18 gen 2018

Er miracolo thajathano

Da quando siamo passati alla raccolta differenziata, nella mia strada qui a Roma siamo pure passati da 12 cassonetti in cui si gettava di tutto agli attuali 2 per l'umido, 2 per l'indifferenziata, 1 per la carta, 1 per vetro, 1 per plastica, con svuotamento giornaliero solo per l'umido e l'indifferenziata (magari perché vanno nello stesso camion). Praticamente abbiamo quasi dimezzato il numero dei raccoglitori o cassonetti e così realizzato un altro dei tanti miracoli thajathani: quello della sparizione della monnezza diminuendo il numero dei cassonetti e la  frequenza del loro svuotamento. Il miracolo risulterà solo sulla carta, in quanto almeno una volta al giorno passa un furgone con due persone e si ferma a raccogliere e pulire tutto ciò che non era entrato nei cassonetti. Costerà di più così, raccogliere e ripulire o lo fate apposta per manifestare lo stato di continua emergenza pe' poté incrementare e giustificare altre richieste di donazioni obbligatorie?
Oggi non è più come al tempo dei 12 cassonetti quando l'accumulo si creava perché la vecchietta non ce la faceva ad aprire il cassonetto e lasciava le buste nel mucchio in terra, così la bella ragazza che se per caso non funziona l'apertura a pedale si schifava ad aprire con la mano, o la signora che si ferma con la macchina e fa scendere il figlioletto che è troppo piccolo per azionare il congegno e poi il solito recuperante che sotto gli occhi di tutti rovista nel contenitore buttando tutto sul marciapiede, oggi è una cosa studiata dall'alto, si è proprio voluto ridurre uffficalmente la monnezza dimezzando i suoi recipienti di raccolta proprio per dimostrare a tutti che siamo adolescenti diciassettenni.

approfittate pure voi delle grandi conquiste dei lavoratori che i media vi nascondono

13 commenti:

Lorenzo ha detto...

Qui da me non ci sono cassonetti. Ogni condominio ha uno spazio interno dove mettere i bidoni divisi per "umido" - "carta" - "plastica e alluminio" - "indifferenziata". Due volte alla settimana i bidoni vengono esposti sulla strada, di solito da quelli che fanno le pulizie e di primo mattino passa il camioncino della azienda che smaltisce i rifiuti a svuotarli. Se al momento del ritiro i rifiuti non sono correttamente differenziati, il Comune appioppa al condominio una multa di 500 euro. OGNI volta.

Inneres Auge ha detto...

qui da pochi giorni è attivo il servizio porta a porta. Due volte a settimana l' organico, una la plastica, una il secco, invece carta e vetro si alternano un giorno a settimana a testa. Fino all' anno scorso avevamo i cassonetti stradali in cui potevi trovare di tutto... certo ora non è che gli incivili siano diventati civili ma credo che sia meglio questo sistema. Almeno non abbiamo maiali a rovistare sui marciapiedi!

Unknown ha detto...

Anche nella nostra Repubblica i cassonetti stanno all'interno dei condomini paru paru come il primo commento con relativa multa, che non so a quanto ammonta perché non vivo da tanti anni. Con mammà che gli è venuta l'Alzheimer non vorrei stare nei panni di quei poveri cristi di condomini per le multe che si stanno beccando per colpa sua, perché il malato non è tutelato fino in fondo qui da noi e neanche chi vive vicino a lui. Quindi, la notizia che mi ha sconvolto oggi, non è tanto il post che ho letto, ma che la Lecciso ha lasciato Albano. Non se ne poteva più di questa storia...e basta!

fracatz ha detto...

oh, finalmente, l'ha lasciata. Magari se si tratta solo per un tour co' romina, je toccherà vedesse de nascosto e pensare che io ho sempre pensato che le famigghie allargate oggigiorno sono l'unica soluzione all'egoismo e l'egocentricità dei nostri giovani

Sara ha detto...

Credo che tu abbia assolutamente ragione.

fracatz ha detto...

Grazie Sara

Mariella ha detto...

Noi da quest'anno abbiamo anche il chip sul sacco così le multe ci verranno recapitate a casa direttamente con la Tari.

nonno enio ha detto...

i cassonetti nelle città cosiddette civili sono spariti da tempo e la monnezza viene diversificata dal cittadino che mette fuori il bidone richiesto per quel giorno e tutto funziona alla grande. Lì da voi è diverso e non si riesce a far capire alla gente che la munnezza fuori del cassonetto puzza pure.

happysummer ha detto...

Al mio paesello i cassonetti sono spariti completamente, che c'è di strano? Siamo o non siamo un paesino civile anche noi?

happysummer ha detto...

Naturalmente non eravamo preparati a questo cambiamento epocale, così adesso la spazzatura non si accumula più nei cassonetti e dintorni, ma tutta bella insacchettata e infiocchettata, a casa con grande invidia per chi ha la terrazza o dei balconi :(

happysummer ha detto...

E poi ci sono i furboni che buttano i sacchetti di notte, ovviamente davanti alle case altrui oppure negli spazi per le soste lungo le strade che stanno diventando delle discariche. Però l'Amministrazione comunale è fiera e orgogliosa di questo suo nuovo divieto.

happysummer ha detto...

Non so se si renda conto che non è sparita la spazzatura, sono spariti i cassonetti e la gente si arrangia come può e come sa... Del resto un Tizio non disse che siamo un popolo di Santi? Perciò da noi avvengono così tanti ''miracoli''

fracatz ha detto...

ma tu che dici, però, siamo o non siamo rimasti adolescenti?