06 ago 2009

Premonizione del Gigi (rarità musicali)

Ieri ero fermo su ponte Garibaldi e malinconicamente guardavo scorrere l'acqua del Tevere sotto di me, quando, guarda il caso, mi saluta il Luigi.
Erano anni che non ci si vedeva; come stai, come va come non va:
èèhhhhè.., faccio io, non ci son più le stagioni di una volta e poi con tutta questa diffusione di ottimismo, anche le previsioni meteo devono essere sempre rosee.
L'altro giorno si prevedeva tempo bello qui a Roma, così ho lasciato tutti i pomodori a seccare sull'aia ed invece la nuvola fantozziana mi ha colpito duramente: tutto il prodotto da gettare via !
Poi, grazie al buco dell'ozono, anche quest'anno il raccolto è andato a male !
Il Luigi, vecchia volpe, capisce al volo l'antifona e si dilegua più rapido di un baleno, senza neanche chiedermi notizie di Elisabetta.
Quante emozioni l'estate di questa canzone: preferivo sentirla dal Gino, ma lui aggratis non la da'.

4 commenti:

mircomirco ha detto...

Le previsioni del tempo nd'estate le riciclano come tutti gli altri programmi...
tanto basta dire, locali precipitazioni
e si becca sempre

lorypersempre ha detto...

Poro Giggggi, con tanta gente che gira per Roma proprio a te, doveva beccà? ;)
Leela

mircomirco ha detto...

Se non funziona con "Me la dai?"
prova con "Me la presti?"

alerina ha detto...

chiudere aprire partire tornare più meno ...alla fine siamo tutti ingranaggi di un grande tutto inconoscibile ...tutta questa sbrodolata per dire che il mio blog è redivivo, autore sempre lo stesso, ma spero più maturo e capace. Dato che mi sento tale. Meno depresso. Comunque non è mai stato dato in gestione: è un blog di proprietà. Sono possidente io, DIValerina, di tutta la terra... mica bau bau micio micio...
E dopo questo delirio di onnipotenza ti saluto e ti ringrazio di aver sollecitato commenti al mio blog che , invero, è sempre stato poco visitato. Grazie!!