19 mag 2022

Un'altra grande conquista democratica

Altro che le grandi conquiste democratiche e alla faccia dei  mortidifame che vivono sotto i vari regimi palesemente dittatoriali, un'altra grande conquista si è aggiunta sul gobbo dei contribuenti e questa volta grazie alla corte europea che conosce bene l'ipocrisia che si nasconde dietro le nostre autonome legiferazioni. Perché è facile legiferare dal pulpito senza stabilire poi come fare per l'attuazione del legiferato. E' facile dire che tizio deve dare a caio una certa somma, senza poi realizzare quanto legiferato ed un esempio di quanti figli di mignotta delinquenti si approfittano della buona fede del prossimo potete vederlo il martedì da Mario Giordano (adesso però ne parla a mezzanotte perché l'argomento è troppo devastante in un paese democratico e addirittura possessore della mejo carta ar monno  fatta rispettare sempre dagli addetti alla distribuzione) .
Ora i romani sapevano come frenare le tendenze delinquenziali e vendevano i malfattori nullatenenti al mercato degli schiavi, i mortidifame del partito degli under 70.000 conoscendo a fondo la sostanza umana invece rinchiudono codesti malfattori nullatenenti nei campi lavoro fino alla restituzione del danno, mentre i cazzari predicatori frocicorculodell'antri affidano le cose alla fantasia che per i deboli significa accontentarsi delle loro varie leggi der Menga. Certo si poteva pensare ad un aumento dell'iva sui generi di lusso e con quei soldi creare un fondo di solidarietà per risarcire le ingenui vittime, però c'è pure tra i caporioni l'altra corrente che pensa che i bobboli vanno tenuti sempre all'erta per non rincoglionirsi ed allo scopo ben vengano gli zincari, i migranti, gli scaltri malfattori che trasmettano quel minimo di regole di sopravvivenza, però la maggioranza del bobbolo sembra rifiutare questo status quo, questa convivenza con il male e si rifiuta di far figli impensierendo persino il padre in bianco e così lasciando il posto ancora a più migranti e zincheri, tanto saranno i posteri a parlarne.

12 mag 2022

A pila d''a colla

MMazza quanto magneno aòh, s'attaccheno a tutto, puro a 'a pila d'a colla! 
La pila della colla, èh già, la plastica ancora non c'era, non era stata inventata, però le colle, anche in mancanza del vinavil i falegnami dell'antico Egitto dovevano necessariamente usarle, tramandandole di padre in figlio, fino appunto alla scoperta della plastica, del freddo vinavil e delle supercolle. Io ricordo la colla cervione, la pentola in cui si preparava a caldo e quel forte odore di membra quasi umane che ne scaturiva, perché essa è fatta con residui animali, ossa, pelli e quant'altro coperto dal segreto professionale di ogni artigiano ed ecco il perché del detto "La pila della colla":  essa poteva esser anche mangiata dai mortidefame in tempi di carestia. 
Se magneno tutto, te se fregheno puro a pila d'a colla per dire che i caporioni nun hanno pietà, so' capaci de levatte de tutto se tu non hai avuto l'accortezza di spogliarti dei tuoi beni e donarli a qualche poro vecchietto paralitico e poi tu nella veste di nullatenente passar dalla parte di coloro che possono tranquillamente fottersene di multe, ingiunzioni, biglietti autobus e treni e elargire truffe ai meno scaltri, le cosiddette sôle (con la o aperta) contro le quali, NOI, del partito degli under 70.000 creammo i campi lavoro. 
Poi esiste ancora la guerra con la sua umanità: mercenari, stupri, eliminazioni di massa, furti tra mortidifame, perché anche il bianco padre si è accorto che il divertimento delle armi è riservato ai caporioni mentre per le masse c'è la dipartita, in quanto, (questo ve lo dice solo Fracatz non vestito di bianco) è appurato che la terra è la casa degli umani, ma quanti mortidifame può sostenere nessuno si è mai permesso di dirlo ed allora si continua a sfoltire, visto che verranno a mancare le risorse essenziali al consumismo del cosiddetto vivere civile.  
 

5 mag 2022

L'inflazione

L'inflazione può esser un termine nuovo da sperimentare  per i nostri giovani nati nell'era Euro in quanto non era mai stata dichiarata in maniera ufficiale dagli organi preposti alla diffusione della conoscenza. Con l'euro ormai veniva sempre trattata distrattamente, anche se per i mortidifame nei primi anni dal passaggio dalla lira sembrava catastrofica, 1 kilo di pane da 3 mila lire a 3 euri, il biglietto dell'autobus da 1000 lire a 1,5 euri, la capsula dentiaria dal milione ai 1000 euri, il cono gelato, la frutta, etc.
Poi come previsto si calmò ed i mortidifame si abituarono alla mezza mela senza più pensarci: i prezzi si erano stabilizzati, i caporioni si erano triplicate le entrate e parevano accontentarsi.
Poi dopo 20 anni di stabilità, il cambio di scena, Greta ha detto che le risorse son finite ed occorre farsi un bel gruzzolo con quel poco che ne è rimasto: riparte la corsa dei prezzi.
Un' inflazione a due cifre NOI l'avemmo già a partire con la crisi petrolifera negli anni 70, non si trovava più una bombola per riscaldarsi né una tanica di kerosene tutto andava a borsa nera  e così i sindacati ottennero la scala mobile sugli stipendi, però gli stipendi pur rincorrendo la corsa dei prezzi, non potevano competere con gli stessi, quindi occorreva spendere subito quel che si guadagnava perché il mese successivo ci si compravano meno cose, una corsa senza speranza ed il solo ad avvantaggiarsene  era il debito pubblico, perché gli interessi anche al 10% erano sempre più bassi dell'inflazione.
Poi venne un illuminato di sinistra, che per proteggere i lavoratori, abolì la scala mobile o contingenza che dir si voglia: era meno stressante la mezza mela che una corsa pazzesca prezzi - inflazione. 
Questa volta, però, non ci sono più le sacre ideologie di allora (sindacati agguerriti, destra, sinistra, sacro centrum), questa volta, senza prescrizioni, ognuno cercherà di arraffare il massimo e per i mortidifame non ammanicati coi caporioni o quelli meno preparati e quindi non risultanti nullatenenti all'occhi del fisco per beneficiare delle sovvenzioni statali, saranno solo cazzi da cagare.     

28 apr 2022

Auguri agli under 70.000

Son passati 10 anni dalla fondazione del mio partito, così per festeggiare ho deciso di ri_aprirlo e recarmi per un brindisi all'istituto per anziani ove da tempo vive il carissimo prof. Ciompi.
In realtà la chiusura era stata troppo affrettata, troppa angoscia per la malvagità umana che esiste ed esisterà sempre nonostante le buone parole asperse dai vari pulpiti interessati.
Così col caro prof abbiamo rivissuto i bei tempi andati, i nostri amori, gli entusiasmi adolescenziali e devo dire che ancora è abbastanza presente con la mente, perché abbiamo analizzato presente e futuro ormai prossimo. Abbiamo capito cosa si intende per fine del mondo ed abbiamo anche capito le nostre origini perché mai avevamo creduto alla storiella di Adamo o a quella della discendenza dalle scimmie facilitata dal big bang. A breve ci sarà la fine del mondo per tutti gli esseri umani evoluti, tutti i continenti saranno contaminati dalle radiazioni atomiche e la vita umana sarà conservata solo con qualche essere primitivo residente su qualche isola sperduta e nel cuore di qualche foresta dell'africa centrale. Occorreranno milioni di anni per poter ri_iniziare a occupare i continenti e ci sarà la nuova scoperta delle americhe o dell'australia con la creazione di nuove religioni perché l'essere umano è fortemente spirituale e non accetta di esistere solo per trascinare la sua misera esistenza quotidiana, senza la speranza di un giudizio universale di difficile effettuazione in quanto l'universo si modificherà ma non sparirà. Intanto i carismatici caporioni hanno pensato bene a risolvere l'unico problema che ancora opprimeva il nostro caro, amato, generoso, immaginifico bobbolo.

25 apr 2022

Va pensiero

 



era ora, dovevo farlo 
non riesco più a sorridere con l'ansia, la guerra, l'inflazione, la pandemia

19 apr 2022

Sfumature democratiche

Ormai qui da nojos, in thaja, la legge si occupa di tutti gli aspetti giornalieri che affliggono o rallegrano la vita dei residenti, fregandosene poi se per ogni trasgressione individuata la soluzione suggerita venga applicata ed i problemi risolti.
Così ci troviamo a convivere con i cinghiali, la munnezza, i mascalzoni che rubano le case, i redditi di cittadinanza impossibili da recuperare, i paraculi nullatenenti agli occhi del fisco che possono regalare truffe ai meno furbi, etc. etc. ed ognuno di noi potrebbe aggiungere altro.
Poi ci sono quelli che vengono denunciati per abbandono di animale, senza prendere in considerazione se questo animale era nel diritto di pretendere di non esser abbandonato dopo che aveva perso tutte le doti e le caratteristiche originarie del suo essere animale. Ad esempio il gatto della consorte, che ormai ricorda a mala pena la sua razza di appartenenza e che continua a fare il cazzo del comodo suo per tutti i luoghi in cui conviviamo e che non posso nemmeno denunciare in quanto la legge ormai ignora i diritti dei proprietari mortidifame, sto gran fijo de na mignotta con coda ed unghiette m'ha ammazzato un merlo maschio che ho dovuto seppellire in giardino, perché non lo ha mangiato. Queste specie di animali che riconoscono come cibo solo le crocchette e che anche gli uccelli scambiano per giocattolini avvicinandoli per volerci giocare. Capirai, un merlo maschio, erano anni che non ne vedevo dato che grazie alle favolose leggi scritte da avvocati oggi in città esistono solo uccelli grossi tipo gabbiani, cornacchie, corvi, piccioni, tortore, perché da sempre nel mondo animale, umani compresi, i grossi mangiano i piccini se tu, con le tue leggette,  impedisci ai giusti di intervenire. Capirai, un bel merlo maschio tutto nero e col becco giallo che mi avrebbe rallegrato tutta l'estate coi suoi bei fischiettii mentre il Mario piano piano ha capito anche lui chi è che comanda e gestisce le cose. 

14 apr 2022

Pasqua 2022


Un caro e primaverile augurio di pace e serenità a Voi
ed ai vostri cari

Fracatz
 Restatevene a casa, cribbio, nun fate i fessi !
( Non lasciate che le asperità della vita vi impediscano di godere di una bella giornata di sole o di un picnic sui prati tra uno stuolo di bimbi festosi ). 
 Rallegriamo i nostri cuori perché la bella stagione è in arrivo ancora una volta e poi per Pasqua ogni poeta abbusca e NOI degli under 70.000 sappiamo apprezzarlo.

7 apr 2022

Ci stiam preparando 2^

Ormai è stabilito in tutti i programmi: tra poco le auto dovranno essere tutte elettriche.
Grazie alla grande accortezza dei nostri bravi caporioni, che continuano a trattare su tutti i canali televisivi l'argomento, NOI ci stiamo attrezzando per poter superare agevolmente il grande mutamento.
Sotto tutte le vie cittadine, i percettori del reddito di cittadinanza stanno scavando cunicoli per riavvicinarci alle metropoli occidentali dove esistono già dal 1800. Cunicoli per non rompere in continuazione gli asfalti stradali in cui far passare tutte le cose necessarie alla distribuzione dei servizi utili alla civile convivenza: fogne, tubi acqua, tubi gas, cavi elettrici, TV, telefonia, ed ora i vari cavi per poter mettere ogni 5 metri su tutti i marciapiedi le colonnine per ricaricare le auto elettriche. Certo nelle periferie dai palazzoni a 8 e più piani, sarà dura avere a disposizione la colonnina per la ricarica ed è per questo che stiamo pianificando l'abbattimento di un palazzo ogni 3 per costruirci parcheggi sopraelevati. Spostando i proprietari degli alloggi nelle stesse zone in nuove costruzioni che stiamo già realizzando per farci affrontare il grande evento. Infine, per farla finita con le discriminazioni, le più acculturate tra le nostre femmine hanno costituita l'associazione  "Canottiere Aniene" con servizi igienici solo femminili.

31 mar 2022

La chiusura

Alla luce degli ultimi avvenimenti internazionali, vista la irreversibilità della malvagità umana, nell'ultima riunione abbiamo deciso la chiusura del nostro partito degli under 70.000.
Chiudiamo anche senza fondazione, né traffico di influenze, che per ora er covid abbasta ed avanza.
Troppo rischioso tenere aperto un partito altamente democratico come il nostro qualora dovessero tornare in auge le vecchie tendenze dittatoriali naziste o comuniste che dir si voglia.
Chissà se don Ciccio laggiù, nel profondo sud, avrà avuto la stessa sensazione, anche se il suo movimento non si fregia del democratico titolo di partito.
Questi rubano e i comunicatori insistono nel dire che i grillini sono il male dell'italia, ma le volemo tajà na vorta pe' sempre le mani a chi arrubba??  Sarebbe ora che questi grillini avessero un colpo di fulmine e la facessero finita col proporzionale puro e decidessero di abbracciare altre religioni promuovendo una legge per il taglio delle mani, i ladri son troppi e non possiamo mantenerli nelle carceri, visto che i campi lavoro del partito degli under 70.000 son troppo schiavisti. Poi adesso a distrarre il bobbolo ci sono questi soldatacci russi che violentano ed ammazzano le soldatesse nemiche. Boicottateli, sanzionateli, soprattutto, come NOI qui a Velletri, non assolveteli devono abbrucià pe' sempre giù nell'inferno assieme a tutti i pipparoli, ai dispersori del seme, alle femmine coi vibratori che penzeno solo a godé e non a incrementà il numero degli umani che vivono sulla palla e ci fanno assistere a tutti questi bei avvenimenti che scaturiscono dalla loro presenza.  
Così, quando proprio sembrava fatta, la reversibilità ormai confermata al 100% anche ad un secondo dopo il "sì", grazie agli addetti alla distribuzione del benessere al bobbolo e da esso retribuiti, si scoprì invece che era tutta 'na burla, un gioco e grazie a Lui, l'eterno giocoliere, i nostri cari giovani se so' arisparambiati de pagà almeno 60 anni di bbona pinzione alla fortunata sposina, mo' staremo a vedé se potranno rimediare anche all'altra grande novità venuta a galla, quella scoperta dall'uomo in bianco e  cioè che i caporioni decidono e i mortidifame che li sostengono pagano con la vita.
Ammazza quanti anni ce so voluti pe' scoprilla quest'ultima.

Per fortuna poi che non tutte le chiusure  vengono a nuocere