6 mag 2021

il caro estinto

Ci si prova a cambiare, a stroncare quei business odiosi che da sempre circondano le tragiche occorrenze, ma gli anni passano e i mulini a vento continuano a roteare le loro pale. I media accennano ma non battono il ferro fino a piegarlo, si limitano ad accennare, son pagati per quello con i soldi dei contribuenti ed è così che son venuto a conoscenza di Roma e Palermo . Le caste mafiose difendono in tutti i modi i loro interessi ed i forni crematori si guastano in continuazione, solo NOI del partito degli under 70.000 individuato un problema ci lavoriamo instancabilmente giorno e notte fino alla sua soluzione d e f i n i t i v a anche se dovesse costare l'eliminazione fisica di qualche prepotente sgrassatore di derelitti mortidifame. Eh sì che se ne sono inventate di tutte anche gli organi ufficiali pur di non esser tagliati fuori dal business cimiteriale: dai loculi alle sfarzose tombe, alle luci perpetue, ai guardiani ed ai loro dirigenti osteggiando in tutti i modi la cremazione, specialmente a Trieste dove soffia la bora o a Firenze dove non vogliono mangiare pesci inquinati dalle ceneri dei delinquenti. 
Attenzione a Roma :".......Affidamento delle ceneri
L'urna cineraria può essere affidata al coniuge o a un parente e deve sempre rimanere sigillata. Qualsiasi spostamento dell’urna deve essere comunicato con anticipo al comune di residenza dell’affidatario."  Mizzica, nemmeno se trattasse de n'arma de distruzione de massa e via di questo passo ce n'è di materiale, non per dimostrare quanto ce l'avemo lungo in una nazione dove regna sovrana la legge der menga, ma per un bel libro o una bella rappresentazione teatrale di satira crepuscolare, magari nel finale, alla resa dei conti finanziari e con l'immancabile fallimento, abolendo il tutto con una crassa risatona (speriamo e non spariamo) e lasciando libertà ai sudditi di cremarsi i loro cadaveri dove meglio credono, come si faceva nell'incivile antichità thajathana ancora senza caste. Nel frattempo, tanto per esser precisi si è scoperto che l'ergastolo ostativo, l'architrave che sostiene tutto il nostro non essere è incompatibile con lo stile e le abitudini di un bobbolo tutto.        

qua invece un esempio di come la destra legaiola difende con la legge gli interessi delle partite iva

9 commenti:

UnUomo.InCammino ha detto...

Folklore al peggio.

UnUomo.InCammino ha detto...

Un sistema finemente pedissequo, altamente sclerotizzato, spesso cialtronesco e fancazzista. Non può funzionare.

Sara ha detto...

Non mi piace l'usanza di tenere le ceneri in salotto, vivi e morti devono avere spazi diversi!

Alidada ha detto...

Che orrore speculare su queste cose. Si vede di tutto e probabilmente ci raccontano di tutto per mettere a tacere il problema. Servirebbero maggiori controlli e tante altre cose...

CirINCIAMPAI ha detto...

Oh signur quante miserie.
Pure morire è diventato un cazzo di problema

fracatz ha detto...

No, no, in salotto mai. Qui a Roma poi durante le pulizie pasquali, se dal salotto le volessi spostare in cucina devi prima comunicarlo al comune ed aspettare il timbro

fracatz ha detto...

però,
dai,
ci sarà tanta bella ciccia per i caporioni del business
ma anche tanti mortidifame loro amici ci tirano fuori il sostentamento a fine mese, mentre i pommidori continuiamo ad importarli dalla cina, peccato che in india non lo sanno, altrimenti potrebbero far concorrenza ai cinesi ed abbassare i prezzi

pasqualedimario ha detto...

a Frà certo che con la pandamia la morte è salita alla ribalta della prima serata e mo' ne parlano tutti e tutti promettono la risurrezione der pil coi guadrini dell'europa. solo che i guadrini promessi me sa che so' sempre quelli che prima uscivano dall'italia per favorì er pareggio delle condizioni all'est e adesso nun escono più perchè n'ce so' ppiù. se li so' magnati tutti in medicine ?
a Frà te che sei raggioniere pensace tu.
nojos libberamus

Inneres Auge ha detto...

è veramente assurdo che ci siano persone costrette ad attendere settimane, se non mesi per poter dare l' ultimo saluto a ciò che resta di un proprio affetto personale. La beffa ulteriore è che alcune bare, da quanto ho letto, sono anonime perché sono andati persi i nomi. Io mi domando quanti faranno il funerale ad un proprio caro, senza sapere che potrebbe essere un' altra persona.