15 dic 2016

Lo stato è Loro, finché dura

Per fortuna che oggi abbiamo il cosiddetto populismo, sdoganato da tutti i media e colorato di politica per contenere le spinte del nostro amato generoso immaginifico bobbolo e così persino gli yankee nordisti, sudisti o di centro che dir si voglia trent'anni dopo di noi si affidano ad un miliardario ancora alle prime armi, tanto che ha rinunciato allo stipendio presidenziale e senza bisogno di un giuramento sulla testa dei suoi figli, in diretta televisiva dal leccaculo di turno.
Ricordo ancora quanto mi battei al tempo della globalizzazione per convincere i rappresentanti degli interessi dei nostri mortidifame coadiuvati dai loro prezzolati  cani da guardia che non saremmo stati noi ad esportare le 36 ore lavorative, le ferie, la tredicesima e la liquidazione ai cinesi, ma loro ad esportarci il pugnetto di riso giornaliero a tutti gli addetti alla produzione del reddito.
Grazie alla globalizzazione 63 persone detengono la metà di tutte le ricchezze presenti su questa palla di merda, le fabbriche continuano a delocalizzare, perché la produzione non è concorrenziale se tu paghi la mano d'opera tre volte quello che costa in cina, la gloriosa classe media sta scomparendo persino negli states e loro, quelli che operano per gli interessi dei 63 continuano a circonvenzionare i bobboli con le chiachiere facendo procedere la situazione, fino a quando mi vien da dire? Fino a che i bobboli non cominceranno ad essere affamati come la storia ci insegna o fino a che non comincerà a farsi strada nelle loro cervici qualche misero dubbio che li porterà a non fidarsi più del populismo ma a guardare a programmi seri quali quelli del mio partito degli under 70.000?
A chi ha giovato la globalizzazione? Perché i migranti non se ne vanno in cina visto che lì le fabbriche lavorano 24 ore al giorno? Perché non si escludono dalla globalizzazione paesi non sufficientemente democratici?
Per fortuna che l'ingegno taljco ha saputo trarre vantaggio da questa situazione facendosi dare dalla bce i 30 euri al giorno a migrante da spendersi sul territorio per dare un po' di lavoro ai nostri impresari turistici mezzo falliti e continuiamo a collaborare con i traghettatori per aumentare questo misero business, però di certo la cosa non potrà durare a lungo ed i caporioni dovranno inventarsi qualche altra cosa. 
Chissà se allora, invece delle solite circonvenzioni, torneranno ad avere il coraggio in groppa al loro incitatus di affermare pubblicamente il loro status dicendo dai video "L'etat c'est moi" come ai bei tempi quando ognuno conosceva fin dalla nascita il suo ruolo sociale e si metteva da subito il cuore in pace?  Allora noi pornodidattici, più modestamente, ci accontenteremmo di un senato riempito di bei cavalli bianchi, tanto per vedere se poi crozza riuscirebbe a renderceli simpatici 

Niente link oggi, ridete con quelli che vi ho messo già nel post 


10 commenti:

Gianluigi Rizzo ha detto...

Mentre stavo sorseggiando il tè dentro il tuo deserto ascoltavo che nel concorso di polizia molti sono usciti dalla zona di Aversa senza aver sbagliato nulla. Non ci sono speranze ormai..stacca la presa e vieni qui da me. Vivi...

Gianluigi Rizzo ha detto...

Na fila de cicorie me la faci?

fracatz ha detto...

Gianluì e pensare che 'na vorta in polizia ce annavano quelli della montagna per esse immortalati nelle barxellette popolari, poi grazie alle brigate rosse i loro stipendi diventarono importanti ed oggi sono appetibili anche ai laureati figli di chi conta.
E chi conta, conta, triste per chi invece paga solamente e non ha nemmeno un parente che invece a fine mese riceve. Mo' pare che anche i terroni non si accontentino più de un piatto de frittura e i loro caporioni se dovranno inventà qualche altro ente inutile

nonno enio ha detto...

il mondo è fatto a SCALE e cìè chi scende e chi sale.... noi scendiamo sempre

happysummer ha detto...

Troppo difficile la situazione, siamo bersagliati dalla BCE, dalla Cina, presto anche dagli USA se questa caricatura dell'esimio ex cavaliere continuerà la sua politica guerrafondaia diretta a migliorare l'impatto delle prorie ricchezze sul mondo.
Creo di guardare obiettivamente la situazione, ma probabilmente sto diventando qualunquista!

Sara ha detto...

In effetti è vero, perchè non vanno in Cina?

fracatz ha detto...

Sara, non vanno nemmeno in arabia saudita che è piena de petrolio e de seguaci de allà come loro e non è che vengono qui per potersi finalmente fa 'na bella magnata de prosciutto e melone, ma perché son convinti che qui possono esportarci la loro cultura e far sfilare le loro donne in nero sulle nostre strade

pasqualedimario ha detto...

a Frà 'sta ultima sententia è na salvinata segno che i populismi so' arrivati pure nei conventi riparati da rai 1 e mediaset. quindi pare che semo rimasti solo noi nell'umbria felix a mantenè nelle abbazie terremotate quella serenità de spirito che ce ha consentito de buttà giù le parabbole dar tetto.
quando non ammazzano nessuno un po' de terremoti non guastano

Gianluigi Rizzo ha detto...

Minkia sior tenente, mi vuoi dire che che ce tocca prendere la cazzarola per inalzare muri e torri? Ma porca paletta se deve sempre faticare...Ps: ma noi stiamo dentro o fuori le mura?

Bill Lee ha detto...


nonno enio magari casa tua è fatta a scale,
il mondo è uno scivolo scivoloso di diarrea


Li mortacci tua, frà se non mi metti più er linketto blu ridereccio a fine post smetto de seguirte