10 ago 2015

Se non sapete educare, non procreate

In fin dei conti la frase non ha niente di sbagliato e, nonostante la società dei consumi non fornisca nulla o quasi a supporto delle famiglie che intraprendono il percorso dei loro avi, ci sono ancora famiglie con quattro e più figlioli che vanno avanti onorevolmente, con i figli consapevoli della durezza della vita e sempre collaborativi con i loro genitori. Il problema, nelle società consumistiche, sta nei mortidifame e relativi pargoli, educati nelle scuole alla parità, come se tutti potessero accedere alle varie posizioni reddituali che si piazzano poi ai vertici della scala sociale, tutti managers, tutti dentisti, tutti avvocati, tutti chirurghi e così via. Tutti al mare, a sciare, a sballarsi ed in mancanza di soldi a consumare robba senza conoscerne la provenienza nè la certezza della composizione. Sarebbe bene per il bobbolo che tutte le sostanze venissero liberalizzate per aver accesso almeno alla purezza delle stesse e noi del partito degli under 70.000 lo abbiamo nel programma, però con l'esclusione dal servizio sanitario nazionale di tutti coloro che ne fanno uso.
Bisogna ammirare chi ha il coraggio di dirle certe cose, non come quei caporioni che piantano i pini sui bordi delle strade o quelli che liberano cinghiali ed orsi nei nostri boschi perché fa tanto in e poi quando qualche derelitto ci lascia la pelle commuoversi davanti le telecamere.
Come le autorità vere insorgono contro i genitori inadeguati, così costoro dovrebbero difendersi dando il voto a Noi, del partito degli under 70.000 per un sano abbattimento di rischi e pericoli, compreso mafiosi e rigurgiti estivi caratteriali.

14 commenti:

Lorenzo ha detto...

Si ma la frase andrebbe completata con "se non sapete educare non fate gli insegnanti, non fate i giornalisti, non fate i rappresentanti eletti di ogni ordine e grado, non fate i dirigenti di azienda, non fate i magistrati", eccetera.

La ragione è ovvia, non c'è una dualità "famiglia - mondo", non c'è una dualità "educazione - tentazioni", c'è invece un ambiente, un ecosistema, dove si definisce il senso del "giusto" e dello "sbagliato", si definiscono i "modelli di comportamento".

Ne abbiamo viste di tutti i colori in passato, per esempio anni in cui era "giusto" il famoso "impegno politico" a seguito del quale un cantante non poteva cantare se le canzoni non erano "impegnate", un insegnante non poteva giudicare i compiti se non con criteri "politici" e sembrava normale uscire di casa per andare a bastonare qualcuno che diceva cose diverse e magari ad ammazzarlo, perché no.

Se esiste una certa idea del "divertimento", questa è parte della idea più generale del "vivere" e di questa idea sono responsabili i "maestri del pensiero", quelli che occupano i centri dove si forma la "cultura", cioè dove si coltiva la gente. Se si rileva la cocaina negli scarichi fognari di Milano perché i milanesi la consumano a quintali, non è un problema di educazione familiare.

straf ha detto...

Passo qui per farti un saluto, fraticello, sperando che l'estate stia proseguendo bene.

fracatz ha detto...

un caro saluto anche a te,
poi mi racconti dopo le vacanze

Il Vetraio ha detto...

...e se non sapete procreare, è meglio!

Sara ha detto...

Come dire se non sapete andare in macchina, comperatevi una bicicletta!

fracatz ha detto...

oppure
chi è causa del suo mal, pianga se stesso
(così impara a non dare il voto a Noi degli under)

silvia ha detto...

del post non ho capito niente, ma il vetraio mi ha fatto ridere.
va beh non proprio ridere, ma poco ci mancava :)

fracatz ha detto...

ma come nun hai capito niente
allora neanche conosci il partito degli under 70.000, una mia creatura che si prenderà cura di tutti coloro appunto under,
vabbè lasciamo perde che sei de partenza, casomai ne riparliamo con calma

patèd'animo ha detto...

Con la parità, personalmente, me ne hanno affettato 3/4. Fammi un riassunto del partito degli under 70.000 chè lo sai che io vado e vengo..

fracatz ha detto...

belli i gattini
speriamo che ti sia riuscito di educarli
se stai andandovici allora rilassati che poi il logorio ripartirà, buone ferie

nonno enio ha detto...

oggi essere laureati non porta più a emergere nella società, almeno in Italia, si rischia di andare a lavorare in un callsenter a 900 euro al mese.

fracatz ha detto...

sì, ma solo per i laureati figli di mortidifame

ilmioblogpercaso ha detto...

Permesso...! Ti leggo ogni tanto nei commenti qua e la e m'è venuta curiosità... Senti senti scusa l'ignoranza ma chi sono gli under 70.000? Avete un partitooo?! Ma sai che scrivi cose interessanti!

fracatz ha detto...

Ciao Lia
il partito degli under 70.000 ormai è una realtà vecchia ben 3 anni purtroppo non ha avuto grandi adesioni al di là di un paio di commentatori convinti della bontà del progetto.
Io sono tentato di cedere logo, diritti ed anche l'inno a chiunque volesse investire qualche euro sulla cosa, però ancora non mi decido, certo se ci fosse qualche bona offerta...
(i post scritti al riguardo sono tra i più gettonati dopo quelli sulle cosulenze porno, vedi in basso sulla sinistra)