2 lug 2020

O famo strano


Liberate i vostri sogni dopo la lunga quarantena e lasciatevi andare, prima che finisca l'estate della vostra vita 

25 giu 2020

Perché nun parli, boccaccia mia

Anche la Torre di Palidoro a buon diritto è entrata nella lista rossa. Di ruderi di questo tipo è piena l'Italia che come ben sapete essendo una penisola ha migliaia e migliaia di coste che una volta dovevano essere protette dalle incursioni dei mortidifame chiamati pirati saraceni ed assieme alle torri c'erano pure dei bei castelli come quello di Santa Severa che poté godere delle nostre (mie ed altre) splendenti gioventù. I tempi cambiano ed oggi i mortidifame, non più definiti pirati saraceni ma solo genericamente migranti, per venire a depredare i raccolti dei nostri lavoratori usano dei modestissimi barconi sgangherati ed a volte miseri canotti semisgonfiati appena giunti nelle acque territoriali. Che poi la tattica dei barconi è di certo più redditizia, anche per tutti coloro che trattano il business sulle spalle dei nostri generosi lavoratori dalle buste paga taglieggiate per la bisogna. 
Ora, boccaccia mia, come si fa a dire che le nostre scuole sono a pezzi e cascano sulle capocce dei nostri pargoli, quando migliaia di torri e castelli aspettano il loro generoso restauro? Certo è un modo come un altro di parlare, discutere nei vari talk show, dobbiamo difendere il patrimonio culturale, tramandatoci dai nostri avi, ma se il debito avanza occorrerà distinguere tra necessario e superfluo come fanno tutti i bravi capifamiglia. 
Anche NOI del partito degli under 70.000 ci sforziamo tutti i giorni di creare nuove opportunità lavorative, approfittando delle idee che più prendono le menti immaginifiche, tipo l'odio contro le statue generato dall'invidia di non poter mai esser immortalati in una di esse, specialmente oggi che con le stampanti 3D gli scalpellini hanno chiuso definitivamente i loro laboratori. E tu vuoi mettere una bella statua scolpita in marmo con una cagata in plastica 3D? E poi anche Mosé trasgressore del popolo eletto che sposò la abissina dovette subire l'oblio dei tempi e della sua famiglia fuori dai canoni usuali dettati dalla legge divina, nessuno ne parlò più e nemmeno NOI, che conosciamo la debolezza umana.
Così affidatevi devotamente A NOI del partito degli under 70.000 che abbiamo deciso di ritirare aggratiss tutte le statue ormai démodé, segnalatecele e NOI le rimuoviamo e traslochiamo in apposita arena ove chiunque, pagando un biglietto potrà verniciarle a piacimento. NOI creiamo lavoro senza aumentare il debito come fanno i chiacchieroni che invece Voi vi ostinate a votare 

18 giu 2020

La Grecia non vi vuole

Ultimamente la vicenda più ilare che abbia apprezzato è stata quella del grande rifiuto dei greci. Quanto se so  incazzati i veneti e gli altri nordisti dai vari pulpiti mediatici ed anche quel povero grillino che si trova a dover conciliare cose più grandi di lui perché costoro pur nella loro miseria, superiore  alla nostra, si permettono di rifiutare i soldi dei nostri nordici compatrioti turisti. 
Se so incazzati, ih, ih, ma non ricordate che NOI siamo quelli che je dovevamo spezzà le reni alla grecia? Eh datejela 'na piccola rivincita, abbozzate, inghiottite, che so tutte vitamine, pure il maestro non mi diede retta ed ancora veleggia imperterrito tra le varie isole ormai come natura vuole non più interessato alle ricchezze terrene in attesa di approdi su altri lidi. Certo anche in Italia che ha migliaia di chilometri di spiagge e varie isole ci sono bellissimi scorci di mare, ma la Grecia ha la bellezza della natura e della gente ancora non contaminata dai vari chef a 5 stelle tanto da trovare ancora trattoriole che ti offrono piatti di centinaia di anni or sono capaci di riportarti in vita la cucina dei tuoi genitori, dei nonni, tutte piccole cose molto apprezzate dai veri intenditori più acculturati.
A parte le quattro risate che mi han donato la vicenda, mi è molto dispiaciuto che anche i 5 star abbiano abboccato a questi giochetti, facendo la voce grossa invece di esser felici se i ricchi turisti padani son costretti quest'anno a restare in patria. Come pensano di ripagarlo il debito o come possono crear lavoro per tutti i redditi di cittadinanza se mandi all'estero i turisti padani con i soldi stabiliti per le vacanze estive e che ancora non hanno spedito nei vari paradisi fiscali ?

11 giu 2020

Maggio 2020 (in ritardo)

Quest'anno, grazie alla pandemia virale che ci ha distratto da tutte le bellezze cosmiche della natura, costringendoci a volare basso ed a pulire in continuazione le nostre misere vesti, ci siam fatti scivolare addosso il più bel mese dell'anno non a caso dedicato dai fedeli cristiani alla mamma celeste. Tutto è passato in secondo piano, il risveglio, il trionfo della natura, le fave col pecorino. Purtroppo siamo stati così amareggiati dalla nostra misera esistenza da non saper godere dei miracoli che la natura generosa ci ha offerto in questo mese. Le scarse lucciole, ma ancora presenti e festose e la gioia che danno agli occhi non più innocenti di un'adolescente che le vede per la prima volta nella sua vita: 
"....ma veramente non ti era mai capitato di vederne?", 
"no, mai"
Poi c'è il rincospermo che è lì con i suoi boccioli pronto a sostituire il ciclamino e le zagare degli aranci che quest'anno hanno anticipato.
Come potevo dimenticare la gioia dei 12 missili rivolti ad est con i loro fiori sparati tutti e 12 il giorno dopo  e puntualmente morti dopo 24 ore?
Arrivederci al prossimo maggio allora e speriamo senza pandemie

4 giu 2020

Attrazione fatale (Ocio veci, ocio)

Siete sposati? Allora occhio ragazzi, vi siete programmati la nascita di un figliolo ed il progetto ha preso piede, bèh, allora prima del lieto evento, fate fare il dna al nascituro e qualora non fosse compatibile con il vostro, non andate a iscriverlo all'anagrafe in quanto potreste beccarvi 2 anni, grazie alle potenti leggi riservate all'immaginifico bobbolo thajathano.
Lo stesso vale per quelle coppie in cui non arrivano figli causa la accertata sterilità dell'uomo. Non cedete alle smanie di maternità della vostra consorte, non acconsentite a lasciarla andare da sola in vacanza al mare, magari dalle parti di Rimini con l'obiettivo di farsi impollinare da tutti quei bravi ragazzi che frequentano quella zona per poi tornare a casa col sorriso sulle labbra e dopo nove mesi costringervi ad iscrivere nel vostro stato di famiglia il tanto atteso erede, perché vi esponete al suo ricatto di potervi denunciare per falso in qualsiasi momento futuro della vostra vita, avendo dato la paternità da sterile ad uno sconosciuto e mettervi a rischio dei famosi 2 anni thaljci.
Analizzando il caso di questa brava figliola, che sicuramente inserirei tra quel 10% di femmine che popolano il mondo delle donne e che si è rovinata la vita per i suoi troppo alti livelli ormonali, ho rivalutato anche la storia di Michael e Glenn che consideravo eccessiva, irreale, insomma  continuare ad importunare una persona dell'altro sesso come ha fatto anche questa pora femmina perché è diventata l'unica ragione per la tua esistenza su questa palla di merda può essere reale e verificarsi anche nella nostra immensa categoria di semplici mortidifame oltre che mortedicazzo o mortidifica. 


oh finalmente un misero riconoscimento anche A NOI



28 mag 2020

Zippete e n'mocca

Anche noi qui in convento cerchiamo di esser sempre più profescional, per non incorrere in sviste madornali che possano turbare i nostri fedeli e dare spazio ai vari cazzari che campano alla grande, predicando da tutti gli schermi televisivi, così son riuscito a convincere tutti i confratelli a scrivere i propri sermoni ed a studiarli prima di trasmetterli dal pulpito ai nostri amati fedeli cercando di usare un linguaggio più semplice e a loro vicino per coinvolgerli e renderli protagonisti. Da sempre le parole sono importanti, pesano, così oggigiorno hanno riscoperto che la communicascion è importante, per non allarmare oltremodo il bobbolo oltre che obnubilarlo ed allora per la prossima uscita pensavo di iniziare con un po' di adulazione dicendo:
"Beati voi che da mane a sera spaziate nei vostri campi e beneficiate di tutti i beni forniti dalla natura, frutti, prelibatezze, primizie colte e mangiate, fragoline di bosco (zippete e n'mocca), carrube (zippete e n'mocca), favette e pisellini (zippete e n'mocca), pommidori nostrani (zippete e n'mocca), torsoli de broccoli (zippete e n'mocca) mentre noi qui in convento dobbiamo accontentarci della solita gallina cotta nell'acqua tutti i giorni in isconto dei nostri e vostri peccati. E' chiaro che tutto l'organismo poi ne risenta, volete mettere le vostre belle carnagioni abbronzate tutto l'anno con le nostre pallide e mollicce? 
Volevo proseguire, ma di più non scrissi, perché mi venne in mente la storia del vescovo Aldobrandino e nonostante la grande ignoranza che ci circonda, se qualcuno tra la folla l'avesse conosciuta, di certo mi sarei esposto al pubblico ludibrio.

ndr: tra parentesi le parole da pronunciare accompagnate da ampi gesti esplicatori con le mani

 i soldi ci sono e gli studi continuano

21 mag 2020

Mascherine

Chi avrebbe mai pensato che sarebbero state l'argomento fisso per mesi e mesi, che qualcuno ci si sarebbe potuto pure arricchire, su delle cose del costo di pochi centesimi come quelle chirurgiche che noi allergici ai pollini primaverili  conosciamo molto bene e che fortunatamente ne detenevamo a pacchi ovunque, casa, automobile, campagna, borsello, valigetta etc..e che così abbiamo potuto evitare di partecipare ai vari balletti. Se si dovrà convivere con questo oggetto, le femmine andranno incontro a crisi depressive, non poter mostrare più in pubblico quei bei labbroni a canotto rafforzati dal rossetto rimpolpante autoreggente e le guanciotte rossicce rigonfiate a due atmosfere. Per le donne invece la mascherina potrebbe aiutare, valorizzando di più tutti gli altri accessori del corpo e facendo risparmiare sul costo di quei rossetti non più necessari, d'altronde femmine e donne in certe parti del mondo si sentono in obbligo di andare in giro coperte dalla testa ai piedi per non provocare turbamenti e mantenersi pallide di carnagione da offrire solo allo sguardo del proprio coniuge, almeno nelle narrazioni ufficiali.
Presto i designer ed i grandi stilisti cominceranno ad affrontare l'argomento e si butteranno a corpo morto sull'oggetto diventato di uso comune dando sfogo alla loro inventiva, presto ne vedremo di tutti i colori, le prime saranno trasparenti, finanziate dai chirurghi plastici, proprio per non veder troncare il loro business, nasi storti gobbi o lunghi, guanciottone e le labbra, le famose lubriche labbra, tanto care alle femmine ricche di ormoni.       


14 mag 2020

Gabbiani

Chissà cosa avranno fatto chiusi in casa  i navigators, con la "s" perché saranno certamente diventati tanti anche se nessuno ne parla più, non fanno più audience, son fuori moda, er bobbolo ha già archiviato. Peccato, perché con la grande siccità che caratterizzerà i territori dal lazio in giù, con i soldi del reddito di cittadinanza si potevano portare a termine opere non più prorogabili, quale la raccolta in bacini montani delle acque piovane per poi distribuirle a chi ne ha bisogno. Lavori che possono esser realizzati anche direttamente dallo stato, inquadrando tutti i percettori del reddito nell'esercito, una volta era nel genio civile o militare, non ricordo invece come furono realizzati i lavori della bonifica pontina. Ecco un punto da aggiungere al programma del mio partito degli under 70.000, per quanto riguarda la felicità invece dipende solo da te, se tu scegli di essere felice, lo sei.(punto)
Una cosa mi ha riconciliato con i bobboli latini: er Missouri ha fatto causa alla Cina per avere i soldi dei danni e poi pare che ci siano stati dei fedeli seguaci che ascoltando il loro caporione asserire che con una pera de ammucchina e una sorsata de varechina se poteva fregà er terribile vairus ed invece di farcesi sopra una crassa risata, hanno messo in atto i suggerimenti, finendo tutti all'ospedale, minchia che fiducia nei propri caporioni, almeno in questo il nostro amato bobbolo nun averebbe abboccato, troppo poco immaginifico. Anche i gabbiani, sempre più ingombranti, te li ritrovi dappertutto da quando siamo circondati dalle discariche e i soliti coglioni che nun fanno la differenziata continuano a buttare l'umido nel non riciclabile, uccellacci del cazzo, passati ormai nel pensiero bobbolare dalla bellezza all'obbrobrio specialmente se ti si annidano sul tetto e tu abiti sottotetto e sei svegliato dai loro orribili urli ogni mattina all'alba o se hai qualche gattino sul terrazzo.
Poi tanti altri pensieri, preoccupazioni per la siccità anche primaverile che ormai è endemica e porterà alla desertificazione delle campagne, a meno che uno non ci vive sopra e provveda manualmente alla bisogna. Pensieri al tempo del virus, considerazioni, constatazioni del tipo come mai le galline fanno ogni giorno le uova ed i gabbiani no, che domandato al mio piccolo nipotino mi hanno riportato alla certezza:  le galline sono femmine ed i gabbiani invece maschi, salvo qualche rara gabbianella che se poi dovesse esser stato tutto un sogno, a me è piaciuto e voglio continuare a sognare.


7 mag 2020

Strafottenti

Di strafottenti è pieno il mondo e per esserlo non occorre obbligatoriamente esser portatori sani di vagina. Col passar degli anni poi il numero è aumentato in maniera esponenziale e questo perché la dote si acquisisce nei primi anni di esistenza, quando gli imprinting imposti dai genitori e dagli altri educatori sono assorbibili dagli umani. Tutti direttori, tutti caporioni, tutti pronti e preparati a sottomettere ed a sfruttare gli altri. Così non c'è da meravigliarsi se i media non trattano col dovuto rispetto e la dovuta enfasi le notizie che dovrebbero interessare i derelitti, i mortidifame che ogni giorno vanno a produrre quel reddito da cui poi tante ingenerose mani appozzano da strafottenti. Ad esempio, si parlò tanto della vergogna delle pensioni di reversibilità pagate, addirittura all'estero, alle badanti dell'est o alle nipotine ventenni sposate sul letto di morte dal caporione di turno, tanto da costringere i politici a cercare di fare un po' di giustizia, di ammuina e decidere che l'importo sarebbe stato proporzionale agli anni vissuti in matrimonio, stabilendo in 10 anni (NOI del partito degli under 70.000 lo fisseremo a 50) il periodo per l'importo massimo del 60% . Poi improvvisamente la gattopardesca sentenza di cui si dovrebbe parlare ogni giorno e in tutti i talk televisivi che lo ripiazzò nel giusto posto ai nostri amati giovani che dovranno farsi carico della cosa con le trattenute sui loro salari a dimostrazione di chi conta e comanna e di chi invece se lo prenne e nemmeno ne viene informato dai suoi giornalisti che paga con la bolletta della luce. Zitti zitti i caporioni si difendono i loro interessi eh già perché nun credo che la badante ventenne sarebbe interessata alla pensione di un operaio, però magari, la nipotina lontana, disoccupata, potrebbe alleviare il suo stato, ma chi spiega tutte queste cosucce al nostro amato bobbolo che si rifiuta di essere informato e disdegna i programmi solidali del NOSTRO partito chiaramente spiegati su questo blog a lettura libera e gratuita ?
Gli strafottenti l'avranno sempre vinta, anche perché sanno ben obnubilare i loro sudditi, altrimenti cosa gli costava, quando fermò la barca fuori dal porto, dire che si stavano richiedendo i documenti dei viaggiatori alle rispettive ambasciate e non appena sarebbero giunti, si poteva attraccare e sbarcare, oppure che si doveva aspettare un periodo di quarantena per evitare epidemie. Ma quello che più mi dà fastidio è che pure tutte le apparecchiature tecnologiche di cui ci circondiamo da altezzose che erano si sono trasformate in strafottenti, tanto da farsi bene tutti i cazzi loro senza rispetto per chi ci ha messo i soldi: le accendi e loro per minimo 10 minuti si fanno i cazzi loro, istallano chissà che cosa tanto è che ho coperto con carta e scotch sia la telecamera che il microfono, poi partono ed ogni tanto ti mandano una pubblicità, così per ricordarti che loro so' loro mentre che invece tu, sì proprio tu altezzosetto mio ancora nun conti un cazzo, ma anche de meno, de.

i soldi ancora non son finiti e gli studi vanno avanti 

30 apr 2020

crà, crà, crà, crà

Bei tempi quelli dell'aviaria, ricordo le raccomandazioni e la procedura da eseguire in caso di un incontro con un uccello morto, uccelli sempre di grossa stazza purtroppo, perché con i vari decreti e divieti di sparare sono gli unici sopravvissuti dopo essersi mangiati tutti gli altri volatili di dimensioni ridotte, insomma da ragazzo difficilmente mi capitava di vedere piccioni, tortore, cornacchie, corvi, pappagalli ed i gabbiani erano rari persino al mare. Poi grazie alle discariche, al consumismo, ai divieti di sparare sempre in aumento, cominciarono a sparire i cardellini che mi incantavano con i loro canti festosi mentre in primavera si rincorrevano dalle punte di un cespuglio all'altro, i fringuelli, i verdoni e persino i passerotti, guadagnavano terreno i merli, ma per poco, anche loro oggi spariti e sostituiti dai velocissimi storni.
Bisognava telefonare e segnalare ".. presto , venite c'è un uccellone morto.." e loro venivano e provvedevano con i vari attrezzi a ripulire la zona, ricordo che misero persino un gruppo di psicologhi di supporto per tutte le donne che si ostinavano a segnalare la dipartita di qualche uccello a cui si erano particolarmente affezionate.
Corvi e virus saranno il giusto futuro: 
crà, crà, crà, non era un corvo, ma una cornacchia grigia bella cicciotta che razzolava tra le macchine parcheggiate senza alcun timore di passare a 30 cm dai miei piedi che ero fuori macchina con la mascherina in attesa che la consorte facesse la spesa e tornasse col carrello e mentre aspettavo prendevo appunti sul solito pezzo di carta che noi poeti teniamo sempre in tasca per fissare l'ispirazione quando si presenta...
- "che fai, stai a pijà a targa da maghinaaa?" me fa il solito ragazzo che tornava ansimante al furgone bianco in doppia fila dopo aver fatto la  veloce consegna     
- " ma no, stai tranquillo, stò solo scrivendo il post settimanale per blogger, non so un segnalatore di targhe"
- "beati a voi che nun c'avete un cazzo da fà, ma guarda che tanto si me segnali so cazzi tui è, stai in campana"
- Sì, sì, stò sempre in campana