30 lug 2020

Predicatori o frocicorculodellantri

Quando con calore mi dedicavo all'esternazione su queste misere pagine, cercavo anche di etichettare meticolosamente l'argomento trattato per facilitarne poi il ritrovamento, così si crearono le due etichette in questione, perché non sempre l'esternatore multimediale, che i vari mezzi di comunicazione ci dispensano o ammanniscono nei casi più scarsi di comprendonio, è in mala fede.
C'è l'esternatore devoto, la maggioranza qui in convento, che abbandonati gli abiti laici, parla sempre di fratellanze, amore, carità e che di diritto fa parte dei predicatori assieme a quei laici che venuti su nel benessere assoluto e circondati da stuoli di servitù ed aggeggetti che facilitano di molto il passaggio terreno vivono in un mondo di sogni nel quale pensano stiano anche tutti gli altri umani e nemmeno sanno quanto costa una bottiglia di prosecco, visto che la bottiglia di latte già vent'anni or sono neanche un politico come d'alema lo sapeva, mentre salvini lo sa e quindi non potrà mai avere l'etichetta di predicatore.
Chiaramente i frocicorculodellantri abbracciano tutti gli altri, i caporioni, gli anchor man leccaculi obbedienti alle direttive di chi paga il loro notevole stipendio che quando lasciano parlare i caporioni senza mai chiedere "..... scusi, ma chi è che dovrebbe mettere i soldi per questo bel progetto,,,,? " diventano automaticamente complici e hanno diritto all'etichetta. Le ultime migliori che ho sentito son sempre quelle sui migranti e c'è gente che dall'alto dei suoi 18.000 mensili, elargiti dal nostro generoso bobbolo, per toccare il cuore degli ascoltatori si accalora nel voler salvare (quando basterebbe mettere delle navi gratuite a sue spese e di quelli che la pensano come lui) e far restare qui da nojos fornendo tutti di un permesso di soggiorno per poter lavorare e contribuire al pil thajathano, dimenticando distrattamente che già ci sono 10 milioni di disoccupati e che quelli del reddito di cittadinanza non vanno a raccogliere i pomodori perché troppo distanti dalle loro abitazioni. 
L'altra è meno appariscente, al contadino non far sapere, la proroga del blocco degli sfratti per morosità per via del virus, così anche il famoso dentista dai due studi starà tranquillo per altri 6 mesi e la pensionata proprietaria del suo pied a terre, dove lui porta le sue amanti senza pagarne l'affitto, continuerà a pagare la imu, il condominio, e l'irpef fungendo da assistente sociale per i figlidimignotta o paraculi thajathani. Ma, dico io, se vuoi prorogare gli sfratti non potevi mettere il distinguo "...solo per le famiglie con figli a carico.." visto che tutti gli altri accoppiandosi e con 2 redditi di cittadinanza possono permettersi un misero affitto.
Pertanto sarà bene aggiungere altre 2 etichette: "figlidimignotta" e "paraculi" di cui parleremo in un altro scritto se la salute continuerà ad assisterci senza dover ricorrere al servizio sanitario.       

ragazzi occorre assolutamente adeguarsi al must di turno

2 commenti:

Sara ha detto...

Ci fu uno che non pagò l'affitto per due anni, pure le utenze e il Comune l'ha premiato dandogli una casa popolare: ha fatto l'intervista alla cronaca locale che è contento che ha il rdc. Ora vuole la pensione di invalidità perchè a forza di pippare cocaina gli è venuto uno schioppon...
Non è carrarino, ma non si può dire da quale città viene, se no son razzista.

fracatz ha detto...

porello hanno deciso di sistemarlo perché in galera ci sarebbe costato molto di più A NOI contribuenti, però non credo che un paraculo nullatenente al fisco si possa aprire un pied a terre nelle case popolari, non gli interessano.
Il paraculo, nullatenente perché lavora nascosto dietro le società, da anziano avrà diritto alla pinzione sociale e con quella tirerà avanti fino alla fine della sua misera esistenza.
Con NOI del partito degli under 70.000 invece andrebbe dritto nel campo lavoro a differenziare la monnezza a 50 euri al giorno fino al risarcimento totale del danno