamo offrire a tutti i derelitti del mondo che si accingono a partire sui barconi rischiando la vita per poi arrivare qui, da nojos, e non trovare nemmeno un bicchiere d'acqua aggratiss così come avviene nelle loro patrie ormai desertificate dai troppi passaggi generazionali gestiti oculatamente dalle chiacchiere dei loro caporioni.


10 feb 2022

Un messaggio per tutti Voi

Eh no, nieente, volevo solo avvisavve regà che c'è un nuovo messaggio pe' tutti Voi da parte de jasper M.C. (M...... C.....).
E' incredibile che qui da nojos, in thaja, ce sia gente che passa la notte ad arrampicasse sui muri pe' potelli imbrattà! Mode importate dall'estero e che all'estero ormai son tramontate da anni, basta vedere in tv i loro muri, le loro metropolitane, i loro treni......
Eh basta nooo e famola finita, la notte è fatta per dormire, per riposare le membra dopo una dura giornata de lavoro, con tutta la monnezza che ce sarebbe da riccoje, sprecà il tempo ad imbrattà, a fa danni e magari percepicce puro er famoso reddito, sì, quello de cittadinanza che dovrebbe esser concesso solo in cambio di qualche ora di lavoro magari a ripulire i muri imbrattati. Ma Voi, comunque, attenzione al messaggio perché i vostri caporioni stan pensando di trasformare il 110% in un bel magna magna pe' avvocati e tribunali, infatti, come segnalato dai vari servizi delle jene le ditte restauratrici, in accordo con gli amministratori dei condomini che prendono la percentuale sull'importo dei lavori, hanno persino triplicato il costo dei lavori, tanto paga pantalone ed allora: 
alme vili, paventate, il mio fulmine cadrà! 
Sulla vostra testa, sì, come nei migliori paesi dove regna sovrana la legge der Menga, proprio sulla vostra testa, anche se Voi eravate contrari ai lavori e non avete nemmeno partecipato alla relativa assemblea in cui furono approvati, però senz'altro avrete dovuto firmare un foglio in cui è ben specificato che in caso di dolo, TUTTI i condomini dovranno risarcire lo stato e non gli amministratori ed i titolari delle ditte ladre autorizzati a godersi i loro introiti, tanto in caso vi saltasse in mente di far loro causa dando altra bbona ciccia agli avvocati le ditte saranno tutte fallite e gli amministratori nullatenenti agli occhi del fisco.
Meditate brava gente, meditate e se ancora continuate ad esprimere le vostre preferenze quinquennali, aspettate almeno che scenda in campo il MIO partito degli under 70.000.

un premio al commento più carino col significato delle due iniziali M.C. 



3 feb 2022

Che peccato


Che peccato, sembrava proprio fatta, finalmente era giunto il momento di porre una donna, magari femmina, alla guida dell'arca ed invece, come sempre, la supremazia dei maschilisti.
Eppure de chiachiere ne hanno sparse ai 4 venti: volemo lei, è la mejo, è attrezzata, conosce il mestiere e su e giù e chi più ne ha ne metta. Stavorta anche li mejo tra l'altro gender maledicevano il fato che li aveva fatti maschi e li vedevi tutti rammolliti nelle loro misere vesti, stavorta erano fuori. Invece no, alla fine, sparsa la solita merda, è prevalso il pensiero dominante, c'avemo famigghia, dovemo assolutamente aritornà ai bei tempi, al proporzionale puro, bisogna pure ripristinà quei bei numeri de na vorta, tanto il bobbolo ha già dimenticato i five star che ce diminuireno del 50% e ce costrinsero al referendum che però confermò la diminuizione e via co' i soliti proponimenti per il bene der bobbolo e pe' aumentà li posti de lavoro. 
Vabbé, dai, ragazzi, pe' 'sta vorta è annata così, avete tirato un sospiro de sollievo, però pe' la prossima, qualora aveste velleità presidenziali, non seguite gli esempi sbagliati, ma piuttosto fate un pensierino sul  tajàvve li cojoni e passà sull'antra sponda, perché è evidente che i prossimi, pe' ariconquistasse er bobbolo, rimetteranno le cose a posto, eleggendola, la presidentessa. 

27 gen 2022

Ringraziamenti

Care ragazze, cari ragazzi, un piccolo grazie a Voi per le vostre insistenze e scusatemi se non lo faccio singolarmente, ma le mail ricevute sono così tante che preferisco farlo in maniera pubblica per non tralasciare alcun di Voi.
Non posso accettare il Vostro invito a candidarmi e non ho potuto insistere nemmeno col nostro amato prof. Ciompi, che fortunatamente ancora resiste in carne ed ossa, ma è completamente andato intellettualmente come in genere accade agli ultraottantenni.
Il mio rifiuto invece non dipende dall'età che ancora non è così influente nell'intelletto se non fosse per qualche saltuario vuoto di memoria, ben controllato dall'intelligenza ridotta, ma sempre superiore alla media universale per via delle staminali.  Il mio rifiuto è di ragioni prettamente economiche, perché qualora fossi scelto per la reggenza della barra del timone di certo non potrei rinunciare, come i migliori, alla ricompensa stabilita per la posizione, anche se nel mio caso si tratterebbe di quei miseri 70.000 che concediamo al timoniere maximo. Non potrei assolutamente rifiutare perché son da sempre circondato da miseri mortidifame: la moglie consumatrice compulsiva, i figli con la panda, i nipoti con l'ultimo modello di cellulare, gli amici al bar, etc. che mi si rivolterebbero tutti contro rendendomi meno gioiosa se non impossibile la mia già misera esistenza. 
Per questo non ci sarà mai la mia candidatura, perché non potrei sopravvivere al pensiero di dover scambiare una missione per me, così alta e prestigiosa e di per se già auto_compensante, con un venale bonifico mensile da girare come sempre ai miei più stretti vicini.      

 


20 gen 2022

Non voglio il funerale di stato

Care ragazze, cari ragazzi, gli anni passano e ultimamente hanno ridotto di molto gli stimoli per noi umani di una certa e consolidata, così oggi mi tocca anticipare di ben 4 anni l'argomento  trattato nel 2010 e poi nel 2018, perché vorrei che fosse ben chiaro a tutti Voi che non avendoVi trasmesso nulla in pensieri, parole, donazioni e lanci di stampelle dall'alto delle barricate non dovete assolutamente battervi per un misero funerale di stato nei miei riguardi e neanche per intestazioni di strade, piazze o eventuali targhe nei luoghi che mi ospitarono. Non merito neanche l'intestazione di un vicolo cieco, quantunque "Vicolo Fracatz" avrebbe una certa assonanza se oltre che cieco fosse anche buio e senza luce pubblica notturna, però non lo merito, da cieco egoista, Vi ricordo che tenni tutta per me la penna dell'uccello grifone. Risparmiate pure i fiori, e consolatevi con qualche opera di bene però sempre verso altri miseri silenti contribuenti del nostro stampo. La mia vita è scorsa normale, ordinaria, anche se per aver trattato  gli affari degli altri meglio dei miei, alla fine, dovetti autoflagellarvi col mio partito degli under 70.000, però non voglio assolutamente flagellare tutti con una settimana di commemorazioni pubbliche su tutti i canali televisivi, perché mi rendo conto di essere un perfetto sconosciuto per la maggioranza del bobbolo e non venite a dirmi che con la trasformazione della reggia dei Papi nella reggia del papi ci avrei quatambiato in notorietà .
Lasciatemi tranquillamente andare, come da me richiesto , ma intanto continuiamo pure a trastullarci qui nel virtuale finché salute ci assiste.
Amen     
 


13 gen 2022

NON hanno stroncato er Mario, Mario è vivo

 Non  hanno ammazzato er Mario, ma Mario è vivoo oh, ooh......
 Non hanno stroncato er Mario, troppo  populista per i suoi benefattori, ma quale populista si nun annava nimmeno in bicicletta, dico io.
 Son stato tanto contento nel rivedere il Mario martedì a sera, dopo tutte le chiacchiere, su chi voleva stroncarlo è prevalso il business sui dati d'ascolto della sua trasmissione.  
Ciao Mario, grazie per tutto il lavoro che fai per mostrare al bobbolo, nelle ore notturne quando i bimbi ed i lavoratori dormono, come ormai la legge der Menga regni sovrana per i mortidifame inconsapevoli della loro posizione di under, under, under 70.000.
Ci hai fatto un po' trepidare quando ti sospesero la trasmissione con la scusa che si avvicinava il santo Natale e i mortidifame dovevano smetterla di agitarsi, per non fare gli interessi di coloro che con la legge der Menga si trovano dalla parte giusta qui da nojos, in thaja.
Peccato però Mario che non possiedi una tua TV e ti tocca invitare persone al comando della nazione che conosciamo troppo bene e già si alternarono ai bottoni negli ultimi 20 anni per portarci al degrado attuale mentre loro si compravano le macchine blu maserati, perché persone con le tue idee potrebbero invertire il corso di imbarbarimento preso dalla nostra patria, anche se per il fallimento economico non ci sarebbe stata comunque alcuna speranza, il fallimento è inevitabile.
Molto bella la tua proposta di legge che i caporioni vogliono far passare come populista in quanto elimina tanta burocrazia e spese per i parassiti sociali, quando invece con la tua legge, che ci reinserirebbe tra i popoli civili, sarebbero proprio i veri mortidifame a trarne vantaggio, come in Australia dove i proprietari che non ricevono il fitto possono riavere libera la loro casa senza spese in 20 giorni e quindi non chiedono alcuna garanzia affittando la casa a chiunque, senza chiedere spese aggiuntive per fidejussioni, assicurazioni o persone garanti con proprietà immobiliari.
Certo con una TV tutta tua sarebbe stata tutta n'antra cosa, ma così, lo capischi da te, i nostri caporioni, dell'australia ce fanno vedé che bloccheno i no-vairus miliardari e allora A NOI, mortidefame, ce toccherà, come sempre, accuntentacce de le tue chiachiere e dei vaneggiamenti del partito degli under 70.000 con i suoi campi lavoro in cui rinchiudere tutti i mascalzoni nullatenenti agli occhi del fisco. 
Ciao Mario, continua accussì che fai tanta audience e armeno er tuo de lavoro è al sicuro.
 

7 gen 2022

Ricominciamo 2022

Piano piano, pacatamente, come piace A NOI, anche quest'anno abbiamo ripiegato il nostro alberello, incartato le palle e i 5 pupazzetti del presepe ed abbiamo riposto il tutto in cantina per ripresentarlo il prossimo anno, sperando sempre di esserci e sì, perchè anche noi qui in convento, pur supportati da quella tenue fiammella  spirituale che ci prospetta qualcosa di migliore, siamo terribilmente attaccati a questo nostro tristo sacco.
Voglio ringraziare tutti Voi vecchi e nuovi passanti che avete lasciato un augurio di speranza sotto il mio alberello e spero di ritrovarceli il prossimo anno, anche se, specie per i più giovani sarei felice di sapervi volati via dal web perché impegnati in cose più importanti per la vostra vita od addirittura alle prese con la frustrazione del menage di coppia e diventare genitori.

Duro è il mestiere di genitori, la vita di coppia, duri i sacrifici per chi vive di lavoro, ma è una sfida che abbiamo ereditato geneticamente a dispetto delle varie mode egoisticamente imposte dai media.
Auguro a tutti salute, benessere e serenità interiore:
pronti a ricominciare allora? 
Via, si riparte anche virtualmente.