14 nov 2019

Li sordi dei gnoranti pretenziosi

Ogni tanto torna a galla la vicenda del bu-bu-bu-bubbu che alcuni burloni lanciano in coro dagli spalti dei rancorosi stadi dove si gioca a palla. Pare che ci siano persone che tutte le domeniche,  pagano il biglietto proprio per questo, per poter sfogare le loro qualità canore senza percepire alcun compenso, anzi rimettendoci la spesa per il biglietto e per i mezzi di trasporto. Poi ci sono altre persone che si intromettono in questo gioco tra le parti, per riempirci giornali e trasmissioni televisive ingigantendo la cosa per obnubilare le menti dei più estroversi fomentandoli al necessario schieramento da una parte o dall'altra con una delle due oggi riservata ai razzisti fascisti sarviniani. 
Ma una sana risata no, non vi viene spontanea? 
In definitiva, se un artista si degna di scendere in campo per raccattare  tonnellate di quei soldi che quei gentili spettatori sborsano per potersi sfogare come facevano i loro avi  dell'antica roma che frequentavano gli anfiteatri tipo il colosseo, perché mai poi uno si deve lamentare se non viene apprezzato per le sue qualità artistiche? Insomma le tonnellate di soldi che gli passano i buzzurri le apprezza, ma poi si offende se qualcuno che, conoscendo il soggetto, si diverte a farlo incazzare? 
Perché poi, con tutti i problemi che affliggono NOI che produciamo il benessere nazionale,  per decine di giorni dobbiamo sopportarci tutte le cazzate che sparano i vari predicatori che ci tengono subito a dividere gli ascoltatori nelle famose due classi? Ma perché separare sempre nelle due classi? Perché non ci deve essere la terza classe, quella a cui appartengono tutti coloro che se ne sbattono i cojjoni di queste quisquilie e che ancora hanno un cervello autonomo per autoclassificarcisi?
Insomma, anche se fosse vietato per legge fare bu-bu-bu-bubu, quelli poi farebbero cu-cu-cu-cucu perché l'ambiente è adatto per farlo, mica siamo in un teatro lirico e poi mica è detto che viene fatto solo ai colorati di nero, magari in cina lo fanno ai bianchi ed in africa agli indiani ed incazzarsi o meno è solo questione di senso dell'umorismo.
A proposito di classificazioni tanto care ai predicatori, mi sovviene il fatto de Giovanni er pecoraro, così amato dagli educatori dei pargoli per le sue famose raccomandazioni, quando ancora i pecorari non erano solo produttori di latte, ma la sera mungevano e facevano ricotta e formaggi. Così il Giovanni agli avventori che gli chiedevano un po' di ricotta con la scusa di volerla assaggiare rispondeva educatamente senza dividerli nelle famose due classi :
"la ricotta nfuscellata, nun se po dà si nun è pagata" 
e a quelli più invadenti che insistevano: "ma dammela senza nfuscellà" 
lui categorico finiva: "quella senza nfuscellà nun se po dà"

siate sempre consapevoli delle vostre dimensioni, non sottovalutatevi

7 nov 2019

Happy halloween tutto l'anno

Il freddo sta tornando, piano piano, come piace A NOI, e gli insetti cercano in tutti i modi di piazzarsi in casa: cimici, zanzare, tarme, gechetti, bruchini. Magari i più furbi si accontentano di miseri spazi, di intercapedini tra gli infissi esterni ed il muro, però non rinunciano ad un ricovero pensando di poter sopravvivere chissà per quanto: anche loro hanno l'istinto che cerca di preservarli dalla morte, forse anche più grande del nostro essendo loro privi di anima e quindi esclusi dalla vita eterna. Solo le lumache se ne fottono e continuano imperterrite ad arrampicarsi nei miei vasi dove coltivo le fragoline di bosco, che poi ti accorgi della loro presenza dai morsi affamati che lasciano su quei bei frutti rossi e ti addanni a cercare dove si sono nascoste coi loro bei camaleontici camuffamenti. Anni or sono me ne liberavo con un pizzico di lumachicida, e ne salvavo qualcuna buttandola nel giardino del mio vicino che coltiva solo fiori, oggi invece, esasperato dall'impari lotta, mi limito a scovarle ed a schiacciarle con i piedi anche se le fragoline non fanno più gola ai bambini ed io mi accontento di raccattarne qualcuna come facevo da ragazzo, quando me ne andavo per i boschi.
Oh, a proposito di boschi, vi ricordate "Quell'odore di porcini di macchia Somaini ", volevo trasmetterlo al figliolo, appena maggiorenne, di quella brava ragazza di cui vi parlavo una decina di anni or sono e così, con le adeguate attrezzature, non in bicicletta ma con l'auto, lo portai nel bosco. Saranno stati 30 anni che non ci andavo, da quando ci furono le prime invasioni di migranti, a quei tempi dall'est europa, che ci si facevano le baracche trasformandolo in una specie di accampamento variopinto, con mignotte, porchettari e spacciatori e rimasi stupito dalla bellezza del posto, oggi deserto come ai tempi belli, salvo qualche rara bottiglietta di plastica qua e la, però di funghi porcini nemmeno l'ombra ché quest'anno agosto e settembre se ne sono andati senza una goccia di pioggia qui a Roma ed anche se ce ne fossero stati il mio ragazzone mi fece notare che forse non avremmo potuto raccoglierne in quanto il bosco a mia insaputa è stato trasformato in riserva naturale e quindi prima bisogna leggersi tutto il regolamento ed interpretarlo nel dovuto senso facendosi consigliare da un avvocato. Non si possono più tramandare ai giovani gli usi, il gusto delle gensole, le fragoline di bosco, il profumo dei porcini di macchia Somaini, questi ragazzi vivranno di internet e centri commerciali i più disattenti, mentre i paraculi ascoltando attentamente le chiacchiere sulle case ai terremotati, sui servitori dello stato che continuano a strisciare la presenza, sui viaggi alle baleari esposti in nota spese, cercheranno di ripercorrere le orme dei vari predicatori per degnamente rimpiazzarli in futuro in stomaco e vescovado. 

un'idea per il regalo natalizio al vostro fedele compagno

31 ott 2019

Abolito l'Alto Adige

Cancellate per legge le parole "Alto Adige" ed "altoatesino", mentre invece in altri palazzi prima si vota uniti la cancellazione e poi invece si ricorre sempre uniti ad un referendum confermativo le cui spese da accollare indiscriminatamente a tutti i contribuenti. IO del partito degli under 70.000 invece farei pagare codeste spese a tutti i cittadini che si recheranno alle urne o in mancanza di quorum, agli animatori della cosa ché davvero non possiamo più permetterci questi sprechi nelle nostre attuali disastrate condizioni. Non vi sta bene il taglio, però avete votato all'umanità per non perdere il consenso di quei pochi elettori che ancora corrono a votarvi, e vabbé abbozzate, inghiottite e fra 5 anni zitti zitti cambiate la legge e magari raddoppiate gli addetti all'indefesso lavoro per il benessere del nostro caro amato generoso variegato immaginifico bobbolo, che ancora tutti NOI sostiene sulle sue sempre più esili spalle. 
Poi magari ricorrete pure alle piazze a sparar cazzate sempre al nostro amato bobbolo di scarsa memoria e giustificate le spese pazzesche occorrenti e necessarie per possedere un partito, che se veramente il bobbolo avesse memoria avrebbe ricordato che S. Giovanni è lumacaro, mentre invece S. Giuseppe è frittellaro, altro che le inutili chiacchiere. Ormai il bobbolo è evoluto e non si accontenta più delle lumache, necessita di chiacchiere, di influenzer, di predicatori, di anchor man e si rifiuta di capire che con tutte queste chiacchiere il debito continua a salire e, in chiesa, senza soldi non si cantano messe. Il bobbolo vuole essere obnubilato con giuramenti sulla testa dei famigliari, promesse altisonanti, non capisce che uno stato va gestito alla stessa maniera che si gestisce una famiglia, con l'accortezza e la cura del pater familias o meglio ancora dalla mater, quella figura capace di far quadrare il bilancio famigliare anche nei tempi bui, facendo stringere la cinghia quando necessario. Ma come, le entrate della famiglia diminuiscono e tu invece aumenti tutte le prebende dei caporioni al tuo servizio e continui imperterrito a generarne?  Non parli più di quel famoso ente inutile da rottamare, però facendo una ricerca su google ci accorgiamo che sta sempre lì tranquillo e con lui ne scopriamo ancora tanti altri. Fai bene a non parlarne, conosci il tuo bobbolo che ogni cinque anni ti rinnova il contratto e sai che è di memoria assai corta.

ragazzi state allegri che dopo il temporale ancora splende l'arcobaleno

24 ott 2019

Influenze con la laurea

Nella NOSTRA ultima riunione degli under 70.000 siam tornati a parlare della scuola, dei suoi grandi costi e dei danni che provoca nei nostri giovani col supporto di tutti i genitori eh sì, perché i genitori c'entrano , eccome se c'entrano, difendendo sempre e comunque i ragazzi e facendo così il gioco di loro, i professori, deresponsabilizzati nel rilasciare promozioni, ma felici e sicuramente sempre più numerosi. 
Eh quale genitore non si priverebbe di qualcosa per pagare un tutor, un piccolo aiutino per far raggiungere il figliolo al famoso pezzo di carta qualsiasi che un domani magari non lo faccia sfigurare di fronte a colleghi e compagni di partito che lo hanno spinto in parlamento!  
Oggi tutti sguazzano e non è credibile che il marasma non sia stato creato ad arte per venir incontro ai soliti annusatori, a parte quelli ufficiali con tanto di ricevuta fiscale, addirittura c'è chi a pagamento insegna via internet a superare i test di ammissione garantendone l'esito a sole 25 € l'ora su carta ricaricabile, come se tutti potessero superarli nonostante il numero limitato imposto dai gestori dei soldi pubblici. Così il laureificio, per non scontentare i genitori e per sistemare i propri parenti ed amici continua a creare nuovi corsi di pezzi di carta altisonanti ma non profumati, fregandosene altamente del dolore che genereranno nei ragazzi che poi non potranno realizzare il loro sogno creativo. Vabbé, direte Voi, ma mica uno è obbligato a farsi turlupinare se perde anni a studiare cose quando dai sondaggi risulta che gli occupati con quella laurea saranno poi uno 0,5% dei possessori, tanto poi ci pensa il reddito di cittadinanza. 
Ma allora perché tutto questo spreco, perché non tornare alla scuola selettiva visto che oggi i migliori che escono dagli studi utili ce li fottono dall'estero?
Con la scuola selettiva si farebbero grandissimi risparmi: non più test per accedere ai corsi  universitari, non più facoltà inutili ad avere poi l'accesso ad un lavoro e frequenza gratuita a coloro in regola con gli esami. Questi risparmi si possono reinvestire sul futuro dei ragazzi, rivalutando l'artigianato dando la possibilità a chi non è portato allo studio di poter essere affiancato ad un artigiano fin dall'età di 14 anni come apprendista per avere il diritto, una volta maggiorenne, ad essere iscritto all'albo degli artigiani. L'artigiano si prende in carico il giovane minorenne (dopo i 18 anni sarebbe dura offrirsi come apprendista) con una retribuzione concordata tra le parti ma con i contributi e l'assicurazione a carico dello stato come una volta si faceva per il servizio militare. 
In questo modo si riconquistano tutti quei posti di lavoro perduti a favore dei migranti che vengono specialmente dall'est e si pone fine alla barzelletta che non ci sono posti di lavoro per i giovani e che nelle altre nazioni la disoccupazione giovanile non esiste e te credo, qui da nojos, in thaja, grazie alla vanità dei genitori, i ragazzi son tutti uguali, tutti direttori, tutti dirigenti d'impresa o al limite onorevoli a prescindere dal casato di origine.  

contribuisci anche tu a salvare il pianeta e sii solidale con greta

17 ott 2019

Precisazioni sul ritorno all'antico

Contrordine ragazzi vi avevo esortato ad andare in campagna ed apprendere il mestiere dai vecchi, quelli che coltivavano senza mezzi meccanici, ma chiaramente non è possibile spostare gli orologi indietro nel tempo se contemporaneamente non si aboliscono tutte le minchiate legiferate da allora ad oggi. Ad esempio ho appena appreso dal mio vicino di casa che oggi non si possono più bruciare sterpaglie, foglie secche, potature, etc.. senza il permesso bollato da parte dell'autorità competente, l'ho appreso in via amichevole visto la lontana conoscenza e grazie alla quale eviterò guai giudiziari e spese avvocatenziali con tutti gli altri residenti in zona.
Eh sì, perché non si possono chiudere le finestre per quindici minuti, per 3 o 4 volte l'anno in cui si dà una ripulita al giardino, mentre invece lo si fa ogni volta che qualcuno decide di farsi un bel barbeque con gli amici, bisogna andare ad intasare i cassonetti con grande consumo di combustibile da parte degli operatori ecologici che in teoria dovrebbero passare a svuotarli. Insomma un cittadino che vuol far risparmiare qualcosa ai gestori della monnezza e che brucia scarti legnosi deve essere arrestato sul fatto e punito con multe e parcelle agli avvocati, a meno che non si porta in casa gli stessi e li bruci nel camino. Peccato aver demolito il vecchio forno dove mia nonna cuoceva il pane una volta alla settimana e in cui bruciava ecologicamente queste stesse medesime cose con l'aggiunta di pezzetti di legna. 
E se non si può più bruciare le stoppie in campagna, figuriamoci se all'arrivo della volpe che vi ammazzerà tutto il pollame, o se dovessero presentarsi i cinghiali o le istrici a scavarvi tutto l'orto o addirittura gli stormi di uccelli come storni, cornacchie e pappagalli a mangiarvi tutta la frutta e le olive, figuriamoci allora se vi sarà concesso di prendere il fucile e sparare come facevano i miei zii, tutti contenti per quel poco di carne che ricavavano dalla spesa per le cartucce. 
E' chiaro che Voi mortidifame addetti alla produzione non potendovi permettere le spese avvocavvoltoie sareste costretti pure al disonore del carcere, quindi non si può più tornare indietro a quella vita agreste, dura ma al contempo colma di felici eventi quali la nascita della prole con l'aiuto della levatrice o quelle feste nell'aia circondati dai parenti vicini e lontani. Per poter tornare indietro dovrete prima azzerare tutte le minchiate scritte negli anni felici quando quatambiava di più chi le scriveva che tutti quelli che dovevano osservarle messi assieme. Sarà, durissima azzerare tutti i parassiti, quelli che ti vengono a misurare l'altezza del gallinaio e tutti i timbri necessari a realizzarlo, compresi quelli della asl di riferimento, prima di poterci ospitare le famose galline dal cui culo poi tenteranno pure di fregarvi le uova prima che vengano deposte.
Cari ragazzi, una volta tornati alle origini, camperete molto meno, diciamo che gli antichi romani che superavano gli 80 anni erano pochi e di veri filosofi nessuno, troppo avviliti dalle miserie di questa vita.

ragazzi qualora ne dovreste avere bisogno qui lo trovate

10 ott 2019

100 anni de bella vita

Un secolo di vita molto facilitata dalle varie comodità inventate dagli esseri umani proprio per quello: migliorare questa breve parentesi di passaggio su questo pianeta, dopo tante guerre che azzeravano tutto il realizzato, stupide per i mortidifame che erano chiamati a lasciarci le penne, ma che fungevano da controllo demografico per i caporioni che però, quando si accorsero che procuravano più morti tra i civili e quindi anche tra di loro aderirono al pensiero popolare e la fecero finita con lo stroncare le reni degli altri. Cento anni or sono le campagne erano popolatissime perché era più facile sopravvivere come fanno oggi i popoli sottosviluppati senza luce, acqua, gas, telefono, radio, tv, frigo, scaldabagno, lavatrice etc. In Italia c’erano 30 milioni di residenti ed erano troppi poi venne il duce, le bonifiche e per popolare le colonie mise l’esenzione dalle tasse dopo il 7° figlio, cosi mio nonno riprese la ginnastica e da 5 arrivo’ a 7 e come lui tanti altri e nonostante i morti ed il boom postguerra arrivammo alla rivoluzione industriale con 60 milioni. 
Mia madre compro’ in sequenza scaldabagno, frigo, lavatrice, tv, lavastoviglie e poi mio padre la fiat 1100. Noi partimmo già con tutto ed i nostri figli anche coi cellulari i motorini e internet. Abbiamo avuto in dono un secolo da consumatori accontentiamoci perché presto da 60 milioni si dovrà tornare a 30 scannandoci a vicenda perché senza soldi per pensioni e per i vecchi debiti statali mai pagati. Correte in campagna cercate di imparare dai contadini più anziani, quelli senza trattori ed altri attrezzi motorizzati, perché i migranti che arriveranno dalle giungle africane saranno molto più resistenti di VOI. Ma i più pericolosi resteranno sempre quelli delle varie caste anche senza sangue blu, che anche se avrete scavato e messo al sicuro le provviste, sicuramente verranno a cercarvi e con i loro giusti proponimenti legiferati tenteranno con tutti i mezzi di portavve via persino le uova appena pronte nel culo delle vostre galline.
In quanto A NOI che esterniamo pensieri gratuitamente, senza manifestare come i nostri amati ragazzi che regalano il week lungo ai loro insegnanti, NOI siamo al culmine del colle, assai vicini alla vetta e preparati alla caduta.

prima venne Eva, poi dopo tanti mutamenti e sfregamenti comparve Adamo

3 ott 2019

Chiacchiere e fatti

Minchia ragazzi il tempo come vola! Sarà perché col tempo si sente l'inevitabile fine e gli stimoli, i traguardi da raggiungere mancano. Mi pare ieri che scrivevo la storia degli schizzi friddi e invece son già passati quindici giorni, tutti uguali e pensare che in previsione di questo mio appiattimento di vita mi ero dato, creato un traguardo da raggiungere col mio partito degli under 70.000, ma alla luce degli ultimi avvenimenti non so se mi si noterebbe di più se prima mi iscrivessi al pd per qualche annetto e poi facessi una scissione abbandonando questa mia veste dilettantistica. 
Quando si ha a che fare con il potere si deve assolutamente diventare seri, così quando presi dalla foga si sparano cazzate, poi si deve subito incolpare gli altri e poi come puoi pretendere di farti notare se persino il nome del tuo partito manca di patriottismo, ma almeno chiamalo l'italia degli under 70 che qualcuno magari, essendo quarantenne, pensa di poterne far parte. Come puoi pensare che un mortodifame qualsiasi possa riconoscere pubblicamente la sua condizione e addirittura tesserarsi ?
Boh, forse mi si noterebbe di più se andassi al corteo alla guida della mia auto ad idrogeno liquido, che ormai non è più pericoloso e non rischia di esplodere e nessuno sa che per ricavare un litro di idrogeno consumo circa una decina di kilowattora. Ché NOI siam sempre stati ligi alle direttive governative, anzi proprio ieri abbiamo fatto una rimpatriata patriottica, eravamo 8 attorno al tavolo e quando venne il conto il più anziano per non perder tempo ha pagato col suo bancomat poi NOI tutti fuori dal locale porgemmo a lui il nostro bancomat per poter spartire da buoni amici, ma lui non c'aveva la macchinetta per incassare e darci regolare ricevuta.  Così siam dovuti andare al più vicino sportello bancario a ritirà un po' de quel bistrattato contante e darglielo, ché A NOI non piace sbafare pranzi o cene da nessuno che non abbia un reddito almeno over 70.000.

ricordatevi che 200 è il numero giusto 

26 set 2019

Soluzione alla decrescita demografica

Spinti dagli ultimi avvenimenti, ci siamo riuniti col direttivo degli under 70.000 per analizzare a fondo il problema della decrescita demografica che sta facendo impazzire i nostri caporioni sempre al lavoro per il bene del nostro amato generoso bobbolo e che tanto addolora i nostri anziani che non hanno più nemmeno la gioia di giocare con i loro nipotini. Abbiamo così deciso che non è giusto che chi occupa posti di lavoro dal reddito superiore ai 30.000 annui se ne debba fregare del suo futuro e di quello di tutto il belpaese evitando di generare prole per potersi egoisticamente godere i suoi soldi senza pensare che un domani la mancanza di crescita demografica lo priverà della sua pensione, anche se lui pensa di morire prima grazie alla vita di baldorie che conduce e se poi non dovesse morire e senza giovani al lavoro per pagargli la pensione ricorrere come tutti gli scialoni dalle mani bucate alle mense sociali. Basta, sarà istituita la tassa sulla mancata procreazione su tutte queste persone maschi o femmine che siano, tassa diminuita al primo figlio ed abolita al secondo. Per chi invece arriva a generare il terzo figlio o più, si pagheranno assegni famigliari di 200 euri a figlio per redditi fino a 30.000 e 100 euri fino a 50.000.
Tali assegni saranno pagati fino ai 20 anni e poi in caso di università si avrà l'esenzione dalle tasse universitarie finché in regola con gli esami nel corso scelto. Per coloro non portati allo studio a partire dai 14 anni e fino ai 20 avranno l'esenzione dal pagamento dei contributi sociali purché dimostrino di essere al servizio di un artigiano per la cui retribuzione si siano accordati tra di loro, resta il fatto che dopo 3 anni di apprendistato il cittadino può rivolgersi all'albo ed ottenere l'iscrizione nella specialità scelta: falegname, muratore, barbiere, macellaio, elettricista, idraulico, orologiaio, ombrellaio, spazzacamini, idraulico, sarto, etc.. etc..
Qualora poi la coppia risultasse sterile potrà provvedere adottando bambini abbandonati. 
Chissà se si cominceranno a rivedere quei bei mestieri di una volta in mano ai nostri ciusi bamboccioni (antica definizione molto condivisa negli ambienti accreditati), invece che riservati esclusivamente agli extracomunitari.
E con questo ecco analizzato e risolto definitivamente, come è uso del nostro partito degli under 70.000, un gravissimo problema che attanaglia la nazione tutta ma che interessa solo a chiacchiere gli amati eletti caporioni del nostro caro variegato generoso immaginifico bobbolo, che tutti NOI continua ancora a sostenere sulle sue purtroppo sempre più esili spalle.

quando si rideva veramente con poco   

19 set 2019

Eh aridaje co' 'sti schizzi friddi

Ché una vorta se moriva e a volte se risuscitava proprio prima de esse messi nella cassa. 
Ricordo da bambino la storia di un nostro avo, riportato in vita proprio dagli schizzi freddi dell'acqua, che messosi seduto si rivolgeva al prete per farlo smettere dall'aspergere l'acqua santa con quella frase. 
E fu da allora che tutti i miei parenti più anziani, gli zii i nonni si raccomandavano  di chiedere al medico di accertarsi sempre della morte del defunto con una iniezione letale perché in famiglia a volte si risorgeva. 
Mo' i parenti più anziani son tutti andati ed a me me pare eccessivo, poco moderno, molto di destra mettermi a predicare verso le mie giovani discendenze l'accortezza dell'accertamento e poi oggigiorno l'educazione è autogestita, i giovani non hanno più bisogno di essere educati, i genitori preferiscono passare per amici, compagnucci ignorando che i caratteri degli umani si formano nei primi otto anni di vita, poi è tardi, scende il rispetto, ti puoi beccare il vaffanculo come tutti i compagnucci ed allora è meglio sorridere ed abbracciarsi che al resto ci penserà il fato.
Insomma oggigiorno l'educazione è autogestita ed ogni essere umano è poi artefice dei suoi traguardi. 
Ben si raccomandava mia mamma, il signore l'abbia sempre in gloria, di stare attenti agli estranei, a non prendere caramelle dagli sconosciuti sorridenti, caramelle perché allora i gelati costavano e figuriamoci le cene al ristorante e ben li ricordo quegli occhi su quelle labbra sorridenti, due occhi malvagi di quel tizio al volante di un'auto quando al massimo si aveva la bicicletta ed io che si e no avrò avuto dodici anni e il foglio da cinquemila lire, quando allora la paghetta settimanale era di cento lire ed il vaffanculo che si beccò dal sottoscritto. Grazie mamma per avermi educato, che a quei tempi già ad otto anni si andava a scuola da soli ed io ci accompagnavo anche due bambine della nostra vicina di casa, tenendole per mano.
Oggi a quindici anni ancora le creature vengono accompagnate dai genitori che poi quando smetteranno di accompagnarle, staranno sempre col patema d'animo in attesa del loro ritorno, oggi anche le femminucce se mbriacheno, fumicchiano, sniffano, giocheno coi sentimenti e con i cazzi senza tante inibizioni, però non sanno riconoscere il bene dal male, gli occhi malvagi, dalla bontà degli altruisti, facendo stupire i dispensatori mediatici di saggezza per quanti cosiddetti femminicidi ci sono in un anno, tanto che ormai il termine è nel vocabolario. Si usciva da soli con l'altro sesso solo se c'era già un anello al dito, non esiste amicizia confidenziale tra uomo e donna ci può stare del sesso consapevole senza  giocare però con i sentimenti, ma questo può avvenire dopo i 50 anni quando ormai ci si riunisce per il burraco.
Bisognerebbe spiegarlo in televisione questo fatto dei femminicidi e smetterla di piangerci sopra o di stupirsene, si tratta di omicidi dovuti all'atmosfera dei tempi moderni, anzi, già ne parlammo, speriamo che per parità si ricominci anche a discutere degli omminicidi

andate a partorire le pargole dove c'è il clima migliore per i vostri desideri

12 set 2019

I costumi cambiano

Ultimamente, parlando con dei vecchietti dell'ospizio che vado a trovare nei giri di propaganda del mio partito degli under 70.000 ne ho trovati sempre di più rammaricati per la disgregazione della classica famiglia di una volta, insomma i giovani non si fanno più la loro bella famigliola ed interrompono le discendenze, privando gli anziani della gioia di stringersi un nipote o di raccontare le belle favole di una volta.
Molti sono ricorsi proprio all'ospizio nauseati dai comportamenti dei loro amati figlioli, che poi, visto che i maschi non sentono più la necessità di mettersi un anello al dito è chiaro che anche per le femmine più desiderose si restringono le possibilità di coronare i loro sogni  per mancanza sul mercato di disponibilità dell'altro sesso. Volendo analizzare il fenomeno come in genere facciamo NOI del partito degli under 70.000 per tentare di porvi la solita soluzione definitiva, siamo andati a verificare i comportamenti, gli stili di vita tra i due sessi negli ultimi cinquant'anni per capire che cosa sia cambiato. Certo molto è dipeso dalla raggiunta parità tra i due sessi, specialmente nei rapporti intimi tra gli umani, le femmine scopano più facilmente fin dall'adolescenza ed il maschio ancora con il grande istinto impollinatorio, vista la disponibilità dei fiori, non ha più la necessità del fiore fisso e così il matrimonio, il vecchio caro remedium concupiscentiae, non è più un suo bisogno primario.
Ora, escludendo le bellissime fate privilegiate dalla natura, circa un 10% della massa femminile che continua a disporre dei beni ricevuti nella maniera usuale creandosi il solito radioso futuro salvo rari casi di ignominiosa imbecillitudine in cui un nano coi soldi resta sempre e solo un nano, le 80% di normali sono le più esposte alla sofferenza e non riescono magari a realizzare neanche il loro istinto di maternità, mentre per il restante 10% di cesse non cambia nulla, anzi oggi, visto la grande disponibilità a darla via delle normali, devono accontentarsi solo dei rifiuti. Sembrerebbe un problema a prima vista irrisolvibile, ma prendendo in esame il continuo arrivo di derelitti diversamente colorati, però di certo ben forniti nelle parti basse, si potrebbe verificare il caso che l'80% delle normali cominciasse a concedersi a costoro, facendo così mancare la materia prima all'altro sesso, l'impollinatori, quelli che stanno bene così, senza anelli al dito, che se iscrivono pure a tutti i siti esotici,  senza rotture de cojoni, sempre egoisticamente senza mai privarsi dell'ultimo oggetto espresso dalla società dei consumi, la moto, la maghena, il cellulare, le vacanze esotiche, etc.  Oppure qualora sembrasse troppo avanti il movimento di quelle che la danno solo ai diversamente colorati, potrebbe questo 80% fondare un altro movimento, certamente più in ed iniziare a concedersi solo A NOI che portiamo l'anello al dito da sempre, affamando così tutti i loro coetanei maschi tanto da farli scendere dai loro troni e renderli a più miti consigli: la fica deve tornare ad avere il suo valore e non può più esser data ai mortidifame, così, aggratiss, ne va per il bene del nostro bobbolo e la nazione tutta. 
Questa decisione sarà messa nel programma del nostro partito    

ragazzi considerate sempre le calorie e il massimo consumo ottenibile

5 set 2019

Le origini del male

Mi spiace, hanno vinto loro, i nordici, i protestanti !
Il volemose bene, il porgi l'altra guancia, il crescete e moltiplicatevi ora che siamo a 9 miliardi e le guerre sono scarse, produce solo dolore e dà ampia possibilità di cazzeggio ai delinquenti, a quelli che in TV vogliono il bene di tutti e poi pasteggiano a champagne, come se la regione che lo produce fosse sufficiente ai 9 miliardi che aspettano la loro coppetta. 
Che tristezza vedere tutti questi mortidifame che sfornano un figlio ogni 9 mesi per rispettare le leggi divine predisposte dai loro pastori, scappare dalle loro terre gestite dai loro ipocriti furbi caporioni e cercare di trasferirsi nei territori da sempre amministrati onestamente dai nordici. 
Cosa ha il Mexico e tutta l'america del sud in meno rispetto agli USA ? Direi nulla, estensioni territoriali, materie prime, solo la religione è diversa. Tutto il sud è stato contaminato dai cattolici vaticancri ed ora quei poveri disgraziati da un figlio all'anno cercano disperatamente di andare a contaminare quei territori così diversi, così odiati proprio perché governati con raziocinio matematico che da sempre lascia pochi spazi alla immaginificità dei nostri cari amati generosi bobboli latini che sono orgogliosi di pagare i loro caporioni o governanti di più di tutti gli altri al mondo, perché qualcuno dalla TV gli ha detto che così sono incorruttibili, mentre in quei paesi freddi e senza sogni i ladri, anche se milionari vanno all'ergastolo come gli assassini.
Per NOI degli under 70.000 la partita è persa, non c'è futuro, dobbiamo assolutamente fondare un altro partito con programmi adatti ai cervelli che ci circondano e poi una volta al governo magari attuare i primi punti del nostro programma, almeno quelli a costo zero.
Per quanto riguarda l'invasione migratoria, visto che non possiamo edificare muri lungo le nostre già degradate spiagge o rimettere in funzione tutti i vari castelli e torri di avvistamento dei battelli pirati come il bel castello di santa severa, occorre limitare i danni e mettere nei campi lavoro tutti coloro che arrivano senza passaporto e senza soldi.

 la giustizia terrena non si lascia imbrogliare dai mortidifame

29 ago 2019

C'è tanta ricchezza in giro




Come previsto i cinghiali conquistano territori e le autorità se la prendono con dei zelanti lavoratori che si lasciano intenerire dalla loro presenza e gli gettano un po' di cibo prelevandolo dal cassonetto dei rifiuti dell'umido. Ma come, diche ie, invece di essere contenti che si smaltisce un po' di monnezza a costo zero, se la vanno a prendere con quelle anime nobili che si preoccupano del benessere delle bestie? Certo non si può pensare di effettuare tutto lo smaltimento praticando dei fori ai cassonetti dell'umido tali da consentire alle bestie di introdurci la loro bocca disegnata ad arte per adempiere la missione, in quanto poi la città sarebbe ricolma da tutte le tonnellate di merda che le bestie mollano giornalmente e sarebbe assai peggio, però prendersela così con delle anime nobili amanti della fauna mi pare eccessivo e mi lascia pensare che questa monnezza abbia un certo valore sul mercato e scoccia vedersela portare via così, rubandola. In effetti da bambino quando la plastica non esisteva e le bottiglie si riconsegnavano, le discariche, gestite da privati, erano praticamente degli allevamenti di suini, io ne  conoscevo una di un amico di mio nonno che smaltiva un camion al giorno. Poi venne il consumismo con il suo usa e getta ed i paradigmi cambiarono. Comunque l'idea di far amicizia con le bestie non è malvagia, visto che abbatterle è troppo poco culturale se non di destra, ad esempio nel mio periodo lavorativo negli states alloggiavo in un piccolo centro dove i giardini delle case di periferia confinavano con i boschi governativi e lì avevano il problema dei tanti cervi e qualche orso che ogni tanto provocavano incidenti stradali, così mi capitava di vedere molti dei miei vicini di casa recarsi al confine e lasciare cibo tutti i giorni per farsi amiche le bestiole così, quando si aprivano quei 15 giorni di caccia all'anno ognuno di loro festeggiava con braciole di cervo invitandosi vicendevolmente, l'orso non mi capitò mai di assaggiarlo nonostante tutti ne decantassero la bontà, perché viveva molto in alto nei boschi e lì non se ne vedevano. 

cataloga e scegli il tuo ass da usare nei messaggini 

22 ago 2019

Torridi brividi agostiniani o agostani, d'agosto insomma

Che tempi, che momenti, che brividi eppure questo bravo ragazzo si ostina a voler tutto e subito ed allora rifiuta il NO: ed oggi NO, domani pure, dopodomani c'ho er mal de testa e poi le cose mie, insomma si litiga solamente e non si tromba. Non riesce nemmeno a capire che essendo i partiti tre, il più votato ha diritto di scegliersi il compagno ed il terzo si deve accontentare all'astinenza della finta opposizione. Ora tra quattro anni, quando essendo lui il più forte, con chi pensa di allearsi? Gli toccherà anche a lui mettersi col pd e così questo partito tanto odiato e sperculiato da loro giovani innovatori, starà sempre al potere.
E il cnel, allora? Niente del cnel nun ne parla più nessuno, lunga vita a chi ne trae beneficio. 
Tutti a menar cazzate sul bene degli italiani, sulla loro salute, intanto finalmente è uscito il 6 al superenalotto ed abbiamo generato un altro super milionario da 208 milioni (400 miliardi del vecchio conio), per rafforzare il discorso dei pochi miliardari e dei tanti mortidifame: bravi, sapete gestire con oculatezza, il bene dei vostri sudditi, del vostro immaginifico bobbolo, debbo assolutamente mettere nel programma del mio partito degli under 70.000 un tetto massimo alle vincite, facciamo 5 milioni (dieci miliardi del vecchio conio) e quando il jackpot li supera si debbono aumentare i premi per gli altri punteggi. Abbiamo le nostre carceri piene al 50% di piccoli spacciatorelli mortidifame, giustificando così i domiciliari per i truffatori e i ladri in giacca e cravatta, debbo assolutamente ricordarmi di mettere nel programma un'amnistia per questi poracci però escludendo dal servizio sanitario nazionale tutti quelli che risultano sieropositivi o drogati e se si limitano i posti per assistere ad un funerale, accertarsi che tutti abbiano pagato il biglietto ed i relativi diritti siae. Occorre creare nuovi cartelli perché non ci sono solo i cervi in giro, ma anche gli orsi e qui a roma i cinghiali e col cartello di pericolo qualora qualche altro motociclista si scontrasse col cinghiale lasciandoci le penne, abbiamo tutti la coscienza a posto ed anche i viandanti che vanno ancora in giro senza la beretta concessa dalla lungimiranza dei potenti caporioni, sì quelli che ancora si ostinano a non premiare i loro zelanti dipendenti che vengono pagati per far rispettare le leggi ma li bastonano perché non sanno dare la giusta interpretazione alle stesse. Mi dispiace ragazzi le leggi vanno rispettate e fatte rispettare, magari poi ci si riunisce, si fa una colletta e si paga la multa giustamente emessa, questo perché invece di spostarci sui cuscinetti d'aria come si prevedeva 50 anni orsono, oggi son tornate le biciclette e con esse i relativi ladri, su cui De Sica fece un film nel primo dopoguerra.


guida pratica sullo spazio auto

8 ago 2019

I marciapiedi di periferia

Lo sappiamo di già, son brulli, realizzati con asfalto a basso tenore di catrame e tanto brecciolino che col passar degli anni si screpolano e le erbacce tornano ad avere il sopravvento, qui a sinistra, a ben vedere si possono ritrovare molti dei componenti della flora mediterranea, compreso il rovo con le sue saporite more, inquinate però dai gas di scarico delle automobili. 
Il bobbolo si aspetta che il comune passi a tagliar l'erba che anno dopo anno non essendo contrastata porterà alla perdita completa dell'opera, opera che vide la luce appena una ventina di anni or sono, perché prima di allora i marciapiedi non erano asfaltati, tanto che i bambini potevano giocarci a palline o con gli altri giochi dei bei tempi andati. Eppure l'abbiamo visto tutti quello che si prevedeva negli anni 2000, le intelligenze artificiali, gli spazi interplanetari, gli spostamenti alla velocità della luce mentre qui stiamo ancora parlando di taglio di erbacce che siccome nessuno più alleva conigli restano al loro posto, quando invece ero io bambino, sparivano nottetempo e sui marciapiedi di terra battuta si camminava tranquillamente perché lo spazzino che passava giornalmente ci attappava sempre la buchetta delle nostre palline se non la richiudevamo con il barattoletto di latta ed un po' di terra. Questo, per dire, i metodi formativi di una volta e gli odierni, ove tutti si aspettano qualcosa demandando ad altri, solo perché lo hanno detto i predicatori della TV . 
Come potete vedere il marciapiedi di fronte la mia proprietà, grazie a qualche pacco di sale marino fino del costo di 17 cent al chilogrammo è perfettamente privo di erbacce ed una volta quando beltà fioriva lo era anche quello dall'altro lato della strada e speriamo il comune non abbia ad intervenire altrimenti la bolletta della monnezza aumenterebbe con grave dolore per chi la paga. Ecco quello che dovrebbero predicare dalla TV : ..."datevi da fare, evitate che il comune debba ridare in appalto l'asfaltatura magra dei marciapiedi, tagliate l'erba che è tutta attività fisica salubre oppure seccatela col sale fino..."  Ma qui siamo in itaja, dove da sempre vediamo nei film come si fanno le strade a New York, a Londra e nelle altre capitali occidentali dove da secoli sotto le strade c'è il cunicolo in cui passano tutte le forniture, fogna, acqua, gas, elettricità, telefonia, televisione via cavo etc. e chiunque vuole passare qualcosa lo può fare pagando un affitto annuo relativo all'ingombro occupato e senza dover ogni volta sfondare il manto stradale per poi riattapparlo male e dar la colpa al comune (nel mio caso attualmente è tutta colpa della Raggi) 

uno dei tanti scavi che praticano autoctonamente  i nostri cari ragazzi

1 ago 2019

Un nuovo mestiere: l'instradatore

Gli usi come si sa fanno legge e così si è consolidata la figura ed il mestiere  dell'instradatore, cioè colui che nel caos trova ed indica la giusta via (l'equivalente del navigator nei paesi di lingua inglese).  
Quando il male trionfa, allora sarebbe mejjo stasse zitti, un dignitoso silenzio in solidarietà delle persone coinvolte e colpite profondamente dall'amaro destino, un destino questa volta  decisamente contrario alla gente onesta.
Un grande affarista addetto allo spaccio fasullo, truffatore saltuario dei clienti più sprovveduti (a cui vendeva aspirina invece di cocaina così dicono), dal giro abbastanza ampio da potergli consentire l'uso degli instradatori, ed uno di questi un gran professionista, che fingendosi cittadino onesto, dopo esser stato derubato del borsello da quegli stessi clienti da lui fatti truffare, che cercavano di riprendersi i loro soldi, chiede aiuto alle forze dell'ordine che così son costrette ad intervenire per recuperare il borsello. Due bulletti diciottenni, come ce ne son tanti a quell'età, in viaggio premio pagato dai genitori come ormai fanno tutti i genitori odierni per non essere bullizzati in casa: viaggi maturità, viaggi per i 18 anni, viaggi scolastici, bulletti che trovandosi nella condizione di esser fregati (dal loro punto di vista) per la seconda volta, reagiscono in modo incontrollato visto l'entità della truffa subita, ammazzando addirittura una persona. Questa è la storia ricostruita da quello che passano i potenti mezzi informativi A NOI contribuenti, anche se ci saranno certamente aggiornamenti futuri per l'immaginificità del nostro amato generoso bobbolo adatti a guidarlo verso un consolidamento civico e responsabile.  
Di cosa vogliamo parlare? Delle mamme che ormai con la parità hanno avuto il sopravvento in casa e son le uniche a decidere sull'educazione dei figli anche se il loro tempo a disposizione è inferiore a quello dei padri? Però a pensarci bene IO gli scapaccioni li prendevo solo da mia madre casalinga, ma a quei tempi le donne sapevano cos'era il male, la guerra, l'attimo bizzarro che può separarti dalla vita. 
Allora stendiamo un pietoso silenzio sul tutto e stringiamoci alle persone care alla vittima di questa assurda storia caratteristica dei nostri tempi, tanto per la droga abbiamo già analizzato che non c'è rimedio, anche il mio partito degli under 70.000 non ha trovato una soluzione definitiva per circoscrivere i guai che essa provoca pure a coloro che non ne fanno uso ma son chiamati a contribuire economicamente come in questo caso: risarcimenti alla persona uccisa, intasamenti dei vari tribunali, spese vive per la detenzione a vita di due diciottenni, che come ben sappiamo un detenuto costa dai 300 ai 400 euri al giorno nelle patrie galere per vitto, alloggio, lavatura, stiratura, spese medicine, riscaldamenti, manutenzioni, sorveglianza, etc. etc.
Speriamo, auguriamoci almeno, che una volta venuta alla luce tutta la verità su questa triste vicenda, si trovino elementi per incriminare l'attore principale che l'ha scatenata, ecco, a lui sarei particolarmente felice di pagare un lungo soggiorno nelle nostre patrie galere, per il bene e la crescita professionale di tutti gli instradatori. 

finalmente cominciano a vedersi in giro i navigator

25 lug 2019

La prima nun conta

Ultimamente stò un po' riconsiderando il fatto della mia cremazione. Non vorrei che fosse considerata una cosa insolita, fuori dal normale, in un paese dove si riaprono tombe e si fanno esami del dna alle ossa che vi si trovano anche dopo 200 anni dalla morte del loro proprietario. Non vorrei che la gente pensasse che mi sia fatto cremare per evitare futuri controlli sui miei miseri resti nella ricerca del solito responsabile di efferati delitti rimasti impuniti, ecco, non lo so, non ho più le mie certezze di onesto contribuente, anche se mi viene voglia di invitarvi tutti nei miei giardini, qui, a Versailles. Che tempi, che scontri con gli anarchici, che allora sì che avevano la loro ragione di esistere, di cercare la eliminazione di NOI dispotici tiranni dal sangue blu, ma oggi cosa vuoi mette nel mirino, quei quattro soldi promessi al sirio per una piccola delibera o gli spiccioletti di una commissione, un pezzo di pane, in cambio della conclusione di un buon affare? E poi non si può mica ostentare l'anarchia come forma di governo di una nazione democratica nel contesto occidentale, non ci sono più tiranni dal sangue blu da ammazzare ed allora vai a mettere la bombetta nella centralina ferroviaria, provocando ritardi di quattro e più ore a quei poracci che tornavano in terronia per le ferie. 
Ha ragione giggino
Eh no e', la prima non conta, non vale, specie se sempre cara mi fu quella siepe che da tutti l'antri cazzi il guardo esclude. Non vale, ero grande, imbranato, pazienza mi fosse capitata da adolescente. Che poi va a capi' 'sto fatto che le due cose debbano d'appartene' a due esseri diversi, va a capi'. Eppure se la natura così volle c'avrà avuto di sicuro le sue brave ragioni, magari con le due cose presenti nella stessa persona le criature venivano su tutte egoiste, irrispettose del prossimo ed irriverenti pur non appartenendo alle classi intellettuali o facoltose e così fu deciso di separare gli apparati  ed affidarli singolarmente per riavvicinare gli esseri umani costringendoli alla lusinga ed alla dura sopportazione di se stessi e degli altri per una felice convivenza. E con oggi abbiamo consumato tutte le risorse che la natura ci aveva maturato per tutto l'anno e quindi da domani dovremo consumare a debito sui prossimi anni, un po' come er famoso debito pubblico degli italiani, così ho sentito dalla TV e mi pare strano che coloro che consumano alla grande e poi predicano l'accoglienza a gente, come gli zingari da un figlio all'anno non capiscano che siamo già troppi su questa palla di merda e specialmente Voi, miei affezionati lettori, mi arriccommanno, state lontani da bibbiano che lì, senza sapé né lègge e né scrive, come ve girate ve lo ritrovate come minimo in mano.

chi più mostra, più vende

18 lug 2019

Pe' quarche rubletto in più

Ma dico IO, con tutte le belle cose che accadono ininterrottamente nel nostro bel paese latino, ove il lavoro non mancherà mai ai più fantasiosi, tipo quelli dei bambini strappati alle loro case e dati in affido, oppure quelli meno fantasiosi che continuano a spartirsi equamente tra de loro tutte le poltrone pagate dai contribuenti, oppure i soliti mortidifame che per non essere da meno dei loro giusti caporioni, continuano imperterriti a farsi i cazzi propri, perché probabilmente hanno constatato che non rischiano nulla per i loro peccatucci veniali.
Invece de falla finita una volta per tutte con queste avventure che ci caratterizzano, per via del fatto che i preti ci hanno insegnato che un bravo cattolico deve sempre perdonare e porgere l'altra guancia, instaurando un regime del terrore che triplichi le condanne per i reati commessi da pubblici dipendenti perché devastanti agli occhi di tutti gli altri concittadini che tutti i giorni hanno queste telenovelas sui vari TG, invece de falla finita, dicevo, come farebbero quelli del partito degli under 70.000 che risolvono i problemi alla radice per poter esser sempre pronti poi ad analizzare e risolvere il successivo, costoro si lanciano su tutto, adesso ce l'hanno co' la lega per via del fatto, dicheno i beneinfornati, che è riuscita a farsi dare qualche sorderello da un'altra nazione amica.
Ma dico IO, ma anche se fosse vero 'sto fatto, se tratterebbe de 'na bbona notizia, finalmente 'sti chiacchieroni co' le loro chiacchiere hanno fatto presa nel cuore e nel portafogli di un'altra nazione, che intenerita ha sganciato e con quei soldi si potranno aprire asili nido e incentivare i giovani a procreare oppure spenderli comunque sul territorio compranno mutanne verdi firmate ed incrementanno i posti di lavoro nei mutannifici. Eh invece no, tutti a sparà cazzate, a sputtanà a calunnià e per fortuna che NOI del partito degli under 70.000 non siamo scesi in campo, se no tutta 'sta merda ce l'averebbero buttata addosso puro A NOI, perché tutti quelli che frequentano certi ambienti devono d'avecce lo stesso odore, nun è che se uno puzza allora n'antro se po' permette er lusso de nun puzzà od addirittura odorà.

 Dove andare in vacanza per i miei affezionati lettori minori di 18 anni 

27 giu 2019

La musa

Ho sempre invidiato i poeti per la loro immensa fantasia e l'ispirazione costante che da essa ricavano, che senza neanche socchiudere gli occhi già si vedono sulla loro barchetta sperduti nell'oceano con a fianco le tante Beatrici addette alla loro ispirazione. 
Come potevo paragonarmi o far sgorgare qualcosa dalla mia povera mente così limitata dagli orizzonti di periferia estremamente matematici ed appesantita profondamente da una musa di scarso valore spirituale, con un'anima molto spinta dal punto di vista consumistico ed obnubilata costantemente dai distributori dei vari must ?
Poi col passar degli anni fortunatamente la mia musa ispiratrice ebbe un gran colpo di reni, impennò nel virtuale e mi trascinò in un gorgo profondo collegato direttamente con l'infinito cui giustamente ognun di NOI poeti aspira, specialmente con l'arrivar della stagione estiva e messi da parte penna e calamaio passar ad altri attrezzi di comunicazione molto più profondi, intimi, caldi, ma così caldi da dover ricorrere a mezzi tecnologici refrigeranti che tanto mettono a rischio la sopravvivenza umana. 
Così piacque al maximo fattor, la parentesi doveva esser assolutamente estiva e quindi approfittiamone finché ci vien concessa, pertanto un caro augurio di rilassanti vacanze a tutti Voi mentre le nostre anime virtuali si rincorrono nel labirinto dei sogni dei nostri desideri.

ragazzi occorre assolutamente adeguarsi al clima

20 giu 2019

Ma perché


Ma perchééééé
te sei innammorata 
de 'sta musica americana....
ma perchéééé
te sei scordata che sei romana
e li stornelli nun canti piùùùùùùùù...
speriamo inoltre non ti sia scordata di seppellire nell'orto o nei vasi in terrazza quei quattro euri che co' tanta fatica i tuoi avevano messo da parte per la loro vecchiaja e non venire poi a piangere, perché son anni che te lo stò dicenno. Hai visto 'sti ragazzotti, hanno avuto il coraggio di affrontare il problema: i veri caporioni li hanno tutti al sicuro all'estero (questo non lo hanno svelato), i loro cani da guardia invece se li sono messi nelle cassette di sicurezza e tu Nannarella mia che appartieni ai mortidifame del bobbolo, cosa aspetti a sotterrare???   Si tratta di arrotolare il mucchietto di banconote, metterle in una bustina di plastica e chiuderla. Mettere la bustina in un'altra bustina e chiudere pure la seconda, infilare il malloppo in un barattolo di vetro col tappo ermetico e questi a sua volta in un barattolo di nutella o similare in plastica. Nel vaso in terrazza, per non dare nell'occhio, pianta delle piantine grasse, qualche piccolo cactus e mettilo al riparo dalla pioggia.
Per quanto riguarda i minibot, cara Nannarella, puoi adeguarti al sentimento popolare accettali solo se ti garba la foto del tizio o della tizia che hanno in sovrastampa non pensare che si tratti dei Bot previsti dal partito degli under 70.000, NOI con quelli ci pagavamo la parte eccedente i 70.000 degli stipendi dei dipendenti pubblici che, grazie all'euro ed alla possibilità di legiferare sul proprio benessere, si triplicarono le prebende, anche se nelle casse dello stato le entrate non aumentavano, costringendo così i vari caporioni politici a stampare BTP, che andarono ad aumentare il debito di 50 miliardi ogni anno da quel gioioso evento, fino al raddoppio odierno sul gobbo dei nostri giovani.

uno dei tanti aspetti caratteriali

13 giu 2019

Il fine vita

C'è gente che si aspetta tutto dallo stato, una legge per ogni evento, per ogni avvenimento, tutto deve essere controllato dalla legge anche oggi che son finiti i danari ed in giro non circola più un euro. Come se nel nostro paese con le centinaia di migliaia di leggi le cose funzionassero alla perfezione ed i mortidifame avessero lo stesso ritorno dei ricchi dall'applicazione delle stesse, fatte proprio da uomini di legge per dar lavoro alle migliaia di persone, le più numerose al mondo, che da esse traggono sostentamento.  Non ci sono risorse per consentire una vita all'occidentale per i miliardi di diseredati che continuano a riprodursi freneticamente ed allora cos'è che spinge quegli ipocriti che si affacciano al balcone e predicano l'accoglienza? Forse vogliono colpevolizzare la gente sensibile come me ad accettare tutti questi disperati sparsi sulle strade ad elemosinare, facendoci considerare come dei privilegiati per avere una casa, una famiglia, un'automobile? Non siamo mica cavallucci marini ove il maschio oltre che ad essere monogamo ha anche l'onere di partorire quando se ne ricorda, però. Di questo passo 70.000 sono troppi, qui dovremo prendere in esame una cifra più ragionevole o predicare la misoginia come faceva Giovenale che odiava le donne, specialmente quelle acculturate, che poi non capisco proprio a cosa possa servire l'acculturamento quando ai tempi di mia mamma con la quinta elementare si poteva tenere la contabilità aziendale di una falegnameria con 10 operai tutti in regola con le marchette inps attaccate sul libretto e sempre con lo stesso titolo non si aveva bisogno di aspettare una legge sul fine vita, perché una volta raggiunto l'apice della vetta e dopo un anno di sedia a rotelle, si comincia a mangiare sempre meno fino a spegnersi lentamente senza interventi legislativi e senza commettere alcun peccato mortale qualora il caso venisse  governato dalla legge 

occorre poi assolutamente regolare legiferando sulle varie anomalie della vita

6 giu 2019

Sostenibilità dell'Intelligenza artificiale

Eravamo in pieno boom economico, progressi strabilianti in tutti i settori, mi trovavo per lavoro un paio di mesi a Milano, la TV era ancora in bianconero e giusto un paio di canali rai, quindi la sera si andava volentieri al cinema. Ricordo l'impressione di odissea nello spazio, quello che si prevedeva nell'allora lontano 2001, un'impressione abbastanza realistica, poi venne il 2001 ed ancora i ponti edificati con i soldi del boom non iniziavano a crollare, ma dell'intelligenza artificiale alla guida delle auto viaggianti sui cuscinetti d'aria non se ne vedeva in giro. Oggi siamo nel 2019 e qui a Roma le strade hanno sempre le dimensioni che avevano cento anni fa, quando ci andavano con le bici o coi cavalli ed in periferia ci giocavamo a pallone fino al famoso boom degli anni 60 che portò i cittadini persino a parcheggiare in seconda fila. Oggi non c'è spazio per parcheggiare in terza fila e con tutte le buche che ci sono si sente proprio la necessità di avere almeno degli autobus viaggianti sui cuscinetti d'aria come previsto in tutti i fumetti degli anni del boom cervicale. La bobbolazione su questa palla di merda aumenta in maniera esponenziale ed anche i più evoluti si sono arresi, troppo faticoso e dispersivo esportare educazione, cultura, libero pensiero e relativo controllo delle nascite, meglio limitare i danni con muri alti, chiusure delle frontiere e presto creazione di organizzazioni tipo isis per il controllo demografico coatto.
Mi spiace morire senza aver visto all'opera le intelligenze artificiali, troppo costose anche in futuro, troppo affollamento, accontentateve pertanto de "google chiamame 'sto cazzo" e se dovessero arrivà li barbari con le grosse mazze ( oggi solo figurativamente ) come al tempo dei Romani, allungate er brodo e vivetece assieme felici.    

ragazzi occorre assolutamente adeguarsi al must di turno

30 mag 2019

La scena primaria

Per Freud è il momento in cui tutti NOI da bambini abbiamo spiato dal buco della serratura i nostri genitori mentre gioiosamente si rapportavano oppure qualora non l'avessimo mai rubata con gli occhi, essa l'avremmo almeno figurata con voluttà ed insistenza nella nostra mente. Ora è chiaro che chi come me non si sia mai dovuto misurare con questa scena primaria ha poi seri motivi per ritenersi danneggiato per tutta la vita, anzi, se penso che una volta raggiunta l'adolescenza ed appreso l'altra funzione del mio fappipi a stento riuscivo a giustificare cose così ardite e disdicevoli tra la pia anima di mia madre e quel bestione ignorante di mio padre. I danni nella mia personalità quindi son tutti dovuti a questa mia mancanza e non nell'educazione rigida e fortemente cristiana, ero un bambino ingenuo, timido, delicato nei sentimenti, avevo sempre paura di dar fastidio con la mia presenza, tant'è che mi son sempre dato da fare per rendermi autonomo, figuriamoci se avrei mai pensato di mettermi a spiare dal buco della serratura e se almeno ci fosse stato qualcuno a suggerirmi di farlo non avrei poi dovuto soffrire tutta la vita per voler trattare gli affari degli altri meglio di come trattavo i miei. Ecco perché gli zingari, pur ignorando il pensiero freudiano, per evitare di questi problemi alle loro criature dormono tutti vicini vicini sotto lo stesso tetto, per formare e rafforzare il carattere dei componenti. 
Ecco perché non vedrete mai uno zingaro scrivere sui muri, vandalizzare gli interni dei treni, degli autobus, loro almeno non agiscono senza un minimo di tornaconto, non hanno mai dovuto guardare i loro genitori dal buco della serratura.  

solo per donne precisette 

23 mag 2019

La piaga mondiale

Molti ci chiedono del perché anche NOI del partito degli under 70.000 nel nostro programma non abbiamo posto la soluzione definitiva al problema delle droghe, quando appare alle menti dei più come problema facilmente risolvibile con la liberalizzazione del loro mercato, in quanto con la loro criminalizzazione esse sono comunque sempre presenti e facilmente accessibili alle persone, anzi addirittura si offrono ai bambini delle elementari per allargare la massa degli adepti. Certo con la droga libera e venduta magari in pochi locali nelle città, i bambini non ne conoscerebbero l'esistenza e si ritarderebbe il suo uso, però si verrebbe a privare la malavita di un reddito, che per gli spacciatorelli di periferia rappresenta oggigiorno la loro sussistenza che li svincola dalla necessità di ricorrere al reddito di cittadinanza, liberando anche NOI pagatori di tasse di un altro peso. Il problema principale però non è lo spacciatorello, anche se è quello che spesso ci rimette la pelle nelle varie lotte di spartizione dei territori, bensì è tutta la malavita che oggi tacitamente è stata autorizzata ad occuparsi di questo business, allentando la sua presa da altre attività molto più devastanti per la gente onesta che poi è chiamata a mantenere tutti sulle sue sempre più esili spalle. 
Una volta depenalizzato l'uso delle droghe ed autorizzato la loro vendita magari in locali fuori mano e non accessibili facilmente ai minori, la criminalità che è sempre esistita, anche se percentualmente inferiore alla gente che vive onestamente, sarebbe costretta a riciclarsi su altre attività come i rapimenti, le rapine a mano armata, le truffe, le estorsioni, etc.. Non ci sarebbero più le cosche a gestire e disciplinare la situazione ma migliaia di singoli o piccole bande sparse sul territorio, magari sui monti del Gennargentu molto più difficili da controllare rispetto all'oggi. Teniamoci quindi la situazione attuale, commuoviamoci ai vari misfatti di cronaca, alle overdosi, agli omicidi durante i festini, perché altrimenti sarebbe peggio, a meno che come alternativa non decidiamo di andare in giro armati come ai tempi del far west, perché si sa che prima o poi gli onesti riuscirebbero ad ammazzare tutti i malvagi che sono per fortuna una minoranza della bobbolazione.

ragazzi, un'occhiata agli ultimi 30 anni di storia donataci dal nostro amato generoso immaginifico

16 mag 2019

Maggio pazzerello

Questo maggio pazzerello con poco sole e tanto ombrello scorre per la sua strada, negandoci la gioia dei voli festosi delle amate lucciole che provano a risorgere nonostante il freddo con voletti scarni, sofferti, come i nostri pensieri che ci inchiodano alle nostre responsabilità verso i nostri fratelli. E' colpa nostra dello scarso successo degli under 70.000, siamo stati troppo elitari, radicalcheck, razionali fino all'osso, rifiutiamo le chiacchiere ed il bobbolo non si sente rappresentato appieno poiché, nonostante la fascia di reddito, non abbiamo nelle nostre liste mafioncelli, bancarottieri, faccendieri, chiacchieroni, soggetti diversamente colorati, vescovi elettricisti, ex alti caporioni, mignottari, etc. ed il bobbolo giustamente non si fida, ci vede diversi, neanche un elettricista con la tonaca qui in confraternita capace di accaparrarsi i voti dei meno fortunati distribuendo loro la sua paga frutto della sua grande professionalità. 
A Frà ma 'ndo ta metto qua robbetta? Guarda de là, mettema giù, mettema su, fa un po' tu !
Dopo anni ed anni di politiche desertificanti che hanno prodotto un 10% di figli ed un 90% di figliastri, tutti dovrebbero capire che per rimettere ordine nel nostro amato paese occorrono almeno due lustri di sana amministrazione quale potrebbe essere quella del nostro partito ed invece abbiamo sempre lì il cnel ed i patti lateranensi per acchiappare qualche voterello, tanto il bobbolo si accontenta delle chiacchiere dispensate abbondantemente dai canali televisivi, sulle cose più assurde, tipo l'editore sconosciuto che diventa famoso per un libretto che nessuno avrebbe mai comprato, la guerra tra mortidifame perché un bambinone si è scagliato contro una umana procreatrice che stringeva in braccio un suo frutto, lo striscione pubblicitario esposto senza aver pagato la relativa tassa e poi rimosso pe' evita' la relativa multa tanto necessaria alle casse comunali, etc.
Che poi de tutte 'ste cose il bobbolo dovrebbe appizzare le recchie almeno sul fatto della guerra tra morti di fame, perché nel sud del mondo i caporioni finanziano l'isis che la gestisce appieno e si comincia sempre con: "bruciateli vivi", "mo me te stupro" per finire nel mucchio delle cinture esplosive distribuite aggratis per la gloria di allà e dei caporioni de qua. E' chiaro che le case bobbolari dovrebbero essere gestite dalle questure ed ogni anno verificato lo stato di bisogno di chi le occupa, perché il mondo gira e magari qualcuno non ne ha più bisogno come testimoniano le belle auto di grossa cilindrata parcheggiate attorno ad esse ed invece oggi chi prende una casa popolare la tiene per sempre e poi la passa in eredità ai propri figli, proprio per fomentare questa famosa guerra che i caporioni finanziano dalle loro dimore blindate.

 non tutte le donne son preparate ad essere mamme, è colpa della scuola e delle loro mamme

9 mag 2019

Maggio ancora una volta

Ed anche il primo di maggio se n'è andato, come al solito, in campagna, gustando le fave tra noi attempati, che la campagna non è apprezzata dall'adolescenza ai primi capelli bianchi, ricordo ancora quanto mi incazzavo quando mio padre mi chiedeva di annaffiargli l'orto quelle rare volte che lui era fuori città per lavoro. Le fave, si sa, non son cibo per tutti, ricordo ancora il terrore del mio caro maestro, il Pitagora, solo al sentirne parlare e tutti i potenti che lo interrogavano incuriositi dall'atteggiamento, addirittura la mia amichetta adolescenziale, la Timica, che si morse la lingua staccandosela e la sputò in faccia a Dionisio pur di non rivelare niente e dire che era incinta del nostro primo bambino e la torturavano convinti che avrebbe parlato. Di certo ci deve essere qualcosa di grosso, di inconfessabile nel campo di fave, come quello che c'è sotto il mistero della chiusura delle varie stazioni della metropolitana qui a Roma per via delle scale mobili, dicono, come se il bobbolo non si chiedesse il perché oggi sia vietato usufruire delle scale normali come si faceva nei tempi andati della nostra misera gioventù. Il mio maestro Pitagora di certo soffriva di favismo ma si vergognava ad ammetterlo, non voleva essere d'intralcio ai contadini che avrebbero dovuto smettere di coltivarle per non essere soggetti a multe ed incriminazioni  con tanta bella ciccia pe' l'avvocati ed anche per i notai qualora occorresse il consenso scritto e registrato.
Insomma in altri tempi quando la gente aveva ancora tempo per pensare, sulle fave si disquisiva, Aristotele era convinto che Pitagora le considerasse impure per la loro somiglianza ai genitali maschili, per cui mangiarne i semi era come cibarsi di immondi testicoli, Plinio e Cicero poi le attribuivano effetti superiori a quelli dell'erba odierna. Il compagno di tanti giochi, Teofrasto le metteva tra le cose infernali per via dell'odore che per lui era come quello del liquido seminale ed è per questo che a maggio si celebravano i lemuria per allontanare gli spiriti dei morti che ormai venivano considerati tutti malvagi per via del fatto che non portavano regali nelle loro visite.
Diciamo che le fave, come i pomodori vanno mangiate appena staccate dalla pianta per poterle apprezzare e di certo tutti quei gran pensatori vivendo in città non avevano il tempo per raccoglierle di persona personalmente, per cui mangiandole il giorno dopo che il contadino le aveva raccolte, ignoravano la loro vera sostanza e disprezzandole loro, il contadino poteva goderne. Compiuto il sacro rito della fava adesso non ci resta che aspettare il ritorno delle lucciole e speriamo che non abbiano provato a risorgere durante questa settimana di freddo invernale morendo e privandoci della gioia dei loro voli festosi.

per il piedino esigente

2 mag 2019

Esticheez

Abbiamo assistito esterrefatti alle ultime stragi nello Sri Lanka, esterrefatti ed impotenti per come sono state commesse, sui motivi che abbiano guidato le menti eccelse degli esecutori materiali e di quelli più in alto che le hanno finanziate. Questa volta ho dovuto ricredermi sul controllo demografico che in genere spinge i veri caporioni a farle eseguire nei territori più a nord governati da islamici, questa volta abbiamo appreso che addirittura il figliolo di un caporione locale molto ricco, si è fatto esplodere per spedire sotto terra un mucchio di infedeli. Questa volta, contrariamente a quello che fà l'isis hanno organizzato questa strage solo per dimostrare chi ce l'ha più grosso, quale religione è la migliore, la più forte, la più adatta alle menti dei nostri cari, amati, generosi, variegati, immaginifici bobboli che dopo aver provato le quotidiane amarezze della vita necessitano sempre di conforto. 
EhSticheezzzz allora diremo NOI che dalla vita riceviamo sempre e solo amenità corporali di scarso contenuto spirituale, eh_stichezz ! 
A proposito de sticheez, pure quest'anno è tornata la promozione Sticheez, approfittatene da bravi consumatori anche per dare una scossa alle avversità delle vostre misere vite ed un conforto a chi ne ha curato la ridiscesa in campo. Resta il mistero di come sia possibile che dopo 3.000 anni ci siano umani così romantici da credere alle favolette scritte da altri umani in quei tempi bui e pieni di immense paure, quando oggi, se ci fosse un'entità dispensatrice di pace e benessere, basterebbe un collegamento in mondovisione od al limite un video su uno dei tanti social internettiani per stabilire con certezza la Verità assoluta che darebbe da mangiare ad un solo ramo di aspersori costringendo tutti gli altri mille a farsi da parte ed andare a lavorare, come facciamo anche NOI qui nel nostro convento per mantenere forte il nostro spirito e in buona salute il nostro triste sacco che continua tutt'oggi a fare merda. Riguardo questo pensiero, che a prima vista sembra di facile realizzazione, stateve accuorti ai vari fake, anzi in questo caso ai deep fake che i soliti fanciulloni mettono in rete, specialmente sulla mia persona, come se fossi il tipo di spacciatore di messaggi divinatori da di_vino otelmo e ricordate che nel caso IO son sempre più propenso ad una buona tazza  di tea di ceylon (o scilanchese visto che hanno cambiato nome) piuttosto che qualcosa di dozzinalmente di_vino.

pace e bene ed un requiem per tutte le innocenti vittime della pazzia e dell'egoismo umano