21 feb 2019

il mezzo principale

In tutte le nazioni dove sono stato nella mia lunga attività lavorativa, non mi è mai capitato di sentire nei loro telegiornali qualcosa sull'Italia, la mia patria, salvo negli states, dove spesso si faceva vedere il papa, ma solo il papa, che benediceva la folla o parlava dalla finestra. Invece qui da nojos da sempre si parla in primis di politica estera e fatti che accadono nelle altre nazioni, così con tutti i cazzi che ci abbiamo da pelare gli obnubilanti al servizio dei veri caporioni ci inteneriscono con la vicenda della povera pakistana ammazzata dai parenti, senza degnarsi di ricordare al nostro amato bobbolo che fino agli anni 60 nel nostro bellissimo codice era previsto il famoso divorzio all'italiana, molto praticato in quei territori dove le donne uscivano e forse ancora oggi escono di casa sempre con il fazzolettone nero sulla testa. Un altro caso su cui spargono fango a piene mani è la vicenda di quel tizio coi baffoni venezuelano, dimenticandosi di informarci su come si sia assiso sullo scranno: fu eletto dal suo amato bobbolo? Non fu eletto? Cosa dice la loro costituzione?  
Adesso a quarcuno stà sur cazzo e se ne deve da annà ed il tutto senza nemmeno informarci, per non fomentare odio tra i minori, se quatambia quanto er nostro de leader o armeno come uno dei nostri tanti addetti stampa o portavoce dei nostri di leader.
Insomma si coinvorge er nostro amato bobbolo nell'affari interni de n'antra nazione senza nemmeno spiegajje l'essenziale, te devono da crede, visto che pagannote l'abbonamento o canone t'hanno dato fiducia e t'hanno da seguì, punto. 
A cambià argomento a volte intervengono fatti eclatanti che non possono essere ignorati, cadute de ponti, alluvioni, terremoti, frane, paesi isolati così stavorta c'hanno pensato i pastori sardi, che nostalgicamente il predicatore si ostina a chiamà pastori, quanno che invece è saltato agli occhi di tutti che si sono trasformati in allevatori, allevano pecore e vendono il latte e sulla fattura ci pagano l'iva e tutto l'altro fardello di tasse e contributi,  così si sono autoesposti a tutta la concorrenza in nero in genere estera che ha già fatto fallire i nostri artigiani con ditta individuale.
Oramai si son fatti fregare, si son fatti convincere ad abbandonare le tradizioni ed il lavoro dei loro padri e mo' se lamenteno se quarcuna delle mejjo voci addirittura dice che dovrebbero attaccasse alle zucchine. L'industria casearia spaccia e venne ovunque er pecorino sardo anche se fatto con latte in porvere proveniente dalla cina, mentre anni orsono ricordo perfettamente che mi padre pe' magnà er pecorino sardo annava dar pastore che la sera mungeva le bestie e faceva ricotte e formaggi senza l'autorizzazione ed il timbro della asl e senza l'iva, mentre oggi probabilmente i pastori o allevatori, pagano le tasse, la sera stanno a casa a guardà la televisione ed i vari predicatori e co' essa l'hanno fregati o meglio ci hanno fregati, perché anche loro avranno diritto al reddito de cittadinanza che non viene dal cielo nè dalle chiachiere distribuite dallo schermo televisivo.

ragazzi occorre assolutamente conoscere i vari motivetti

4 commenti:

Sara ha detto...

Amare verità. Del delitto d'onore non se ne parla più ed era solo ieri.

CirINCIAMPAI ha detto...

Non scherziamo, io sono "nipote" di pastore e dei pastori tengo la capatosta.
L'amato bobbolo potrebbe pure fare lo sforzo di porsi una domanda, ogni tanto almeno, e cercarsi da solo le informazioni che non gli danno.
No?

pasqualedimario ha detto...

a Frà anche a informasse nun ce se crede. se passi sopra a quello del venenzuela allora poi passà sopra a tutto. l'americani glie compravano er pretolio ma nun glie vendevano i beni americani e adesso gli hanno bloccato i sordi e glie vogliono regalà per forza l'aiuti loro senza che entrino dar muro der messico che stanno intasati. per i pastori organizzati in coop e consorzi de proprietà der partito è più semplice. si tratta solo di trovare un referente ar cui dare un carcinculo ma baffino, fassino berzani renzi n'ce stanno ppiù

Lorenzo ha detto...

Sara, guarda che il "delitto d'onore" valeva tanto per uomini che per le donne e che era solo una attenuante all'omicidio. Valeva per il marito cornuto o presunto tale che ammazzava la moglie ma valeva anche per chi ammazzava un rivale.

Il "divorzio all'italiana" è una invenzione letteraria. Anche perché storicamente è sempre stato più facile accoppare il marito mettendogli il veleno nella zuppa che ammazzare a roncolate la moglie e poi dire che è caduta dalle scale.