03 dic 2015

Effetto serra e salumi

  Non tutti i caporioni tengono famigghia e così alcuni, grazie alla sorte o alla lettura dei nostri scritti pornodidattici, possono permettersi il lusso della libertà di pensiero, dell'analisi profonda e della giusta esternazione a favore della crescita cultu-cervicale del nostro amato, generoso, immaginifico bobbolo.
E' chiaro che codeste eccezioni rischiano di essere sbeffeggiate da tutti i gloriosi media, perché i panni sporchi vanno assolutamente lavati in famiglia nonostante i vari vatileaks per non turbare lo svolgimento quotidiano delle attività di sopravvivenza dei veri caporioni.
E' chiaro che l'effetto serra aumentando la desertificazione toglie risorse agricole a quelle nazioni che non lo possono contrastare per mancanza d'acqua e democrazia che porta a concentrare in poche avide mani l'immensa ricchezza generata dallo sgorgo del petrolio. Nonostante questo inconveniente della riduzione dei campi agricoli, quelle bobbolazioni, forse per antiche tradizioni legate al fatto di un'altissima mortalità infantile, continuano a sfornare una moltitudine di figli confidando nella magnificità della loro possente divinità da sempre inculcata nelle loro menti come l'unica, generosa e senza dubbio alcuno la più forte al mondo
In effetti lo sgorgo del petrolio rende di più dello sgorgo dell'acqua, però caso strano esistono gasdotti ma non acquedotti, questa semplice osservazione dovrebbe far capire a tutti la necessità dei caporioni del luogo, per poter sopravvivere e tramandare la ricchezza ai loro eredi,  di finanziare un ente di controllo demografico qualsiasi e che oggi si chiama isis.
A questo punto, per non dovermi ripetere è chiaro ed evidente quali dovrebbero essere gli obiettivi da conquistare se l'occidente davvero volesse esportare la democrazia, che le bobbolazioni locali sembrerebbero gradire, in quanto le loro emigrazioni non sono rivolte né ad est verso la cina dove non esistono cristiani ed ebrei, né verso sud dai loro confratelli di stessa lingua e religione.
Non dobbiamo assolutamente perdere la nostra identità a causa del progresso spinto della nostra civiltà scambiato da loro per buonismo e siccome la cultura è difficile da esportare a chi è affamato, allora vai con matriciane, salami, mortadelle, polenta e spuntature, sarcicciette alla brace da distribuire quotidianamente e come unico alimento nei nostri favolosi centri di accoglienza, perché non è vero che si tolgono le scarpe per non sporcare i pavimenti sacri dei luoghi di culto, visto che se le tolgono anche in strada o nel deserto, si tratta solo di plagio, come quello delle nostre donne, delle nostre mamme che fino a 50 anni orsono dovevano andare in chiesa con la testa coperta per non essere peccatrici.
Però limitiamoci a queste conquiste sulle superstizioni religiose e continuiamo con la stessa informazione che tanto del bene ha fatto alle cervici del nostro amato immaginifico bobbolo, perché un bobbolo erudito pornodidatticamente potrebbe essere molto più pericoloso delle zanzare, almeno sulla destinazione dell'otto per mille   

esternazioni bucoliche imprenditoriali

10 commenti:

Anonimo ha detto...

:))))) tacci tua ce si simpatico. PJ

Lorenzo ha detto...

Niente di tutto ciò fa ridere.

fracatz ha detto...

no, è che ormai quelli che mi leggono da tempo, sanno quali sono i linki da seguire e tralasciano a buon ragione tutto il resto

Bill Lee ha detto...

quelli che mi leggono da tempo = io

però oggi ho letto tutto. Ma non ho niente da dirti, hai detto tutto tu.

Giulio GMDB© ha detto...

Invece dei manganelli, usare salami di porco: se non scappano, si integrano :-D

Luce ha detto...

Se tu non ci fossi, bisognerebbe subito inventarti col brevetto che però registro io, ti spiace?

fracatz ha detto...

ah Luce, Luce
Luce, Lucetta.....
ah pardon quest'ode l'avevo già dedicata alla Luna
questo clima freddo ti riporta alla vita virtuale?

@enio ha detto...

comunque si faccia in questa talietta nostra si sbaglia... comunque questi non hanno mai avuto il mio 8 per mille... altro che indossare toghe firamate Armani

Anonimo ha detto...

Stiamo creando un gruppo di ali. Siamo già una cinquantina in poco tempo di varie tribù. Si attacca il centro con le ali, primo o poi li sfiancheremo e devono scendere dalle poltrone della nostra tribù così malandata. PJ

Il Vetraio ha detto...

"Gasdotti e non acquedotti" è terribilmente vera.