09 apr 2013

Ma voi, chi cazzo sete

Perché volete cambiare, abbattere, cancellare anni ed anni di duro lavoro altrui?
Probabilmente anche voi siete uguali a loro ed abbandonati su un'isola deserta morireste di fame come tutte le migliori bottane industriali, quindi perchè mai dovremmo resettare le caste, gli ordini, i preti ed i tassinari?
Credete voi che con 10.000 tassinari invece che 1.000 si starebbe meglio? Io penso che si avrebbero 10.000 morti di fame tutti attenti a mollare fregature a quei pochi clienti giornalieri, mentre oggi i 1.000 possono godere di un reddito che consente una generosa sopravvivenza con la possibilità persino di mandare all'università i figli oltre al primo, che erediterà il diritto alla licenza del taxi ed una volta indottorati poter scendere in piazza per abbattere caste e corporazioni. 
Dovevate capirlo che ormai anche 2 figli son troppi e se ne facevate uno solo, tutto sarebbe filato liscio, prendeva il vostro posto nella società e vai col tango.
 I giornalisti, i commercialisti, gli avvocati, i medici, i dentisti, i fascisti, i comunisti, gli addetti alla politica, i baroni, i tassinari, i notai, i dipendenti rai, i preti, le monache, i caporioni di stato, i pensionati rincoglioniti, quelli che sanno bene di essere over 70.000 e le escort non vi hanno votato. 
Allora se siete gli under 70.000 avete fatto bene a mascherarvi ed a non dirlo al bobbolo che è la maggioranza di questo paese e mai e poi mai vi avrebbe scelto se glielo aveste fatto sapere, bravi, siete molto più furbi di me. Se invece non lo siete e vi si parasse l'offerta di una sistemazione, attenzione a non farvi imbrogliare, la vostra sedia vale almeno 3 milioni cash o una rierezione sicura, ma con l'aria che tira è meglio il cash, tanto è previsto come forma di rimborso per le spese erettorali, ahò se non vi fidate der consulente gratuito, rivorgeteve puro a quello di vostra fiducia.
Spesso mi chiedo se anch'io sarei capace di sopravvivere su di un'isola deserta e sinceramente non so darmi una risposta. Quello che più mi ammazzerebbe, penso, sarebbe l'abbandono, la mancanza di un credo che sostiene le menti, insomma la solitudine tipica di chi non ha più fede.

e pensare che ci son menti così malvagie da classificare questo come il video porno di Lisa Dutton ormai cancellato da tutti i siti e che io invece posso offrirvi come rarità

11 commenti:

Giulio GMDB© ha detto...

Tutto dipende da cosa offre l'isola deserta...

Estrella_Marina ha detto...

Se non c'è il wifi non se ne parla nemmeno..:-))

marcell_o ha detto...

io non saprei cheffàre in un'isola deserta, cioè la potrei migliorare comunque di molto con photoshop, ma altro non so fare: pescare no, accendere il fuoco no, intrecciare fibre no...
infatti spero che non scoppi una guerra o robe del genere, in guerra che ci fa un grafico? penso che nella catena alimentare in guerra i grafici stanno proprio in basso
però la solitudine no, non mi ammazzerebbe, anzi... più passano gli anni e più divento asociale, cioè, è proprio il genere umano che m'ha stufato (pure io me so stufato de me)

pasquale di mario ha detto...

a frà, fra un tot de tempo toccherai la vetta e l'estrema sintesi. continuamo così

giovanotta ha detto...

ma veramente mi pare che gli anni di duro lavoro altrui sono stati già cancellati..
e secondo me comunque faremmo tutti bene a studiare il Manuale delle Giovani Marmotte su un'isola deserta (accendere il fuoco, pescare ecc.) o volevi dire per caso che c'è qualcuno che non ne avrà bisogno?..

benemanonbenissimo ha detto...

Giovanotta, big up per il manuale delle giovani marmotte, da piccolo li avevo letti fino al sette.

E comunque su "fede" ci stava un bel link ad emilio, secondo me.

nonno enio ha detto...

a me mancherebbe la figa su un isola deserta e dopo 15 giorni diventerei pazzo furioso

fracatz ha detto...

grzie a @bene adesso c'è pure fede

alessandra ha detto...

non escludo l'isola deserta..dove si ricomincia dalle origini...non sarebbe poi male..ciao

Blanca Mackenzie ha detto...

alla faccia del "credo"!!!

Frà,su un'isola deserta dopo aver fatto tabula rasa di quel che resta e senza taxi, sono certa che si sopravviverebbe. in fin dei conti là la frutta cresce sugli alberi, i pesci abbondano e, per combattere la noia qualcosa si può sempre inventare. io ci sto!


John Law ha detto...

Fra condivido, su un'isola deserta senza "credo"... non ci sopravvivo e tempo tre giorni mi suicido